Nuove piattaforme per Alfa Romeo. Giorgio va in pensione



Jean-Philippe Imparato: "Stiamo lavorando sulla nuova piattaforma Small e confermo che c'è un'Alfa Romeo prevista a Tychy (B-UV): ogni nuovo modello sarà elettrificato e full-electric, a partire dalla Tonale nel 2022".


"Stiamo lavorando sulla piattaforma Large di Stellantis e non utilizzeremo più la Giorgio: dobbiamo approfittare dei volumi per prendere tutte le opportunità possibili e portare in Alfa Romeo una gamma Ev, ma sempre con il tocco dell'Alfa Romeo. Sono tutti i mesi a Cassino, perché le Alfa Romeo si fanno a Cassino e su questo non si scherza. Ho visto un livello di tecnologia enorme dentro Cassino e Pomigliano, nel senso che il contenuto tecnologico degli impianti che ho visitato negli ultimi tre mesi secondo me è un benchmark mondiale". 

Commenti

  1. Giorgio non va in pensione ....cambia paese e stabilimento.
    Quando, anche, gli USA imporranno limiti sulle emissioni arriverà la pensione.

    RispondiElimina
  2. Finalmente qualcuno che dice che gli stabilimenti italiani, pur costosi, siano migliori di quelli PSA....considerandoli addirittura benchmark a livello mondiale.

    RispondiElimina
  3. Peccato non averla sfruttata fino in fondo con modelli che avrebbero portato il marchio a livelli di assoluta sportività...ma ahimè, l'elettrico spinge in modo imperioso!

    RispondiElimina
  4. Leggo cose un po' discordanti nei vari siti, ma ... pensionare la piattaforma Giorgio per quella Peugeot? ma stanno scherzando? oppure credono che per avere un'Alfa sia sufficiente prendere una Peugeot e cambiare un po' il muso? dopo tanti anni di attesa per una piattaforma valida, ora viene accontonata. Che tristezza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Discordanti? Sono dichiarazioni, quindi dovrebbero essere uguali per tutti. Sono " " riportati testualmente. Perché piattaforma Peugeot? Si parla di nuove piattaforme Stellantis. Lo scopo di una fusione è condividere, non di fare ognuno per se. Gia stabilisci che saranno piattaforme non all'altezza dell'Alfa?

      Elimina
    2. @Corrado Ponteggia.
      Ma hai mai provato la piattaforma EMP?? Prova a guidare una C5 aircross; una C4 Picasso/Spacetour; una 508 II; una Ds7 crossback; una 3008; una 5008; una Grandland X; una Combo; una Berlingo III, una ProAce. Tra poco anche la nuova 308 II.
      Pianale migliore della concorrenza.
      Mica come la golf che ha lo stesso pianale da 15 anni....

      Elimina
  5. Sí, tutto molto interessante. Ma, da possessore di Giulia, che magari pensa alla prossima, la domanda viene spontanea? Che sarebbe la "Stellantis Large"? McPherson e motore a sbalzo, con trazione anteriore per quelle a benzina/ibride (leggi la Peugeot 508)? Per caritá validissima la 508, peró mi sembra che a questi sfuggano i motivi per i quali quei pochi scappati di casa come me comprano una Giulia. Il problema sono l'utilizzo dell'auto e le ragioni che spingono all'acquisto di un modello o di un altro. E chi cerca la guida sportiva non compra una 508, una Passat od una Camry. Sono tutte assolutamente ottime per quello che fanno, specie la 508, ma non si guidano come una Giulia. Lo stesso discorso vale per il "premium": chi compra una BMW 3er, non comprerebbe mai un'Audi A4.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando verrà presentata ne parleremo. Ora è impensabile parlare di una piattaforma di cui conosciamo solo il nome

      Elimina
  6. Giorgio è il top per una vettura endotermica.

    Peccato che ci avviamo verso i frigoriferi con le ruote però.....spero che le capacità degli ingegneri italiani rendano quella STLA MEDIUM/LARGE valida tanto quanto la Giorgio....quindi scordati Mc Pherson anteriori e motore a sbalzo datosi che gli ingombri di un motore elettrico non sono quelli di un termico.
    Potremmo vedere più unità elettriche con sospensioni raffinate.

    RispondiElimina
  7. Imparato non ha mai detto espressamente che "il pianale Giorgio sarà pensionato" ma ha detto che ci saranno 3 pianali "small", "medium" e "large".
    La small sarebbe la cmp, la medium sarebbe la emp, la large sarebbe la stessa Giorgio evoluta per le motorizzazioni elettriche o ibride. Spero di non sbagliarmi. Vedremo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo te tengono una piattaforma che non prevede le versioni elettriche? Anche Alfa avrà la motorizzazione elettrica per ogni modello. Giorgio come fa a soddisfare questa esigenza. Stanno arrivando nuove piattaforme e lo scopo è condividere. Lo stesso vale per Alfa, che condividerà con Lancia e DS

      Elimina
    2. Il pianale è un insieme di acciai diversi per spessore e tipo........
      In quanto tale è modificabile a piacere!
      Molti sono convinti che Giorgio non sia elettrificabile...
      Chi la pensa così è digiuno di tecnica e tecnologie.
      Vuoi fare una Giorgio MHEV...basta aggiungere il BSG e una piccola batteria
      Per inciso questa motorizzazione è già in uso sulle Maserati.
      La vuoi PHEV.
      Sostituisci il cambio ZF AT8 con convertitore con quello dotato di un motore elettrico più la batteria.
      Anche questo è in arrivo sulla Grecale che ....puta caso è costruita sulla Giorgio.

      Elimina
    3. Si ok ma qui si parla di Alfa Romeo elettriche. Se è per questo, se si muovono, dovrebbero arrivare Giulia e Stelvio Hybrid. Ma il discorso è che anche Alfa avrà motori 100% elettrici

      Elimina
    4. Elettrico.... è così che vogliono.....
      Quindi benvengano delle ALFA ROMEO EV PURE..... guidabili e potenti.

      Elimina

Posta un commento

Facebook - Instagram - Google News - YouTube Matteo Volpe