Cosa sono i Firefly e le novità in arrivo


La Nuova 500X è il primo modello del marchio Fiat ad adottare l’innovativa famiglia di motori FireFly Turbo benzina progettati per offrire ai clienti un nuovo punto di equilibrio tra  le prestazioni e il piacere di guida dei migliori motori turbodiesel (con una silenziosità di marcia migliore del 20%) e un risparmio di carburante che migliora anch’esso sino al 20% rispetto ai precedenti motori benzina.
FCA ha annunciato che questi motori saranno prodotti a Termoli (Campobasso) e che saranno affiancati dai nuovi propulsori benzina FireFly aspirati e ibridi.

Conformi alla normativa Euro 6/D-TEMP e dotati di filtro anti-particolato per motori a benzina GPF (Gasoline Particulate Filter), i nuovi propulsori FireFly Turbo sono stati messi a punto con oltre 75.000 ore di analisi virtuali, 60.000 ore di test sul banco prova e di 5 milioni di chilometri percorsi in tutto il mondo per testarne le doti di robustezza e affidabilità.
Sviluppati con struttura modulare e unità cilindro 0,33 litri, le nuove motorizzazioni FireFly Turbo 1.0 e 1.3 sono nella configurazione 3 cilindri 1.0 da 120 CV di potenza massima e 190 Nm di coppia massima con trasmissione manuale a sei marce e trazione anteriore e 4 cilindri 1.3 da 150 CV e 270 Nm di coppia, in abbinamento al cambio automatico a doppia frizione DCT a sei marce e alla trazione anteriore.
La loro peculiarità  è la specifica architettura che garantisce efficienza, modularità, un notevole livello di standardizzazione dei componenti e del processo produttivo, flessibilità e predisposizione a future evoluzioni.
In dettaglio, le nuove motorizzazioni sono interamente realizzate in lega d'alluminio, che assicura la massima leggerezza (la versione 3 cilindri pesa soltanto 93 kg) così come il basamento cilindri, sviluppato in collaborazione con Teksid, è realizzato in lega d'alluminio e, per la miglior sintesi tra comfort, peso e prestazioni strutturali,   presenta un'architettura con sotto-basamento.
Contribuisce alle migliori prestazioni e al massimo piacere di guida, l'impiego di numerosi contenuti tecnologici innovativi come l'iniezione diretta di benzina per massimizzare l'efficienza volumetrica e il turbocompressore a inerzia ridotta gestito da un attuatore wastegate a comando elettrico che, combinato con un modulo di sovralimentazione raffreddato ad acqua direttamente nel collettore di aspirazione, assicura una risposta più rapida nei transitori e quindi una grande prontezza in fase di ripresa.
Ulteriore novità dei nuovi motori FireFly Turbo è il debutto della  terza generazione dell ’esclusiva tecnologia MultiAir (denominata MultiAir III) che migliora l’efficienza di combustione mediante la regolazione continua dell’alzata e della fasatura delle valvole di aspirazione: infatti, grazie agli specifici profili camma di aspirazione e scarico, permette di migliorare l’efficienza a carico ridotto tramite il ricircolo del gas di scarico aprendo anticipatamente le valvole di aspirazione. Invece, quando è richiesta maggiore potenza, la tecnologia MultiAir III consente di ridurre il rapporto di compressione reale, tramite la chiusura ritardata delle valvole, controllando il fenomeno della detonazione e migliorando sostanzialmente i consumi di carburante anche ai carichi più elevati.

Infine, va ricordato che Fiat ha in gamma anche il 1.6 E-Torq da 110 CV, che è stato aggiornato per rispondere alla normativa anti-inquinamento Euro 6/D-TEMP.

I tre motori Turbo diesel MultiJet II - tecnologia sviluppata e brevettata dal Gruppo FCA - sono stati aggiornati con tecnologia SCR (Selective Catalytic Reduction) per essere conformi alla normativa Euro 6/D-TEMP.
Tre le cilindrate disponibili: 1,3 litri, 1,6 litri e 2,0 litri.  In dettaglio: 1.3 MultiJet II da 95 CV, Turbodiesel 1.6  MultiJet II da 120 CV e 2.0 MultiJet II da 150 CV. Per massimizzare l'efficienza, tutte le motorizzazioni a gasolio presentano un nuovo sistema che integra, in un'unica soluzione, la tecnologia SCR con iniezione di AdBlue* per l'abbattimento delle emissioni di azoto (NOx) e il DPF (Diesel Particulate Filter) per l'intrappolamento e la riduzione del PM (particolato). Ciò permette di raggiungere il più elevato livello di eco-compatibilità oggi offerto dal diesel sul mercato senza compromettere le performance. Le curve di potenza e di coppia confermano l'eccellenza della famiglia MultiJet II anche in questa inedita configurazione che presenta un'ottimizzazione dei valori di coppia ai bassi regimi: il 1.3 MultiJet II eroga 95 CV e una coppia massima di ben 200 Nm a 1500 giri/min; il 1.6 MutliJet II eroga 120 CV e una coppia massima di 320 Nm ad appena 1.750 giri/min; e il 2.0  MultiJet II eroga 150 CV e una coppia massima di ben  350  a 1500 giri/min.

*AdBlue® è una soluzione composta per il 32,5% da urea ad elevata purezza e per il 67,5% da acqua demineralizzata.

Commenti

Post più popolari degli ultimi 30 giorni

Novità per Atessa con i nuovi Fiat Ducato, Citroen Jumper, Peugeot Boxer e Opel Movano

Fiat colpita dai problemi economici della Turchia