Stellantis partecipa a un test statunitense sulle tecnologie dei veicoli connessi 5G per le segnalazioni di sicurezza in tempo reale



La 5G Automotive Association sta testando le notifiche di sicurezza in tempo reale per i veicoli e i pedoni basate su una tecnologia cellulare 5G ad alta velocità e una tecnologia Multi-access Edge Computing

L’innovazione dei veicoli connessi rappresenta una parte cruciale della strategia tecnologica di Stellantis delineata in Dare Forward 2030

Stellantis ha partecipato alla prova ‘live’ delle tecnologie MEC (multi-access edge computing) e di comunicazione per veicoli connessi con rete cellulare 5G condotta dalla 5G Automotive Association (5GAA) a Blacksburg, in Virginia. La prova ‘live’ del nuovo concetto di sicurezza per i conducenti e i pedoni ha sperimentato una nuova tecnologia di roaming per la sicurezza del traffico.


“Rendere le strade più sicure per conducenti e pedoni è l’obiettivo finale dello sviluppo di queste tecnologie di nuova generazione,” ha dichiarato Ned Curic, Chief Technology Officer di Stellantis. “La Jeep® Wrangler 4xe ibrida plug-in è il veicolo perfetto per questi ‘live’ test, equipaggiato con tecnologie vehicle-to-everything (V2X) e allarme di sicurezza del conducente. Insieme a 5GAA, stiamo lavorando con i leader del settore in tutto il mondo per aprire la strada alle tecnologie autonome a vantaggio dei nostri prodotti e, di conseguenza, dei nostri clienti.”

Stellantis partecipa attivamente a diverse iniziative in tutto il mondo, tra cui un programma di test analogo a Torino, per valutare la tecnologia cellulare 5G e la gestione di grandi volumi di dati, compreso il dimensionamento e la configurazione delle funzionalità di elaborazione all’interno del veicolo. La comunicazione wireless ad alta velocità è un elemento chiave per abilitare livelli più elevati di autonomia dei veicoli, così come le future tecnologie per la mobilità e i servizi connessi.


I dispositivi di test installati sulla Jeep Wrangler 4xe ibrida plug-in permettono al veicolo di segnalare alle infrastrutture circostanti la propria posizione per avvertire i pedoni e gli altri veicoli, oltre a ricevere segnalazioni di emergenza dalla rete cellulare.


Il concept dell’auto connessa 5GAA utilizza telecamere e sensori fissi installati in loco, per raccogliere dati dettagliati che vanno ad aggiungersi a ciò che il veicolo può “vedere” usando i propri sistemi di bordo. Con una connessione cellulare 5G ad alta velocità e la tecnologia MEC, il sistema può prendere decisioni velocemente nel punto in cui i dati vengono raccolti, ad esempio a un incrocio, per comunicare eventuali rischi di sicurezza ai pedoni e ai veicoli che sopraggiungono.


I partner di 5GAA che hanno partecipato al programma in Virginia includono: Intel, Verizon, American Tower, CapGemini, Telus, Harman, Virginia Tech Transportation Institute e il Virginia Department of Transportation.

Commenti