Un anno straordinario per Alfa Romeo introduce un 2022 ricco di novità



Un eccezionale 2021 si chiude con un trend in crescita su tutti i principali indicatori, e con il mese di dicembre che porta alla quota più alta dell’anno: è il miglior auspicio per un 2022 che sarà ricco di importanti novità.

Stelvio, il primo SUV del brand, continua a collezionare risultati positivi in Italia in uno scenario sempre più competitivo: nel 2021, nonostante la complessiva contrazione del mercato, ha confermato la sua leadership per il terzo anno consecutivo nel segmento D-SUV, con una quota di mercato che sfiora il 50% tra i SUV a motore termico, e sale a oltre il 50% nel comparto premium.

Giulia si conferma la sedan più venduta tra berline a motore termico di segmento D con una quota che sfiora il 60%: un risultato quasi doppio rispetto al 2020.

In questi segmenti, dunque, una vettura venduta su due è un’Alfa Romeo.

Non solo quantità, ma anche qualità: il 95% dei clienti ha espresso un apprezzamento estremamente positivo sul servizio ricevuto presso le concessionarie ufficiali Alfa Romeo per l’acquisto di una vettura nuova, e l’attenta gestione dei canali di vendita, con la forte riduzione degli stock, sta portando il brand sempre più verso un modello “make to order”.

Significativo anche il risultato del comparto Fleet & Business, che ha contribuito a questi eccezionali risultati: nel mercato B2B, Stelvio è leader tra i D-SUV di ogni alimentazione - quasi 1 vettura venduta su 4 è uno Stelvio - e Giulia primeggia nel segmento D-sedan termiche facendo suo circa un terzo del mercato.

I riconoscimenti del mercato sono coerenti con i tanti premi che il pubblico e la stampa specializzata, in Italia e nel mondo, hanno tributato negli anni ai due modelli, dal “SUV of the year” di Auto Zeitung all’“Autonis Design Award” di Auto Motor und Sport alla tripletta di Giulia con GTA, Quadrifoglio e Veloce negli “Sport Auto Award” della rivista Sport Auto sino al titolo di “Miglior auto per dirigenti” assegnato a Stelvio nell’ambito dei Mission Fleet Awards.

Il 2021, infine, verrà ricordato anche come l’anno del sold out Giulia GTA: l’icona della performance di Alfa Romeo, la vettura più potente mai prodotta dal marchio del Biscione, ha completato così il suo percorso di auto da collezione.

 


In uno scenario di mercato sempre più competitivo e in un’industry che ha visto una complessiva contrazione, Alfa Romeo registra un 2021 straordinario sia in termini quantitativi sia in termini qualitativi, con un trend in crescita su tutti i principali indicatori. Per il terzo anno consecutivo, Alfa Romeo Stelvio è al vertice nel segmento di riferimento D-SUV, con una quota di mercato che sfiora il 50% tra i SUV a motore termico per sfondare il tetto del 50% nel comparto premium. Il mercato, dunque, continua a premiare il primo SUV nella storia ultracentenaria del marchio, che esprime piena emozione di guida, massime performance e stile sportivo. Sono queste le peculiarità del più autentico “spirito Alfa”, nelle vesti della sport utility che ha rivoluzionato il segmento conquistandone la leadership: quasi un Italiano su due desideroso di guidare un modello di segmento D-SUV con motore termico sceglie Stelvio. Alfa Romeo Giulia è prima in assoluto tra le berline non ibride del segmento D, con quasi il 60% di quota, ed è ovviamente prima anche nel cluster premium, con un incremento di quota quasi doppio rispetto al 2020.


 


Qualità e attenzione al cliente


L’attenzione del brand verso gli Alfisti, poi, si esprime anche attraverso indicatori qualitativi sempre più importanti: il 95% dei clienti ha espresso un apprezzamento estremamente positivo sul servizio ricevuto presso le concessionarie ufficiali Alfa Romeo per l’acquisto di una vettura nuova. Non solo: anche l’attenta gestione dei canali di vendita, con conseguente riduzione dello stock, ha spinto il brand verso un virtuoso modello “make to order”, con percentuali di produzione sul venduto che negli ultimi mesi dell’anno sono state sempre superiori al 70%.


 


Giulia GTA sold out: una storia di autentica passione


A questi primati che riguardano prevalentemente il grande pubblico, si aggiunge lo storico sold out di Giulia GTA e GTAm: tutte le esclusive unità previste dal progetto sono ora in possesso di 500 appassionati e cultori dell’auto. L’icona della performance di Alfa Romeo, la vettura più potente mai prodotta dal marchio del Biscione, ha completato così il suo percorso di auto da collezione: un successo commerciale di portata internazionale, che ha visto clienti provenire da ogni parte del mondo, con una nutrita rappresentanza da Cina, Giappone e Australia.


 


Tanti premi, dal mercato e dalla stampa


Quello del pubblico è un ulteriore e significativo premio che si somma ai numerosi riconoscimenti tributati dalla stampa internazionale a Giulia e Stelvio dal lancio in tutto il mondo, che riguardano il design, le prestazioni e anche le emozioni tipiche del brand in equilibrio con le necessità di business.

I due modelli hanno potuto fregiarsi di titoli quali “SUV of the year” di Auto Zeitung e “Autonis Design Award” di Auto Motor und Sport, e Giulia ha centrato a novembre un’irripetibile tripletta negli “Sport Auto Award” dell’illustre rivista specializzata Sport Auto con GTA, Quadrifoglio e Veloce.


 


Modelli attraenti, anche per le aziende: leadership nel mercato B2B


Particolarmente significativo il titolo di “Miglior auto per dirigenti” assegnato a Stelvio durante i Mission Fleet Awards: il SUV di Alfa Romeo vanta infatti un grande appeal nelle aziende, e ha prevalso per lo stile e la sportività, oltre che per gli aspetti tecnologici.

Prevale anche nel mercato B2B, tra i D-SUV di ogni alimentazione, in cui quasi 1 vettura venduta su 4 è uno Stelvio, mentre Giulia vanta la leadership tra le D-sedan a motore termico, in cui quasi 1 vettura venduta su 3 è una Giulia, con una quota in ulteriore incremento rispetto al 2020. Del resto, il benefit dell’auto aziendale continua a rappresentare un tratto distintivo per il middle e l’high management: l’auto non è una mera commodity, ma suscita passione. Alfa Romeo soddisfa al meglio le esigenze di questo comparto strategico, con una gamma sempre coerente con lo spirito del brand e con versioni specifiche pensate per il cliente aziendale. Non a caso, dal punto di vista dei contenuti, i motori diesel più virtuosi sono ancora i best seller per la clientela business, e i motori a combustione interna contribuiscono in modo considerevole al mercato fleet, sia in acquisto sia in noleggio, per rispondere alle richieste di alta percorrenza. Proprio per soddisfare al meglio le esigenze di questo comparto strategico, le gamme di Alfa Romeo Giulia e Stelvio offrono propulsori efficienti e versioni specifiche pensate per il cliente aziendale.

Commenti

  1. Bene, avanti così, felice possessore di 2 Alfa Giulia!!

    RispondiElimina
  2. Se arrivasse lo Stelvio ibrido, potrei pensare di sostituire il mio ottimo Freemont AWD

    RispondiElimina

Posta un commento

I più letti della settimana