Fine produzione per FIAT 500L



Il segretario del Consiglio della Federazione dei sindacati indipendenti della Serbia Zoran Mihajlovic ha dichiarato che la direzione dello stabilimento di Kragujevac Fiat Serbia offrirà ai lavoratori l'andare all'estero o il trattamento di fine rapporto, perché il lavoro sarà congelato per due anni causa preparativi di produzione nuovo modello.

Secondo le informazioni di cui dispone il sindacato, il lavoro della fabbrica di Kragujevac sarà "congelato" per due anni, fino al 2024.

Questo conferma la fine della produzione di 500L, unico modello del marchio Fiat a non aver avuto l'aggiornamento MY 22 e il motore 1.5. Hybrid. 

Fiat ha deciso di fare uscire di scena la 500L e di effettuare i lavori necessari per preparare lo stabilimento Serbo alla produzione di un nuovo modello.

Commenti

  1. no comment...un modello riuscitissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I suoi 10 anni li ha fatti e ormai vendeva solo in Italia

      Elimina
  2. Ormai era datata, le vendite nettamente abbassate. Non potevano direttamente sostituirla con un altro modello ? Alla fiat di passa dalla Panda alla 500X. Tutti gli altri rimpiazzano i modelli subito con un modello nuovo. Fiat invece li toglie e poi dopo qualche annetto lancia un erede. Allucinante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fiat in realtà era debole in FCA e ora con Stellantis sta facendo i nuovi modelli. Per fare nuovi modelli ci vuole tempo

      Elimina
    2. Non sono in accordo con la decisione di non produrre più un modello che non è presente nella gamma di Stellantis, con un po' di ritocchi ed un anche in ibrido poteva avere il suo perché, in attesa di un nuovo modello.

      Elimina
    3. È un auto cotta, in listino da 10 anni, che vende solo in Europa e che fa parte di una categoria morta.
      Se rimaneva in listino sicuramente avreste detto che Fiat tiene in gamma auto troppo a lungo. L'importante è parlare male di Fiat!

      Elimina
  3. Fiat aveva già tutto con la fusione con Chrysler. Una catena ben sviluppata negli Stati Uniti, Jeep e RAM che vendono a palate. Un grande know-how tecnico, ma il problema è che a fine anno non si investiva, ma buona parte andava nelle tasche degli azionisti. Difatti l’azienda era in salute con i conti. Dovrebbero prendere Argo e Pulse e venderle in Europa con i dovuti accorgimenti, come ha fatto VW con la Taigo.

    Anche Strada e Toro non sarebbero male con la divisione Fiat professional.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. FCA non era completa, non aveva la possibilità di condivisione che hanno con Stellantis. Fiat deve fare progetti adeguati all'Europa, come sta facendo, senza accontentarsi di auto studiate per il Brasile

      Elimina

Posta un commento