Passa ai contenuti principali

Jeep®Renegade: la nuova, piccola "globetrotter" del marchio Jeep

































Dopo la presentazione mondiale al Motor Show di Ginevra a marzo e l'anteprima statunitense presso l'International Auto Show di New York ad aprile, ora la nuova Jeep Renegade debutta di fronte alla stampa internazionale prima del lancio sul mercato EMEA previsto a fine settembre.

La nuova Jeep® Renegade amplia la gamma del marchio, che entra così ufficialmente nel crescente segmento dei Small SUV, rimanendo comunque fedele allo stile di vita avventuroso e alle capacità 4x4 per cui Jeep è famosa.

Determinazione, competenza e desiderio di far parte di un'unica solida squadra: sono questi gli ingredienti più importanti che hanno portato alla realizzazione della nuova Jeep Renegade, il primo veicolo di Fiat Chrysler Automobiles sviluppato in collaborazione da progettisti e ingegneri italiani e americani e il primo modello nella storia del marchio ad essere costruito in Italia, presso il rinnovato stabilimento SATA di Melfi in Basilicata. Una nuova Jeep, quindi, che nasce dalla combinazione tra design, funzionalità e l'esperienza off-road appartenenti al marchio statunitense - da 73 anni Jeep è sinonimo di libertà e di guida 4x4 - e lo stile e la dinamicità che da sempre contraddistinguono le automobili italiane in tutto il mondo.

Dotata di una forte personalità stilistica, la nuova Jeep Renegadeè la soluzione perfetta sia per brevi spostamenti in città, grazie alla sua agilità e spaziosità, sia per esplorare nuovi percorsi grazie alle sue eccellenti capacità off-road. Inoltre, i due nuovi sistemi 4x4 avanzati - Jeep Active Drive e Jeep Active Drive Low - sono dotati di un esclusivo dispositivo di disconnessione dell'asse posteriore che permette di passare in modo fluido dalla trazione a due ruote motrici a quella a quattro ruote motrici, riducendo le perdite di energia quando non è necessario utilizzare la modalità 4x4 e migliorando in generale l'efficienza nei consumi. Inoltre, Jeep Renegade propone il primo cambio automatico a 9 rapporti del segmento - garantisce alte prestazioni sia su strada che off-road – e cinque combinazioni di motopropulsore che sapranno soddisfare le esigenze di ogni cliente.

In Italia, la nuova Jeep Renegade sarà commercializzata nell'ultimo trimestre del 2014 e distribuita in una gamma completa compostada tre allestimenti - Longitude, Limited e Trailhawk) –una gamma motori che prevede un benzina MultiAir2 e due turbodiesel MultiJet II, configurazioni a trazione integrale o anteriore, e due cambi (manuale a sei rapporti o automatico a 9 rapporti).

La nuova Renegade segnerà l'ingresso del marchio Jeep in una dei segmenti in più rapida crescita del settore automobilistico: gli Small SUV.

Esterni
Fin dall'inizio, i progettisti Jeep sapevano che la Renegade avrebbe dovuto offrire le migliori prestazioni off-road della categoria con proporzioni adatte alla guida in città, lasciando trasparire allo stesso tempo lo stile grintoso, la versatilità e la manovrabilità propri del marchio. I progettisti avevano anche il compito di creare un nuovo SUV che avrebbe dovuto simboleggiare il rinomato design americano come primo modello Jeep a entrare nel segmento dei Small SUV in più di 100 mercati in tutto il mondo. Infine, Renegade doveva offrire la libertà di guida all'aria aperta tipica sia dei primi veicoli Jeep Willys MB prodotti nel lontano 1941, sia dell’attuale Jeep Wrangler.

Il risultato è un veicolo che affonda le sue radici nelle robuste dimensioni della Jeep Wrangler e si distingue per lo stile moderno e originale degli esterni che non passerà inosservato ai clienti giovani e dinamici che si riconoscono nel famoso design Jeep ispirato ai valori di libertà e avventura. Gli esterni della vettura hanno un aspetto funzionale con una carrozzeria dalle forme robuste e dalle proporzioni aggressive. Da qualsiasi angolo la si guardi emergono elementi di design caratteristici del patrimonio stilistico del marchio, come i fari rotondi, la tradizionale griglia a sette feritoie e i passaruota trapezoidali. Per consentire ai clienti di assaporare la libertà di guidare all'aria aperta saranno disponibili anche due tetti apribili: un ampio tetto elettrico scorrevole a due pannelli in vetro e l'esclusivo "My Sky", unico nel segmento, caratterizzato da due pannelli leggeri che possono essere rimossi e riposti nel bagagliaio in modo semplice e pratico. Infine, la nuova Jeep Renegade propone sei diversi cerchi, da 16” a 18”, tutti dotati di cinque bulloni con finiture specifiche.

Interni
Gli interni presentano un look moderno e raffinato, in linea con il DNA del marchio. L'abitacolo è caratterizzato dalla massima attenzione ai dettagli, combinazioni di colori innovativi, materiali di alta qualità, contenuti tecnologici avanzati e vani portaoggetti pratici e funzionali.

Gli interni si distinguono per il particolare linguaggio stilistico - denominato “Tek-Tonic” dai designer Jeep – che coniuga forme morbide e piacevoli al tatto con dettagli robusti e funzionali. Alle superfici principali, come ad esempio il rivestimento con materiali morbidi del quadro strumenti integrato, si sovrappongono elementi funzionali dal design audace, come la maniglia di sostegno del passeggero. Indispensabile per le avventure off-road, questa robusta maniglia è stata presa in prestito dalla sorella maggiore, la leggendaria Jeep Wrangler. Per garantire il giusto spazio a passeggeri ed equipaggiamento, la Renegade offre una compattezza interna efficiente e flessibile che include un sedile passeggero anteriore reclinabile in avanti e, a richiesta, un esclusivo pianale di carico removibile, reversibile e regolabile in altezza.

Motori
In Italia, la gamma motori Jeep Renegade offre cinque combinazioni di motopropulsore a basso consumo: il propulsore Turbo MultiAir2 a benzina da 1,4 litri e 140 CV con Stop&Start, cambio manuale a 6 rapporti e configurazione 4x2; il motore MultiJet II diesel da 1,6 litri e 120 CV con Stop&Start, cambio manuale a 6 rapporti e configurazione 4x2; il motore MultiJet II diesel da 2,0 litri da 140 CV con Stop&Start, cambio manuale a 6 rapporti e configurazione 4x4; e il motore MultiJet II diesel da 2,0 litri e 140 o 170 CV con Stop&Start, cambio automatico a 9 rapporti e configurazione 4x4.

Cambio automatico a 9 rapporti
La nuova Renegade introduce il primo cambio automatico a 9 rapporti della categoria. Abbinato al motore diesel MultiJet II da 2,0 litri, il cambio a nove rapporti offre una serie di vantaggi tra cui un’aggressiva capacità di ripresa, un’erogazione fluida della potenza alle velocità autostradali e una migliore efficienza nei consumi. Completamente elettronica, la nuova trasmissione a nove rapporti è provvista di mappatura "shift-on-the-fly", con possibilità di selezione manuale AutoStick, che migliora consumi, prestazioni e piacere di guida.

Sistemi 4x4: ‘Jeep Active Drive’ e ‘Jeep Active Drive Low’
La nuova Renegade presenta due nuove configurazioni a quattro ruote motrici. Angoli di attacco e di uscita al top di gamma e due sistemi 4x4 - 'Jeep Active Drive' e 'Jeep Active Drive Low' - quest'ultimo, grazie a una specifica mappatura dei rapporti del cambio e alla combinazione con la funzione Hill Descent Control e "Low", offre la leggendaria capacità off-road del marchio Jeep e un comportamento fuoristrada che collocano la Renegade al top della sua categoria. Entrambi i sistemi forniscono la quantità di coppia necessaria in qualsiasi condizione di utilizzo, aumentando la sicurezza in presenza di terreni scivolosi, come in caso di pioggia o neve, e garantendo la trazione ottimale nelle partenze aggressive.

Entrambi i sistemi Jeep Active Drive e Active Drive Low sono dotati della tecnologia di controllo Jeep Selec-Terrain con quattro impostazioni (cinque per il modello Trailhawk, che oltre alle modalità Auto, Snow, Sand e Mud, presenta la modalità Rock), che assicura prestazioni ottimali su strada o fuoristrada con qualsiasi tipo di fondo stradale. Con le sue sospensioni a ruote indipendenti in grado di offrire un'articolazione massima delle ruote pari a 205 mm e un'altezza da terra di 210 mm nel modello Trailhawk, la Jeep Renegade definisce nuovi standard nel segmento dei Small SUV e garantisce le migliori caratteristiche da fuoristrada della categoria.

La nuova Jeep Renegade è inoltre il primo Small SUV ad essere dotato di un modulo di disconnessione dell'assale posteriore che riduce le perdite di energia, quando non è necessario utilizzare la modalità 4x4, e migliora i livelli di efficienza dei consumi in 4x2. La disconnessione dell'assale posteriore consente di passare in modo fluido dalla trazione a due ruote motrici a quella a quattro ruote motrici e di assicurare quindi la gestione permanente della coppia senza intervento da parte del conducente.

Infotainment e sicurezza
L'equipaggiamento della Jeep Renegade offre contenuti tecnologici avanzati e supera ogni confronto nel segmento anche quando si tratta di comfort e infotainment a bordo. La dotazione comprende il sistema Uconnect con display touchscreen a 5" (di serie su tutti gli allestimenti) o 6,5"con navigatore Bluetooth con vivavoce. Jeep Renegade(sulle versioni Limited e Traillawk)prevede un display del quadro strumenti a visualizzazione multipla a colori da 7", il più grande del segmento.
La nuova Jeep Renegade nasce fin da subito per garantire il massimo livello di protezione con numerosi e avanzati sistemi di sicurezza, offerti di serie o a richiesta, compresi 6 airbag di serie, ESC (controllo elettronico di stabilità) con ERM (sistema elettronico antiribaltamento), telecamera posteriore ParkView, sistema Forward Collision Warning-Plus(sistema di frenata assistita), Lane Sense Departure Warning-Plus (sistema di avviso di uscita dalla corsia) e Adaptive Cruise Control(disponibile nel 2015).














DESIGN
La nuova Jeep® Renegade coniuga la libertà di guida all'aria aperta e lo stile iconico tipici di Jeep un nuovo modello dalle dimensioni ideali sia per percorsi sterrati sia per la città, oltre che pronta ad affrontare senza compromessi il crescente segmento globale dei Small SUV con il suo design robusto e grintoso. Gli interni sono caratterizzati da materiali di alta qualità e pratici vani portaoggetti che sottolineano la versatilità e la capacità della nuova Renegade.

Fin dall'inizio, i designer Jeep sapevano che la Renegade doveva offrire sia prestazioni off-road di riferimento nella categoria, sia proporzioni adatte alla guida in città e capaci di trasmettere lo stile deciso, versatile e funzionale del brand. I designer sapevano anche che questa nuova Jeep avrebbe simboleggiato il design e l'ingegno americani come primo modello del marchio a entrare nel segmento dei Small SUV in più di 100 mercati in tutto il mondo. Infine, la nuova Renegade doveva offrire a una clientela giovane e appassionata di avventura, i più alti livelli di qualità costruttiva, efficienza e, soprattutto, la robustezza e la libertà della guida open air della leggendaria Jeep Wrangler.

Design degli esterni
Jeep Renegade si basa sulle dimensioni robuste, la carrozzeria grintosa e le proporzioni aggressive di Wrangler, tra cui angoli di attacco e di uscita appositamente progettati per offrire le migliori prestazioni della categoria.

Nella parte anteriore, Renegade è decisamente una Jeep come dimostrano la griglia a sette feritoie tipica del marchio e i grandi fari circolari situati nella parte alta del frontale. Posto subito sotto alla griglia, il fascione anteriore dal design aerodinamico presenta una doppia sezione con la parte superiore in tinta e quella inferiore di colore abbinato.

Sbalzi corti, passaruota trapezoidali e una combinazione di forme fluide e scolpite, interrotte da smussi marcati caratterizzano la robusta carrozzeria della Renegade. Il DNA di Jeep Wrangler, che la Renegade ha ereditato, è riconoscibile immediatamente dai pneumatici possenti, dalle forme ampie dei parafanghi e dalla linea di cintura rialzata che richiama le mezze porte dell’icona Jeep. Il tetto nero opzionale, che allude al classico hardtop di Wrangler, accentua il look moderno della nuova Jeep Renegade. A livello dei sottoporta la nuova Renegade propone un rivestimento del sottoscocca che aggiunge ulteriore protezione, senza incidere sul peso della vettura.
L'unione del profilo laterale al retro del veicolo è l'emblema del marchio Jeep che incorpora la retroilluminazione e i fari posteriori dalla forma quadrata incorniciati da finiture di colore nero. Per sottolineare ulteriormente l’attenzione al dettaglio, i fari posteriori presentano un inedito motivo a "X" ispirato all'equipaggiamento militare(tanica di benzina), che esprime robustezza e rimanda alla tradizione del marchio.

Il sistema My Sky offre libertà di guida all'aria aperta
Proprio come i primi veicoli Jeep Willys MB prodotti nel 1941, la nuova Renegade offre la libertà di guidare all'aria aperta con due opzioni di tetto apribili: un ampio tetto elettrico scorrevole a due pannelli in vetro oppure l'esclusivo "My Sky", unico nel segmento, caratterizzato da due pannelli leggeri che possono essere rimossi e riposti nell'area di carico posteriore in modo semplice e pratico. Anche qui ritroviamo il motivo a "X" che caratterizza la nuova Renegade.

Design degli interni
Gli interni della Jeep Renegade presentano un aspetto robusto e vivace, che si ispira al leggendario heritage del marchio Jeep. Sono contraddistinti dalla cura e dall’attenzione al dettaglio, da innovative combinazioni di colori, dall’uso di materiali di pregio, da contenuti tecnologici di ultima generazione e da pratici vani portaoggetti. Rispondono alle esigenze di chi ha uno stile di vita attivo e predilige gli sport estremi.

Gli interni della Jeep Renegade sono stati realizzati in base a quattro principi fondamentali:
  • Realizzare un design in grado di suscitare emozioni.
  • Utilizzare superfici di qualità, con colori e materiali in gradi di raccontare una storia.
  • Integrare le tecnologie più avanzate.
  • Sviluppare pratici scomparti portaoggetti per sfruttare lo spazio in modo intelligente.
Quando i designer Jeep hanno cominciato a progettare gli interni, sono partiti da un foglio bianco e da una semplice idea creativa: realizzare lo Small SUV che avrebbero voluto possedere.

Design Tek-Tonic
Gli interni della nuova Renegade si distinguono per il particolare linguaggio stilistico - i designer Jeep lo hanno denominato “Tek-Tonic” – che coniuga forme morbide e piacevoli al tatto con dettagli robusti e funzionali. Alle superfici principali, come ad esempio il rivestimento con materiali morbidi del quadro strumenti integrato, si sovrappongono elementi funzionali dal design audace, come la maniglia di sostegno del passeggero. Indispensabile per le avventure off-road, questa robusta maniglia è stata presa in prestito dalla sorella maggiore, la leggendaria Jeep Wrangler, e si integra perfettamente con la bocchetta dell'aria lato passeggero per creare un unico elemento scolpito. La bocchetta centrale, e le finiture anodizzate prendono ispirazione dalle calzature e dagli occhiali utilizzati negli sport estremi. L’esclusiva mascherina di protezione dello schermo touchscreen dello Uconnect, la cornice della leva del cambio e quelle degli altoparlanti posti sulle porte anteriori trasmettono carattere e ricercatezza. La scritta in rilievo “Since 1941”, in omaggio al leggendario heritage del marchio Jeep, spicca sulla cornice intorno allo schermo touchscreen.

Davanti al conducente, l’esclusivo volante con comandi integrati e il quadro strumenti che include contagiri e tachimetro analogico di grandi dimensioni. A dare un tocco di avventura in più, al centro del quadro strumentivi è l'immagine di una macchia di fango: un'idea nata nel team di progettisti durante una sfida a paintball.Il quadro strumenti con un display monocromatico da 3,5"(sulla versione Longitude) o un innovativo display TFT da 7" a colori (sulle versioni Limited e Trailhawk)permette di ricevere informazioni sul veicolo e di personalizzare l'esperienza di guida. Caratterizzati da un’interfaccia intuitiva, entrambi gli schermi consentono di mantenere sempre le mani sul volante e di non distogliere lo sguardo dalla strada.

Nella parte inferiore della plancia si integrano perfettamente i comandi del climatizzatore, un vano portaoggetti con sportello ammortizzato e il centro multimediale con porta USB, ingresso AUX e presa elettrica da 12 V per dispositivi mobili. Esprime orgogliosamente il proprio DNA Jeep, in termini di design e prestazioni, il tappetino di gomma situato nel vano portaoggetti posto sotto il centro multimediale: su di esso è stampata la mappa topografica delMoab (Utah), la leggendaria meta off-road per gli appassionati di Jeep. Caratterizzati dalla stessa forma a "X" del tetto e dei fari posteriori, i due portabicchieri anteriori consentono di riporre, in tutta sicurezza, contenitori per bevande di varie dimensioni.

Il bracciolo della console centrale della Jeep Renegade è rivestito, quindi più morbido al tatto, e può essere regolato per un maggior comfort. Inoltre, gli interni sono ulteriormente impreziositi dalla mascherina protettiva che circonda la leva del cambio e che presenta rifiniture anodizzate abbinate cromaticamente alle cornici delle bocchette del climatizzatore, dei portabicchieri e degli altoparlanti. I sedili si distinguono per il design ergonomico, studiato per offrire il giusto sostegno ai passeggeri durante i viaggi lunghi e presentano rivestimenti in pelle o tessuto di alta qualità. È inclusa una seconda fila di sedili sdoppiabili 60/40.

Oltre alla sua capacità di carico di 351litri, che diventano ben 1.297 con i sedili posteriori completamente abbattuti, il veicolo prevede come optional un pianale di carico removibile, reversibile e regolabile in altezza ed è in grado di accogliere perfettamente, nella parte inferiore del bagagliaio, anche i pannelli removibili del tetto My Skyper i quali viene fornita una custodia di protezione dal design esclusivo. Per una maggiore versatilità, il sedile anteriore è ripiegabile in avanti consentendo così di trasportare anche oggetti molto lunghi.

Partendo dalla filosofia introdotta dal team di progettazione degli interni Jeep, già ammirata nella Jeep Grand Cherokee e Cherokee, per la Renegade si è adottato un nuovo approccio. I colori e i materiali sono stati scelti ispirandosi a luoghi e modi diversi di vivere l'avventura in tutto il mondo, dando origine a combinazioni energiche di colori e materiali.

La nuova Jeep Renegade propone diversi allestimenti interni (una combinazione su Longitude, due su Trailhawk e tre su Limited). In dettaglio, per ogni modello sono disponibili le seguenti soluzioni di colori/allestimenti: tessuto nerocon modanature Metal Diamond (Longitude), tessuto nero con modanature e cuciture a contrasto di colore rosso rubino (Trailhawk), pelle nera (optional) con modanature e cuciture a contrasto di colore rosso rubino (Trailhawk), tessuto Premium nero con modanature Metal Diamond (Limited), pelle nera (optional) con modanature Metal Diamond e cuciture beige (Limited) e interni in pelle bicolore (optional) BarkBrown/Ski Grey con modanature e cuciture a contrasto arancioni anodizzate (Limited).

















INNOVAZIONE TECNICA
Jeep Renegade offre due innovativi sistemi di trasmissione - Jeep Active Drive e Jeep Active Drive Low - che assicurano capacità 4x4 di riferimento in qualsiasi condizione di utilizzo. Il nuovo modello è anche il primo Small SUV ad offrire il dispositivo di disconnessione dell'asse posteriore che garantisce efficienza nei consumi in modalità 4x2 e che, quando è necessaria la trazione integrale, attiva all'istante la modalità 4x4. Entrambi i sistemi 4x4 sono dotati di disconnessione dell'asse posteriore e consentono di passare in modo fluido e automatico dal 4x2 al 4x4, senza alcun intervento da parte del conducente, per assicurare una gestione permanente della coppia e una trazione ottimale quando necessaria.

Jeep Active Drive
Attivato dall'innovativa PTU, il sistema Jeep Active Drive è completamente automatico e assicura un passaggio fluido dalla trazione integrale alle due ruote motrici a qualsiasi velocità. Il sistema non richiede alcun intervento da parte del conducente e provvede alle azioni correttive necessarie a garantire la stabilità del veicolo, migliorando la risposta in condizioni di sovrasterzo e sottosterzo. Jeep Active Drive è in grado di trasferire fino a 2.000 Nm di coppia motrice alle ruote posteriori, garantendo un'ottima tenuta di strada anche in condizioni di scarsa aderenza. Una frizione a bagno d'olio variabile alloggiata nel modulo di trazione posteriore utilizza gli algoritmi brevettati del marchio Jeep per fornire la quantità di coppia adatta ad ogni singola situazione di guida, anche su superfici a bassa aderenza e in caso di partenze aggressive e guida sportiva.

Jeep Active Drive Low
Il sistema Jeep Active Drive Low va a potenziare ulteriormente il Jeep Active Drive, portando il rapporto finale di riduzione a 20:1 per prestazioni da vera 4x4. Questo sistema, abbinato aldiesel da 2,0 litri con cambio a nove velocità, garantisce le migliori capacità off-road della categoria in condizioni estreme di guida fuoristrada.
Il sistema Jeep Active Drive Low aggiunge al Select-Terrain il controllo della velocità in discesa (Hill-Descent Control)e, nella versione Trailhawk, si arricchisce della modalità Selec-Terrain "Rock" per massimizzare la trazione sulla ruota in grado di garantire la maggiore presa.
L'Hill-Descent Control (HDC) consente una discesa progressiva e controllata su terreni dissestati o scivolosi senza che il guidatore debba agire sul pedale del freno. Quando è attivo, il veicolo è in grado di affrontare discese ripide sfruttando il sistema di freni ABS per controllare la velocità di ciascuna ruota e garantire slancio e ritmo ottimali.

Sistema Selec-Terrain Jeep
I sistemi Jeep Active Drive e Active Drive Low sono provvisti del sistema di controllo della trazione Selec-Terrain del marchio. Il sistema Selec-Terrain consente al conducente di selezionare la modalità su strada o fuoristrada per ottenere sempre le migliori prestazioni.
Sono disponibili fino a cinque impostazioni personalizzate: Auto, Snow, Sand e Muded, esclusivamente sui modelli Trailhawk con sistema Jeep Active Drive Low, la modalità Rock. E per prestazioni fuoristrada "TrailRated" ancora più elevate, il Selec-Terrain include anche il sistema Selec-Speed Control con Hill-descent Control.

Con Selec-Terrain, il conducente può scegliere tra cinque diversi programmi di guida per ottenere la migliore esperienza su tutti i tipi di terreno:
  • Auto (su tutti i sistemi 4x4 Jeep Active Drive/Selec-Terrain) – La modalità predefinita, calibrata per la guida di tutti i giorni. Nella maggior parte delle condizioni di guida su strada (sull'asciutto e con temperature sopra lo zero), la modalità Auto disconnette la trasmissione posteriore garantendo la massima efficienza dei consumi;
  • Snow (su tutti i sistemi 4x4 Jeep Active Drive/Selec-Terrain) – Il sistema passa ad una modalità 4WD specificamente calibrata (tramite i controlli del telaio e le tarature della trasmissione) per ridurre al minimo il sovrasterzo e massimizzare la trazione;
  • Mud (su tutti i sistemi 4x4 Jeep Active Drive/Selec-Terrain) – Il sistema passa ad una modalità 4WD specificamente calibrata per massimizzare la trazione a bassa velocità su terreni fangosi e scivolosi favorendo un ulteriore slittamento della ruota (tramite controlli del telaio appositamente regolati, differenziali e rapporti del cambio mirati per le superfici scivolose);
  • Sand (su tutti i sistemi 4x4 Jeep Active Drive/Selec-Terrain) – Il sistema passa ad una modalità 4WD specificamente calibrata per massimizzare la trazione a bassa velocità su terreni sabbiosi e più morbidi, favorendo un ulteriore slittamento della ruota (tramite controlli del telaio appositamente regolati, differenziali e rapporti del cambio mirati per i terreni sciolti e sabbiosi);
  • Rock (sui sistemi 4x4 Jeep Active Drive Low/Selec-Terrain) – Il sistema include la capacità 4WD a marce ridotte. Questa modalità è disponibile solo per la versioneTrailhawk.




MOTORIZZAZIONI E CAMBI
Cambio automatico a 9 rapporti unico nel segmento
La nuova Jeep Renegade è la prima nel segmento dei Small SUV a montare un cambio automatico a nove rapporti. Il nuovo cambio è montato sul motore turbo diesel da 2,0 litri da 140 e 170 CV.
Il cambio automatico a nove rapporti consente al veicolo di ottimizzare la potenza sviluppata dal motore permettendo, allo stesso tempo, una capacità di ripresa aggressiva e un'erogazione della potenza fluida ed efficiente alle velocità autostradali.

Il cambio automatico a nove rapporti della Renegade promette maggiore reattività nei movimenti, con un'accelerazione più rapida e cambiate più fluide. L'ampio differenziale offre l’aggressivo rapporto di trasmissione della prima marcia di 4,71 per garantire prestazioni elevate anche a bassi regimi con piccole escursioni dei rapporti, che consentono di raggiungere il livello delle auto di lusso in termini di raffinatezza del cambio.
Un insieme unico di 4 rapporti overdrive permettono un maggior risparmio di combustibile nel ciclo autostradale e una riduzione complessiva del livello di rumorosità, vibrazioni e rigidezza (NVH).

Completamente elettronico, il nuovo cambio automatico a nove rapporti è provvisto di cambio mappa "shift-on-the-fly", con possibilità di selezione manuale AutoStick. Oltre 20 mappe di cambiata singole per condizioni specifiche ottimizzano la qualità e i punti di cambiata, migliorando così l'economia dei consumi, le prestazioni e la guidabilità.

Al fine di determinare la modalità di cambiata più appropriata, il software del cambio è in grado di valutare diverse variabili tra la coppia utilizzata, i kick down, le accelerazioni longitudinali e laterali e le variazioni di pendenza.

La strategia di controllo della trasmissione monitora accuratamente temperatura, velocità e attivazione del controllo elettronico della stabilità, per un miglior comfort di guida e una maggiore attenzione al dettaglio. Il risultato è una cambiata automatica perfettamente adattata ai requisiti prestazionali di quasi ogni stile di guida.

Ma un SUV Jeep non può definirsi tale senza le sue eccezionali prestazioni da fuoristrada. Appositamente adattato alle necessità del modello Renegade Trailhawk, il cambio automatico a nove rapporti offre un rapporto finale di riduzione di 20:1. Le prestazioni da fuoristrada di questo 4x4 TrailRated sono garantite da un rapporto della prima marcia di 4,71:1 associato a un rapporto finale di trasmissione di 4,334:1 che consente di avere un rapporto finale di riduzione di 20:1, il migliore della categoria.

L'avanzato cambio automatico a nove rapporti è abbinato ai motori turbo diesel da 2,0 litri delle versioniTrailhawk e Limited.

Cambio manuale a 6 rapporti: divertimento assicurato
I modelli Jeep Renegade dotati di motore MultiAir Turbo da 1,4 litri e 140 CV, MultiJet II da 1,6 litri e 120 CV e MultiJet II da 2,0 litri e 140 CV presentano un cambio manuale a sei rapporti con un differenziale di rapporto di 6,68 con rapporto finale di trasmissione pari a 4,438, per una maggiore efficienza nei consumi di carburante alle velocità più elevate. Grazie al rapporto di trasmissione della prima marcia di 18,4:1, questo cambio offre un'accelerazione rapida e cambiate precise e fluide. Un albero intermedio tubolare insieme con semialberi di uguale lunghezza intervengono nelle situazioni in cui il veicolo sterza involontariamente per un eccesso di potenza.

Questo cambio manuale a sei rapporti di nuova generazione, costruito e progettato interamente da Fiat Powertrain Technologies, appartiene a una nuova famiglia di trasmissioni trasversali a tre alberi. Queste trasmissioni sono più compatte di quelle con due alberi.

Il cambio a sei rapporti è sincronizzato in tutte le marce per escursioni fluide tra un rapporto e l'altro. I cavi del cambio sono dotati di un meccanismo di autoregolazione per una migliore qualità delle cambiate e di un avanzato sensore start/stop che rileva il movimento della marcia (folle).

La frizione è dotata di un volano a doppia massa con smorzatore a pendolo per migliori caratteristiche di rumorosità/vibrazione a basse velocità (rumore ridotto e/o eliminato). La frizione è idraulica e riduce quindi lo sforzo di azionamento e le vibrazioni del pedale.

Gamma motori
In Italia, la nuova Jeep Renegade è alimentata da un motore benzina e due diesel, per un totale di5 diverse combinazioni di motopropulsore. In dettaglio, sono disponibili il motore Turbo MultiAir2 da 1,4 litri e 140 CV con Stop&Start abbinato a un cambio manuale a 6 rapporti mentre la gamma di motori diesel comprende il motore MultiJet II da 1,6 litri e 120 CV con Stop&Start e cambio manuale a 6 rapporti, il motore MultiJet II da 2,0 litri e 140 CV con Stop&Start e cambio manuale a 6 rapporti e il motore MultiJet II da 2,0 litri e 140 o 170 CV con Stop&Start e cambio automatico a 9 rapporti).

Due potenti motori turbo diesel MultiJet II con tecnologia Stop&Start: da 1,6 e 2,0 litri
La nuova Jeep Renegade disponibile in Europa può essere abbinata a un motore Turbo Diesel da 1,6 o 2,0 litri per la cilindrata superiore. Entrambe le motorizzazioni sono dotate di tecnologia MultiJet di seconda generazione, sviluppata e brevettata da Fiat Powertrain.

Il sistema di iniezione MultiJet Common Rail rappresenta la soluzione tecnologicamente più evoluta al fine di controllare le elevate pressioni di iniezione (1.600 bar), svincolandosi dal regime di rotazione motore e dalle quantità di combustibile iniettate. Di fatto, la gestione del motore è in grado di introdurre piccole quantità di combustibile (iniezioni Pilota) per ottimizzare rumorosità ed emissioni e di gestire con l’iniezione principale la quantità di combustibile iniettata necessaria a fornire la prestazione richiesta dal conducente, garantendo un funzionamento particolarmente “morbido” del motore in tutte le situazioni.

Il motore turbo diesel MultiJet II L4 da 1,6 litri eroga una potenza di 120 CV a 3.750 giri/min e una coppia massima di 320 Nm a 1.750 giri/min ed è abbinato al cambio manuale a 6 rapporti. La tecnologia Stop&Start contribuisce a ridurre le emissioni ed eliminare i consumi di combustibile generati con motore al minimo. Ulteriori vantaggi derivano dal filtro antiparticolato (DPF) di tipo "close-coupled" che assicura maggiore efficienza di rigenerazione del filtro e quindi consumi inferiori.

Con le versioni da 140 e 170 CV, l'I-4 turbodiesel MultiJet II da 2,0 litri è in grado di offrire maggior potenza e prestazioni superiori, rispettando al tempo stesso la normativa sulle emissioni Euro 6. Un turbocompressore a geometria variabile controllato elettronicamente consente di migliorare la risposta nei transitori.

Il motore diesel da 2,0 litri è disponibile con cambio automatico a 9 rapporti o cambio manuale a 6 rapporti ed eroga rispettivamente 140 CV a 3.750 giri/min o 170 CV a 3.750 giri/min e una coppia massima di 350 Nm a 1.750 giri/min.
Ulteriore contributo nella diminuzione delle emissioni giunge dalla tecnologia Stop&Start, mentre un minor attrito del motore consente di ridurre i consumi di carburante.
Entrambi i motori diesel presentano:
  • Testate dei cilindri in alluminio con due alberi a camme in testa (DOHC) che azionano quattro valvole per cilindro (due di aspirazione e due di scarico) attraverso un sistema di comando a basso attrito (roller finger follower).
  • Sistema di iniezione combustibile Common Rail da 1.600 bar, con iniettori a solenoide in grado di generare più iniezioni per ciclo di combustione con Injection Rate Shaping per ridurre i consumi e Post-Injection multiple per ottimizzare l’efficienza delle rigenerazioni del filtro antiparticolato (DPF)
  • Turbocompressore a geometria variabile (VGT) coniugare potenza agli alti regimi e coppia ai bassi regimi.
  • Sistemi EGR evoluti con potenziamento del sistema di raffreddamento ed utilizzo per le versioni più performanti di un sistema EGR a doppio circuito (alta e bassa pressione) per una maggiore efficienza nei consumi e una riduzione significativa delle emissioni di ossidi di azoto.
  • Contralberi di equilibratura per ridurre le vibrazioni agli alti regimi e pacchetto acustico per garantire basse emissioni sonore.

Motore Turbo MultiAir2 da 1,4 litri
Il motore “Turbo-MultiAir” I4 da 1,4 litri è la variante con la cilindrata più piccola della nuova famiglia Fiat Chrysler di motori benzina a quattro cilindri, disponibile sui modelli Longitude e Limited.

Il motore MultiAir Turbo da 1,4 litri è progettato per sfruttare al massimo l'esclusivo sistema di treni di valvole MultiAir sviluppato by Fiat Powertrain e include una serie di nuovi componenti progettati per ridurre l'attrito e migliorare prestazioni ed efficienza dei consumi del primo veicolo Jeep nel mercato dei Small SUV.

Il motore MultiAir2 da 1,4 litri incorpora anche la tecnologia “Stop/Start” che migliora l'efficienza dei consumi di carburante e riduce le emissioni di CO2, rispettando gli standard sulle emissioni E6.

A livello di struttura, il motore MultiAir Turbo da 1,4 litri ha il basamento in ghisa e il sottobasamento strutturalein alluminio. L'alesaggio è di 72 mm e la corsa di 84 mm per una cilindrata complessiva è di 1.368 cm3.

La pressione di sovralimentazione viene gestita dinamicamente per fornire un'ampia curva di coppia su una vasta gamma di condizioni ambientali, con una pressione massima di circa 1.5 barG a 4.000 giri/min. L'esclusiva tecnologia MultiAir di attuazione delle valvole controlla l'aspirazione dell'aria cilindro per cilindro e colpo per colpo. Ciò consente emissioni di anidride carbonica ridotte e un incremento nell'economia dei consumi fino ad un 7,5% rispetto ad un motore dotato di distribuzione convenzionale.

Il motore ha 5 supporti di banco, con cuscinetti in classi per contenere i giochi e ridurre la rumorosità; l’albero motore in acciaio consente sezioni ridotte e quindi masse ridotte; le bielle sono in acciaio forgiato
I pistoni leggeri in alluminio fuso contribuiscono a contenere le masse alterne e quindi ridurre le forze legate al manovellismo. Gli spinotti di tipo full-floating contribuiscono alla robustezza del manovellismo.
Gli ugelli di raffreddamento dei pistoni, situati nella parte inferiore di ogni cilindro, contribuiscono a ridurre i consumi spruzzando olio sul fondo dei pistoni. Questo consente di mantenere le temperature del cilindro e ridurre la possibilità di zone surriscaldate lungo le pareti del cilindro o nella parte superiore del pistone che potrebbero provocare battiti in testa.



























TELAIO, SOSPENSIONI E STERZO
Progettata e realizzata per offrire le leggendarie caratteristiche dei veicoli Jeep, la nuova Renegade è il primo Small SUV a utilizzare l'innovativa “architettura 4x4 Small Wide”. Con le sue sospensioni a ruote indipendenti, la Renegade definisce nuovi standard nel segmento dei Small SUV e offre le migliori caratteristiche da fuoristrada della categoria, un'eccellente dinamica di guida su strada e un elevato livello di sicurezza.

Primo veicolo Jeep costruito esclusivamente al di fuori degli Stati Uniti e destinato ai mercati globali, Jeep Renegade è il risultato di un coordinamento globale tra ingegneria e design Jeep da un lato e maestria ed esecuzione italiana dall'altro.

La Jeep Renegade è il primo veicolo a utilizzare l'architettura 4x4 Small Wide e la sua architettura modulare costituisce una base di partenza per la realizzazione di numerosi altri modelli. Ne risultano una maggiore qualità e affidabilità e un minor tempo di sviluppo e assemblaggio. L'architettura su cui è costruita Renegade comprende componenti condivisi, modulari e intercambiabili e permette la modularità di passo, carreggiata anteriore e posteriore, sbalzo anteriore e lunghezza e larghezza su tutte le linee di veicoli.

Grazie all'ampio utilizzo di acciai avanzati, materiali compositi e simulazioni altamente tecnologiche di collisioni al computer, l'architettura della Jeep Renegade garantisce un'eccezionale resistenza alla torsione per un controllo ottimale della geometria della scocca. Per i passeggeri, la nuova architettura offre resistenza in fuoristrada e un'articolazione massima delle ruote posteriori pari a 205 mm e un'altezza da terra di 210 mm. Il veicolo risulta più compatto e rigido trasmettendo una sensazione di maggiore affidabilità e controllo durante le manovre su strada ad alta velocità.

Struttura rigida della scocca
Renegade presenta una struttura monoscocca basata sull'innovativa architettura 4x4 Small Wide, con il telaio e la struttura della scocca superiore realizzati come un'unica unità per offrire una struttura più rigida e con massa più efficiente. Questa struttura più rigida è ottenuta grazie all'ampio utilizzo di acciaio altoresistenziale e adesivi strutturali. Questo nuovo Small SUV usa circa il 70% di acciaio altoresistenziale per massimizzare la dinamica del veicolo e la resistenza in caso di urto, riducendo allo stesso tempo il peso. Si tratta del primo veicolo Jeep a fare un così ampio uso dell'acciaio altoresistenziale.
Per un'ulteriore ottimizzazione del peso e della resistenza, Renegade è dotata di traversa anteriore, crash-box posteriore ibrida e cofano in alluminio.

Una delle caratteristiche più importanti della struttura della scocca è l'impiego di acciai altoresistenziali avanzati “stampati a caldo” nella parte superiore e inferiore della scocca, ovvero nei montanti A e B, nella testata anteriore, nei sottoporta e nelle griglie. Tutte queste caratteristiche strutturali garantiscono una maggiore resistenza del tetto e aumentano la visibilità grazie alle sezioni più sottili dei montanti.

Le interfacce della struttura telaio-scocca migliorate, incluse le staffe delle sospensioni e gli attacchi della culla, sono progettate per garantire una rigidità elevata in tali punti e ridurre i rumori a bassa frequenza all'interno dell'abitacolo. La struttura rigida della scocca ha consentito inoltre ai tecnici di realizzare la messa a punto del telaio della Jeep Renegade. Il risultato è un veicolo robusto, affidabile e raffinato su strada e in fuoristrada.

Prestazioni Jeep "Go anywhere"
Per garantire prestazioni in fuoristrada di altissimo livello e la dinamica e il comfort tipici di un Small SUV, Renegade presenta sospensioni anteriori MacPherson con una rigidità eccezionale per un'articolazione massima di 170 mm, prestazioni migliorate in curva e peso ridotto. La speciale traversa anteriore ha una duplice funzione: offre la rigidità necessaria per ottenere un maggior comfort acustico e integrare una terza linea di carico per migliorare l'assorbimento di energia in caso di urto. Un'altra innovazione è l'adozione di un tassello attacco ammortizzatore di tipo “sdoppiato” che trasmette le vibrazioni della strada alla struttura della scocca attraverso due diverse vie, migliorando l'acustica e l'efficienza dell'ammortizzatore.

Progettata per smorzare la rigidezza indesiderata nell'abitacolo e contribuire alla gestione della coppia della trasmissione, l'architettura del telaio della Renegade è caratterizzata da una culla posteriore isolata. Quest'ultima fornisce inoltre i punti di attacco per i due semialberi e bracci laterali delle leggere sospensioni Chapman della Jeep Renegade. Grazie alle molle elicoidali e agli ammortizzatori di tipo a montante installati in alto, la struttura delle sospensioni posteriori consente alla Jeep Renegade di massimizzare il tasso di compressione delle molle, migliorare il "rollsteer" per prestazioni su strada ottimali e offrire un'articolazione massima delle ruote posteriori pari a 205 mm per le avventure fuoristrada.

Esclusivo sistema FSD Koni
La Renegade è la prima Jeep a integrare il sistema con montanti anteriori e posteriori dotato di valvola FSD (Frequency Selective Damping) Koni. Grazie a questo sistema, la Renegade è in grado di offrire eccellenti caratteristiche di manovrabilità e tenuta di strada. Inoltre, il sistema FSD Koni filtra in modo attivo gli input ad alta frequenza delle sospensioni dovuti ad asperità stradali, garantisce comfort e fluidità e un controllo ottimale dell'assetto.

Servosterzo elettrico avanzato
La Jeep Renegade offre una maggiore precisione di sterzata grazie al servosterzo elettrico e al sistema DST (Dynamic Steering Torque) che migliorano la manovrabilità e le prestazioni.

Il veicolo è dotato di un servosterzo elettrico avanzato montato sul piantone che, sfruttando la più recente tecnologia EPS disponibile, garantisce un handling sportivo attraverso la gestione di carichi importanti a tutte le velocità di azionamento del volante, curve di asservimento variabili a seconda delle condizioni di guida e una riduzione dei consumi fino al 3% rispetto a un tradizionale sistema idraulico. Il servosterzo e la servoassistenza vengono garantiti attraverso un motore elettrico e, grazie al funzionamento completamente elettronico, lo sforzo di sterzata da parte del conducente è ottimale a tutte le velocità, con più efficienza nei consumi vista l'assenza di perdite parassite causate dalla pompa del servosterzo.

Il sistema DST della Renegade migliora sia la sicurezza in marcia sia la manovrabilità attraverso l'esecuzione attiva di correzioni e il controllo automatico del sovrasterzo su fondi a scarsa aderenza in qualsiasi condizione di guida. Inoltre, il sistema sterzante è completamente integrato nel sistema di controllo elettronico della stabilità del veicolo (ESC) e interviene nelle situazioni in cui le ruote hanno diversa aderenza, l'auto sterza per un eccesso di potenza e nei casi di deriva estrema.

Insonorizzazione ottimale dell'abitacolo
Per garantire un'insonorizzazione ottimale degli interni, i tecnici hanno massimizzato il design strutturale della Jeep Renegade e hanno aumentato la silenziosità dell'abitacolo, oltre che ridotto il livello di rumorosità, isolando il propulsore ed eliminando ogni fruscio e rumore causato dal procedere sulla strada.

Di dimensioni ideali per la città, questa nuova Jeep è dotata di un pacchetto contro rumorosità, vibrazioni e rigidità (NVH) che include parabrezza con vetro acustico laminato, pannelli fonoassorbenti nell'abitacolo, struttura arrotondata delle porte con triple guarnizioni e pannelli fonoassorbenti nelle cavità dei passaruota per assicurare un alto assorbimento del rumore sul fondo stradale e un'insonorizzazione ottimale dell'abitacolo. Grazie a queste migliorie di progettazione, la Renegade è in grado di offrire alti livelli di silenziosità dell'abitacolo.


SICUREZZA
La nuova Jeep Renegade nasce fin da subito per garantire il massimo livello di sicurezza. In particolare, la dotazione di serie comprende 6 airbag di serie (airbag multistadio avanzati per i sedili, airbag laterali a tendina per tutte le file, airbag laterali) e l'ESC (controllo elettronico di stabilità) con l'ERM (sistema elettronico antiribaltamento). Per garantire la massima protezione, l'offerta completa di sistemi per la sicurezza disponibili o opzionali sulla nuova Jeep Renegade comprende anche il Blind-Spot Monitoring, il Rear Cross Pathdetection, l'Adaptive Cruise Control (disponibile dal 2015) e la telecamera per la retromarcia ParkView con griglia a linee dinamiche.
Uno dei sistemi più innovativi disponibili sulla nuova Jeep Renegade è il Forward Collision Warning-Plus(sistema di frenata assistita), il primo nella categoria. Questo sistema utilizza sensori radar e video per rilevare se la Renegade si sta avvicinando troppo rapidamente a un altro veicolo o a un ostacolo lungo il suo tragitto e avverte o assiste il guidatore in modo da evitare l'impatto o da attenuarne le conseguenze.

Il sistema Lane Sense Departure Warning-Plus (sistema di avviso di uscita dalla corsia) utilizza il sensore ottico della telecamera per stabilire la posizione su strada della Renegade. In caso di cambio di corsia non intenzionale, che il sistema riconosce da un cambiamento di traiettoria senza attivazione degli indicatori di direzione, il segnale visivo emesso viene accompagnato da un segnale tattile inviato dal servosterzo elettrico (EPS). Se il conducente non reagisce rapidamente, il sistema emette un secondo allarme visivo.

Il Blind-spot Monitoring usa sensori radar a banda ultra larga che assistono il conducente durante i cambi di corsia e quando viene sorpassato o sorpassa veicoli nascosti alla vista. Il sistema segnala al conducente la presenza di veicoli negli angoli ciechi tramite icone illuminate sugli specchietti laterali e attivando un segnale acustico selezionato dal conducente.

Una volta attivato, l'Adaptive Cruise Control riduce la velocità impostata quando il veicolo si avvicina ad un altro sulla stessa corsia oppure quando un altro veicolo si immette nella corsia. Il sistema ritorna alla velocità impostata quando il veicolo che precede accelera oppure si sposta in un'altra corsia. Il sistema inoltre mantiene una distanza del veicolo regolabile da parte del conducente rispetto al veicolo che lo precede, ed è particolarmente utile in caso di condizioni meteo difficili o in situazioni di visibilità ridotta.

Oltre a queste caratteristiche di sicurezza e protezione avanzate e innovative, l'equipaggiamento disponibile sulla Jeep Renegade include:
  1. Indicatori di direzione attivi: l'indicatore di direzione lampeggia tre volte quando la leva è azionata per un secondo ad indicare un cambiamento di corsia
  2. Airbag multistadio avanzati: si aprono con maggiore o minore forza a seconda della gravità dell'impatto. Il modello è conforme ai requisiti FMVSS 208 per airbag avanzati per occupanti di bassa statura e non ben posizionati.
  3. Airbag laterali a tendina per tutte le file: protezione estesa per tutti i passeggeri seduti sui sedili esterni anteriori e posteriori. Ognuno degli airbag laterali è dotato del proprio sensore di impatto per attivazione indipendente sul lato in cui si verifica la collisione. Gli airbag a tendina sono ubicati nel rivestimento del tetto, sopra i finestrini laterali
  4. Sistema di controllo della trazione a tutte le velocità: fa parte del sistema ABS di serie e aiuta ad impedire lo slittamento delle ruote motrici in fase di accelerazione da fermo o a tutte le velocità applicando i freni sulle singole ruote o in abbinamento alla limitazione della coppia motore
  5. Anti-lock Brake System (ABS): rileva e impedisce il blocco delle ruote migliorando il controllo della sterzata in condizioni estreme di frenata e/o di terreno scivoloso
  6. Anti-lock Brake System con rilevamento strade dissestate: questo sistema è in grado di rilevare, in base alle oscillazioni dei segnali della velocità delle ruote, se il veicolo sta procedendo su un fondo stradale sconnesso. Quando viene rilevata una superficie sconnessa su un percorso in fuoristrada, l'ABS attiva un controllo della pressione diverso che consente di mantenere la pressione del freno per pulsazioni più lunghe
  7. Specchietto retrovisore auto-oscurante: questo specchietto riduce automaticamente il riverbero di una luce intensa offrendo al conducente una visibilità migliore della strada
  8. Anti-appannamento automatico: consente all'Automatic Temperature Control (ATC) della Renegade di misurare il livello di umidità all'interno del veicolo e di disappannare automaticamente il parabrezza senza alcun intervento da parte del conducente
  9. Fari automatici: si accendono e spengono automaticamente in funzione della luminosità esterna e contestualmente all'accensione o allospegnimento dei tergicristalli
  10. Abbaglianti automatici: il sistema dei fari si adatta alla luce esterna e al traffico in arrivo in modo da fornire la massima illuminazione
  11. Pannelli My Sky autoreversibili: in presenza del tettuccio scorrevole elettrico My Sky, il sistema inverte automaticamente il movimento quando rileva un ostacolo durante la chiusura.
  12. Cristalli autoreversibili:in presenza di un ostacolo durante la chiusura, il movimento del finestrino si inverte automaticamente
  13. Belt Alert: attiva un segnale acustico e/o un'icona sul quadro strumenti per ricordare al conducente e al passeggero di allacciare le cinture di sicurezza quando gli occupanti dei sedili anteriori viaggiano senza aver allacciato le cinture di sicurezza
  14. Brake Assist: in situazioni di frenata di emergenza, il sistema applica la massima potenza di frenata garantendo la distanza di arresto minima.
  15. Brake-Lock Differential System (BLDS): consente di mantenere il controllo del veicolo nel caso in cui una o due ruote perdano aderenza, applicano la frenata in modo selettivo e aggressivo alle ruote interessate
  16. Ridefinizione della frenata: consente al conducente di arrestare il veicolo quando acceleratore e freno vengono azionati contemporaneamente; il controllo elettronico dell'acceleratore riduce la potenza erogata dal motore fino all'arresto del veicolo o finché non cessa l'input dei pedali
  17. Brake/parkinterlock: impedisce al cambio di essere spostato dalla posizione "Park" se non è premuto il pedale del freno
  18. BrakeTraction-Control System (BTCS): riduce il rischio di slittamento delle ruote motrici in fase di accelerazione da fermo o a bassa velocità applicando i freni sulle singole ruote in caso di slittamento
  19. Sportellino carburante senza tappo: facilita le operazioni di rifornimento carburante eliminando qualsiasi contatto con il combustibile
  20. Bloccaggio porte posteriori per protezione bambini: blocca la maniglia interna delle porte posteriori tramite una levetta sul profilo della porta
  21. Sistema di fissaggio seggiolini per bambini: il sistema LATCH (Lower Anchors and Tethers for CHildren) è stato progettato per facilitare il montaggio di seggiolini commerciali compatibili per bambini
  22. Constant-Force Retractors (CFR):questo dispositivo controlla il grado di forza esercitato dalla cintura sull'occupante e poi gradualmente rilascia il nastro della cintura di sicurezza in modo controllato
  23. Daytime Running Lamps (DRL): illuminazione in condizione diurna che rende il veicolo più visibile agli altri conducenti
  24. Avvisatore acustico elettrico bitonale: produce due toni diversi allo stesso tempo per offrire una migliore acustica sul rumore ambientale
  25. Enhanced Accident Response System (EARS): facilita l'intervento del personale del pronto intervento dopo un incidente accendendo le luci interne, facendo lampeggiare le luci d'emergenza e sbloccando le porte della Renegade in seguito all'attivazione degli airbag. Interrompe anche il flusso di benzina verso il motore.
  26. Electric Parking Brake (EPB): utilizza l'interruttore del freno di stazionamento montatonella console centrale, un motore su pinza (Motor On Caliper - MOC) per ogni ruota posteriore e un modulo di controllo elettronico. Quattro modalità di funzionamento: azionamento statico e rilascio, azionamento dinamico, rilascio spunto in partenza e SafeHold
  27. Electronic Brake-force Distribution: regola la pressione di frenata tra l'avantreno e il retrotreno, in modo da ottimizzare le distanze di arresto e il controllo in tutte le condizioni di carico del veicolo
  28. Electronic RollMitigation (ERM): un'estensione del controllo elettronico della stabilità (ESC). Usa le informazioni dei sensori ESC per calcolare se il veicolo è in una situazione di potenziale ribaltamento e poi frena, azionando i freni separatamente e modulando la posizione dell'acceleratore secondo necessità
  29. Electronic Stability Control (ESC): aumenta il controllo del veicolo da parte del conducente, consentendogli di mantenere una direzione stabile in tutte le condizioni di guida. Si rivela utile in situazioni critiche, ad esempio in curva e in situazioni di guida su superfici miste con presenza di neve, ghiaccio o pietrisco. Se viene rilevata una differenza tra l'azione del conducente sul volante e il percorso del veicolo, l'ESC applica la frenata selettiva e agisce sull'acceleratore per riportare il veicolo in traiettoria
  30. Electronic Vehicle Information Center (EVIC): tramite il quadro strumenti della Renegade fornisce al conducente informazioni su viaggio, temperatura, pressione degli pneumatici e altri dati relativi al veicolo
  31. Piantone di sterzo ad assorbimento di energia: il piantone di sterzo a regolazione manuale utilizza due condotti coassiali realizzati mediante hydroforming in grado di eseguire spostamenti reciproci per consentire l'avanzamento del piantone e l'assorbimento di maggiore energia durante un impatto. Il nuovo piantone di sterzo elettrico usa un elemento flesso calibrato che si deforma durante il movimento del piantone di sterzo e garantisce la gestione ottimale dell'energia.
  32. Sistema di gestione dell'energia: tre linee di carico anteriori realizzate in acciaio altoresistenziale gestiscono la deformazione del veicolo e riducono al minimo l'intrusione nell'abitacolo
  33. Alzacristalli elettrici con comando rapido: finestrini anteriori elettrici con comando rapido di apertura e chiusura a una pressione situato sulle porte anteriori, lato conducente e lato passeggero
  34. Zone a deformazione programmata anteriori e posteriori: elementi strutturali appositamente progettati in modo da deformarsi e assorbire energia in caso di impatto, migliorando la protezione degli occupanti.
  35. Limitatori di carico attivi/adattivi per le cinture di sicurezza anteriori: progettati per ottimizzare la protezione del torace a seconda del peso in caso di impatto.
  36. Pretensionatori per le cinture di sicurezza anteriori: in caso di urto, i sensori di impatto attivano i pretensionatori dei sedili anteriori. Questi ultimi tendono correttamente le cinture di sicurezza riducendo in questo modo il movimento in avanti della testa e del torace dell'occupante
  37. Airbag laterali protezione toracico/pelvica installati sui sedili anteriori: aumentano la sicurezza del conducente e del passeggero sedile anteriore, lato esterno, in alcuni tipi di impatto. Ognuno degli airbag laterali è dotato del proprio sensore di impatto per attivazione indipendente sul lato in cui si verifica la collisione. Gli airbag laterali di serie vengono montati sul lato esterno di ognuno dei sedili anteriori
  38. Sgelatore spazzole tergicristallo anteriore: evita il congelamento delle spazzole del tergicristallo sul parabrezza e migliora la capacità di pulizia nella stagione fredda
  39. Global Position Sensor (GPS): utile per l'assistenza alla navigazione e il monitoraggio elettronico del veicolo
  40. Cinture di sicurezza regolabili in altezza (fila anteriore): le cinture di sicurezza esterne sono regolabili in altezza e possono quindi essere sistemate nella posizione ottimale per qualsiasi conducente
  41. Hill-Start Assist (HSA): Aiuta il conducente in fase di avvio del veicolo in salita mantenendo il livello di pressione frenante applicata dal conducente per un breve periodo di tempo dopo che questi ha rimosso il piede dal pedale del freno. Se il conducente non accelera durante questo breve periodo di tempo, il sistema rilascerà la pressione frenante.
  42. Hill-Descent Control:questa funzionalità consente alla Renegade di affrontare discese ripide con un intervento minimo da parte del conducente.
  43. Keyless Enter-N-Go: quando si sale in macchina, alcuni sensori elettronici rilevano la presenza della chiave FOB. A questo punto sarà possibile avviare il veicolo premendo semplicemente un pulsante senza dover inserire la chiave nell'accensione
  44. Electronic VehicleTracking System (EVTS) Mopar: sistema all'avanguardia per il recupero dei veicoli rubati abilitati al GPS. L'EVTS include la localizzazione a livello nazionale, compresa la fornitura di servizi di emergenza 24 ore su 24, 7 giorni su 7, recinzione di sicurezza, notifiche di arrivo/partenza, avviso di velocità eccessiva e mappe di destinazioni passate (solo in alcuni mercati)
  45. Occupant Restraint Controller: rileva un impatto e determina se l'urto è abbastanza forte da richiedere l'apertura degli airbag e se è sufficiente attivare soltanto la prima fase di gonfiaggio o se è richiesta anche la seconda. Inoltre il controller rileva gli impatti laterali e determina l'eventuale attivazione degli airbag a tendina fissati alle barre e degli airbag laterali integrati nei sedili (protezione del torace). Il controller gestisce anche i pretensionatori delle cinture di sicurezza dei sedili anteriori
  46. Sistema di ausilio al parcheggio in retromarcia ParkSense: tramite sensori a ultrasuoni, questo sistema rileva gli oggetti fermi durante i parcheggi in retromarcia a bassa velocità. Se determina l'imminenza di una collisione, il sistema interviene con un inserimento autonomo e temporaneo del freno che vibra e poi viene rilasciato. A velocità inferiori a 7 km/h il sistema arresterà completamente il veicolo prima di rilasciare il freno.
  47. Telecamera posteriore per retromarcia ParkView: offre una vista grandangolare della zona immediatamente dietro al veicolo, consentendo al conducente di effettuare la retromarcia a velocità ridotta con maggiore tranquillità. Contiene una griglia a linee dinamiche da usare come riferimento per le manovre di parcheggio in spazi limitati e in zone strette. È anche utile per allineare un rimorchio al punto di attacco, se necessario. Sullo schermo del navigatore viene visualizzata l'immagine quando si innesta la retromarcia.
  48. Ready Alert Braking (RAB): il dispositivo è in grado di prevedere se il conducente sta iniziando una frenata d'emergenza e usa la pompa ESC per avvicinare le pastiglie dei freni ai rotori e ridurre i tempi richiesti per l'applicazione dei freni
  49. Rear Cross Path (RCP) detection: durante la retromarcia per uscire da un parcheggio, il dispositivo avvisa il conducente quando rileva traffico in arrivo. Viene attivato quando si innesta la retromarcia. Il sistema segnala al conducente la presenza di veicoli provenienti da dietro tramite l'attivazione di icone sugli specchietti laterali ed emettendo un segnale acustico selezionato dal conducente.
  50. Remote keyless entry: blocca e sblocca le porte e accende le luci interne. Se il veicolo è dotato di un allarme, il telecomando attiva/disattiva anche il sistema di allarme
  51. Struttura a gabbia di sicurezza: protegge gli occupanti gestendo e controllando l'energia in caso di urto
  52. Sistema di allarme: scoraggia gli atti di vandalismo e i tentativi di furto, spesso determinando una sensibile riduzione del premio assicurativo. Questo sistema protegge il veicolo dai tentativi di furto o di accesso non autorizzato monitorando gli interruttori di chiusura delle porte e il circuito di accensione
  53. Immobilizer SentryKey: utilizza una chiave di accensione, che incorpora un trasponder con un codice di sicurezza preprogrammato, come deterrente per i furti. Se si inserisce la chiave nell'accensione, il controller invia un numero casuale al trasponder e il motore si accende. Se viene inserita una chiave errata, il motore si spegne dopo pochi secondi
  54. Barre di protezione delle porte: barre di rinforzo posizionate all'interno delle porte che migliorano la protezione degli occupanti in caso di collisione laterale
  55. Indicatori di direzione supplementari: l'indicatore di direzione inserito nell'alloggiamento degli specchietti esterni consente di inviare segnali visibili dalla parte anteriore, dai lati e anche dalla parte posteriore del veicolo. Questo consente di avvisare il traffico e i pedoni in arrivo.
  56. Display TFT (transistor a film sottile) del quadro strumenti: offre un'ampia gamma di opzioni di personalizzazione, da una semplice indicazione analogica fino alla visualizzazione su display interamente digitale su cui le informazioni relative al veicolo vengono comunicate in modo chiaro tramite icone intuitive
  57. Cinture di sicurezza a 3 punti: tutte le posizioni di seduta anteriori esterne e tutte posizioni di seduta posteriori sono equipaggiate di cinture di sicurezza per il bacino e per le spalle
  58. Piantone di sterzo inclinabile e telescopico: consente l'inclinazione del piantone di sterzo e la regolazione dell'altezza rispetto al conducente in modo da ottenere una distanza comoda e sicura tra il conducente e l'eventuale apertura dell'airbag anteriore multistadio
  59. Tire-Pressure Monitoring (TPM) – Lock-on Sync: comunica al conducente che la pressione pneumatici è insufficiente. I moduli del sensore di pressione all'interno dello stelo valvola delle quattro ruote inviano continuamente segnali in radio frequenza a un ricevitore e al sistema. Il sistema di monitoraggio autoapprende la posizione degli pneumatici dopo la rotazione o la sostituzione.
  60. Trailer-Sway Control (TSC):riduce l'oscillazione del rimorchio e aumenta la manovrabilità in situazioni di traino difficoltose con vento o nel traffico. Il sistema verifica la direzione della vettura rispetto al percorso previsto dal guidatore, applica una pressione alternata sui freni per rallentare la vettura, quindi aumenta la pressione su una ruota anteriore in modo da bilanciare l'oscillazione causata dal rimorchio.
  61. Uconnect Voice Command: sistema di comunicazione di bordo ad attivazione vocale che permette al conducente di utilizzare un telefono compatibile Bluetooth con le mani sul volante e senza distogliere lo sguardo dalla strada. Alla prima connessione del telefono Bluetooth, la rubrica viene scaricata automaticamente e vengono sincronizzate fino a 1.000 voci. Successivamente, queste possono essere selezionate semplicemente pronunciando il nome corrispondente.
















CONNETTIVITÀ & INFOTAINMENT

Nel campo della comunicazione, intrattenimento e navigazione, Jeep Renegade offre un'ampia gamma di dispositivi intuitivi e di facile utilizzo quali i sistemi touchscreen Uconnect e il quadro strumenti a colori più grande del segmento.

Sistemi touchscreenUconnect 5.0 e 6.5
Uconnect 5.0 con touchscreen da 5”
Il sistema Uconnect 5.0 è dotato di un display touchscreen da 5" con cui è possibile sia effettuare chiamate in vivavoce, attraverso i telefoni dotati di Bluetooth, sia gestire la radio AM/FM tramite comando vocale. Gli smartphone compatibili, con Bluetooth e MAP, possono ricevere messaggi di testo e inviare SMS da un elenco di 18 messaggi predefiniti. Il sistema annuncia la ricezione del messaggio, identifica il mittente e quindi "legge" il messaggio. È inoltre possibile riprodurre la musica digitale via wireless da smartphone Bluetooth compatibili o lettori audio supportati da un hub multimediale (quest’ultimo è dotato di un jack ausiliario e una porta USB che consente la ricarica e il funzionamento continuo dei dispositivi portatili).

Uconnect 6.5AN con touchscreen da 6,5”
Jeep Renegade prevede anche Uconnect 6.5AN con un display touchscreen da 6,5 ​​”, comando vocale della radio AM/FM, telefoni cellulari e sistema di navigazione.

Le mappe ben progettate di Uconnect6.5AN consentono al conducente di districarsi agevolmente nel traffico, mentre il GPS assistito individua rapidamente il percorso migliore. Inoltre, in modo semplice e rapido, il conducente può trovarei punti di interesse grazie a un'eccellente grafica 3D e a viste dettagliate di attrazioni, città e aree. Indicazioni audio e suggerimenti vocali forniscono istruzioni dettagliate. Il GPS assistito consente di individuare con precisione la posizione del veicolo, anche quando si percorrono gallerie, parcheggi coperti e altre aree in cui la ricezione dei segnali GPS può essere ostruita.

Altre peculiaritàdel sistema sono chiamate in vivavoce, messaggi di testo e streaming audio tramite telefoni abilitati per Bluetooth, impostazioni di personalizzazione e un hub multimediale d'eccellenza con porte USB e ausiliarie. A richiesta, il sistema Uconnect può essere dotato di una telecamera di retromarcia ParkView.

Display del quadro strumenti a colori, il più grande del segmento
Il quadro strumenti della nuova Jeep Renegadepresenta un display a visualizzazione multipla a colori da 7" riconfigurabile che consente al conducente di personalizzare le informazioni visualizzate sul quadro strumenti. Attraverso l'utilizzo di grafica e testo, il display comunica le informazioni in modo semplice e chiaro.

Istruzioni e icone intuitive illustrano all'utente il funzionamento del display che offre numerose possibilità di personalizzazione come ad esempio la lettura a una velocità di base o informazioni specifiche sul veicolo.. Attraverso i pulsanti disponibili sul volante, il conducente può personalizzare lo schermo e visualizzare la quantità di informazioni desiderata. Inoltre, i quattro angoli del display possono essere personalizzati per visualizzare le informazioni a colpo d'occhio, ad esempio l'attuale consumo di carburante, la temperatura esterna, l'ora e la direzione della bussola. Eventuali anomalie del veicolo vengono segnalati istantaneamente attraverso messaggi pop-up visualizzati sullo schermo. Per una maggiore praticità, i messaggi di avviso vengono memorizzati automaticamente affinché il conducente possa consultarli tranquillamente in condizioni di sicurezza.

















JEEP RENEGADE & MOPAR®
Il lancio globale della Jeep Renegade pone in risalto l'intensa e proficua collaborazione che lega il marchio Jeep a Mopar®, il brand di riferimento per i servizi, il Customer Care, i ricambi originali e gli accessori per i brand di Fiat Chrysler Automobiles. Infatti, per il nuovo Small SUV Jeep è stata realizzata un’ampia gamma di prodotti e servizi aftersales che saprà soddisfare qualunque esigenza d’impiego e desiderio di personalizzazione. È la migliore dimostrazione dell’attenzione a 360° che Mopar riserva alla propria clientela e che oggi è racchiusa nel claim di comunicazione: "Mopar. More care for your car".

Più di 100 accessori esclusivi
Il business degli accessori rappresenta un mercato mondiale per un valore di 70 miliardi di dollari: in questo ambito opera Mopar che offre più di 25.000 accessori di altissima qualità in oltre 130 Paesi. Sviluppati in collaborazione con il team di progettazione del veicolo, tutti i prodotti sono esclusivi e si accordano in modo armonioso con i diversi modelli rispettandone le caratteristiche tecniche, stilistiche e meccaniche.

In particolare, per la nuova Jeep Renegade sono disponibili oltre 100 accessori che consentono numerosi e distintivi livelli di personalizzazione. Tra questi citiamo gli originali sticker da applicare su cofano, porte e 3/4 posteriore (uno su tutti, l’iconica “US Army Star” disponibile nei colori bianco o nero), le calotte degli specchi e le griglie frontali in quattro differenti tonalità, oltre ai cerchi in lega da 17’’ in quattro varianti cromatiche e ai particolari proiettori sul tetto che enfatizzano ulteriormente la vocazione off-road del modello. Inoltre, per incrementare la funzionalità del veicolo, sono disponibili un’ampia gamma di box per il tetto e diversi sistemi – montabili su tetto o gancio traino - per il trasporto di attrezzature per sport invernali e acquatici (bici, surf, sci, snowboard eccetera).

Completano l’offerta diversi tappetini interni e molteplici accessori dedicati a proteggere e sfruttare al meglio il vano bagagli (protezioni, reti ed organizer). Inoltre, sono disponibili ulteriori contenuti legati al mondo dell’elettronica – dai sensori di parcheggio al “Mopar Wi-Fi” - sviluppati e proposti dal brand.

Nuova collezione di merchandising
Mopar, in collaborazione con il brand Jeep, ha sviluppato e realizzato una collezione di oggetti dedicati a chi guida e per chi ama viaggiare a bordo della nuova Renegade. Sono tutti articoli di altissima qualità che vogliono essere espressione e portavoce di un lifestyle capace di far vivere ai clienti una coinvolgente 'Brandexperience' secondo i valori autentici del marchio Jeep in termini di design, funzionalità e materiali impiegati.

Il nuovo Pack Freedom di "Mopar Vehicle Protection"
"Mopar Vehicle Protection" (MVP) offre gli unici contratti di servizio garantiti da Fiat Chrysler Automobiles che assicurano ai propri clienti la massima tranquillità grazie a una vasta copertura sulle parti meccaniche e piani di manutenzione dedicati, oltre a un servizio di assistenza e riparazione effettuato da tecnici altamente specializzati che utilizzano esclusivamente ricambi originali.

Presente attualmente in oltre 30 Paesi della regione EMEA e dotato di un portafoglio con più di 50 prodotti, il programma "Mopar Vehicle Protection" ha sviluppato un’offerta specifica – denominata “Pack Freedom” – per rispondere alle esigenze del cliente della nuova Jeep Renegade. In dettaglio, la soluzione proposta pone la massima attenzione alla copertura per danni di tipo meccanico ed elettrico – estende la garanzia del costruttore da tre a cinque anni e con il chilometraggio più adatto alle necessità del cliente e all'uso del veicolo – e prevede, a prezzi concorrenziali, differenti piani di manutenzione e assistenza che assicurano un veicolo sempre in perfette condizioni.

Mopar sempre più digital
Da sempre attenta alle nuove frontiere offerte dalle tecnologie digital e in occasione del lancio della nuova Jeep Renegade, il brandMopar presenta alcune novità della piattaforma web 'Mopar Owner Centre', dell’applicazione “I am Jeep Mobile” e dell’ultima generazione di supporti digitali per la rete assistenziale.

"my Jeep”: Renegade è on line suMopar Owner Centre
Il cliente di Jeep Renegade potrà apprezzare tutte le potenzialità di Mopar Owner Centre, la nuova piattaforma aftersales integrata che offre un ventaglio completo di contenuti e informazioni dei modelli di Fiat Chrysler Automobiles. Dunque, l'innovativo strumento digital rappresenta un canale di comunicazione prezioso tra Mopar e i suoi clienti e offre due livelli di navigazione: uno "pubblico" e l'altro "privato", con login personale.

Il primo consente a qualunque utente di trovare informazioni sui ricambi originali e su come personalizzare le vetture di Fiat Chrysler Automobiles; l'accesso diretto a tutti i canali del Customer Care; i programmi di garanzia e manutenzione; i servizi legati all'assistenza stradale; il link diretto agli store virtuali e l'elenco completo di dealer e officine autorizzate. In estrema sintesi, rappresenta una vera e propria vetrina, dove il know-how del Gruppo è condiviso in modo aperto e coinvolgente anche grazie a una veste grafica semplice e intuitiva.

Il secondo è la nuova area riservata di Jeep, in cui tutti i clienti possono trovare consigli personalizzati, strumenti dedicati e promozioni esclusive. Attraverso la registrazione e l'inserimento del VIN (Vehicle Identification Number), il cliente ha a disposizione una serie di servizi utili per la gestione del proprio veicolo quali i piani di manutenzione in base ai chilometri percorsi,  la dotazione della vettura e la gestione di un'agenda on line.

Partendo dalla home page del sito  ufficiale Jeep, il MoparOwner Center è raggiungibile dall'header "Servizi e Assistenza" e/o direttamente dal pulsante "my Jeep".

Premium Customer Care
Mopar mette a disposizione dei clienti Jeep – come di tutti i brand di FCA - un Servizio Clienti dedicato che fornisce informazioni sui modelli e servizi, sulla rete di vendita e assistenza, soluzioni alle segnalazioni pervenute e assistenza stradale, attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e accessibile dai principali Paesi europei attraverso il Numero Verde Universale 00 800 0 426 5337 o il form “Contattaci” sul sito Jeep. A seguito della crescente diffusione delle tecnologie digital e dei canali social, negli ultimi anni il tradizionale servizio cliente si è rinnovato e in questo contesto s'inseriscono l’applicazione “I am Jeep Mobile”, la fanpage ufficiale di Jeep su Facebook e il contatto @JeepCareIT per Twitter.

In dettaglio, l’app “Iam Jeep Mobile” offre servizi e  assistenza in 12 Paesi europei e in 5 lingue (italiano, francese, tedesco, spagnolo e inglese). Scaricabile gratuitamente da Apple Store e Google Play, a fine luglio 2014 ha raggiunto più di 25.000 download e il 20% dei clienti Jeep la sta già utilizzando. Tra le caratteristiche più avanzate dell’app la possibilità di visualizzare contenuti multimediali in Realtà Aumentata sui cataloghi di prodotto e affissioni. Tra l’altro, la stessa sofisticata tecnologia permetterà di consultare, entro i primi mesi del 2015, anche il Libretto di Uso e Manutenzione di Jeep Renegade.

Infine, con un tweet pubblico o un messaggio privato a @JeepCareIT, i clienti Jeep possono trovare supporto alle loro esigenze grazie ad un team di operatori dedicati (servizio attualmente disponibile in Italia e successivamente in Francia e Germania) mentre sulla fanpage ufficiale di Jeep su Facebook gli utenti italiani possono raggiungere direttamente il Customer Care Jeep attraverso la sezione dedicata.

Technical Service
Con il lancio della nuova Jeep Renegade anche le attività del Technical Service – proposti da Mopar attraverso la Rete Assistenziale dei dealer e delle Officine e Carrozzerie Autorizzate – si rinnovano per offrire un servizio premium e sempre al passo con l’innovazione tecnologica. Ad esempio, in occasione della commercializzazione dello Small SUV Jeep, debutta nei punti di assistenza il microPOD, un nuovo strumento di supporto alla diagnosi elettronica, totalmente wireless, che sarà poi esteso agli altri modelli Jeep.

Spazio anche al Wi-Advisor - l'accettazione computerizzata basata sull'utilizzo di un tablet – che rappresenta la nuova frontiera dell'officina 2.0 secondo Mopar. Una vera rivoluzione per tutta la Rete Autorizzata che permette agli accettatori di avere tra le mani uno strumento all'avanguardia per ispezionare il veicolo verificandone lo stato di salute in modo rapido, efficiente e trasparente. Attraverso la tecnologia del wiADVISOR abbinata a un tablet il tecnico può far vedere graficamente al cliente le eventuali anomalie e dove andrà a intervenire. In questo modo migliora la qualità e la rapidità del servizio.  Attraverso questo nuovo approccio il cliente è al centro di tutta la fase di accettazione: può chiedere informazioni e chiarimenti in ogni momento a tutto vantaggio della trasparenza, della precisione e della chiarezza e uniformità di trattamento. Ampiamente impiegato dalla rete assistenziale italiana, il progetto si sta rapidamente estendendo a tutto il territorio EMEA.

Infine, per completare il quadro assistenziale e dare supporto a dealer e officine tramite il proprio ente di formazione, il Technical Service Mopar organizza corsi mirati per tutti i ruoli della Rete, valutandone e qualificandone le varie competenze. Un lavoro ampio e articolato che, in occasione del lancio della nuova Jeep Renegade, ha visto anch’esso un aggiornamento dei processi e delle procedure per rendere la formazione un altro fiore all’occhiello del brand Mopar.













FGA CAPITAL PER LA NUOVA JEEP RENEGADE
A supporto del lancio commerciale della Jeep Renegade, FGA Capital ha pensato di “ridefinire” il più possibile le proposte finanziarie in modo d’abbracciare tutti i potenziali target del nuovo modello e rispondere alle specifiche esigenze di ogni tipologia di cliente: dai liberi professionisti alle nuove coppie ai più giovani.

Grazie alla flessibilità dei contenuti, le tre soluzioni descritte di seguito sono adattabili sui diversi mercati europei in cui FGA Capital opera direttamente. A iniziare dalla formula “JEEP VALUE” (Leasing o Renting), che consente di guidare la nuova vettura in totale libertà godendo di contenuti assicurativi ad alto valore aggiunto, tra cui l’Estensione di Garanzia, la Manutenzione, l’Assicurazione Auto, tutti disponibili per l’intera durata del contratto. Si tratta della formula ideale per rispondere alle esigenze di imprenditori e liberi professionisti che preferiscono non rinunciare alla propria liquidità, a favore di un pagamento mensile legato all’utilizzo dell’auto. Alla fine del contratto, il cliente avrà la possibilità di rinnovare il leasing con un’auto nuova, restituirla senza dover corrispondere alcuna rata, oppure acquistarla.

La seconda soluzione è “JEEP FREE”, la struttura finanziaria innovativa e comoda, dedicata a chi preferisce acquistare in contanti con la collaudata formula senza interessi. Il cliente corrisponde all’acquisto solo la metà del prezzo promozionale e, senza pagare alcuna rata intermedia, avrà la possibilità, alla fine del secondo anno, di restituire l’auto e scegliere una nuova Renegade pagando solo la metà del suo prezzo. In questo modo avrà l’opportunità di “guidare due nuove auto in quattro anni”.

Infine “JEEP EASY”, il finanziamento dedicato ai più giovani che consente di accedere facilmente all’acquisto della Jeep Renegade con una struttura finanziaria rateale caratterizzata da rate contenute grazie alla lunga durata e a un tasso vantaggioso.

A completamento dei servizi assicurativi già citati nelle precedenti soluzioni, il cliente può abbinare a tutti i finanziamenti altri servizi di sicuro interesse: ad esempio, quelli a protezione della persona - come il Prestito Protetto che assicura il pagamento di una parte del finanziamento in caso di avvenimenti improvvisi e imprevedibili come la perdita di impiego – o quelli a protezione dell’auto quali la Kasko, la Collisione, la GAP e la Marchiatura dei Cristalli.



PRODUZIONE
Il rinnovato impianto SATA (Società Automobilistica Tecnologie Avanzate) di Melfi è orgoglioso di ospitare la nuova Jeep Renegade, la prima Jeep ad essere costruita in Italia e prodotta al di fuori degli Stati Uniti per il mercato globale.

Grande quasi 1,9 milioni di metri quadrati, lo stabilimento fu costruito nel 1991 e il primo veicolo uscì dalla linea di montaggio nell'ottobre 1993.

Negli ultimi 20 anni l'impianto ha ospitato la produzione di diversi modelli dei marchi Fiat e Lancia, tra cui Fiat Punto (1994), Lancia Ypsilon (1995), nuova Ypsilon (2003), Grande Punto (2005) e Punto Evo (2009), raggiungendo un totale di 5.645.275 vetture prodotte fino al 2013.

Per prepararsi alla produzione della nuova Jeep Renegade e garantire che il nuovo veicolo offra fin da subito la migliore qualità possibile, lo stabilimento SATA ha implementato e allineato tutte le tecnologie e le best practice degli altri stabilimenti del gruppo Fiat Chrysler Automobiles. Oggi il complesso è costituito da reparti di stampaggio, lastratura, verniciatura e assemblaggio e impiega un totale di 5.941 lavoratori.

La produzione della nuova Jeep Renegade a Melfi è iniziata a luglio 2014.















GAMMA
In Italia, la nuova Jeep Renegade è disponibile in tre diversi allestimenti Longitude, Limited e Trailhawk, ognuno con attrezzature e personalizzazioni specifiche per soddisfare le esigenze di tutti i clienti. L'esclusivo modello in edizione limitata 'Opening Edition' entrerà a far parte della gamma Renegade in fase di lancio e sarà disponibile solo per i primi clienti che acquisteranno il nuovo modello.

L'allestimento Longitude offre un elevato livello di funzionalità e comfort, mentre Limited è l'allestimento di fascia alta sia in termini di contenuti tecnologici che di personalizzazioni con un equipaggiamento di serie tipico di veicoli di segmenti superiori.

La versione Trailhawk soddisfa le esigenze dei clienti che pretendono dai loro veicoli Jeep le migliori performance da fuoristrada con eccellenti caratteristiche da 4x4 TrailRated e un esclusivo equipaggiamento di serie. Il sistema Jeep Active Drive Low, Selec-Terrain con l'esclusiva modalità Rock (che attiva automaticamente il bloccaggio del differenziale posteriore e ripartisce la coppia tra i due assali), un'altezza da terra maggiorata di 20 mm per un totale di 210 mm, piastre di protezione, gancio di traino anteriore di colore rosso, angoli di attacco di 30 gradi, angoli di superamento dossi di 23,5 gradi e angoli di uscita di 34 gradi sono tutte caratteristiche specifiche della versione Trailhawk.

Per i cerchi della nuova Jeep Renegade sono disponibili sei diversi design. Il nuovo modello monta pneumatici da 16” (Longitude), 17” (Trailhawk e Limited) o 18” (Opening Edition e optional per Limited) che garantiscono al conducente una trazione sicura in tutte le condizioni stradali.

Sono disponibili 9diverse colorazioni degli esterni, molte delle quali prendono il nome dalla leggendaria tradizione del marchio Jeep. Oltre al tetto di colore nero, le tinte disponibili per la carrozzeria sono: Colorado Red, Omaha Orange, Solar Yellow, Commando, Carbon Black Metallic, GlacierMetallic, Black Alpine White e Anvil.

Per la nuova Jeep Renegade sono disponibili sei diverse combinazioni di interni, ognuna specifica per un allestimento della gamma. Nero con modanature Metal Diamond (Longitude), tessuto nero monocromatico con modanature e cuciture di colore rosso rubino (Trailhawk), pelle nera (optional) con modanature e cuciture di colore rosso rubino (Trailhawk), tessuto Premium nero con modanature Metal Diamond (Limited), pelle nera (optional) con modanature Metal Diamond e cuciture beige (Limited) e interni in pelle bicolore (optional) BarkBrown/Ski Gray con modanature e cuciture arancioni anodizzate (Limited).

Esclusiva “Opening Edition”
L'esclusiva “Opening Edition” si aggiungerà ai trelivelli di allestimento della gamma Renegade durante la fase di lancio. Questo modello in edizione limitata sarà disponibile solo per i primi clienti che ordineranno la nuova Jeep. Basata sulla versione top di gamma Limited, la "Opening Edition" sarà disponibile sia come modello 4x2 che 4x4. Sarà distribuita solamente negli abbinamenti bicolore: Alpine White con tetto verniciato nero oppure Omaha Orange con tetto verniciato nero. Gli esclusivi cerchi diamantati da 18" e il badge dedicato completeranno il look esclusivo del modello ‘Opening Edition’.

Gli interni sono caratterizzati da sedili in pelle nera con cuciture a contrasto arancioni che migliorano ulteriormente un abitacolo già ricco di comfort e di contenuti tecnologici avanzati. In termini di infotainment, comfort e sicurezza, la Opening Edition è dotata di serie del sistema di navigazione Uconnect con touchscreen da 6,5", climatizzatore automatico bizona, passive entry con Keyless-Go, sensori di parcheggio posteriori, Cruise control, fendinebbia e specchietti retrovisori ripiegabili elettricamente.

Le motorizzazioni disponibili sulla Opening Edition comprendono il motore diesel MultiJet II da 120 CV e 1,6 litri con cambio manuale a sei rapporti combinata con la configurazione a trazione anteriore e il MultiJet II da 140 CV e 2,0 litri con cambio manuale a sei rapporti e quattro ruote motrici .

Jeep RenegadeLongitude
Il modello Renegade Longitude è disponibile per tutte le motorizzazioni ad eccezione delMultiJet II 2,0da 140 CV o 170CV con cambio automatico a 9 rapporti e trazione integrale.
La Jeep Renegade Longitude offre una ricca linea di dotazioni di serie e optional. Il modello Longitude è dotato di serie di cerchi da 16“ in alluminio, diamantati con finitura in vernice Crystal Granite, Cruise control, quadro strumenti monocromatico da 3,5”,limitatore di velocità, sei altoparlanti, specchietti retrovisori esterni elettrici e riscaldati in tinta carrozzeria, maniglie delle porte in tinta carrozzeria, fendinebbia anteriori alogeni con cornici in grigio lucido satinato neutro, barre portatutto nere, sedile di guida regolabile, volante rivestito in pelle, illuminazione a LED, alette parasole illuminate e radio Uconnect 5.0 touchscreen con display a colori da 5“ e sistema vivavoce Bluetooth®.
La dotazione di optional disponibile per il modello Longitude include: cerchi da 17“ in alluminio, sedili anteriori e volante riscaldati, sensori di parcheggio posteriori e pacchetti Safety e Function.

Jeep Renegade Limited
La versione Limited offre un'ampia scelta di optional. L'offerta di motorizzazioni include il motore MultiAir2 Turbo da 140 CV e 1,4 litri con cambio manuale a sei rapporti, il motore Multijet II da 120 CV e 1,6 l con cambio manuale a sei rapporti e il motore MultiJet II da 140 CV e 2,0 litri con cambio manuale a 6 rapporti e configurazione 4x4.
La versione Limited aggiunge alla dotazione di serie del modello Longitude cerchi in alluminio 17", con rifinitura Silver tech, mascherina della griglia in colore grigio chiaro, vetri posteriori e lunotto oscurati e barre al tetto grigio chiaro satinato.
Specchietti retrovisori esterni grigio chiaro satinato; luci posteriori con finiture in vernice brillante, doppi terminali di scarico con finitura lucida, tappetini anteriori, pomello del cambio in pelle (sulla versione cambio automatico), Forward Collision Warning-Plus, Lane Departure Warning-Plus, climatizzatore automatico bizona, rivestimento delle porte con inserti in vinile, display TFT a colori di alta qualità a visualizzazione multipla da 7“ del quadro strumenti, EVIC, sedili in tessuto premium.
L'equipaggiamento optional comprende: cerchi in alluminio da 18“, diamantati con finitura verniciata in argento satinato e razze a Y, sedili in pelle navigatore satellitare con schermo touchscreen da 6,5” con punti di riferimento in 3D, Sunroof e open-air tetto My Sky e i pacchetti Safety, Visibility eFunction.

Jeep Renegade Trailhawk
Con il suo caratteristico look aggressivo, una speciale dotazione off-road di serie tra cui il sistema Jeep Active Drive Low con rapporto finale di riduzione di 20:1, il sistema Selec-Terrain con l'esclusiva modalità Rock e l'Hill Descent Control, la versioneTrailhawk si distingue come il più off road della gamma Renegade e il miglior Small SUV nella sua categoria per la guida in fuoristrada.

È alimentato dal motore MultiJet II da 2,0 litri e 170 CV con Stop&Start e cambio automatico a 9 rapporti.
La dotazione specifica per la guida in fuoristrada del modello Trailhawk include altezza da terra aumentata di 35 mm rispetto alla versione 4x2, sospensioni off-road, piastre di protezione ed esclusivi fascioni anteriori e posteriori con aggressivi angoli di attacco e di uscita. L'equipaggiamento del Trailhawk include altri dettagli di stile tra cui i cerchi in alluminio da 17 “, diamantati e verniciati di nero, pneumatici M+S con snowflake, barre al tetto grigio scuro, mascherine della griglia, calotte specchi in grigio scuro satinato, stemma "TrailRated" davanti alla linea delle porte anteriori, fendinebbia anteriori con lampade alogene, display TFT a colori premium a visualizzazione multipla da 7 “, EVIC, pomello del cambio in pelle, torcia removibile e ricaricabile, sensore di parcheggio posteriore, vetri posteriori e lunotto oscurati, gancioanteriore di colore rosso e climatizzatore automatico bi-zona.
L'equipaggiamento optional comprende: decalcomania sul cofano, sedili in pelle,L aneDepartureWarning-Plus, navigatore satellitare con schermo touchscreen da 6,5” con punti di riferimento in 3D, sistema di tetto Sunroof e open-air My Sky e pacchetti Visibility,e Function.





Caratteristiche tecniche
Le caratteristiche tecniche si basano sulle informazioni di prodotto più recenti disponibili al momento della pubblicazione. 
Tutte le dimensioni sono espresse in millimetri con peso in ordine di marcia e pneumatici di serie, se non diversamente indicato.
Nota: le informazioni fornite di seguito sono corrette all'atto della pubblicazione, ma possono subire modifiche senza preavviso.

INFORMAZIONI GENERALI
Carrozzeria
SUV (Sport Utility Vehicle)
Stabilimento di produzione
Impianto SATA, Melfi, Italia


CARROZZERIA E TELAIO
Disposizione
Motore anteriore trasversale, 4x2 e 4x4
Struttura
Uniframein acciaio
MOTORE: TURBO MULTIAIR2 DA 1,4 LITRI CON STOP&START
Disponibilità
Longitude Limited (4x2)
Tipo e descrizione
A quattro cilindri in linea, con raffreddamento a liquido, turbocompresso
Cilindrata
1368 cm3
Alesaggio e corsa
72,0 x 84,0 mm
Sistema valvole
16 valvole, trasmissione a cinghia, MultiAir2, 1ACT, bilancieri a rulli con punterie idrauliche
Iniezione
Sequenziale, multiport, elettronica, returnless
Struttura
Blocco di ghisa con testate e fondo in lega di alluminio
Rapporto di compressione
9,8:1
Potenza (SAE netta)
140 CV a 5.500 giri/min
Coppia (SAE netta)
230 Nm a 1.750 giri/min
Regime massimo
6.500 giri/min (limitato elettronicamente)
Capacità olio
3,8 litri con filtro secco
Capacità liquido di raffreddamento
5,2 litri
Controlli delle emissioni
Due catalizzatori a tre vie, sensori ossigeno riscaldato e caratteristiche interne del motore
Traino
1.000 kg
Normativa UE sulle emissioni
Euro 6
Stabilimento di assemblaggio del motore
Termoli, Italia
MOTORE: MULTIJET II TURBODIESEL DA 1,6 LITRI CON STOP&START
Disponibilità
Longitude Limited (4x2)
Tipo e descrizione
Quattro cilindri in linea, 16 valvole, MultiJet Common-Rail
Cilindrata
1.598 cm3
Alesaggio e corsa
79,5 x 80,5
Sistema valvole
2ACT, quattro valvole per cilindro
Iniezione
Sistema Common-Rail, 1.600 bar
Struttura
Blocco in ghisa; testa cilindri in alluminio
Rapporto di compressione
16.5:1
Potenza (SAE netta - stimata)
120 CV a 3.750 giri/min
Coppia (SAE netta - stimata)
320 Nm a 1.750 giri/min
Regime massimo
5.000 giri/min
Capacità olio
5,2 litri
Capacità liquido di raffreddamento
6,1 litri
Controlli delle emissioni
Filtro antiparticolato (DPF) di tipo "close-coupled", sistema EGR a bassa pressione raffreddato
Traino
1.000 kg
Normativa UE sulle emissioni
Euro 5+
Stabilimento di assemblaggio del motore
Pratola Serra, Italia
MOTORE: MULTIJET II TURBODIESEL DA 2,0 LITRI CON STOP&START
Disponibilità
Longitude, Limited e Trailhawk (4x4)
Tipo e descrizione
Quattro cilindri in linea, 16 valvole, MultiJet II Common-Rail
Cilindrata
1.956 cc
Alesaggio e corsa
83 x 90,4
Sistema valvole
2ACT, quattro valvole per cilindro
Iniezione
Sistema Common-Rail, 1.600 bar
Struttura
Blocco in ghisa, testa cilindri in alluminio
Rapporto di compressione
16.5:1
Potenza (SAE netta - stimata)
140 CV a 3.750 giri/min
170 CV a 3.750 giri/min (Trailhawk)
Coppia (SAE netta - stimata)
350 Nm a 1.750 giri/min
Regime massimo
5.000 giri/min
Capacità olio
5,2 litri
Capacità liquido di raffreddamento
6,5 litri
Controlli delle emissioni
Filtro antiparticolato (DPF) di tipo "close-coupled", sistema EGR a bassa pressione raffreddato
Traino
1.500 kg
Normativa UE sulle emissioni
Euro 6
Stabilimento di assemblaggio del motore
Pratola Serra, Italia
CAMBIO AUTOMATICO A NOVE RAPPORTI 948TE
Disponibilità
Motore MultiJet II da 2,0 litri con Stop&Start (4x4)
Descrizione
Treno ingranaggi epicicloidali, disposizione trasversale
Differenziale di rapporto
9.79
Rapporti di trasmissione



4.70

2.84

1.91

1.38

1.00

0.81

0.70

0.58

0.48
Retromarcia
3.81
Rapporti al ponte
4x4 con motore da 2,0 litri — 4,334


CAMBIO MANUALE A SEI RAPPORTI C635
Disponibilità
Motore Turbo MultiAir2 da 1,4 litri (4x2)
Motore MultiJet II da 1,6 litri con Stop&Start (4x2)
Motore MultiJet II da 2,0 litri con Stop&Start (4x4)
Descrizione
1ª, 2ª, 3ªmarcia: triplo cono
4ª: doppio cono
Rapporti di trasmissione



4.154

2.118

1.361

0.978

0.756

0.622
Retromarcia
4.00
Rapporto finale di trasmissione
3.833
Rapporto superiore complessivo
2.38



SISTEMI 4X4: JEEP ACTIVE DRIVE, JEEP ACTIVE DRIVE LOW
Disponibilità
Jeep Active Drive è optional su tutti i modelli
Jeep Active Drive Low è di serie su Trailhawk e a richiesta su Limited
Tipo
Modalità 4x2 (disinserimento completo) con inserimento automatico del 4x4
Modalità 4x4 permanente con attivazione della frizione su richiesta
Modalità operative
Auto 4x2/4x4, Neutral (folle)
Tipo di differenziale centrale
Nessuno
Risposta in base alle condizioni del terreno
Straordinaria messa a punto su tutti i tipi di terreno
Rapporto riduzione
20:1


SOSPENSIONI
Anteriori
Montanti MacPherson con molle elicoidali, traversa anteriore piatta in acciaio, bracci di comando inferiori biguscio in acciaio altoresistenziale per modelli 4x4 e bracci di comando inferiori monoguscio in acciaio altoresistenziale per modelli 4x2, barra stabilizzatrice
Posteriori
Montanti MacPherson, collegamenti in acciaio altoresistenziale, culla posteriore isolata in acciaio per modelli 4x4 e non isolata per modelli 4x2, molle elicoidali, barra stabilizzatrice


STERZO
Tipo
Elettrico a pignone e cremagliera
Rapporto generale
15:7
Diametro di sterzata (tra marciapiedi)
11,07 m per modelli 4x2 e 4x4
10,76 m (Trailhawk 4x4 a marce ridotte)
Giri volante (da fine corsa a fine corsa)
2,68 (modelli 4x2 e 4x4)
2,76 (Trailhawk 4x4 a marce ridotte)


FRENI
Anteriori


Dimensioni e tipo
Rotore ventilato da 305 x 28 mm con pinza a pistoncino singolo flottante da 60 mm


Rotore ventilato da 281 x 26 mm con pinza a pistoncino singolo flottante da 57 mm (1,4 litri 140 CV)
Superficie frenante (per pinza)
895,3 cm², 1 x 60
747,6 cm², 1 x 57 (1,4 litri 140 CV)
Posteriori


Dimensioni e tipo
Rotore a disco pieno da 278 x 12 mm con pinza a pistoncino singolo flottante da 38 m
Superficie frenante (per pinza)
656,4 cm², 1 x 38
Tipo servosterzo
254 mm a depressione
ABS (Anti-lock Brake System)
Standard
ESC (Electronic Stability Control)
Standard
Tipo di freno di stazionamento
Motore elettrico su pinza


DIMENSIONI E CAPACITÀ(mm)
Passo
2,570
Carreggiata anteriore
1,541
Carreggiata posteriore
1,541
Lunghezza complessiva
4,236
Larghezza complessiva
1,805
Altezza complessiva
1.667 (4x2)/1.697 (4x4 TRAILHAWK)
Altezze da terra


175 per modelli 4x2
198 per modelli 4x4
210 per Trailhawk 4x4 a marce ridotte
Angolo di attacco (con spoiler) (gradi)
17,9 per modelli 4x2
21,0 per modelli 4x4
30 per Trailhawk 4x4 a marce ridotte
Angolo di superamento dossi (gradi)
21,2 per modelli 4x2
23,5 per modelli 4x4
24,0 per Trailhawk 4x4 a marce ridotte
Angolo di uscita (gradi)
29,7 per modelli 4x2
32,1 per modelli 4x4
34 per Trailhawk 4x4 a marce ridotte
Aero Cd
0,34 per modelli 4x2
0,36 per modelli 4x4
0,37 per Trailhawk 4x4
Capacità del serbatoio
48 litri


SPAZI INTERNI
Posti (anteriori/posteriori)
2/3
Fila anteriore


Spazio per la testa senza tetto apribile
1,045
Spazio per la testa con tetto apribile
1,009
Spazio per le gambe
1,046
Spazio per le spalle
1,419
Spazio per il bacino
1,348
Seconda fila


Altezza per la testa
1,029
Spazio per le gambe
887
Spazio per le spalle
1,400
Spazio per il bacino
1,319
Volume di carico SAE


Sedili posteriori in posizione verticale (litri)
351 l.
Sedili posteriori abbattuti (litri)
1.297 l





PRESTAZIONI


E.TORQ da 1,6 litri
MultiAir2 Turbo (MTX 6) 4x2 da 1,4 litri
MultiAir2 Turbo (DDCT) 4x2 da 1,4 litri
MultiAir2 Turbo (ATX 9) 4x4 da 1,4 litri
Acc. 0-100 km/h
11,8
10.9
11.0
8.8
V-max (km/h)
178
181
181
196
Consumi (l/100 km, normative UE)








Ciclo urbano
7.8
7.6
7.5
8.8
Ciclo extra-urbano
5.0
5.1
5.0
5.8
Ciclo combinato
6.0
6.0
5.9
6.9
Ciclo combinato emissioni CO2 (g/km)
141
140
137
160
Classe di emissioni
Euro 6
Euro 6
Euro 6
Euro 6







PRESTAZIONI








MultiJet Diesel 4x2 da 1,6 litri
MultiJet Diesel (MTX6) 4x4 140 CV da 2,0 litri
MultiJet Diesel 4x4 a marce ridotte (ATX 9) 140-170 CV da 2,0 litri

Acc. 0-100 km/h
10.2
9.5
10.2 (140 CV)/8,9 (170 CV)

V-max (km/h)
178
182
182(140 CV)/196(170 CV)

Consumi (l/100 km, normative UE)








Ciclo urbano
5,5
6,0
6.7/6.9

Ciclo extra-urbano
4,0
4,6
5.1/5.1


Ciclo combinato
5.6
5,1
5.7/5.8

Ciclo combinato emissioni CO2 (g/km)
120
134
154/155

Classe di emissioni
Euro 5+
Euro 6
Euro 6



Nel fine settimana la nostra prova su http://passioneautoitaliane.blogspot.it/

#Jepp 

Fonte Jeep Press





Commenti

Post popolari in questo blog

La Fiat Pandina verrà presentata il 29 febbraio

La Fiat Panda si trasformerà in Fiat Pandina per lasciare il nome Panda al nuovo modello che sarà svelato l'11 luglio 2024. I dettagli della Pandina verranno svelati il 29 febbraio a Pomigliano d’Arco, quando l’ad di Fiat, Olivier Francois, racconterà in che cosa si differenzia l’edizione speciale dall’utilitaria classica dopo oltre quarant’anni di storia, tre generazioni e più di 8,5 milioni di esemplari venduti, e che rimarrà in produzione a Pomigliano fino al 2026.

Nuova Fiat Pandina - Fiat Panda MY 2024

L'attuale Fiat Panda rimarrà in listino almeno fino al 2026 e sarà sempre prodotta a Pomigliano D'arco (Napoli).  Per questo motivo stanno arrivando alcuni aggiornamenti come la strumentazione digitale, un nuovo volante e nuovi sistemi adas per la sicurezza stradale. Ma l'11 luglio 2024 verrà svelata anche la nuova Fiat Panda, che sarà parente stretta della nuova Citroen C3 e per non creare una sovrapposizione di nomi, la Panda attuale con il model year 2024 acquisirà il nome di Pandina. La Fiat Pandina sta per arrivare e rappresenterà il modello d'accesso al mondo Panda. Sarà disponibile con motore 1.0 Hybrid e non dovrebbe essere prevista la versione 4x4.

Nuova Lancia Gamma

La nuova Lancia Gamma sarà il secondo modello della nuova era Lancia. Durante la presentazione della nuova Lancia Ypsilon è stata mostrata anche la prima immagine ufficiali delle nuove Lancia Gamma. Sarà un ammiraglia della categoria di Citroen C5X e Peugeot 408, e sarà prodotta a Melfi.  Nel 2026 vedremo questa nuova ammiraglia, lunga 4.6 metri e che permetterà al marchio Lancia di entrare nel segmento più grande in Europa. Sarà disponibile solo con motorizzazione completamente elettrica.

Nuova Lancia Ypsilon da 24.000€

CLICCA QUI PER SCOPRIRE LE PRIME IMMAGINI UFFICIALI DELLE NUOVE LANCIA GAMMA E DELTA La nuova Lancia Ypsilon è ordinabile ed è disponibile nella serie speciale top di gamma Cassina in versione completamente elettrica. L'unico prezzo ufficiale, è riferito a questa versione, ed è di poco meno di 40.000€.  Ma a maggio verrà presentata l'intera gamma della nuova Lancia Ypsilon, e sarà disponibile anche la versione termica con motore ibrido, l'unica nuova Lancia disponibile con questa motorizzazione.  Per le altre versioni non è stato ufficializzato il listino, ma si parla di un prezzo di partenza di cerca 24.000€, riferito all'allestimento base con motore termico a 3 cilindri da 1.2 litri in grado di erogare fino a 100 CV, con batteria agli ioni di litio da 48 Volt e il nuovo cambio elettrico a doppia frizione a 6 rapporti. L'intera gamma sarà ordinabile da maggio, mentre a giugno Lancia sarà presente alla Mille Miglia e in questa occasione avremo maggiori informazioni

Da oggi cambia la gamma FIAT

Oggi è l'ultimo giorno in cui sarà possibile ordinare le Fiat 500, 500X e Tipo. Questa decisione è legata all'introduzione della nuova norma europea omologativa di sicurezza, che introduce una serie di sistemi avanzati di assistenza alla guida, ora obbligatori. La nuova normativa è obbligatoria e si applica alle nuove immatricolazioni a partire dal 1 Luglio 2024. Di conseguenza i modelli di nuova produzione possono essere immatricolati entro Giugno 2024. Entro questa data, quindi, andrà esaurita la produzione e lo smaltimento degli stock dei modelli sopra indicati.  Per 500, 500X e Tipo non ci sono informazioni su un possibile arrivo di un aggiornamento, anzi, per 500 e 500X si parlava già di uscita di produzione nel corso del 2024. Per la 500 si sapeva già che ci sarebbe stato lo spostamento della produzione dalla Polonia all'Algeria, senza la possibilità di avere aggiornamenti alle nuove normative, e di conseguenza la possibilità di mantenere le vendite nei Paesi della Co

Mirafiori produrrà anche la prossima generazione della Fiat 500e

Stellantis è inoltre convinta, ed ha i piani per farlo, che con l’avvio del nuovo piano incentivi italiano ci sia la possibilità di aumentare la produzione a Mirafiori della 500 elettrica, riportandola a numeri che gli spettano per il gioiello che è. Così come il futuro di questa iconica vettura elettrica, e le sue naturali evoluzioni che arriveranno nell’ambito del Piano strategico Dare Forward 2030, sarà sempre legato alla città di Torino che va considerata come la Casa della 500.

Fiat vuole riproporre la Multipla. La nuova Fiat Strada arriverà anche in Europa

Olivier Francois, intervistato da Fedez sul suo canale YouTube Wolf, ha dichiarato che il piccolo pickup Strada, venduto in Sud America, avrà presto una nuova generazione, che sarà globale. Per quanto riguarda la Multipla, il manager dichiara che ha intenzione di riproporla, soprattutto la 600 Multipla, dichiarando che sta lavorando per far tornare modelli iconici del marchio Fiat. L'11 luglio 2024 vedremo la nuova Fiat Panda, che sarà più grande ed elettrica. L'attuale rimarrà in produzione fino al 2026 con il nome Pandina. Maggiori informazioni saranno disponibili il 29 febbraio.

Gli interni della nuova Alfa Romeo Milano

Procedono presso il centro sperimentale di Balocco i test di sviluppo dell’Alfa Romeo Milano, la piccola sportiva della gamma concepita e disegnata dalla maestria del Centro Stile Alfa Romeo. Milano verrà presentata al mondo il 10 aprile attraverso un evento che avrà luogo proprio a Milano, e sarà trasmesso via streaming per tutti coloro che vorranno prendervi parte. Sotto la guida esperta della squadra di ingegneri italiani protagonista di progetti straordinari 100% Alfa Romeo (come la 4C, la 8C, Giulia e Stelvio Quadrifoglio e la Giulia GTA), si affina lo sviluppo di Milano, la vettura che vedrà Alfa Romeo esordire nel mondo dei veicoli 100% elettrici. Le strategie di sviluppo vengono coordinate dalla squadra italiana di ingegneri Alfa Romeo presso il Proving Ground di Balocco dove i collaudatori ritrovano le condizioni ideali per testare in pista i requisiti e target espressi dagli ingegneri dinamici Alfa Romeo, responsabili della validazione del progetto.

In Olanda arriva la nuova Fiat 600 Hybrid

FIAT presenta la Fiat 600 Ibrida; Iconico fuori e Dolce Vita dentro. La Fiat 600 Hybrid è dotata di motore Mild Hybrid da 100 CV e cambio automatico eDCT-6. Offerta di lancio temporanea: versione top La Prima riccamente equipaggiata per 31.990 € (sconto 2.500 €), con tanto lusso, sistemi di sicurezza e assistenza all'avanguardia e guida autonoma (livello 2).   FIAT prosegue sulla strada della mobilità urbana sostenibile e presenta la nuova versione ibrida leggera della Fiat 600. Proprio come la 600e completamente elettrica, anche questa variante del B-SUV eccelle in termini di spazio interno e di un elevato grado di sensazione di Dolce Vita. La Fiat 600 Hybrid garantisce quindi un'esperienza di guida in cui divertimento e divertimento vengono al primo posto, basandosi sul carattere e sulle caratteristiche dell'auto familiare compatta di successo del passato: l'iconica Fiat 600 degli anni '50. La nuova Fiat 600 Hybrid offre uno spazio notevole per cinque passeggeri i

La nuova community Lancia per una formazione premium certificata

Parte essenziale del percorso di Rinascimento del marchio è rappresentata da Casa Lancia, una community dedicata ai 240 venditori italiani dedicati e certificati Lancia, inaugurata a luglio 2023 e gestita direttamente da Luca Napolitano, CEO del marchio. Casa Lancia nasce con il chiaro obiettivo di creare un legame diretto ed autentico all’interno della community, dove ogni venditore ha l’opportunità di fare domande, commentare le notizie, dare il proprio parere, confrontarsi con tutta la squadra e approfondire tematiche diverse, avendo la certezza di ricevere una risposta entro 72 ore! Il canale si inserisce all’interno di un più ampio processo di rinnovamento della forza vendita, costituita da venditori dedicati Lancia e certificati, attraverso diversi livelli di attività di formazione parte di un percorso della durata di 15 mesi, su tre diversi livelli e composto da 50 moduli per un totale di 13.000 ore di training, che termineranno a settembre 2024, nell’ottica di rendere ancora pi