Post

COME FUNZIONA IL MILD HYBRID DI FIAT 500, PANDA E LANCIA YPSILON

Immagine
Video del Canale YouTube Passione Auto Italiane 

NUOVA ALFA ROMEO TONALE A COMO

Immagine
Video del Canale YouTube Passione Auto Italiane 

Promozione Fiat 500x

Immagine
Dal canale YouTube Passione Auto Italiane

Alfa Romeo Tonale vince il premio “Auto Più Bella del Web” 2022

Immagine
Prima C-SUV elettrificata del marchio e modello che segna la metamorfosi del Brand, Alfa Romeo Tonale si è aggiudicata la XV edizione del premio automobilistico “Auto Più Bella del Web“, promosso da Infomotori.com. “Auto Più Bella del Web” è stato pioniere tra i riconoscimenti sviluppati esclusivamente su Internet a partire dal 2007, e nell’edizione di quest’anno le preferenze di oltre 50.000 lettori hanno permesso ad Alfa Romeo Tonale di prevalere su una forte concorrenza. Le auto più belle dell’anno selezionate dalla redazione di Infomotori.com si sono sfidate in 4 gironi, ciascuno dei quali costituito da 4 auto. È il primo riconoscimento, a pochi giorni dal suo debutto, per Alfa Romeo Tonale, che succede ad Alfa Romeo Spider (2007), Giulia (2016) e Stelvio (2017).   Una gamma di motorizzazioni ibride efficienti capaci di esaltare le prestazioni senza rinunciare all’attenzione verso l’ambiente; una dinamica di guida e agilità da autentica Alfa Romeo grazie a soluzioni tecniche avanza

ARRIVA IL FILM CHE RACCONTA LA RIVALITA' TRA LANCIA E AUDI NEI RALLY

Immagine
Dal Canale YouTube Passione Auto Italiane 

DATI VENDITA IN EUROPA

Immagine
Dal Canale YouTube Passione Auto Italiane 

Fiat 131 Diesel

Immagine
1977: per promuovere in anteprima la Fiat 131 Diesel, versione a gasolio della berlina 131 Mirafiori, Fiat decide di iscrivere tre vetture, appositamente preparate dai tecnici Abarth, al raid Londra-Sidney, un’incredibile gara di resistenza che attraversava tre continenti. Con un propulsore quattro cilindri da 2,5 litri di cilindrata, capace di erogare 72 cavalli a 4.200 giri/minuto, fari ausiliari Cibiè Super Oscar, parafanghi allargati, telaio rinforzato, e il rollbar di sicurezza eredità delle 131 Abarth Rally, le vetture erano pronte a sopportare gli sforzi prolungati della competizione.  Dopo 45 esaltanti giorni di gara e 30.000 chilometri percorsi, alla fine di settembre due delle tre vetture iscritte al raid giungono al traguardo, e una conquista il primo posto nella categoria Diesel: un risultato eccellente che fa da trampolino di lancio per la promozione del modello presentato al Salone di Torino pochi mesi dopo, nell'aprile del 1978.

Alfasud

Immagine
Nel 1971 debuttava al Salone dell'Automobile di Torino l’Alfasud. Prodotta dalla Casa del Biscione presso un nuovo stabilimento nel Mezzogiorno, a Pomigliano d’Arco, era destinata a diventare protagonista dell’industrializzazione del Sud Italia e a raggiungere un grande pubblico. Il modello innovativo era frutto del lavoro di un eccellente team di progettazione, composto dagli ingegneri Rudolf Hruska e Domenico Chirico e dai designer Giorgetto Giugiaro e Aldo Mantovani, della nascente Italdesign. L'Alfasud aveva un cofano basso, linee filanti e sportive e un’abitabilità superiore alla media, mentre le sue prestazioni e tenuta su strada erano quelle di una vera Alfa Romeo. Di fatto, era la più sofisticata della sua categoria dal punto di vista della meccanica, con un motore a quattro cilindri boxer, trazione anteriore, quattro freni a disco, e le sospensioni anteriori indipendenti. La versione iniziale era una fastback, due volumi quattro porte, a cui si affiancarono poi la Giar