STELLANTIS sta lavorando ai nuovi modelli LANCIA



I prossimi modelli Alfa Romeo, DS e Lancia saranno strettamente imparentati tra loro. Saranno sviluppati su basi meccaniche e tecnologiche comuni.

Marion David, vicepresidentessa senior prodotto di DS Automobiles, durante la presentazione della DS 4 ha confermato ad Automotive News Europe, che STELLANTIS sta lavorando al rilancio di Alfa Romeo e LANCIA.

"Stiamo lavorando coi colleghi italiani su specifici moduli, motorizzazioni e caratteristiche delle auto per differenziare i tre marchi premium da quelli mainstream."

Il manager francese non fanno altro che confermare la rinascita di Lancia, ma anche di un rilancio del brand Alfa Romeo.

I prossimi modelli Alfa Romeo, DS e Lancia saranno sinergicamente accomunati da piattaforme modulari, motori e tecnologie, ma con stile, finiture e dotazioni destinate a distinguere i tre marchi Stellantis di categoria superiore rispetto a quelli che si posizionano sotto: Abarth, Fiat, Citroen, Opel e Peugeot. Oltre al fatto che i modelli saranno esteticamente diversi e con personalizzazioni tipiche di ogni marchio.

Segmento Premium di STELLANTIS

  • Alfa Romeo
  • DS
  • Lancia 

Sempre nell'intervista ad Automotive News Europe, Marion David ha detto che i nuovi modelli nati dalle sinergie tra Francia e Italia, arriveranno nel 2024 o 2025.

Commenti

Cecco ha detto…
Quanto antiitalianismo.... sembra che tifate contro. Per gli ignorantoni che non lo sanno: Lancia fino agli anni 60 insieme a Mercedes ero marchio premium e anche di più
Gianfranco ha detto…
Se un Alfa e' Alfa di fuori ma non di dentro, che' Alfa e'? Ci mettono dei motori Peugeot? Se la DS e la Lancia hanno le stesse carateristiche dell'Alfa, chi compra un Alfa? Un Alfa si compra giusto perche' e diversa, non si compra perche' e'uguale ad un altra, o si guida come un altra. Piattaforme simili, ok, ma poi adeguare al modello e' motori Alfa per l'Alfa Romeo
keyb_g ha detto…
Sarebbe finalmente ora di rimediare ad un macroscopico errore di valutazione nei confronti del marchio Lancia: la passata dirigenza Fiat ha commesso il crimine di far dimenticare anche in patria un marchio di eccellenza, prima commercializzando senza la minima convinzione modelli copiati al momento e ritirandoli subito dopo e poi relegando il brand alla produzione di un solo modello base.
Se l'operazione verrà fatta con criterio, sarò fra i primi acquirenti.
Nick Back ha detto…
Secondo me,dopo la scomparsa di Marchionne (rimpiazzato da Mike Manley, straniero, che non ha a cuore il Made in Italy),c'è stata una carenza di gestione e programmazione per il gruppo Fiat - Alfa Romeo - Lancia. Tant'è che oggi le marche straniere (VW - Seat - Audi - Mercedes - Kia etc.) stanno facendo "bello e cattivo tempo" con la vendita di modelli elettrificati. Mentre il gruppo FCA cosa propone? O 500 o Jeep ibride, quindi o auto per ragazzine o SUV pesanti ed impegnativi.
Personalmente sono felice possessore dal 2014 di una Giulietta Turbo benzina / GPL e, volendo sostituirla con una equivalente , ma ibrida, non trovo niente di pari categoria. Sono due anni che si parla di Tonale, mentre le ditte straniere ci stanno sommergendo di auto MHEV, PHEV, HYBRID. Quando arriverà la Tonale, forse il mercato sarà già saturo e non vi saranno più neanche gli Eco incentivi.
🙄🤔
abb the power ha detto…
io faccio il tifo per ds...lancia e alfa sono le migliori....fanno battere il cuore,ds,invece la vedo come concorrente delle auto lussuose cinesi stile lexus infiniti.....