Stellantis crea una rete globale di partnership per favorire l'innovazione in tutto il mondo



Stellantis è partner in oltre 160 progetti cofinanziati in tutto il mondo
L’azienda è coinvolta in uno dei più grandi ecosistemi del settore automobilistico, nel quale collaborano oltre 1.000 partner tra cui istituzioni pubbliche, centri di ricerca e sviluppo, università e altri stakeholder
I numerosi progetti collaborativi sono in linea con i settori tecnici strategici di Stellantis
Approccio aperto e spirito pionieristico stimolano l’innovazione all’interno di Stellantis e definiscono la roadmap per il futuro della mobilità
Le soluzioni alle sfide tecniche accelereranno la trasformazione di Stellantis in un’azienda tecnologica di mobilità sostenibile e contribuiranno al raggiungimento degli obiettivi del piano Dare Forward 2030
 

AMSTERDAM, 26 settembre 2022 - Stellantis collabora con ricercatori, scienziati e ingegneri di tutto il mondo in una delle più grandi reti di innovazione cooperativa per accelerare lo sviluppo e l’adozione di tecnologie all’avanguardia. Lo scopo è aiutare l’Azienda a raggiungere gli obiettivi del piano strategico Dare Forward 2030, come l’azzeramento delle emissioni nette di carbonio entro il 2038.

 

Forte di oltre tre decenni di collaborazioni con centri di ricerca e sviluppo, istituzioni pubbliche, accademie e altri stakeholder, Stellantis capitalizza la propria esperienza creando uno dei più grandi e ampi ecosistemi collaborativi al mondo, che oggi conta 164 progetti in corso e oltre 1.000 partner.

 

Questi progetti riuniscono le competenze di istituzioni di alto livello e dei talenti altamente qualificati della vasta comunità tecnica di Stellantis. Si tratta di iniziative che possono combinare finanziamenti pubblici e privati per ricercare soluzioni alle sfide più complesse della mobilità globale. Insieme, Stellantis e le sue numerose partnership stanno definendo la roadmap comune verso una più avanzata libertà di mobilità.

 

“Affrontare la complessità della mobilità di domani richiede innovazione. L’approccio aperto, basato su un ecosistema collaborativo globale incentrato sulle questioni tecniche più complesse, ci consente di far progredire le nostre conoscenze e di concentrarci sulla ricerca pre-competitiva, che può avere un impatto positivo sul mondo della mobilità,” ha dichiarato Ned Curic, Chief Technology Officer di Stellantis. “Siamo più forti e creativi quando lavoriamo insieme, soprattutto quando uniamo le forze con alcuni dei migliori partner e ricercatori del mondo. Questo spirito pionieristico è fondamentale per rendere Stellantis un'azienda tecnologica riconosciuta in tutto il mondo. Inoltre, è ciò che ci consente trovare risposte innovative alle sfide tecniche. Risposte che, a loro volta, vanno a beneficio dei nostri clienti, della nostra Azienda e della società.”

 

I team Stellantis di Brasile, Canada, Francia, Germania, Italia, Portogallo e Spagna lavorano in collaborazione con altri stakeholder su obiettivi comuni e armonizzati. Ogni progetto collaborativo cofinanziato può durare fino a quattro anni.

 

Inoltre, altri team Stellantis in Brasile, Cina, India e Stati Uniti sono attivamente coinvolti nella ricerca pre-competitiva con stakeholder dell’industria, contribuendo a risolvere problemi tecnici con risorse in natura.

 

I numerosi progetti collaborativi globali sono in linea con i settori tecnici strategici di Stellantis, che includono:

Guida autonoma e connettività
Scocca, chassis e interni
Elettrificazione e sistemi di propulsione avanzata
Tecnologie di produzione
Materiali
 

Esempi di progetti di collaborazione in corso:

Hi-Drive (guida autonoma e connettività): Hi-Drive è il principale progetto europeo dedicato alla guida automatizzata, nato dalla collaborazione tra case automobilistiche, fornitori di tecnologie, università e istituti di ricerca. L’iniziativa esplora e testa soluzioni per la connettività dei veicoli, il loro posizionamento ad alta precisione, la cybersecurity e machine learning per coprire un'ampia gamma di condizioni di traffico.

 

Thermal Comfort Research (scocca, chassis e interni): Questa collaborazione mira a sviluppare nuovi sistemi e strategie per la gestione del calore all’interno dei veicoli, riducendo al minimo il consumo di energia, un fattore chiave per estendere l’autonomia dei BEV.

 

CEVOLVER (elettrificazione e sistemi di propulsione avanzata): Il progetto CEVOLVER (Connected Electric Vehicle Optimized for Life, Value, Efficiency and Range - Ottimizzazione di durata, valore, efficienza e autonomia dei veicoli elettrici connessi) adotta un approccio incentrato sull’utente per ottimizzare lo sviluppo e il funzionamento dei veicoli elettrici utilizzando tecnologie, componenti e sistemi all'avanguardia. Il progetto sfrutta le opportunità offerte dalla connettività per potenziare le proprie capacità di elaborazione dei Big Data.

 

ODIN (tecnologie di produzione): Per rafforzare la fiducia dei produttori dell’Unione Europea nei confronti della robotica avanzata, ODIN utilizza le tecnologie sviluppate dalle ricerche più recenti per dimostrare che i nuovi sistemi di produzione basati su robot sono tecnicamente realizzabili, efficienti e immediatamente adottabili in maniera sostenibile.

 

Forest-Comp (materiali): Questo progetto di ricerca valuta l’utilizzo di risorse forestali rinnovabili e non rinnovabili per la produzione di massa di bio-compositi che potrebbero essere utilizzati per le finiture interne o l’isolamento acustico dei veicoli.

Commenti

Post popolari in questo blog

Nel 2023 arriverà la nuova Fiat 600. Nel 2024 la nuova Abarth 600

Nuove anticipazioni sulla Nuova Lancia Ypsilon 2024!

Imparato “L'elettricità è efficienza. Così aereo. La berlina è più aerodinamica. Per me, l'industria tornerà a questo tipo di auto. Quindi sì, ci sarà una futura Giulia”.

Fiat conferma il nuovo pick-up medio per il 2023

Fiat si consolida già a novembre leader assoluto in Brasile nelle vendite del 2022 e raggiunge nel mese il 23,3% di quota di mercato

Paesi in cui è tornato l'ufficio stampa Lancia

Tutte le novità Fiat, Lancia, Alfa Romeo e Abarth in programma

Nuova Lancia Ypsilon MY'23, la city car più connessa di sempre

TORNA IL FIAT TALENTO. SI POSIZIONERA' TRA SCUDO E DUCATO. ARRIVA ANCHE IL NUOVO FIORINO?