Sono in arrivo le nuove Lancia Ypsilon, Delta e Aurelia. Con Ypsilon Lancia tornerà in Europa



Luca Napolitano, ceo di Lancia, conferma in un’intervista rilasciata alla rivista specializzata Automotive News Europe che dal 2024 al 2028, la gamma si articolerà su tre modelli, tra cui spiccherà una reinterpretazione della Delta.

La nuova Lancia Delta sarà una berlina due volumi. Napolitano, nell’intervista al magazine americano, la definisce genericamente un’hatchback, cioè con carrozzeria berlina due volumi. Data d’arrivo, 2028. La nuova Delta sarà, infatti, l’ultimo dei tre modelli ad esordire.

Gli altri due prodotti sono l’erede della Ypsilon (nel 2024), nonché l’unico a essere offerto anche con motorizzazioni endotermiche (piattaforma Cmp); poi, nel 2026, sarà la volta di un’ammiraglia. Il ceo della Lancia ha rivelato che si tratterà di una "compact crossover". Quel "compact" è da intendersi più all’americana e quindi allude a un veicolo a ruote alte di taglia medio-grande. Presumibilmente, attorno ai 4 metri e 60 centimetri. Internamente, la vettura è nota come Aurelia e non è del tutto escluso che mantenga questa denominazione anche nella versione di serie.

Sia la crossover di punta sia la riedizione della Delta prenderanno le mosse dalla futura architettura Stla per vetture medio-grandi a trazione 100% elettrica. Il lancio della nuova gamma coinciderà anche con il ritorno del marchio sui mercati europei, dai quali è assente dal 2017. I primi saranno quelli di Austria, Belgio, Francia, Germania e Spagna, nel 2024.  


Ypsilon 2024

Aurelia 2026

Delta 2028


Espansione in Europa dal 2024


Commenti

  1. Ciao Matteo sono Salvatore di pomigliano non pensi che il marchio Lancia parlare di modelli che escono dal 2024 e un po strano dico che senso a parlare di modelli nuovi che poi usciranno fra 3 anni?. Anche perché il marchi Lanci sta da anni con un solo modello che è pure vecchio pup il marchio Lancia andare avanti per 3 anni con un solo modello vecchio che è la y. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il 2024 è praticamente fra 2 anni e comunque in un piano industriale si parla di modelli che arrivano anche dopo 2 anni. Per una multinazionale che produce auto è normale avere una visione così a lungo termine.
      Più che altro non capisco perché per avere 3 modelli impiegano un tempo che arriva al 2028

      Elimina
  2. Lo sverniciatore mascherato10 novembre, 2021 09:40

    Lancia delta nel 2028 tra 3 ere geologiche, nel 2028 non si sa neanche se ci sarà ancora stellantis (spero che prima del 2028 ci siamo liberati dei francesi), vi prego lasciatela morire in santa pace, abbiamo capito che puntate tutto su un marchio senza storia e blasone come ds solo perchè è francese, l'auto italiana è morta con la cessione ai francesi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Preferisco aspettare 6/7 anni per vedere una Delta che non vederla mai più

      Elimina
    2. Lo sverniciatore mascherato10 novembre, 2021 14:36

      da qua al 2028 sono svariate ere, non la vedremo mai una Delta, uscire con usa segmento B ed un'ammiraglia di segmento E dopo 2 anni non ha senso, vendono suv e crossover invece sti fenomeni in 8 anni faranno uscire 3 berline, strategia senza senso atta a chiudere il prima possibile il marchio.

      Elimina
    3. A me sembra di aver scritto che Aurelia è un crossover, Delta è scontato che sia una hatchback. Per Ypsilon non è chiaro se sarà una hatchback o un crossover.
      A me quelli che remano contro Lancia e preferiscono vederla morta o la danno sempre e comunque per morta non mi sembra che siano dei Lanciati.
      Se tu sei più bravo di loro e senza vedere cosa stanno facendo sei così bravo a stabilire che Lancia tra qualche anno morirà, perché non sei al posto di Napolitano?

      Elimina
    4. Si guarda Ypsilon, Delta e un crossover sono sicuramente 3 auto che porteranno al fallimento di Lancia... peccato che parliamo di Ypsilon che vende molto bene, di Delta che tutti non vedono l'ora che ritorni e la vogliono come una classica hatchback e un crossover al posto di un ammiraglia è la scelta più saggia.
      Mi sa che parli tanto per...
      Come inizio non c'è male, visto che si parte da un solo modello con 10 anni e solo per l'Italia. Quello che non mi è chiaro sono i tempi. Non capisco perché sono così lunghi

      Elimina
    5. Esatto!
      Ma quando si parla di Alfa, Lancia e Fiat, chiunque sia qualsiasi cosa faccia sbaglia. È lo sport nazionale!

      Elimina
    6. Sembra che vi dispiace che ci sia un piano di rilancio di Lancia.
      Meglio 3 modelli in 7 anni che i piani ambiziosi su Alfa mai rispettati.
      Per ripartire 3 modelli vanno bene. Almeno rispettano le promesse.
      Ypsilon e Delta sono auto con un enorme potenziale di successo, il D crossover è il modello ideale per questa fascia. Chi parla di flop annunciato, non sa di cosa parla

      Elimina
    7. E mettiamoci in testa una volta per tutte che tutti stanno passando all'elettrico perché la comunità Europea sta spingendo in quella direzione. Invece di passare il tempo a scrivere commenti idioti, informatevi!!

      Elimina
  3. In mezzo ci saranno altri modelli
    2024
    2025
    2026
    2027
    2028

    RispondiElimina
  4. TROPPO RITARDO.. NON CAPISCO..!! STANNO AGEVOLANDO LE PRODUZIONI IN FRANCIA..
    PECCATO!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ritardi?? È la prima volta che viene presentato un piano da Lancia da anni...più che altro perché ci vogliono tanti anni per 3 auto

      Elimina
    2. Sconosciuto....
      Nella vita non è mai troppo tardi.

      Elimina
    3. Sverniciatore....
      Addirittura ere geologiche!
      La durata media è vicina ai sette anni quindi cosa vuoi che sia fare durare un modello dieci o anche 12 anni.
      I Francesi non hanno comprato niente.
      Dai un occhiata ai posti più importanti e alla composizione dell'azionariato e capirai.
      I fratelli Peugeot hanno fatto un accordo con gli Agnelli Elkann per comandare insieme STELLANTIS visto che le loro quote sono minori.
      Ti ricordo che il diritto societario olandese garantisce il doppio voto a chi ha la governance.....e non è francese.
      Altra cosa
      Si sono spartiti i mercati dando il comando delle rispettive operazioni a coloro che vendevano di più.
      NAFTA e LATAM a FCA
      EMEA e APAC a PSA.
      Comandano i francesi?

      Elimina
    4. Lo sverniciatore mascherato12 novembre, 2021 16:15

      il consiglio di amministrazione è formati da 11 posti, 6 posti ai francesi e 5 agli italiani, con questa composizione si comandano i francesi, inoltre lo stato francese ha una quota azionaria che rafforza lo sbilanciamento tra Italia e francia, come ho detto prima da qui a 7 anni possono cambiare tante cose, la Delta messa nel 2028 non ha senso, se vanno male Y ed Aurelia (mio dio spero che non gli diano questo nome che lo bruciano) chiudono baracca e burattini.

      Elimina
  5. La presenza di BPI può influenzare qualche scelta di Tavares ma a quanto pare sembra che ci siano problemi sindacali sia in Francia che in Germania volture che in Italia....quindi credo che questa presenza non sia così influente.
    Ricorda che BPI insieme ai Peugeot Freres non superano EXOR e i Cinesi stanno monetizzando il loro investimento.
    Aurelia è una supposizione giornalistica.
    Quello che si sa è che sarà un SUV di 4,6 m.
    Ricorda che il 29% delle azioni STELLANTIS sono in mano agli azionisti FCA contro il 23 di quelli PSA.
    Ricorda che Peugeot Freres ha strinto un accordo di collaborazione con gli Agnelli Elkann per evitare discussioni...che non gioverebbero all'azienda.

    RispondiElimina

Posta un commento

I più letti della settimana