Fiat Panda 4x4 Adventure


La Fiat Panda 4x4 Adventure è una Serie Speciale che dà una nuova interpretazione del concetto “Auto ufficiale per fare quello che ti pare”. L’originale versione è destinata agli amanti della natura, a chi pratica hobby e attività all’aria aperta, ma anche ai professionisti del settore agricolo e forestale.

Robusta e con un ampio vano di carico, la versione ricorda subito la famosa Panda 4x4 Sisley, il fuoristrada compatto che negli anni 90 divenne sinonimo automobilistico di praticità e resistenza. Proposta con la trasmissione integrale ed equipaggiata con i propulsori1.2 da 60 CV e 1.3 Multijet 16V da 70 CV, la Fiat Panda 4x4 Adventure era commercializzata in Italia rispettivamente a 14.100 euro e 16.000 euro (prezzi chiavi in mano).

All’esterno, lo spirito “adventure” della Panda 4x4 emerge già dall’originale carrozzeria di colore verde che sottolinea, da una parte, la vocazione di questa vettura a “vivere” a stretto contatto con la natura; dall’altra parte, la particolare attenzione che da sempre Fiat riserva alla tutela ambientale e alla mobilità sostenibile. La stessa tinta esclusiva contraddistingue i paraurti anteriore e posteriore, impreziositi dagli scudi centrali in grigio “tesaurizzato”, mentre i fari sono bruniti e i cristalli sono di tipo privacy.

Sempre all’insegna della massima caratterizzazione da fuoristrada, è stato scelto il nero opaco per i montanti, le barre longitudinali sul tetto, le fasce paracolpi laterali e i codolini del parafango. Completano il look “off-road” di questa nuova versione i cerchi da 14” (verniciati in grigio scuro) con pneumatici 165/70 M+S e la cornice nera dei proiettori posteriori. La stessa impressione di robustezza e praticità si ritrova all’interno dell’abitacolo dove spicca il rivestimento con tessuto tecnico nero anti-strappo e lavabile, oltre ai tappetini in gomma che assicurano grande resistenza all’abrasione ed una facile lavabilità: sono due contenuti ideali per quanti utilizzano la propria vettura per attività all’aperto, hobby e impieghi semiprofessionali.

Inoltre, la versione 4x4 offre sospensioni rinforzate insieme a una portata utile di 445 kg. Da sottolineare che è possibile richiedere i soli sedili anteriori (configurazione optional) in modo da avere un ampio vano posteriore allestito per il carico raggiungendo così 1.000 dm3.

Oltre ad una forte caratterizzazione “off-road”, la Panda 4x4 Adventure si contraddistingue per le performance proprie di un piccolo SUV. Infatti, non c'è difficoltà che non possa essere superata grazie alla trazione integrale di cui è dotata, un sistema 4x4 ad inserimento automatico con un nuovo giunto elettroidraulico. In più, le sue dimensioni ridotte consentono a questa versione di arrivare ovunque: è lunga 357 cm, larga 160, alta 163 (con barre) e con un passo di 230 cm.



Commenti

  1. Hanno riesumato il vecchio modello? Bella novità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. veramente è un articolo su un modello del passato

      Elimina
    2. Ammazza bisogna pure spiegare che non è una novità ma un articolo su un modello del passato

      Elimina
  2. spiace dover leggere articoli riferiti al passato perchè non c'è niente di attuale su cui scrivere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. novità o no mi sono sempre occupato dei modelli passati anche quando c'era da parlare di 500X, Tipo, Giulia, Stelvio, 500 restyling....

      Elimina
    2. Veramente ne hanno sempre parlato dei modelli passati. Sei tu che sei sempre qui ma non ti rendi conto di quello che scrivono. O sfotti o non sei molto sveglio

      Elimina
    3. sai quando uno stabilisce che si tratta di un blog su FCA (è un blog su Fiat Lancia Alfa Abarth e Fiat Professional più qualcosa su Jeep) delle sue novità e se non arrivano si critica ecc...quando si scontra con la realtà, cade dal pero.

      Elimina
  3. Se per riempire la testata vengono copiati e incollati articoli di presentazione di modelli del passato, dovrebbe come minimo esser fatta una premessa in cui si specifica la data di uscita originaria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non scrivo nessun articolo per riempire niente. che si debba parlare solo di modelli attuali e futuri lo stai dicendo tu. mi pare scontato che si tratta di un modello del passato quindi a che serve premettere che non è una novità? articolo di presentazione...spiega cos'era quel modello. Mi sembra chiaro

      Elimina
    2. Dove sta scritto che parlare di modelli del passato vuol dire riempire spazi vuoti? Quindi Ruoteclassiche cos è? Mai visto articoli su vecchi modelli e concepito su altri siti??? Se bisogna farti i disegni vuol dire che non sai niente di auto. A me sembra un articolo che spiega cosa è quel modello del 2009.
      I rumors vi danno fastidio dei modelli vecchi non si può parlare i modelli attuali non vi interessano. Andare altrove no???

      Elimina
    3. L'articolo di presentazione parla con verbi al presente, il che potrebbe indurre ad una errata interpretazione, visto che non è la prima volta che le case riesumano una serie precedente per venderla a un prezzo minore...
      Quindi mi sembra opportuno specificare che si tratta di una riproposizione di un articolo precedente...
      Quanto a lei signor Spisso, non conoscendomi, eviti di dare giudizi gratuiti sul mio grado di cultura automobilistica

      Elimina
    4. quindi dovresti capire che si tratta di un articolo storico senza fare polemiche

      Elimina
    5. riproporre vecchi articoli è lecito, fare un po di storia non fa male. Se non si capisce che è storia eliminiamo anche questa rubrica visto che viene considerata tappa buchi in mancanza di novità

      Elimina
    6. se sei cosi bravo nella cultura dell'auto a che serve fare polemiche? E' evitende che si tratta di un articolo storico e riesumare vecchie cose non vuol dire non sapere cosa scrivere, vuol dire fare un po di storia. Anche la Rai o altri editori ripropongono cose del passato, non ci vedo nulla di male. Anzi è bello rivedere cose che fanno parte della storia di un marchio. La linea editoria la stabiliscono loro, non lo fai ne tu ne PB
      Questa è stata l'ultima Panda con la filosofia di auto semplice. L'ultima la trovo bella ma ha perso lo spirito della Panda. Spero che il progetto spiegato da Quattroruote diventi realtà, magari non cosi sofisticato, ma che comunque riprenda il vero spirito della Panda. Auto semplice e spartana

      Elimina
  4. beh, in effetti per chiarezza si potrebbe aggiungere una data. Dopodichè trovo molto interessante anche la riproposizione di vecchi articoli-filmati-modelli, fanno tornare in mente tante cose, e possono essere un utile spunto per il futuro. Per esempio in India c'è un modello, la Urban Cross, che è assai interessante, ha la scritta avventura sui paraurti laterali (in italiano), e ripropone in chiave attuale molti concetti del modello panda 4x4 vecchia serie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sembrava talmente scontato...va be non ne mettiamo più

      Elimina
    2. no vabbè, basta mettere la dicitura "history" nel titolo per parlare un pò di storia del modello storico per evitare confusione perchè magari qualcuno POTREBBE capire male che sia una riproposizione di un storico modello al prezzo più basso rispetto alla panda attuale...
      opinione personale ovviamente.

      Elimina
    3. se avete bisogno che vi spiegano che si tratta di un articolo storico, d archivio o come lo volete chiamare siete messi male. Da quando una casa automobilistica riprende di sana pianta la produzione di una serie speciale di un modello fuori produzione presentato nel 2009? a che pro? come se fosse economico e semplice ripristinare un modello vecchio.
      Al massimo un modello prosegue la sua carriera con un altro marchio. Uno che è diventata una Innocenti, A4 che è divenata una Seat...ma mettersi a produrre un modello fuori produzione da anni con vecchie concezzioni sulla sicurezza ecc dove esiste???? Si capisce lontano un miglio che è un artcolo vecchio. Siate meno ridicoli

      Elimina
  5. Credo facciate bene a parlare del passato. Nonostante la mia perenne incazzatura da vecchia zitella con Fca voi fate un ottimo lavoro di informazione. Certo non avete argomenti su novità e futuro di cui scrivere ma è una cosa che non dipende certo da voi. Quanto alla Panda era molto chiaro che si stava parlando di un modello del passato. Proporrei anche una rubrica sulle vittorie (tante) nelle competizioni internazionali. Se parlate di Lancia nei rally, ad esempio, avreste da scrivere per un mese. Peccato che il presente sia così vuoto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le tue incazzature non devono ricadere sugli altri mancando di rispetto sul lavoro altrui

      Elimina
    2. PS mi pare che gli argomenti su modelli futuri ci sono, sei tu che stabilisci che non sono veri solo perchè sei frustrato

      Elimina
    3. se sei incazzato con FCA non vuol dire che te la devi prendere con Matteo e il suo blog, e non vuol dire che devi stabilire come stanno le cose tendando di fare gare a chi ha ragione. Qui si raccontano i fatti giorno per giorno aspettando che il tempo dia le sue risposte. Nel frattempo ognuno porta le proprie informazioni e le proprie idee. Come andranno le cose si vedrà senza stabilire oggi come saranno le cose di domani o facendo pronostici con scommesse. Per il resto il passato è il passato. Oggi abbiano nuovi manager che dall'oggi al domani si sono trovati una multinazionale con quasi un anno di anticipo. Essendo gente con visioni diverse dalla vecchia gestione è normale che ci sia una fase riorganizzativa ecc... ma nel frattempo sappiamo che i lavori alle novità ci sono e vanno avanti. Si sta disegnando, progettando e facendo indagini di mercato per nuove proposte. Il tempo dei muletti arriverrà successivamente

      Elimina
    4. anche Gorlier e Manley hanno spiegato che stanno riorganizzando il lavoro. E Gorlier ha spiegato che per Fiat ha una visione ben diversa da Marchionne. Quello che faranno lo giudicheremo nel tempo e non oggi. Quindi se sei arrabbaito con la vecchia gestione non devi sfogarti con chi è arrivato a luglio o successivamente e con questo blog.
      Io stesso sono appena stato sottoposto a indagini di mercato, quindi vuol dire che si lavora e la cosa non deve essere messa in dubbio per le idee di gente che non c'è più o perchè una rivista è sponsorizzata da un gruppo tedesco

      Elimina

Posta un commento

Passione Auto Italiane: Facebook e Instagram
redazionewm@outlook.com
fiat500club.blogspot.com
www.passioneautoitaliane.com
Jeep: leautodimatteo.passioneautoitaliane.com
www.passioneautoitaliane.it
alfaromeoclub.passioneautoitaliane.com
Instagram: Matteo_Volpe_Passione_Auto_Ita

ISCRIVITI CLICCANDO SULLE 3 LINEE IN ALTO A SINISTRA
(HOME PAGE). Li puoi fare una donazione a Passione Auto Italiane

Post più popolari degli ultimi 30 giorni

Arriva il "Piano Italia" di FCA. Il marchio Fiat verrà rilanciato. Piena occupazione in Italia

Nuovi motori ibridi a Pratola Serra