Lancia avrà modelli piccoli, medi e ammiraglie



Luca Napolitano, CEO di Lancia, ha annunciato il ritorno della Delta, che arriverà nel 2026 e sarà un'elettrica pura, come tutta la gamma della Casa italiana che tra quattro anni proporrà solo nuovi modelli a zero emissioni.

L'ultima Lancia con motore a benzina sarà la nuova Ypsilon del 2024, che sarà una segmento B di fascia Premium e al contrario del modello attuale, si rivolgerà ad un pubblico più trasversale. 

Nei piani di rinascita in grande stile del marchio Lancia è prevista una focalizzazione sui modelli piccoli, medio-compatti e le ammiraglie, segmenti nei quali Lancia ha espresso la sua forza dalle origini fino a qualche anno fa. E in effetti, proprio un'ammiraglia potrebbe essere il terzo modello annunciato dalla Casa e atteso per il 2028.

Ecco quindi, dice Napolitano al Corriere della Sera, che Lancia tornerà a rivolgersi a un target maschile con età media più alta, un cliente "più moderno ed europeo".

Dal punto di vista tecnico è possibile immaginare che la nuova Lancia Delta elettrica possa essere basata sulla nuova piattaforma STLA Medium. 

Avrà batterie alle stato solido ad alta densità che permettono autonomie fino a 700 km e prestazioni di alto livello. Napolitano definisce la nuova Delta "un'auto emozionante, manifesto di progresso e di tecnologia".

Commenti