Vendite Fiat Chrysler Automobiles mese di gennaio 2018 in Italia


Commento ai risultati di vendita del Gruppo nel mercato italiano dell'auto. Fiat Chrysler Automobiles chiude gennaio con le vendite in crescita dello 0,7 per cento e con una quota del 28,5 per cento
Sempre all'insegna di Fiat Chrysler Automobiles la classifica delle vetture più vendute, con ben 7 modelli FCA tra le top ten: Panda e 500X ai primi due posti, oltre a 500, Tipo, Ypsilon, 500L e - per la prima volta - Compass
Grazie a questo modello e alla Renegade, Jeep ottiene un vero exploit, più che raddoppiando (+107,7 per cento) le immatricolazioni
Ottimo risultato anche per Alfa Romeo, le cui registrazioni aumentano del 28,3 per cento: a spingere verso l'alto i risultati del brand sono la Stelvio (prima del suo segmento) e la Giulia.
 
Gennaio in crescita per Fiat Chrysler Automobiles che, rispetto allo stesso mese del 2017, aumenta le immatricolazioni dello 0,7 per cento, con quasi 50.700 registrazioni. La quota FCA è del 28,5 per cento.
Anche in gennaio, così come negli ultimi mesi del 2017, è proseguita l'equilibrata gestione tra quota e risultati finanziari e il risultato di questa strategia è soprattutto il successo dei brand Alfa Romeo (in crescita del 28,3 per cento) e Jeep, che rispetto a gennaio 2017 ha addirittura più che raddoppiato le vendite.

Il marchio Fiat in gennaio immatricola quasi 34.500 vetture per una quota del 19,4 per cento.
Nella top ten delle auto più vendute del mese sono ben 5 le vetture Fiat: Panda, 500X, 500, Tipo e 500L. Panda e 500 si confermano al vertice del segmento A, con una quota insieme del 57,1 per cento. Prime dei loro segmenti anche Tipo (con il 24,1 per cento di quota), 500X (22,7 per cento la quota), 500L (50,8 per cento), Spider (18,5 per cento) e Qubo (35,2 per cento).

Sono 4.250 le immatricolazioni di Lancia a gennaio, per una quota del 2,4 per cento.
Ypsilon continua a essere sempre molto apprezzata dalla clientela italiana e anche a gennaio ottiene un ottimo risultato: infatti, è tra le vetture più vendute sia in assoluto sia del segmento B.

Forte aumento delle vendite per Alfa Romeo, che a gennaio immatricola oltre 4.500 vetture, il 28,3 per cento in più rispetto allo stesso mese del 2017. Quota al 2,5 per cento, in crescita di 0,5 punti percentuali.
A trainare i risultati del marchio sono la Stelvio - ancora una volta prima del suo segmento con 1.140 immatricolazioni e una quota del 15,9 per cento - e la Giulia, sempre tra le più vendute auto del segmento D, con una quota del 15,6 per cento.

Miglior gennaio di sempre per Jeep che immatricola oltre 7.400 vetture, più del doppio (la crescita è del 107,7 per cento) rispetto all'anno scorso. Raddoppiata anche la quota, al 4,2 per cento, cresciuta di 2,1 punti percentuali.
A trainare le vendite del brand sono la Renegade e la Compass. Renegade è seconda del suo segmento alle spalle della sola 500X, con una quota del 14 per cento. È Compass la vera protagonista del mese per il marchio: entra per la prima volta nella top ten delle auto più vendute del mese, oltre a essere prima del suo segmento, con quasi 3.700 esemplari immatricolati e il 13,5 per cento di quota.

Commenti

  1. bene! non mi stupisco per la Compass (l'unica Jeep che mi convince)

    RispondiElimina
  2. la 500L Cross dovrebbe essere più valorizzata, magari proponendola anche in versione vera 4x4

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con la presenza della 500X, anche se se parla di un altro tipo di auto, la 500L, credo proprio non la vedremo mai.
      Considerato anche il fatto che, secondi rumors, non dovrebbe avere eredi, ma essere sostituita da un'altra tipologia di auto (SUV?).

      Elimina
    2. che differenza c'è tra la Captur (se non sbaglio la più venduta in EU del suo segmento) e una 500L Cross ? poi la 500L non può piacere, ma io se fossi Fiat non spenderei altri soldi per una nuova piccola Suv quando potrei spingere su quello che c'è già.
      Forse in Fiat non vogliono puntare troppo sulla 500L Cross per paura di portare via clienti alla sorella 500X.

      Elimina
    3. Captur e 500X sono crossover. 500L è una MPV con la versione fuoristrada. Fiat punta sulla 500L, e infatti sopratutto la Cross è stata rinnovata e riposizionata per valorizzarla ancora di più. 500L è quella che piace meno, e il mercato preferisce i crossover e i suv a mpv anche vestite da suv

      Elimina
    4. SI è giusto il tuo ragionamento e la collocazione dei modellli nei loro segmenti. Ma il mio era solo un ipotesi per dirottare gli investimenti in altri segmenti (sopra alla 500X o su una "Punto" Cross stile C3 Aircross ).
      Comunque la differenza tra crossover e una 500L Cross è poca. Purtroppo la linea "500" o ti piace o ti fa schifo.

      Elimina
  3. Ottimi numeri per Jeep, grazie al boom Compass e l'ottima prova della Renegade.
    Male Panda, che arretra di circa 2.700 unità, Y che arretra di circa 1.000 unità, 500 che arretra di circa 1.500 unità e Punto (per ovvi motivi), che dimezza le vendite dal gennaio 2017 (già sottotono), Maserati e 124 Spider, che dimezzano rispetto a gennaio 2017.
    Molto bene 500X, bene Tipo, 500L (che sale di 500 unità rispetto a gennaio 2017), Stelvio.
    Stabili Giulia, Giulietta, Qubo, ecc.
    Nel complesso, ci sono stati alti e bassi, infatti le vendite del gruppo, rispetto allo scorso anno, sono sostanzialmente stabili.

    RispondiElimina
  4. Per fortuna non c’è stato il crollo che temevo, ma comunque i risultati sono sotto il trend di mercato con la riduzione di un altro punto percentuale nella penetrazione di mercato (dal già basso 29,5 a 28,6). Certo è che gli equilibri fra i marchi all’interno del gruppo sono cambiati e riflettono le strategie di Marchionne. Primo, la FIAT. Non guardiamo i 5 modelli nella top ten che ci sono da sempre ma il calo drastico dell’8% segno che la gamma vecchia e non più rinnovata sta piacendo sempre meno. Così Sergione si convincerà ancora di più a non investire sulla Cenerentola di famiglia. Spero cancelli definitivamente la Argo-italia che aumenterebbe solo le vendite ma non i ricavi. Secondo LANCIA. Perde il 26% con la sola Ypsilon in gamma ma ormai è un morto che cammina. Terzo MASERATI. Preoccupa il crollo delle vendite (-21%!) e qui si evidenzia il grosso problema di Marchionne con le auto top di gamma. Se non aggiorni gli accessori tecnologici non le vendi. E le povere Levante e Ghibli sono sempre due passi indietro. Basta guardare cosa fa Porsche… Terzo ALFA. Finalmente si comincia a raccogliere qualcosa. Spero aiuti la dirigenza a lanciare modelli a ripetizione, non solo l'E suv perché qui si possono fare numeri e soldi. Quarto JEEP. I dati si commentano da soli. E’ il brand del momento e la nuova Compass (che ho provato) è il prodotto giusto al momento giusto. Qui oltre agli sforzi ci sono pure i risultati. Varrà sempre di più come marchio. Dopotutto credo che si guadagni più con 7.400 Jeep che con 34.000 Fiat no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. speriamo la "grossa" richiesta di Compass faccia aprire una linea in Italia per il mercato EU. Chissà come vanno le vendite in EU?

      Elimina
    2. La compass va da Dio in tutta Europa a quanto pare

      Elimina

Posta un commento

Passione Auto Italiane: Facebook e Instagram
redazionewm@outlook.com
fiat500club.blogspot.com
www.passioneautoitaliane.com
Jeep: leautodimatteo.passioneautoitaliane.com
www.passioneautoitaliane.it
alfaromeoclub.passioneautoitaliane.com
Instagram: Matteo_Volpe_Passione_Auto_Ita

ISCRIVITI CLICCANDO SULLE 3 LINEE IN ALTO A SINISTRA
(HOME PAGE). Li puoi fare una donazione a Passione Auto Italiane

Post più popolari degli ultimi 30 giorni

Arriva il "Piano Italia" di FCA. Il marchio Fiat verrà rilanciato. Piena occupazione in Italia

Nuovi motori ibridi a Pratola Serra