Nuova Lancia Fulvia Concept. Luca De Meo: "Uno dei miei più grandi rimpianti professionali"



La Lancia Fulvia, in versione coupé, è oggi tra le auto più ricercate della sua epoca grazie soprattutto alle numerose vittorie nei Rally internazionali che hanno reso questa versione una delle icone più riconosciute tra le automobili degli anni sessanta, tanto che il centro stile Lancia realizzò, nel 2003, una concept car ad essa ispirata e che ha ricevuto grandi apprezzamenti a livello internazionale.

Disegnata da Alberto Dilillo e Flavio Manzoni e prodotta in esemplare unico, fu presentata al Salone di Francoforte del settembre 2003, suscitando grande sorpresa e numerosi apprezzamenti da parte di appassionati "Lancisti" e giornalisti, che ne invocarono immediatamente la produzione. Ma a quei tempi le risorse economiche del Gruppo Fiat S.p.A. erano molto limitate e la stessa dirigenza Lancia, che fino ad allora aveva fatto pressioni ai vertici del Gruppo per una produzione del modello, dovette rassegnarsi all'impossibilità di tale progetto. Anni dopo, il manager Luca De Meo (che nel 2003 era tra i dirigenti della Lancia), nel suo libro "Da 0 a 500", definì la Fulvia Concept come "Uno dei miei più grandi rimpianti professionali". La Fulvia Concept era basata su telaio Fiat Barchetta e ne montava anche lo stesso motore 1.800cc benzina. A differenza dell'antenata degli anni '60, la Fulvia Concept 2003 aveva solo due posti anziché quattro.

Commenti

I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA