Il futuro di LANCIA



Sostenibilità, centralità del cliente e responsabilità: i tre pilastri del piano a dieci anni di Lancia.

Tre nuovi modelli, uno ogni due anni, per coprire il 50% del mercato.

Dal 2026 debutteranno solo veicoli 100% elettrici e dal 2028 saranno vendute unicamente auto full BEV.

100 nuovi concessionari in 60 principali città europee, con il 50% delle vendite on line.

Entro il secondo trimestre, Lancia annuncerà la propria struttura organizzativa nei Paesi esteri.

 


«lI futuro di Lancia è già presente ed entro la fine del 2022 avremo un primo assaggio del nuovo corso che ci porterà a diventare un marchio credibile nel mercato premium, all’insegna di una mobilità innovativa, pulita e sicura - dichiara Luca Napolitano, CEO del marchio Lancia -. Il nostro domani poggia su basi solide, ben radicate in un passato glorioso e un presente costellato dai successi della Ypsilon: la fashion city car è infatti leader del segmento B in Italia, oltre che la seconda vettura più venduta in Italia. Un primato consolidato dalla Ypsilon Alberta Ferretti, la nuova serie speciale nata dall’incontro con la famosa stilista italiana e presentata a Milano lo scorso febbraio».


Per Lancia, il 2021 è stato un anno decisamente cruciale per la costruzione del suo piano a dieci anni, basato su sostenibilità, centralità del cliente e responsabilità: questi sono i tre pilastri che daranno vita a una gamma capace di coprire il 50% del mercato, con una cadenza di un nuovo prodotto ogni due anni.


Parlare di sostenibilità elegante per Lancia significa focalizzarsi sul suo design senza tempo, reinterpretato in chiave moderna e contemporanea, lavorando su alcuni dei suoi elementi più iconici. Ad esempio, lo stilema del “calice”, che dà forma al frontale di tutte Lancia, sarà rivisitato grazie ad innovativi elementi illuminanti. Così come i volumi diventeranno sostenibili, ma sempre eleganti, attraverso nuove linee più leggere, affusolate e sinuose. Sostenibilità elegante significa chiaramente anche elettrificazione per una mobilità innovativa e pulita: dal 2026, il marchio lancerà infatti solo modelli 100% elettrici e dal 2028 venderà vetture unicamente full BEV. Sostenibilità elegante significa anche l’utilizzo di materiali innovativi che consentiranno a Lancia di diventare il marchio di Stellantis con la più alta percentuale di materiali riciclati: nei modelli futuri di Lancia, il 50% delle superfici che si toccano saranno realizzate con materiali riciclati o eco-sostenibili.


Per Lancia la centralità del cliente parte da quando si entra nell’abitacolo. Prendendo ispirazione dagli esclusivi interni delle sue vetture del passato, infatti, la prossima generazione del marchio offrirà un ambiente accogliente e familiare, influenzato da elementi di arredamento di grandi designer italiani.


Se si considera la tecnologia di bordo sarà semplice e intuitiva, coerente con il DNA del marchio. Lo conferma S.A.L.A. (Sound Air Light Augmented), un’interfaccia virtuale, essenziale e intelligente, con cui il cliente, avrà il controllo dell’abitacolo: dal suono dell’impianto audio al climatizzatore, fino all’illuminazione. La stessa coinvolgente esperienza a bordo verrà replicata all’interno delle concessionarie, sia italiane sia nelle 100 straniere, ubicate in 60 grandi città europee, laddove almeno la metà delle vendite saranno effettuate on line.

Commenti

  1. alla faccia di Triglia che non ama le auto italiane

    RispondiElimina

Posta un commento