Alex Fiorio, un rientro alle corse molto positivo con l’Abarth 124 rally: 6° assoluto nel Rally del Salento


L'ottimo risultato è stato ottenuto in una gara che ha visto al via 8 WRC e 12 vetture a trazione integrale di ultima generazione.
Primato tra le vetture a 2 Ruote Motrici e nella categoria R-GT, dove ha preceduto l'Abarth 124 rally di Francesco Laganà, del Team Bernini Rally.
Il padre Cesare ha vinto in contemporanea la Targa di Capitanata, gara di regolarità per autostoriche, affiancando Mario Passanante su Lancia Appia.

Non poteva essere più soddisfacente il weekend di Alex e Cesare Fiorio che hanno contemporaneamente vinto in due diverse discipline di automobilismo.  Alex Fiorio, in coppia con Luca Broglia, ha ottenuto un ottimo sesto posto assoluto e il primato tra le vetture a 2 ruote motrici nel Rally del Salento al volante dell'Abarth 124 rally. Il padre Cesare ha invece vinto la prova di regolarità della Targa di Capitanata, manifestazione per autostoriche, al fianco di Mauro Passanante su una Lancia Appia del 1958.

Il risultato di Alex Fiorio nel Rally del Salento è stato ottenuto nonostante una concorrenza davvero agguerrita, con molte automobili a trazione integrale delle categorie WRC e R5 di ultima generazione. Le particolari caratteristiche del percorso, quasi tutto in pianura e con una serie di lunghi rettifili intervallati da bivi a 90° gradi, hanno esaltato le doti di accelerazione, potenza e frenata della spider dello Scorpione. Un po' di pioggia all'inizio della seconda tappa ha ulteriormente aiutato il pilota-collaudatore dell'Abarth 124 rally a ottenere ottime prestazioni in prova speciale, mantenendo per tutta la gara un passo molto veloce.

"E' senz'altro un risultato molto positivo - ha detto Alex Fiorio all'arrivo - e mi ha impressionato la prestazione ottenuta sotto la pioggia, dove sulla carta la trazione posteriore risulta sfavorita. Invece, potendo regolare la motricità e l'erogazione della potenza, abbiamo ottenuto un tempo di grande rilievo, precedendo alcuni protagonisti del Campionato WRC".

Più tranquilla l'impresa di Cesare Fiorio, al fianco dello specialista della gare di regolarità, Mauro Passanante, in un percorso molto suggestivo che si sviluppava sempre in Puglia, sulle strade del Gargano: grazie alla precisione con il cronometro ha ottenuto il successo assoluto.

Commenti