Jeep Grand Wagoneer Concept






Nel 1962, Jeep ha lanciato sul mercato la prima Wagoneer che, per le caratteristiche fiancate in legno e per il lusso che era in grado di offrire è diventata presto un'icona di stile e, allo stesso tempo, simbolo dei SUV di lusso a stelle e strisce.

Rinasce con la Grand Wagoneer Concept, prototipo presentato a Detroit che concentra tutte le caratteristiche che un SUV premium moderno, secondo la Casa, dovrebbe avere, sia per quanto riguarda il design che a livello di tecnologia. Sotto il cofano c'è un motore ibrido abbinato ai più moderni sistemi di gestione della trazione integrale. La versione di serie arriverà su strada nel corso del prossimo anno.

Definita dalla Casa "American Premium", si posizionerebbe al vertice della categoria offrendo alla clientela un'esperienza "unica e senza precedenti".

“Per la Grand Wagoneer Concept ci siamo sforzati di creare un design elegante con una silhouette senza tempo, caratterizzato da innumerevoli dettagli realizzati per conferirgli una notevole presenza su strada"

"La nuova Grand Wagoneer Concept segna il primo passo nella rinascita del marchio Wagoneer, vera icona premium americana", ha affermato Christian Meunier, Presidente globale del marchio Jeep-FCA. “Con la graduale elettrificazione della gamma nei prossimi anni e la reintroduzione della Wagoneer, puntiamo a conquistare nuovi segmenti, premium compreso. Se tutte le Jeep sono famose per praticità, sfruttabilità e prestazioni, Wagoneer unirà a queste caratteristiche la raffinatezza, l'autenticità e tutte tecnologie delle auto top di gamma europee attuali".

Da fuori la Grand Wagoneer Concept è enorme, con il senso di grandezza che è esaltato dalla griglia anteriore che i cui classici sette listelli verticali sono realizzati in ossidiana nera. All'interno di questi si sviluppa parte della griglia, con ogni intermezzo che è decorato con un reticolo di luci LED che, di notte, da una bella presenza su strada alla vettura rendendola anche più elegante. Sopra la griglia non c'è il naming della marca ma la scritta "Wagoneer", a voler rendere unica una macchina che potrebbe lanciare una famiglia di modelli a sé stante. Completano il frontale i fari bi-LED e accenti cromati.

Anche il profilo è maestoso e qui, i protagonisti, sono i grandi cerchi in lega multirazza da 24" con finiture in ossidiana. Il posteriore è raffinato, con i fari a LED che si sviluppano in orizzontale. Sotto il grande portellone elettrico un sottile diffusore ha funzione aerodinamica ottimizzando i flussi che attraversano il sottoscocca. Le superfici vetrate sono ampie e il grande tetto panoramico contribuisce a far entrare la luce in abitacolo, con i mancorrenti ai lati che sono adornati di finiture in teck, legno pregiato che si trova spesso sugli yacht di lusso.

L'aria che si respira è decisamente premium. All'interno, la Jeep Grand Wagoneer Concept va a sfidare i più lussuosi SUV presenti attualmente sul mercato. Sette posti, sette poltrone vere e proprie dotate di tutti i comfort possibili. L'illuminazione ambientale è completamente personalizzabile nel colore e nell'intensità, con i grandi finestrini che richiamano quelli dell'auto originale. Ma ci sono anche altri elementi che rendono omaggio alla Wagoneer degli anni '70, come il volante a due razze.

Legno trattato termicamente e intarsiato, alluminio forgiato e vetro sono i materiali che vanno per la maggiore adornando ogni dettaglio, dal pomello del cambio agli altoparlanti dell'impianto audio, dagli inserti sulle portiere al cruscotto. Non manca la pelle, con il padiglione in mirofibra scamosciata completamente riciclabile e i tappetini in microfibra semisintetica.

45" di schermo tra strumentazione digitale e infotainment centrale. Dietro il volante c'è un display da 12,3" mentre al centro uno da 12,1 e un altro da 10,25. Ma non è finita qui (perché anche il conto algebrico sarebbe sbagliato): davanti al passeggero ce n'è un altro in stile Ferrari da 10,25. Non mancano gli schermi nemmeno dietro: su ogni poggiatesta ce n'è uno da 10,1" mentre al centro un altro da 10,25 per gestire tutte le regolazioni comfort.

Il sistema è lo Uconnect 5 di FCA che, per velocità, è ben 5 volte più reattivo del software attuale e offre una più vasta gamma di comandi e personalizzazioni. La Jeep Grand Wagoneer Concept inoltre è l'unica auto al mondo a montare un impianto audio firmato dalla McIntosh che, con 23 altoparlanti e un amplificatore a 24 canali fornisce un'esperienza di ascolto di prima categoria.

I PIU' LETTI - ULTIMI 7 GIORNI