A Torino nascerà il museo della Fiat 500


Al quarto piano della Pinacoteca Agnelli, al Lingotto, è stata ambientata la Virtual Casa 500. Un museo virtuale per raccontare il passato, il presente e il futuro di 500 che si può visitare come una mostra permanente dal proprio smartphone, dal pc o dal tablet. Una visita dinamica, dagli anni Cinquanta a oggi per raccontare una storia che appartiene a tutti noi, proprio come 500.
Si vuole così dare un’anteprima virtuale di cosa sarà “Casa 500” che verrà ospitata negli spazi della Pinacoteca al Lingotto e che sarà pronta per essere inaugurata nella primavera del 2021. Perché per compiere il cambiamento bisogna conoscere le proprie origini, da dove si viene e qual è la propria casa. Per Fiat 500 la casa è stata Mirafiori e ancor prima il Lingotto, che ha dato i natali alla prima 500, la 500A Topolino, nel 1936: non poteva esserci quindi altro luogo al di fuori della Pinacoteca, - della quale Fiat è anche main sponsor – per celebrarla. Il legame del marchio con la Pinacoteca Agnelli è nella storia e nei valori comuni. Entrambi, infatti, hanno portato lustro e visibilità internazionale alla città di Torino e, allo stesso tempo, sono diventati ambasciatori dell’Italia nel mondo.
Nella Virtual Casa 500 tutto è a portata di click in un ambiente digitale: le 11 aree tematiche – The legacy, Made of Italy, New 500 One-offs, Diary of an icon, A journey through 3 generations, New 500 experience, 500 design story, A story of social relevance, The future starts here, 500 vintage vibes, Open for change - portano il visitatore a compiere un viaggio immersivo nel mondo 500, capace di suscitare ricordi, sogni ed emozioni. S’inizia con l’area dedicata al patrimonio industriale e culturale di Fiat 500 dove si racconta l’intramontabile icona pop che ha interpretato i bisogni di tre generazioni: la 500 democratica del 1957, quella individualista del 2007 per arrivare a quella elettrica del 2020. Un viaggio che inizia a Torino nel 1957 e conquista il mondo. Un percorso attraverso le tre generazioni della vettura, nate dall’ingegno di talenti visionari, che si può fare anche attraverso gli oggetti simbolo del design italiano, esposti nell’area del Made of Italy, che come Fiat 500, hanno sovvertito le regole del progetto e cambiato le percezioni. Nell’area dedicata alla storia, al pari di un diario dei ricordi, ma in versione multimediale, si possono esplorare tanti contenuti - interviste, spot, eventi e riconoscimenti - che hanno reso Fiat 500 una star internazionale. Non manca una collezione di bozzetti e immagini che raccontano l’evoluzione del design e l’avventura creativa che hanno dato vita alle tre generazioni della piccola di casa Fiat. Si arriva poi all’area dedicata alla Nuova 500: è lei la vera diva, icona della Dolcevita da conoscere in tutti i dettagli grazie a una 3D experience. La più carismatica delle city car si svela ai visitatori attraverso la sua carica elettrica ed emotiva al servizio della sostenibilità ambientale. Nell’area dedicata alle One-off vengono presentate le tre interpretazioni esclusive della Nuova 500 firmate da Armani, Bvlgari e Kartell, capolavori senza tempo all’insegna dell’artigianalità e sostenibilità.  Infine, dopo aver percorso il viaggio, si può sostare in una “Soothing area”, rilassandosi sotto l’installazione a soffitto che ricorda un grande cielo illuminato, perché la Nuova 500 può contribuire a rendere più limpidi e sereni i cieli di tutte le città.

I PIU' LETTI - ULTIMI 7 GIORNI