Commento ai risultati di vendita del Gruppo FCA nel mercato europeo dell’auto. Alfa Romeo cresce del 24,4%


A gennaio, Fiat Chrysler Automobiles immatricola in Europa quasi 85 mila vetture, l'1,2 per cento in più rispetto a un anno fa. Forti crescite per Alfa Romeo (immatricolazioni in aumento del 24,4 per cento) e soprattutto per Jeep: +68,1 per cento. 500 e Panda, con una quota insieme del 28,5 per cento, confermano nel segmento A la loro consolidata leadership. Aumentano rispetto a un anno fa le vendite di 500L (+5 per cento), 500X (+21,85) e Tipo (+4,5 per cento). A trainare i risultati di Jeep sono Renegade - stabilmente nelle posizioni di vertice del suo segmento - e Compass, che sta rapidamente salendo nella classifica delle più vendute del suo segmento.


Gennaio con segno positivo per Fiat Chrysler Automobiles che, con quasi 85 mila immatricolazioni nell'Europa dei 28 più le nazioni aderenti all'EFTA, cresce dell'1,2 per cento, per una quota al 6,6 per cento.
Oltre alla lieve crescita registrata in Italia (+0,5 per cento), tra i major market  FCA ottiene risultati positivi in Francia (+9,6 per cento rispetto al +2,5 per cento del mercato) e in Spagna (vendite in crescita del 30,6 per cento in confronto al +20,3 per cento del mercato).

In gennaio sono 59.900 le immatricolazioni in Europa del marchio Fiat, per una quota del 4,7 per cento.
Tra i principali mercati, nel mese il marchio migliora le proprie performance in Francia (+3,6 per cento) e in Spagna (+22,2 per cento).
500 e Panda anche a gennaio sono nettamente le due vetture più vendute del segmento A, consolidando anche in questo inizio 2018 la leadership indiscussa del marchio Fiat. Con quasi 30 mila vetture immatricolate detengono una quota, insieme, pari al 28,5 per cento.
Restando all'interno della famiglia 500, sono da segnalare i risultati della 500L - le cui vendite aumentano del 5 per cento rispetto all'anno scorso - e della 500X, ormai stabilmente tra le più vendute del suo segmento: a gennaio ne sono state registrate oltre 9.100, il 21,85 per cento in più rispetto allo stesso mese di un anno fa, per una quota nel suo segmento del 7,5 per cento. Infine, con oltre 10 mila immatricolazioni nel mese, cresce anche la Tipo che, rispetto all'anno scorso, aumenta le vendite del 4,5 per cento.

Le vendite di Lancia/Chrysler a gennaio sono poco meno di 4.300 per una quota allo 0,3 per cento.
Lancia Ypsilon continua a essere molto apprezzata in Italia - unica nazione dove il marchio viene commercializzato - ed è tra le vetture più vendute sia nella classifica assoluta sia in quella del segmento B.

Giulia e Stelvio continuano a spingere verso l'alto i risultati di Alfa Romeo: a gennaio le immatricolazioni del brand sono state quasi 7.500, il 24,4 per cento in più rispetto all'anno scorso, per una quota dello 0,6 per cento, in crescita di 0,1 punti percentuali.
Risultati positivi per il marchio in quasi tutti i principali Paesi europei con valori superiori a quelli della media dei mercati: in Italia le vendite Alfa Romeo sono in crescita del 28,3 per cento, in Germania del 66,8 per cento, in Francia del 23,8 per cento e in Spagna del 34,5 per cento.

Jeep in gennaio immatricola oltre 12.500 vetture, il 68,1 per cento in più rispetto allo stesso mese del 2017.
Praticamente in tutte le principali nazioni il marchio ottiene risultati sensibilmente migliori rispetto a quelli medi dei mercati. Oltre al +107,8 per cento conseguito in Italia, Jeep cresce del 40,2 per cento in Germania, del 47,3 per cento in Francia e addirittura del 124,9 per cento in Spagna.
Da segnalare i risultati ottenuti dalla Renegade - ormai stabilmente tra le top ten del suo segmento - e dalla Compass che, con quasi 5.800 immatricolazioni, sta rapidamente guadagnando posizioni nella classifica delle più vendute del suo segmento.

Il marchio di lusso Maserati a gennaio ha immatricolato 774 vetture.

Commenti

  1. Scusate ragazzi ma siamo alle solite. Fa piacere vedere il segno più alle vendite di FCA ma il gruppo è maledettamente indietro rispetto a tutto il mercato:
    Vendite in Europa + 6,8%
    Vendite FCA +1,2% (ma quota di mercato che cala dal 7 al 6,6%)
    Tutti i marchi concorrenti crescono, anche a due cifre. Skoda e Seat crescono di oltre 20 punti, Dacia del 17%. Per nostra fortuna Jeep ed Alfa aiutano a stare a galla. Lancia pur perdendo un altro 27% partecipa con numeri irrisori, Maserati proprio non piace visto che perde il 23%. Ma è Fiat la vera zavorra del gruppo. Perde il 7%! Unico marchio al ribasso oltre a Smart e Jaguar. Certo senza segmento B né Suv è logico che sia così ma dobbiamo aspettare fino al primo giugno per sentirci dire che fra due anni uscirà qualche novità…? Fra due anni saremo al 5%. Cazzo Fiat lancia qualche modello nuovo…. adesso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non perdono soldi continuano così, lanciare modelli a cazzo come dice te fa solo saltare in aria l'intero gruppo, le quote di mercato non contano nulla, PSA era il secondo costruttore europeo ed è saltata in aria quando era il secondo costruttore europeo in termini di vendite, FCA ha questa strategia che può piacere o no, ma sta dando i suoi frutti in quanto stanno riducendo il debito e fanno utili, il resto sono solo chiacchiere da bar.

      Elimina
    2. perfetto... secondo te avere il 5% del mercato europeo è un successo... già le Fiat hanno poco valore se poi i volumi calano siamo a posto. Direi che come fatturato ad occhio valiamo quanto Porsche che ha prezzi unitari e ricavi/vettura altissimi. Potremmo fare lo stesso con Maserati ma se non arrivano nuovi modelli e se quelli esistenti non vengono aggiornati finiamo male anche li. Contento tu!

      Elimina
    3. Non mi stupisco affatto che le FIAT arretrino sempre più nel
      contesto Europeo; se la nuova PUNTO fosse stata messa sul
      mercato a tempo debito e con una versione ibrida (vedi Yaris),
      oggi non saremmo quì' a leggere questi dati negativi.
      La stessa cosa stanno facendo con la "Giulietta"
      (per inciso ho acquistato a Dicembre 2017 una Giulietta Sport
      di cui sono entusiasta).
      Stanno facendo una politica commerciale a favore della concorrenza
      la quale ringrazia per aver campo libero.
      Per me questa è una strategia suicida; ma l'arcano lo scopriremo
      fra un po' di tempo forse quando FCA non sarà più Italiana.

      Elimina

Posta un commento

Passione Auto Italiane: Facebook e Instagram
redazionewm@outlook.com
fiat500club.blogspot.com
www.passioneautoitaliane.com
Jeep: leautodimatteo.passioneautoitaliane.com
www.passioneautoitaliane.it
alfaromeoclub.passioneautoitaliane.com
Instagram: Matteo_Volpe_Passione_Auto_Ita

ISCRIVITI CLICCANDO SULLE 3 LINEE IN ALTO A SINISTRA
(HOME PAGE). Li puoi fare una donazione a Passione Auto Italiane

Post più popolari degli ultimi 7 giorni

Elkann: "Continueremo a investire su Alfa Romeo per essere all'altezza del suo passato"

Nel 2019 arriverà la Fiat Panda Mild Hybrid. Ma come funziona?

Sogno di un appassionato