Passa ai contenuti principali

FCA: risultati dell'esercizio e del quarto trimestre 2016

Facebook (Seguici in modalità WEB) Marelli&Pozzi-AutoSesto redazionewm@outlook.com

FCA chiude il 2016 con risultati record. EBIT adjusted in progresso del 26% a 6,1 miliardi di euro e margine in crescita di 120 pb al 5,5%. Utile netto adjusted in aumento del 47% a 2,5 miliardi di euro e utile netto pari a 1,8 miliardi di euro. Indebitamento netto industriale ridotto a 4,6 miliardi di euro. I target per il 2017 confermano la convinzione del Gruppo nel raggiungimento degli obiettivi per il 2018.

Consegne globali complessive pari a 4.720.000 veicoli, in linea con l'esercizio precedente; consegne complessive di Jeep in rialzo del 9% a 1.424.000 veicoli
Ricavi netti a 111 miliardi di euro, in linea con il 2015
EBIT adjusted in crescita del 26% a 6.056 milioni di euro, con tutti i settori in positivo e in miglioramento rispetto al 2015
Utile netto adjusted in rialzo del 47% a 2.516 milioni di euro; utile netto pari a 1.814 milioni di euro, in netto miglioramento rispetto ai 93 milioni di euro del 2015
Indebitamento netto industriale pari a 4,6 miliardi di euro, in calo di 0,5 miliardi di euro rispetto al 31 dicembre 2015
Quota di mercato in Europa in crescita di 40 pb al 6,5%; confermata la leadership di mercato in Brasile con una quota del 18,4%; quota di mercato stabile al 12,6% negli USA.

NAFTA
Margine EBIT adjusted in aumento di 100 pb al 7,4%

Calo delle consegne dovuto principalmente alla programmata uscita di produzione dei modelli Chrysler 200 e Dodge Dart
Ricavi netti in flessione a causa delle minori consegne, in parte compensate dal favorevole mix prodotto
EBIT adjusted in crescita principalmente per effetto del miglioramento del mix prodotto, delle efficienze sugli acquisti e dei minori costi di garanzia, in parte compensati dai minori volumi, dai maggiori costi di prodotto riferibili all’arricchimento dei contenuti dei veicoli e dall’aumento dei costi di produzione
L’EBIT adjusted esclude oneri complessivi netti per 667 milioni di euro, essenzialmente relativi a:
oneri, pari a 414 milioni di euro, principalmente riferiti all’ampliamento del perimetro dei richiami relativi ai dispositivi di gonfiaggio degli airbag Takata, annunciati a maggio 2016
costi incrementali pari a 156 milioni di euro rilevati nel primo semestre dell’anno e relativi all’implementazione del piano di riallineamento della capacità produttiva al fine di soddisfare al meglio la domanda di pickup e SUV
costi netti stimati, pari a 132 milioni di euro, relativi ad una campagna di richiamo per la quale è in corso una procedura con un fornitore; nonostante FCA ritenga che la responsabilità della campagna sia a carico del fornitore in questione, è stato rilevato solo un parziale recupero dei costi stimati, sulla base di un accordo di ripartizione
proventi, pari a 29 milioni di euro, derivanti da liquidazioni su piani pensionistici avvenute nel dicembre 2016.

LATAM
EBIT adjusted positivo nonostante la perdurante debolezza del mercato

La flessione delle consegne rispecchia le difficili condizioni di mercato in Brasile dovute al protrarsi della debolezza dell’economia, in parte compensate da maggiori volumi in Argentina
Ricavi netti in calo a causa delle minori consegne, in parte compensate dal favorevole mix prodotto trainato principalmente dalle nuove Fiat Toro e Jeep Compass
Miglioramento dell’EBIT adjusted sostanzialmente attribuibile al favorevole mix prodotto e al calo delle spese generali, amministrative e di vendita a seguito delle continue azioni di contenimento dei costi per adeguarsi al calo dei volumi, in parte compensati dalla flessione delle consegne e dall’aumento dei costi di prodotto dovuto all’inflazione e ai nuovi modelli
L’EBIT adjusted esclude oneri complessivi per 142 milioni di euro riferiti principalmente a oneri di ristrutturazione per adeguare la forza lavoro alle attuali condizioni del mercato (68 milioni di euro), a svalutazioni di attività (52 milioni di euro) e alla conversione delle attività monetarie nette in Venezuela a seguito dell’adozione del nuovo tasso di cambio fluttuante (19 milioni di euro)

APAC
Joint venture pienamente operativa con tre SUV Jeep in produzione

Calo delle consegne attribuibile al passaggio alla produzione di Jeep in Cina tramite la JV locale; consegne complessive (inclusi i veicoli prodotti dalla joint venture) in aumento del 23% a 233.000 unità
Ricavi netti in calo principalmente per effetto dei minori volumi dell’import in Cina, a seguito del passaggio alla produzione locale di Jeep, in parte compensati dal favorevole mix prodotto dei veicoli importati e alla crescita delle vendite di parti di veicoli
Miglioramento dell’EBIT adjusted sostanzialmente ascrivibile al favorevole mix dei prodotti importati, alle minori spese di marketing (ora sostenute dalla JV cinese) e ai migliori risultati della JV in Cina, in parte compensati dai minori prezzi netti dovuti agli incentivi per la vendita di veicoli non più sul mercato e di altri veicoli importati, e dall’aumento dei costi industriali dovuto ai cambi
L’EBIT adjusted esclude oneri complessivi netti per 44 milioni di euro, dovuti in larga misura a svalutazioni di attività per 109 milioni di euro, correlate principalmente ai modelli Fiat Ottimo e Viaggio prodotte localmente (in relazione al riallineamento della capacità produttiva per la realizzazione di SUV in Cina) e da proventi netti di 55 milioni di euro che includono rimborsi assicurativi iniziali e costi conseguenti alle esplosioni avvenute nel porto di Tianjin (Cina) nel terzo trimestre del 2015 

EMEA
Significativo miglioramento della redditività e crescita della quota di mercato 

Quota di mercato in Europa (EU28+EFTA) per le automobili in aumento di 40 pb al 6,5% (+60 pb al 28,9% in Italia) e di 30 pb all’11,6% per i veicoli commerciali leggeri(8) (-190 pb al 43,8% in Italia) Consegne di automobili in aumento del 13% a 1.018.000 unità. Consegne di veicoli commerciali leggeri in crescita del 19% a 288.000 unità
Incremento dei ricavi netti dovuto principalmente all’aumento dei volumi e al favorevole mix prodotto in gran parte attribuibili alla nuova famiglia della Fiat Tipo, alla nuova Alfa Romeo Giulia e alla Jeep Renegade
Incremento dell’EBIT adjusted essenzialmente ascrivibile all’aumento dei ricavi netti, alle efficienze produttive e sugli acquisti, al miglioramento dei risultati delle joint venture, in parte compensati dall’aumento dei costi pubblicitari a supporto del lancio dei nuovi prodotti e dai maggiori costi di ricerca e sviluppo.

MASERATI
Margine EBIT adjusted più che raddoppiato al 9,7%, con il margine del secondo semestre al 12,0%

Aumento delle consegne trainato essenzialmente dal lancio della nuova Maserati Levante; significativi incrementi in tutte le aree geografiche: Cina (+91%), Europa (+37%) e Nord America (+14%)
Ricavi netti in aumento principalmente per effetto delle maggiori consegne e di un mix di mercato e di prodotto più favorevole
EBIT adjusted in miglioramento a seguito dell’aumento dei ricavi netti, parzialmente compensato dall’incremento dei costi industriali e di lancio commerciale 

Commenti

Post popolari in questo blog

Nuova gamma FIAT Panda/Pandina

Clicca: Nuova Fiat 500 ibrida 1.0 FireFly 70cv 12V La nuova gamma della Fiat Panda introduce importanti novità sul modello rendendolo conforme alle nuove normative sulla sicurezza. La nuova gamma Panda è ordinabile e nei prossimi giorni arriverà nelle concessionarie.  La nuova gamma mantiene un'offerta semplice, con la possibilità di scegliere tra l'allestimento base PANDA, con dotazione essenziale che si può arricchire con il Pack City e una versione top di gamma e full optional chiamata PANDINA, basata sulla precedente Cross, personalizzata con dettagli specifici e dotata di serie di tutti gli optional disponibili per il modello. Oltre alle nuove dotazioni di sicurezza, la dotazione della Panda viene aggiornata con sensori di parcheggio posteriori di serie su tutta la gamma, nuova strumentazione digitale con display da 7" a colori e schermate personalizzabili e il nuovo volante con comandi. Prezzi: - Panda Classic 15.900€ (di serie: sensori di parcheggio posteriori, stru

Primo video ufficiale della NUOVA FIAT PANDA

 

Numerose novità per Fiat Pandina

La nuova gamma Fiat Panda/Pandina è ordinabile, e oltre alle novità già citate ( CLICCA QUI ), va segnalata anche l'introduzione della nuova chiave con telecomando, che oltre alla funzione blocco e sblocco portiere e bagagliaio, ha in più la possibilità di accendere le luci. Questa funzione permette, ad esempio, di individuare facilmente il proprio veicolo in un parcheggio buio. Dal telecomando è possibile accendere le luci di posizione e delle luci anabbaglianti, per una durata massima di 90 secondi. Luci di svolta, questa funzione si attiva con luci abbaglianti accese a una velocità in inferiore a 40km/h. In caso di ampi angoli di rotazione del volante o di accensione degli indicatori di direzione, si accende una spia integrata nel fendinebbia, riferita al lato di svolta che amplia l'angolo di visibilità notturna. Sempre per quanto riguarda l'illuminazione, Pandina è dotata di luci abbaglianti con sistema AHB, cioè un sistema che gestisce automaticamente le luci abbaglian

Grande Panda: il nuovo modello globale di FIAT

FIAT svela le prime immagini della nuova Grande Panda, primogenita della nuova famiglia ispirata alla Panda degli anni '80, un’auto compatta che risponde alle esigenze dei clienti di tutto il mondo. Fiat Grande Panda è il primo modello di una nuova gamma globale basata su una piattaforma multi-energy. Con questo nuovo modello inizia il passaggio del marchio FIAT da una produzione locale a una offerta globale sviluppata da una piattaforma comune. La Grande Panda arriverà prima in Europa, Medio Oriente e Africa e sarà disponibile nelle versioni elettrica e ibrida. La Grande Panda si presenta come un veicolo del segmento B sotto i 4 metri di lunghezza, con linee semplici e uno spazio a bordo ben organizzato per cinque passeggeri grazie al volume compatto, perfetto per il confort delle famiglie e della mobilità urbana odierna. FIAT è una delle case automobilistiche in attività più longeve, un brand globale che vanta oltre un secolo di storia e che quest'anno festeggia il suo 125° a

Gli interni della nuova Fiat Grande Panda. Altre Fiat in arrivo nei prossimi anni

NOVITÀ ANCHE PER FIAT PANDA:  CLICCA QUI Non sono ancora state divulgate le foto degli interni della nuova Fiat Grande Panda, ma dal video che trovate sulla pagina Instagram Passione Auto Italiane, si può intravedere qualcosa. La Grande Panda, primo modello della nuova famiglia, sarà seguita dal lancio di un nuovo veicolo, ogni anno, fino al 2027. La nuova serie di modelli è stata progettata per conquistare le strade di tutto il mondo e completare la gamma del brand. Il progetto innovativo del marchio consiste nel realizzare veicoli sulla stessa piattaforma globale multienergy Smart Car Platform, disponibile in ogni regione del mondo, e che consente al brand di creare veicoli diversi rispondendo alle altrettanto diverse esigenze dei propri clienti.

Fiat Grande Panda: disegnata in Italia per il mondo

  Disegnata in Italia presso il Centro Stile di Torino, la Fiat Grande Panda si distingue dalle altre vetture del segmento B per la sua compattezza unica, con una lunghezza di soli 3,99 metri - inferiore alla media del segmento di 4,06 metri - e caratterizzata da linee semplici e da una capienza ben organizzata grazie al suo volume compatto. Il nuovo modello trasporta fino a cinque persone ed è perfetto per la vita delle famiglie e la mobilità urbana di oggi. Il volume appare robusto e strutturato conferendo forza nella sua originalità mentre il design dinamico e incisivo della carrozzeria è generato da linee di profilo molto tese. Il progetto della Grande Panda è stato concepito per consentire al brand di proiettarsi nel futuro attraverso un uso innovativo e intelligente dello spazio, una personalità cool ed elementi che sorprendono.

Nuova Fiat 500 ibrida 1.0 FireFly 70cv 12V

La Fiat 500 ibrida arriverà tra la fine del 2025 e l'inizio del 2026, come ha ufficializzato la Fiat. Si tratta della versione ibrida della 500e prodotta a Torino. Il motore scelto è lo stesso, ma aggiornato, delle Fiat Panda Hybrid e della 500 Hybrid prodotta in Polonia e appena uscita di produzione. Quattroruote ha ricevuto la conferma della presenza del tre cilindri 1.0 FireFly con cambio manuale da Olivier François, Ceo del marchio, e Francesco Morosini, Fiat & Abarth Head of Serial Life. Il motore tre cilindri N3 Firefly sarà prodotto a Termoli, mentre il cambio verrà realizzato a Mirafiori, dove nasce l'automatico eDct6. La nuova 500 ibrida monterà un 1.0 3 cilindri da 70cv e 95 Nm mild hybrid 12V abbinato a un cambio manuale a sei rapporti. La versione ibrida della 500e rimarrà in gamma almeno fino al 2029 e si baserà sulla piattaforma Stla City, nome utilizzato dalla Fiat per identificare la piattaforma della 500 elettrica, strettamente imparentata con quella della

Come funziona la tecnologia Mild Hybrid a benzina di Fiat Pandina e Fiat 500 ibrida

La Fiat Panda, la Fiat Pandina ( Clicca qui e scopri le numerose novità per FIAT Pandina ) e la nuova Fiat 500 ibrida, in arrivo tra la fine del 2025 e l'inizio del 2026 (Panda/Pandina sono prodotte a Pomiglianod’Arco - Napoli, mentre 500e e 500 ibrida è e saranno prodotte a Torino Mirafiori), sono e saranno dotate di tecnologia Mild Hybrid. Il propulsore Mild Hybrid a benzina, che raccoglie l’eredità del celebre motore Fire prodotto in più di 30 milioni di unità, prevede la configurazione da 1 litro a 3 cilindri ed eroga 70 CV (51,5 kW) di potenza massima a 6.000 giri/min e 92 Nm di coppia massima a 3.500 giri/min. La testata presenta 2 valvole per cilindro e un singolo albero a camme con variatore di fase continuo (la distribuzione è a catena); la struttura con camera di combustione compatta, i condotti di aspirazione “high-tumble” e la valvola EGR esterna consentono l’adozione di un rapporto di compressione particolarmente alto (12:1) che si traduce in un’efficienza termica elev

Entro il 2026 vedremo 3 nuove Fiat, 2 Alfa Romeo e la Lancia Gamma

Stellantis ha ufficializzato alcuni modelli Fiat, Lancia e Alfa Romeo in arrivo entro il 2026. Per Fiat sono previsti 3 modelli tra il 2024 e il 2025 su piattaforma Smart Car. La prima la vedremo l'11 luglio 2024. Su piattaforma STLA Large vedremo due Alfa Romeo, una nel 2025 e l'altra nel 2026. Mentre su piattaforma STLA Medium vedremo nel 2026 la nuova Lancia Gamma, che sarà prodotta a Melfi.

Fiat festeggerà i suoi 125 anni con la nuova Panda

La nuova Fiat Panda è più grande dell’attuale modello, una sorta di “Mega Panda”, il cui design è stato ispirato anche dal luogo di nascita del brand – l’iconico edificio del Lingotto a Torino con la sua celebre pista di prova sul tetto. I designer FIAT si sono ispirati ad alcune caratteristiche peculiari del Lingotto per creare il nuovo linguaggio stilistico: leggerezza strutturale, ottimizzazione degli spazi e luminosità. Ad esempio, la forma ovale de "La Pista 500" è ripresa negli interni: dalla plancia allo schermo e ai sedili. Inoltre, FIAT è attenta all'uso di materiali sostenibili come plastiche riciclate e tessuti di bambù e mira a rimuovere alcune barriere ad una mobilità più sostenibile, tra cui ad esempio rendere semplice l’utilizzo del cavo di ricarica grazie a un "sistema autoavvolgente". La posizione di guida rialzata e il design che ispira solidità rendono questa city car perfetta per i clienti di tutto il mondo, nel traffico urbano e allo stesso