Passa ai contenuti principali

Tavares: l'elettrico "è una questione politica. Non è una mia decisione". Stellantis si impegna a diventare il campione del settore nella lotta contro il cambiamento climatico



Stellantis si impegna a diventare il campione del settore nella lotta contro il cambiamento climatico, raggiungendo le zero emissioni da carbonio entro il 2038.

Stellantis conta di chiudere "a breve e positivamente" le trattative con i concessionari europei per il nuovo modello di distribuzione, per poi avviare analoghe discussioni con i rivenditori di altre regioni operative. Non solo: il gruppo è pronto a competere sull'elettrico, anzi è convinto di poter costruire Ev "migliori di quanto faccia la concorrenza". Lo dichiara Carlos Tavares.

L'amministratore delegato di Stellantis ha fornito un aggiornamento sulle attuali interlocuzioni tra il gruppo e la rete di vendita del Vecchio continente, parlando di negoziati "molto costruttivi" nonostante le prime reazioni non esattamente entusiatiche. "I costi di distribuzione dei veicoli, una volta usciti dalle catene di montaggio, sono abbastanza elevati, mentre la percezione sulla qualità del servizio è abbastanza bassa", ha detto l'ad. "Questo è il perfetto segnale di un problema grave. Credo che i nostri concessionari siano persone intelligenti e capiscano che il nostro modello di distribuzione non sta portando i risultati previsti in termini di soddisfazione della clientela è un modello costoso sia per i concessionari, sia per i costruttori". Tavares ha ricordato come il gruppo abbia iniziato pochi mesi fa a mettere mano alla sua rete di vendita globale: "Abbiamo cominciato in Europa cancellando i contratti e avviando discussioni con i concessionari. Inizialmente, abbiamo ricevuto riscontri negativi, la nostra decisione è stata accolta come uno shock. Tuttavia, dopo la reazione emotiva dei primi giorni, la nostra associazione dei rivenditori si è detta pronta a collaborare per trovare soluzioni che migliorino il nostro modello di distribuzione, a vantaggio nostro e degli stessi concessionari. Le discussioni sono molto, molto costruttive: l'obiettivo chiave è ridurre le spese di distribuzione per liberare risorse da investire sull'elettrificazione, per assorbire parte dei costi delle Ev e quindi proteggere l'accessibilità dei veicoli alla spina. Farlo è nel nostro interesse e in quello dei concessionari. Contiamo di chiudere a breve le trattative in Europa, per poi passare alle altre regioni operative".

Tavares è stato interpellato anche sulla recente decisione di offrire solo elettriche in Europa nel quadro del piano industriale Dare Forward 2030: "Siamo competitivi. Sappiamo che dobbiamo competere all'interno di un determinato contesto operativo e all'interno di questo contesto ci piace competere. Non abbiamo paura. Pertanto, abbiamo cercato di dimostrare al mondo che siamo in grado di fare delle Ev migliori rispetto ai nostri concorrenti e che possiamo prenderci cura dei nostri clienti nel miglior modo. Abbiamo un track record adeguato per realizzare i nostri propositi". Tavares ha più volte sottolineato che Stellantis dovrà adeguarsi alle scelte imposte dalla politica e competere nel rispetto di un determinato contesto nornativo. Inoltre, c'è anche una questione che esula le regole della concorrenza e riguarda la ricerca della "miglior soluzione possibile per la società" sul fronte della lotta ai cambiamenti climatici e della "protezione del pianeta: credo che la strada delle Ev sia la migliore soluzione, quella con l'impatto maggiore sulle iniziative per la protezione del pianeta", ha spiegato Tavares, ribadendo comunque la sua opinione sulla centralità dell'energia all'interno dei processi di transizione: "Se l'energia non è pulita, i progressi di un veicolo elettrico sarà difficile che si manifestino, perché un'Ev ha una significativa impronta carbonica quando si parla di produzione o batterie". Rimane il fatto, più volte ribadito, che la più grande sfida è rappresentata dall'accessibilità delle elettriche".

Tavares rimane anche convinto che la transizione sia una strada imposta dai politici. "Non bisogna sottovalutare le pressioni e l'ampiezza della trasformazione che sta attraversando l'intera industria automobilistica. Ci troviamo nel mezzo di una trasformazione rapida, per certi versi paurosa ed è mio compito proteggere le persone dell'azienda e lavorare duro affinché si trovi la miglior soluzione possibile per tutta la società. Io penso che stiamo provando a fare il meglio per fornire una serie di strumenti in grado di proteggere la libertà di movimento e garantire una mobilità pulita, sicura e accessibile". Secondo l'ad, "gli europei non vogliono più le endotermiche: hanno dato il loro voto a parlamentari che stanno per votare il bando e noi dobbiamo adeguarci. Se gli europei mettono al bando le endotermiche, noi dobbiamo rispettare la loro decisione. Questa è la direzione che i leader politici hanno imposto al settore e i leader sono eletti a maggioranza dalle persone. È una questione di democrazia e noi dobbiamo semplicemente adeguarci alle normative decise dai politici, che si suppone abbiano valutato le conseguenze delle loro decisioni sui cittadini. Alla fine dei conti, è una questione politica. Non è una mia decisione".

Commenti

Post popolari in questo blog

La Fiat Pandina verrà presentata il 29 febbraio

La Fiat Panda si trasformerà in Fiat Pandina per lasciare il nome Panda al nuovo modello che sarà svelato l'11 luglio 2024. I dettagli della Pandina verranno svelati il 29 febbraio a Pomigliano d’Arco, quando l’ad di Fiat, Olivier Francois, racconterà in che cosa si differenzia l’edizione speciale dall’utilitaria classica dopo oltre quarant’anni di storia, tre generazioni e più di 8,5 milioni di esemplari venduti, e che rimarrà in produzione a Pomigliano fino al 2026.

Nuova Fiat Pandina - Fiat Panda MY 2024

L'attuale Fiat Panda rimarrà in listino almeno fino al 2026 e sarà sempre prodotta a Pomigliano D'arco (Napoli).  Per questo motivo stanno arrivando alcuni aggiornamenti come la strumentazione digitale, un nuovo volante e nuovi sistemi adas per la sicurezza stradale. Ma l'11 luglio 2024 verrà svelata anche la nuova Fiat Panda, che sarà parente stretta della nuova Citroen C3 e per non creare una sovrapposizione di nomi, la Panda attuale con il model year 2024 acquisirà il nome di Pandina. La Fiat Pandina sta per arrivare e rappresenterà il modello d'accesso al mondo Panda. Sarà disponibile con motore 1.0 Hybrid e non dovrebbe essere prevista la versione 4x4.

Nuova Lancia Gamma

La nuova Lancia Gamma sarà il secondo modello della nuova era Lancia. Durante la presentazione della nuova Lancia Ypsilon è stata mostrata anche la prima immagine ufficiali delle nuove Lancia Gamma. Sarà un ammiraglia della categoria di Citroen C5X e Peugeot 408, e sarà prodotta a Melfi.  Nel 2026 vedremo questa nuova ammiraglia, lunga 4.6 metri e che permetterà al marchio Lancia di entrare nel segmento più grande in Europa. Sarà disponibile solo con motorizzazione completamente elettrica.

Mirafiori produrrà anche la prossima generazione della Fiat 500e

Stellantis è inoltre convinta, ed ha i piani per farlo, che con l’avvio del nuovo piano incentivi italiano ci sia la possibilità di aumentare la produzione a Mirafiori della 500 elettrica, riportandola a numeri che gli spettano per il gioiello che è. Così come il futuro di questa iconica vettura elettrica, e le sue naturali evoluzioni che arriveranno nell’ambito del Piano strategico Dare Forward 2030, sarà sempre legato alla città di Torino che va considerata come la Casa della 500.

Nuova Lancia Ypsilon da 24.000€

CLICCA QUI PER SCOPRIRE LE PRIME IMMAGINI UFFICIALI DELLE NUOVE LANCIA GAMMA E DELTA La nuova Lancia Ypsilon è ordinabile ed è disponibile nella serie speciale top di gamma Cassina in versione completamente elettrica. L'unico prezzo ufficiale, è riferito a questa versione, ed è di poco meno di 40.000€.  Ma a maggio verrà presentata l'intera gamma della nuova Lancia Ypsilon, e sarà disponibile anche la versione termica con motore ibrido, l'unica nuova Lancia disponibile con questa motorizzazione.  Per le altre versioni non è stato ufficializzato il listino, ma si parla di un prezzo di partenza di cerca 24.000€, riferito all'allestimento base con motore termico a 3 cilindri da 1.2 litri in grado di erogare fino a 100 CV, con batteria agli ioni di litio da 48 Volt e il nuovo cambio elettrico a doppia frizione a 6 rapporti. L'intera gamma sarà ordinabile da maggio, mentre a giugno Lancia sarà presente alla Mille Miglia e in questa occasione avremo maggiori informazioni

Fiat vuole riproporre la Multipla. La nuova Fiat Strada arriverà anche in Europa

Olivier Francois, intervistato da Fedez sul suo canale YouTube Wolf, ha dichiarato che il piccolo pickup Strada, venduto in Sud America, avrà presto una nuova generazione, che sarà globale. Per quanto riguarda la Multipla, il manager dichiara che ha intenzione di riproporla, soprattutto la 600 Multipla, dichiarando che sta lavorando per far tornare modelli iconici del marchio Fiat. L'11 luglio 2024 vedremo la nuova Fiat Panda, che sarà più grande ed elettrica. L'attuale rimarrà in produzione fino al 2026 con il nome Pandina. Maggiori informazioni saranno disponibili il 29 febbraio.

Da oggi cambia la gamma FIAT

Oggi è l'ultimo giorno in cui sarà possibile ordinare le Fiat 500, 500X e Tipo. Questa decisione è legata all'introduzione della nuova norma europea omologativa di sicurezza, che introduce una serie di sistemi avanzati di assistenza alla guida, ora obbligatori. La nuova normativa è obbligatoria e si applica alle nuove immatricolazioni a partire dal 1 Luglio 2024. Di conseguenza i modelli di nuova produzione possono essere immatricolati entro Giugno 2024. Entro questa data, quindi, andrà esaurita la produzione e lo smaltimento degli stock dei modelli sopra indicati.  Per 500, 500X e Tipo non ci sono informazioni su un possibile arrivo di un aggiornamento, anzi, per 500 e 500X si parlava già di uscita di produzione nel corso del 2024. Per la 500 si sapeva già che ci sarebbe stato lo spostamento della produzione dalla Polonia all'Algeria, senza la possibilità di avere aggiornamenti alle nuove normative, e di conseguenza la possibilità di mantenere le vendite nei Paesi della Co

Gli interni della nuova Alfa Romeo Milano

Procedono presso il centro sperimentale di Balocco i test di sviluppo dell’Alfa Romeo Milano, la piccola sportiva della gamma concepita e disegnata dalla maestria del Centro Stile Alfa Romeo. Milano verrà presentata al mondo il 10 aprile attraverso un evento che avrà luogo proprio a Milano, e sarà trasmesso via streaming per tutti coloro che vorranno prendervi parte. Sotto la guida esperta della squadra di ingegneri italiani protagonista di progetti straordinari 100% Alfa Romeo (come la 4C, la 8C, Giulia e Stelvio Quadrifoglio e la Giulia GTA), si affina lo sviluppo di Milano, la vettura che vedrà Alfa Romeo esordire nel mondo dei veicoli 100% elettrici. Le strategie di sviluppo vengono coordinate dalla squadra italiana di ingegneri Alfa Romeo presso il Proving Ground di Balocco dove i collaudatori ritrovano le condizioni ideali per testare in pista i requisiti e target espressi dagli ingegneri dinamici Alfa Romeo, responsabili della validazione del progetto.

In Olanda arriva la nuova Fiat 600 Hybrid

FIAT presenta la Fiat 600 Ibrida; Iconico fuori e Dolce Vita dentro. La Fiat 600 Hybrid è dotata di motore Mild Hybrid da 100 CV e cambio automatico eDCT-6. Offerta di lancio temporanea: versione top La Prima riccamente equipaggiata per 31.990 € (sconto 2.500 €), con tanto lusso, sistemi di sicurezza e assistenza all'avanguardia e guida autonoma (livello 2).   FIAT prosegue sulla strada della mobilità urbana sostenibile e presenta la nuova versione ibrida leggera della Fiat 600. Proprio come la 600e completamente elettrica, anche questa variante del B-SUV eccelle in termini di spazio interno e di un elevato grado di sensazione di Dolce Vita. La Fiat 600 Hybrid garantisce quindi un'esperienza di guida in cui divertimento e divertimento vengono al primo posto, basandosi sul carattere e sulle caratteristiche dell'auto familiare compatta di successo del passato: l'iconica Fiat 600 degli anni '50. La nuova Fiat 600 Hybrid offre uno spazio notevole per cinque passeggeri i

Nuovo Fiat E-Doblò MY24: tanto spazio per tutti e per tutto

Il nuovo E-Doblò unisce il meglio del comfort e della tecnologia con un tocco di stile per aiutare i clienti ad aggiungere praticità e benessere nella vita di tutti i giorni: una versione “all-in” che rende meno stressante e molto più sicura la guida in città. Versatile, spazioso, flessibile e adatto alle esigenze di tutti, il nuovo E-Doblò è senza compromessi, moderno e conveniente. Il suo upgrade di stile è visibile nel nuovo paraurti anteriore con skidplate inferiore, cerchi in lega da 17" e fendinebbia per viaggiare ovunque in sicurezza e tranquillità. È dotato di due porte scorrevoli con finestre ad apertura elettrica che garantiscono ai clienti praticità e comfort. Lo spazio interno del nuovo E-Doblò offre tanto spazio per tutti e per tutto grazie a diverse configurazioni di sedili e vani portaoggetti che garantiranno ai clienti la massima flessibilità durante la guida e il trasporto. Sono infatti disponibili 3 sedili posteriori singoli abbattibili, con la possibilità di amp