Francia: 8.000€ di sconto su veicoli a biometano. I veicoli alimentati a biometano producono la stessa quantità di CO 2 delle auto elettriche utilizzando una fonte di energia rinnovabile a prezzi contenuti. L'impegno di FCA e CNH



Facebook - Instagram - YouTube - Gruppo Skype/Mail redazionewm@outlook.com ©  FCA Italy: società italiana partecipata da FCA - Fiat Ambassador - Piano Ind. -6 mesi - Pranzo Cinquecentisti





Una relazione di ADEME prevede un mix di vendita del 32% dei veicoli a metano nel 2050
La Fiat continua il suo Tour de France del bioGNV con tappe a Troyes e Saint-Pierre a Faucigny nella Valle dell'Arve.

ADEME ha recentemente pubblicato un rapporto dal titolo "Aggiornamento sullo scenario energetico-climatico 2030-2050" in cui prevede un mix energetico del 32% per i veicoli che circolano con NGV (metano) e bioGNV (biometano) entro il 2050. I gruppi FCA (Fiat Panda e 500L a biometano) e CNH (Iveco Stralis NP, Iveco Bus e trattori  New Holland a biometano) stanno puntando su queste alimentazioni.

Mentre le iniziative intorno a queste soluzioni ecologiche, economiche e rinnovabili si moltiplicano, Fiat (dopo l'Italia) continua il suo Tour de France BioGNV per promuovere la sua gamma di veicoli privati ​​e commerciali che funzionano con NGV e BioGNV.


La regione Auvergne Rhône-Alpes, in Francia, ha messo a disposizione incentivi per l'acquisto di un  veicolo a biometano. Previsti 8.000€ di sconto. Il 27 novembre varrà consegnato, in Francia, un Doblò Cargo ad un artigiano che ha fatto la scelta di sostituire la sua utilitaria diesel con un veicolo a biometano.







Ricordiamo che l'uso di gas naturale può ridurre del 23% il CO 2, il 52% delle emissioni di ossidi di azoto (NOx) e il 93% di quella delle particelle fini rispetto ad un motore a benzina.

Inoltre, il metano, anche conosciuto come CNG (Compressed Natural Gas) ha il potenziale per diventare un'energia rinnovabile da biogas, gas che offre grandi prospettive di sviluppo. Ottenuto dopo un processo di purificazione da rifiuti domestici, agricoli o reflui fognari, viene direttamente iniettato nelle reti e può quindi essere utilizzato come biocarburante.

Il vantaggio del biometano diventano ancora più evidente quando si analizza il ciclo completo, chiamato anche "well-to-wheel", dal pozzo alla ruota. In questo caso, rispetto a un veicolo a benzina equivalente, la riduzione delle emissioni di CO 2 può superare il 95%: i veicoli alimentati a biometano producono quindi la stessa quantità di CO 2 delle auto elettriche utilizzando una fonte di energia. rinnovabili (es. energia eolica).

Se consideriamo una miscela metano-biometano fino al 40%, le emissioni di CO 2 dal pozzo alla ruota sono pari a quelle emesse da un veicolo elettrico in base alla media attuale della miscela elettrica trovata oggi in Europa (il 40% dell'elettricità in Europa proviene da centrali a carbone che emettono molta CO 2 ).

I PIU' LETTI - ULTIMI 7 GIORNI