Salva Lancia


Facebook - Instagram - YouTube
A vedere la sola Ypsilon per l'Italia e nessun progetto per Lancia, non c'è molto da ben sperare, e la preoccupazione è che la chiusura del marchio diventi realtà.
Sul sito dell'ufficio stampa il marchio Lancia è ancora presente in tutta Europa, e questo lascia qualche speranza. Anche se alla fine può semplicemente indicare che il sito non è aggiornato o viene tenuto per l'archivio storico.

Solo il primo giugno del 2018, quando a Balocco (Vercelli) verrà presentato il nuovo piano industriale 2018 - 2022 si saprà cosa accadrà per Lancia.

Fatto sta che sopratutto vedendo lo stato di salute di FCA che migliora sempre di più, al punto che non hanno più bisogno di nessuno e possono andare avanti da soli, si spera che pianifichino un rilancio serio, e non rimarchiando le Chrysler. Molti dicono che potrebbero provare almeno con una riedizione della Lancia Delta, oltre a portare avanti la storia della Ypsilon.

Per cominciare non sarebbe male, e non credo che questi due modelli, con il potenziale che ha oggi FCA, non possono avere successo anche in altri mercati. Poi il resto della gamma vien da se, ma mollare tutto senza un tentativo serio come questo sarebbe stupido o semplicemente voluto.

Altavilla è colui che ha voluto la Tipo, vuole la Punto e da Lancista ci tiene al marchio Lancia. Spero che sarà il prossimo Amministratore Delegato, o comunque che ci sarà qualcuno che la pensa come lui.

Troppo comodo dire che funziona solo Jeep e quindi si punta tutto su quel marchio, quando gli altri marchi non hanno prodotti o non sono recentissimi. Alfa Romeo, Lancia e Fiat non sono da meno e hanno il potenziale per essere grandi marchi. E' tempo di pensare ai prodotti, ma per tutto il gruppo senza rassegnazione.


Commenti

  1. Lancia verrà lasciata in quiescenza ancora per tutto il prossimo piano industriale. Ma forse meglio così: bisogna investire tutte le risorse in Alfa e Maserati in modo da renderle complete e non a "metà strada" come lo stesso Marchionne ha annunciato.
    Ok che stanno azzerando il debito ma prima di lanciarsi in nuovi progetti molto costosi (pubblicità, rete vendita, progettazione... e sfido chiunque ad ammettere che non lo siano per rilanciare lancia) bisognerà aspettare ancora del tempo e fare cassa, altrimenti ci si ritorna subito in debito...
    Lancia è sfortunatamente forse l'unico marchio di fca senza prospettive globali. Ecco perché i progetti lancia sono costosi, non pensate sempre solo all'Italia dove il marchio gode ancora si fama. Concludo dicendo che non si può vivere di sola storia e blasone: servono anche i progetti, quelli credibili e concreti, e già da parecchi decenni lancia non ne ha.
    Enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non penso sia vero che il Marchio Lancia sia senza prospettive globali. Lo è ora per precisa volontà della dirigenza, perchè basta vedere quanto anche recentemente il marchio riceva nomine e menzioni all'estero (guardare per esempio il recentissimo episodio di "The Grand Tour" narrante la sfida tra Audi Quattro e Lancia 037, una pubblicità gratuita e globale incredibile). Personalmente penso che abbia il medesimo potenziale di Alfa, se adeguatamente sostenuto. L'errore di base è quello storico del gruppo Fiat, che ha sempre pensato ai marchi come un unicum, nel senso di temere che modelli della stessa categoria si pestassero i piedi a vicenda. Invece ora, sopratutto se si vuole puntare sulla fascia di mercato più redditizia, non capisco come possano trascurare il marchio Lancia. Il nome ce l'ha, anche in Europa al contrario di quello che si vuole fare credere, e in USA o Cina basterebbe presentarlo come made in Italy per avere un ritorno (a parte che in USA opera un bellissimo Lancia Club). La Giulia per molti utenti è troppo sportiva e bassa, come BMW. E molti con cui ho parlato vorrebbero una berlina di impostazione sempre affusolata e sportiveggiante, ma più comoda e meno sportiva. Questo ruolo sarebbe quello perfetto di Lancia, non può esserlo di Maserati che è un marchio troppo elitario per tanti. Poi i suv o crossover sarebbero il prodotto perfetto per Lancia, una base Compass a marchio Lancia avrebbe successo in tutta Europa, se il prodotto è valido. Se Peugeot con i suoi crossover vendono bene, non vedo come potrebbe non vendere Lancia, che a un prezzo simile offrirebbe ben alrtro blasone.

      Elimina
    2. Ma di cosa stiamo parlando
      In un momento di completo immobilismo per FCA dove l'unico marchio in cui si stanno muovendo é Jeep parliamo ancora del rilancio Lancia ?
      Al posto di preoccuparci per Lancia speriamo in qualche novità per Fiat che al momento ha una gamma che non regge la concorrenza di nessun generalista europeo e che sia per il 2017 che per quest'anno non ha nessun modello nuovo in cantiere a parte la nuova Punto ancora da confermare
      Lo spazio della Ypsilon sarà occupato tra un paio d'anni dalla 500 5p e questo sarà la fine di Lancia.
      La vera preoccupazione è che si continui a portare avanti Maserati e sopratutto Alfa che davanti ai proclami di conquista dei mercati premium si è fermata su 2 modelli nuovi e numeri di vendita mediocri
      Preoccupiamoci di questo Lancia è un capitolo chiuso da già da un pezzo

      Elimina
    3. FCA ha fatto un notevole sforzo rinnovando per META' la gamma di ALfa e Maserati. In questo momento soldi per Lancia non ce ne sono. Purtroppo se non hai molti soldi da investire li devi utilizzare per progetti sicuri, Lancia al momento è quello che ti assicura un ritorno inferiore (già Maserati e Alfa stanno facendo fatica...)

      Elimina
    4. 1 fino a che ci sarà la Ypsilon anche solo in Italia il marchio esiste. Se no lo chiudevano e basta.
      2 se non te ne fotte un cazzo della Lancia non devi sbraitare contro chi la pensa diversamente
      3 FCA ha il potenziale per fare quello detto da PAI, ma è la volanta che manca. Quindi se permetti la gente si indigna dice la sua

      Elimina
    5. Ma infatti. Cosa significa che Fiat è immobile? Qua si sta parlando di Lancia, e sinceramente sono 30 anni che investono su Alfa, senza riuscire a creare un ritorno. Alla faccia del marchio "che si vende da solo". Poche storie, se non c'è contenuto non si vende, se c'è si vende, poi il marchio è un plus.
      E Lancia ha ancora un nome da spendere, se si vuole. Se hanno rilanciato Maserati, dopo i disastri degli anni 80 (non so se ricordate, ma la Biturbo costava meno della Thema/164 a parità di motore, ed era sempre dal meccanico, delicatissima e con finiture appariscenti ma tirate via.) Investire su Lancia, avendo le piattaforme da condividere, sarebbe un investimento a basso costo e con un ritorno, estimatori del marchio ce ne sono. Io ad esempio una Lancia media la comprerei, una Giulia no. Troppo sportiva e scomoda l'Alfa per il mio tipo di utilizzo (famiglia e uso per lavoro entrando uscendo dall'auto svariate volte, la seduta è bassa da morire). Davvero credete che una meccanica Giulia, vestita in abito Lancia (ma quello vero, non quello degli ultimi anni, cioè elegante ma non da vecchi) non venderebbe almeno come Giulia? In Italia sono convinto farebbe più numeri, come ha sempre fatto. Certo non bisogna fare come l'ultima Delta, gran macchina nel complesso ma di certo non puoi presentare la stessa identica plancia della Bravo, se davvero ci vuoi credere. Io la volevo comperare, ma a parte il fatto di averle fatto un frontale splendido ma aver fatto un posteriore incomprensibile per allungarla, non mi sono sentito di spendere 5.000 euro più della bravo per avere un interno identico a parte le tappezzerie. Quanti sanno che la Ghibli è una Chrysler 300 di base? Se le avessero messo gli interni della 300/Thema credete avrebbe venduto uguale? Non si vuole capire, seguendo la corrente della dirigenza, che una Lancia non ruberà mai clienti a Alfa o Maserati, ma a marchi tipo Citroen, Opel, Peugeot e a qualche ceca/tedesca (tutte uguali sono)! Aver declassato Maserati, quello è aver creato un doppione e una concorrenza interna. Chi mai acquisterebbe uno Stelvio, se davvero arriverà un SUV inferiore Maserati a 4/5.000 euro di differenza? Un SUV Lancia invece sono convito che ruberebbe clienti sia in Italia che in Europa sia ai macrchi che ho detto sopra che anche a qualche tedesca prestigiosa...

      Elimina
    6. Avrà sicuramente potenziale ma se manca un degno pianale T.A. e i soldi non vai da nessuna parte. Personalmente credo che Marchionne stia facendo un buon lavoro ma il problema di FCA è il pianale e non la voglia. Dovrebbero creare un pianale modulabile da utilizzare tra Fiat, Lancia, Chrysler e Dodge. (una sorta di MQB)

      Elimina
    7. @Anonimo delle 18:33: non mi puoi paragonare Lancia a Citroen ti prego... è proprio così che muore il marchio. Soprattutto pensando alle ultime Citroen che sono solo plasticacce sia fuori che che dentro!
      Inoltre, la differenza tra Maserati dsuv e Stelvio dovrebbe essere di una ventina di mila euro tra le versioni base (vedi Porsche Macan-audi Q5) ci ha mai parlato di 4-5000€? Forse quello potrebbe avvenire nel caso della Stelvio quadrifoglio, ma quest'ultima si rivolge a tutt'altra clientela che non avrebbe dubbi a scegliere tra Maserati e quadrifoglio...

      Per me dovrebbe essere (e si potrebbe benissimo fare senza pestarsi i piedi all'interno di FCA):

      - Maserati luxury

      - Alfa Romeo premium

      - Lancia semi premium, alti segmenti (vedi gamma Volkswagen dal segmento c in su: passat, arteon, touareg, Tiguan... e lo dico senza peli sulla lingua: la ypsilon non va assolutamente bene perché ogni volta che vedo la pubblicità con tutte quelle donnine d'alta moda mi piange il cuore)

      - Fiat generalista + semi premium SOTTO al segmento c con la famiglia 500

      Ecco perché in un'altra post mi ero espresso contrario al dsuv Fiat: perché il suo posto naturale è lancia! Fiat ha successo nei segmenti piccoli se marchia auto grosse poi non se le fila nessuno! Cosa ne pensate?
      Enrico

      Elimina
    8. @Anonimo delle 10.36 condivido il tuo ragionamento in quanto mi piacerebbe avere dei modelli di questo genere:

      - Maserati/luxury (stile Porsche e Mercedes)
      - Alfa/premium (stile Bmw)
      - Lancia/semipremium (stile Volkswagen)
      - Fiat/razionale, giovanile (stile Seat, Citroen)

      Inoltre importerei anche in Ue RAM con il 1500 ed Ranger* e Dodge con tre suv [ Durango, journey, 500x* ], Challenger, Charger e la Viper.
      Baserei le Fiat, le Lancia e alcune Dodge su un nuovo pianale T.A. e le restanti su Giorgio.
      Personalmente in Fiat copierei la gamma da Seat + la 124spider, quindi anche con suv come Ateca e quello più grande cosi aumenterebbero i guadagni. Saluti

      * segmento dell' auto indicativo

      Elimina
  2. @ Enrico
    certo non voglio comparare Lancia a Citroen (anche se le Citroen dei tempi d'oro, fino alla XM diciamo, un senso lo avevano, molto più di Peugeout ed erano una reale alternativa), ma appunto dico che Lancia avrebbe il potenziale per rubarle clienti, come alle altre marche. Non è che un 3008 lo regalano, viene sempre sui 30.000. Gli esempi dei marchi che ho citato erano per dire che se vendono questi, sono convinto che per 3-4000 euro in più Lancia venderebbe bene, perchè ha ben altro blasone. Anche ben più di VW, che alla fine negli ultimi anni dal seg C in su ha avuto poco successo. Fagocitata da Audi, sempre per il discorso del blasone. Infatti sarebbe come puntare su Fiat emozionale, proponendo ad esempio una 500 dsuv. Quanti la prenderebbero? Io non penso, alla fine a parte il marchio Fiat, la famiglia 500 ha al limite di utilizzo il segmento C. E' sempre vista come discendenza della super utilitaria.
    Per i segmenti sopra al C come dici anche tu correttamente, Lancia è perfetta. Alla fine è la stessa cosa di Volvo, penso la marca più simile per filosifia di prestigio "differente". Volvo famosa per la sicurezza, Lancia per l'eleganza associata alle prestazioni brillanti. Per la grinta c'è Alfa. Il Macan 3.0 diesel viene 66.800€ a listino, il Q5 3.0 59.200, infatti di Q5 ne ho visti solo 2.0 TDI, 3.0 nessuno e vedo diversi Macan.

    alla fine io e te siamo d'accordo :-)

    RispondiElimina
  3. che poi, un deltino è redditizio, ha fatto successo la mito....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. purtroppo la MiTo non ha avuto tanto successo per via della poca praticità con le 3 porte.... stranamente ha avuto molto successo la bruttina Y....

      Elimina
  4. A quelli che dicono "e la Lancia??" "Lancia è morta" e bla bla bla...
    direi che la Lancia merita davvero il fallimento per le scelte sbagliate anche a livello agonistico dei....
    Andate a leggere la Storia di uno dei grandi piloti rally che ha fatto molto per Lancia... un grande e imprendibile Carlo Capone a cui è stato dedicato un film....
    Fosse per me, la Lancia può benissimo essere cancellata dalla storia automobilistica per i comportamenti vergognosi...
    Ecco chi era Carlo Capone...
    https://it.wikipedia.org/wiki/Carlo_Capone

    RispondiElimina
  5. Bellissima conversazione! Maserati è un marchio Luxury e tale rimarrà,Marchionne è stato svelto nel creare la ghibli e fregare quote alle tedesche,ma la quattroporte e Levante sono due modelli che superano benissimo i 100000 euro quindi sono pochi i clienti che se la possono permettere. Alfa e Lancia sono due marchi che possono coesistere benissimo senza farsi concorrenza, possono essere benissimo due marchi premium senza problemi...Alfa rappresenta la sportività mentre Lancia può rappresentare benissimo eleganza e stile raffinato italiano. Chi mi paragona Lancia ai marchi francesi mi delude parecchio, ha un potenziale che va ben oltre a quello che i marchi francesi hanno.Fiat, non la vedo per niente come marchio spacciato,può benissimo competere con i marchi francesi e diversi marchi del gruppo Volkswagen. Ora veniamo ai modelli:

    FIAT EMOZIONALE : gamma 500
    RAZIONALE: panda,punto,tipo,croma,suv b,c,d, 127
    ALFA: segmento C,D,E berline,suv C,D,E e sportive Cabrio coupe’
    LANCIA: segmento B,C,D,E, suv CDE e sportiva elegante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici bene: “Lancia ha un potenziale che va ben oltre i marchi francesi” infatti ha solo il potenziale, le vendite invece le fanno loro. Dimentica Lancia, è morta. Ma goditi il passato di vittorie come faccio io.

      Elimina
  6. Signori…. Bello sentire questo entusiasmo intorno ad un marchio che ha fatto la storia dell’automobilismo. Bisogna purtroppo mettersi il cuore in pace. Il gruppo Fiat è ancora un player di discreto livello solo grazie a Marchionne ed al geniale/fortunato rilevamento di Jeep-Chrysler. Fosse stato solo per Panda e 500 saremmo già diventati un marchio cinese che produce city-car elettriche. Purtroppo o per fortuna Marchionne ragiona col portafoglio e non col cuore. Il suo è di pietra e non gliene frega niente di Lancia, Alfa o Fiat…. Lui vuole guadagnare. Se dirigeste un’azienda alimentare credo non esitereste a togliere di produzione dei biscotti famosi se non vendono più o se i gestori passati non sono stati capaci di aggiornarne il sapore e renderli appetibili. Alfa, Lancia e Maserati potevano essere meglio di Audi e Bmw e Porsche. Infatti anche solo trenta anni fa le battevano in pista, nei rally e sui mercati. Poi la disastrosa gestione Romiti ha spazzato via tutto in un decennio. Per recuperare ci vogliono montagne di soldi e tanta fatica. Con Alfa e Maserati il lavoro è solo all’inizio. Purtroppo Marchionne non capendo nulla di auto pensa che con un nuovo modello si risolve tutto ma le vendite di Giulia gli hanno sbattuto in faccia la dura realtà. Lui ha stoppato tutti i modelli futuri per paura che il marchio non vada più. Ma è qui che si sbaglia. Per ricostruire un’immagine ci vogliono anni e tanti modelli ben fatti. Bisogna fare come i tedeschi: duro lavoro, insistenza, abnegazione, e testa durissima. Anche l’ingrasso in formula 1 è un ottimo passo. Peccato che ha scelto la squadra che arriva sempre ultima… se così fosse anche l’anno prossimo sarebbe un boomerang. Ma bisogna insistere. Riassumendo: la strada è quella giusta, i tempi no. Fra 10 anni vedremo se la dirigenza ha lavorato bene. E magari rivedremo Lancia come auto di nicchia super lusso (Astura, Flaminia come esempio da seguire)

    RispondiElimina

Posta un commento

Passione Auto Italiane: Facebook e Instagram
redazionewm@outlook.com
fiat500club.blogspot.com
www.passioneautoitaliane.com
Jeep: leautodimatteo.passioneautoitaliane.com
www.passioneautoitaliane.it
alfaromeoclub.passioneautoitaliane.com
Instagram: Matteo_Volpe_Passione_Auto_Ita

ISCRIVITI CLICCANDO SULLE 3 LINEE IN ALTO A SINISTRA
(HOME PAGE). Li puoi fare una donazione a Passione Auto Italiane

Post più popolari degli ultimi 30 giorni

Arriva il "Piano Italia" di FCA. Il marchio Fiat verrà rilanciato. Piena occupazione in Italia

Nuovi motori ibridi a Pratola Serra