Passa ai contenuti principali

Urbana e versatile: dalla prima Fiat 600 alla Fiat 600 Elettrica



Al Salone dell'Automobile di Ginevra del 1955 fu presentato un concetto rivoluzionario che segnò l'accesso alla mobilità in molti paesi del mondo. La Fiat 600 si distinse per la sua vocazione pratica e per la sua versatilità. Incorporava innovazioni che contribuivano a democratizzare l'accesso automobilistico riducendo i costi, ottimizzando l'accesso interno e aumentando l'affidabilità.

Fiat fa rivivere lo spirito di questo modello unico per portarlo nell'era dell'elettrificazione con il lancio della Nuova Fiat 600 Elettrica. Come il suo predecessore, un'auto polivalente, con tecnologie innovative pensate per godersi appieno la città senza rinunciare alla strada o alle incursioni in campagna.

 


La Fiat 600 è un'icona nella storia dell'automobile, anche nella vita di milioni di automobilisti e di famiglie per le quali ha rappresentato il primo accesso alla mobilità. In totale, di questo modello furono prodotte sotto il marchio Fiat per quasi tre decenni 4.939.642 unità, prodotte in Italia, Cile e Argentina, dove fu prodotta fino al 1982. Inoltre, la filosofia della 600, grazie a licenze e accordi industriali, segnò un prima e un dopo in paesi come la Spagna o l'ex Jugoslavia, dove era conosciuta come Zastava 750.


Dante Giacosa, il padre di questo concetto, e della Fiat 500, trovò una soluzione affidabile e dal design inconfondibile all'esigenza del dopoguerra di avere veicoli pratici, leggeri, polivalenti, economici nella produzione e nell'acquisto, con una meccanica affidabile. facile da mantenere.


Giacosa pensò e lavorò per trovare il quadrato del cerchio e finalmente lo trovò in una carrozzeria monoscocca arrotondata e una struttura meccanica in cui tutti i componenti fondamentali come motore, cambio e trasmissione erano collocati nella parte posteriore del veicolo, per ridurre costi e aumentare lo spazio interno di un'auto così compatta. All'interno si è deciso di posizionare dei sedili comodi e rimovibili, che potevano essere rimossi dall'abitacolo per godersi un buon pasto al sacco. Il volante in bachelite e il tachimetro centrale erano elementi caratteristici dell'abitacolo originale. Quanto all'abitabilità, c'era lo spazio riservato ai bagagli sotto il sedile del passeggero e, ovviamente, sotto il cofano, dove si trovava il bagagliaio.


Un concetto rivoluzionario spinto da un motore quattro cilindri in linea da 633 cm 3 e 21 CV raffreddato ad acqua che ne avrebbe migliorato le prestazioni nel corso degli anni, gestito da un cambio a 4 marce. Una sospensione indipendente su tutte e quattro le ruote assicurava il massimo comfort.


Il design era innovativo, con un frontale arrotondato molto caratteristico e un posteriore in cui il portellone motore era punteggiato da scanalature verticali per garantire una ventilazione ottimale. Per le finestre è stato scelto il vetro scorrevole, che offre un'alternativa economica alle finestre a manovella. Con tutti questi elementi, la Fiat 600 era un'auto con caratteristiche pensate per la città, ma con capacità eccezionali per affrontare la strada.


 


Nel corso della sua carriera commerciale, la Fiat 600 è stata un'auto camaleontica, capace di adattarsi alle esigenze di tutti i tipi di clienti, come dimostrano le sue versioni carrozzate come veicolo commerciale o la sua silhouette cabriolet, la 600 D. Tuttavia, la sua variante più audace era la 600 Multipla (1955-1960). Con un frontale molto più alto del normale e un'architettura interna innovativa, che le permetteva di ospitare comodamente 6 persone in dimensioni più che compatte, era una proposta totalmente innovativa. La sua configurazione prevedeva due passeggeri davanti, due in una fila centrale e altri due in due portapacchi posteriori. Il bagagliaio piatto e i sedili ribaltabili trasformarono questo veicolo in una tenda originale.


Nel 1998 venne fatto un primo tentativo di lanciare un'erede della 600, nello specifico la Fiat Seicento, una compatta urbana a tre porte che ebbe successo nel suo segmento, come dimostrano 1,1 milioni di unità vendute fino al suo addio nel 2004.


La Nuova Fiat 600 Elettrica è un meritato omaggio a uno dei grandi miti della storia del marchio nel segmento B. Grazie alle sue dimensioni di 4,17 metri di lunghezza, un'autonomia elettrica migliorata di oltre 400 km nel ciclo combinato ciclo WLTP e oltre 600 km nel ciclo urbano, rappresenta la soluzione ideale sia per gli amanti della città che per gli appassionati dell'outdoor.


Il suo design iconico all'esterno, accogliente e confortevole all'interno lo rende il perfetto ambasciatore della “Dolce Vita” e dello stile di vita italiano. Con dotazioni e attenzione ai piccoli dettagli che offrono un'esperienza a bordo completamente nuova, incorpora le più avanzate funzioni di sicurezza e assistenza, con tutti i vantaggi legati alla guida assistita di livello 2. Offre ampio spazio interno con 5 posti e 15 litri di spazio di stivaggio interno, un punto di riferimento nella sua categoria. Ampio anche il bagagliaio, che vanta una capacità di carico di 360 litri.


In termini di comfort e connettività, la Nuova Fiat 600 Elettrica incorpora caratteristiche che renderanno ogni viaggio molto più piacevole e gioioso. E' dotato di cancello elettrico a mani libere, alzacristalli elettrici, climatizzatore automatico, sensori di luce e pioggia. Completano l'offerta un sistema audio con 6 altoparlanti, una radio touchscreen da 26 cm (10") completamente personalizzabile con navigazione wireless, CarPlay e Android Auto, un display digitale TFT da 18 cm (7") e servizi connessi.

Commenti

Post popolari in questo blog

Fleet & Tender di Stellantis Italia si aggiudica gara per fornitura di Fiat Panda, 600 e Doblò alla Pubblica Amministrazione italiana

In gara c’erano più lotti che riguardavano vari tipi di veicoli (city car, sport utility vehicle e veicoli commerciali) sia ibridi che elettrici I modelli che sono stati scelti sono la Fiat Panda, Fiat 600 e FIAT Professional Doblò.   Stellantis Italia, attraverso il dipartimento Fleet & Tender, si è aggiudicata un’importante gara nazionale indetta da Consip per la fornitura di veicoli alla Pubblica Amministrazione italiana. In gara c’erano più lotti che riguardavano vari tipi di veicoli (city car, sport utility vehicle e veicoli commerciali). In particolare, i modelli che sono stati scelti sono Fiat Panda (350 unità), Fiat 600 (1.260 ibrida) e 150 FIAT Professional Doblò termici. Il dipartimento di Fleet & Tender è la divisione altamente specializzata all’interno di Stellantis per la progettazione e la realizzazione di ogni specifica tecnica richiesta nelle gare promosse da Consip per la Pubblica Amministrazione ed in particolare per le forze dell’ordine. Tra cui una fornitura

PRIME IMMAGINI UFFICIALI DI DUE NUOVE FIAT IN ARRIVO DAL 2025

Durante la presentazione della nuova Fiat Grande Panda, Olivier Francois ceo di Fiat, ha mostrato un video in cui si intravedono le nuove Fiat Fastback e la familiare in arrivo dal 2025.

A Kragujevac parte la produzione della Nuova Fiat Grande Panda

La produzione della Nuova Fiat Grande Panda elettrica è cominciata nello stabilimento Serbo di Kragujevac, polo industriale a sud di Belgrado. I prossimi due mesi saranno dedicati alle prove della catena di montaggio, mentre in autunno partirà la produzione del modello di serie, che raggiungerà le concessionarie prima della fine dell’anno. L’elettrica avrà un listino con prezzi sotto i 25.000€, mentre la versione ibrida da 100 CV avrà prezzi a partire da meno di 19.000€.

Previsioni traffico estate 2024: 2 bollini neri all'inizio di agosto

Si avvicinano i giorni più trafficati dell'anno per gli spostamenti verso le località turistiche. Qui trovate le previsioni per luglio,  agosto e l'inizio di settembre,  oltre ai divieti di transito per i mezzi pesanti.  Bollino Verde: traffico regolare  Bollino Giallo: traffico intenso  Bollino Rosso: traffico molto intenso  Bollino Nero: massima concentrazione di traffico con criticità  Particolare attenzione al traffico intenso sulla rete autostradale ligure, sulla A1 tra Milano e Bologna e sulla A14 Adriatica. Per informazioni in tempo reale potete ascoltare Rtl 102.5 e Isoradio 103.3. Disponibili anche su radio DAB e per Isoradio con app RAI Play Sound.

Produzione FIAT Panda a Pomigliano d'Arco

Video del Canale YouTube Passione Auto Italiane 

Fiat Grande Panda arriva a fine anno con prezzi da meno di 19.000€

La Grande Panda segna il ritorno della FIAT sul mercato consumer globale. È stato sviluppato sulla base di 3 pilastri: design italiano, piattaforma globale e rilevanza locale. Sostenibilità, inclusività, semplicità e bellezza sono i valori che hanno dato vita al progetto, mentre il design si ispira all'iconica Panda degli anni '80, il 'blue jean' dell'industria automobilistica, qualcosa di perfetto per ogni occasione e per ogni occasione. occasione. cliente. È quindi un’auto socialmente rilevante, l’auto per tutti. La Grande Panda è letteralmente il clone della prima Panda, rendendola un nuovo veicolo del segmento B, conveniente e adatto alle famiglie. Il prezzo della Grande Panda parte da meno di 25.000 euro per la versione completamente elettrica e da meno di 19.000 euro per quella ibrida. Progettata in Italia presso il Centro Stile FIAT di Torino, la Grande Panda si basa su un'idea semplice: una piattaforma multienergia unica e installabile in qualsiasi parte

In Svizzera chi acquista un'auto elettrica di Fiat, Abarth o Alfa Romeo e riceve un veicolo a combustione gratis per 1 mese

Astara innova: L'importatore ufficiale dei marchi Fiat, Abarth e Alfa Romeo lancia una nuova iniziativa per i suoi clienti in Svizzera, per facilitare il passaggio ai veicoli elettrici. I clienti che acquisteranno un veicolo elettrico tra l'1.7.24 e il 30.9.24 potranno usufruire gratuitamente di un veicolo a combustione per un mese. L'offerta è valida da subito presso i concessionari ufficiali Fiat, Abarth e Alfa Romeo in Svizzera.  Astara innova offrendo ai suoi clienti l'uso gratuito di un veicolo a combustione della stessa marca per un periodo di un mese. In questo modo i clienti possono godere del comfort della guida elettrica per tutto l'anno, beneficiando al contempo di un veicolo a combustione della stessa marca, in modo da poter andare in vacanza senza alcun vincolo.  Il veicolo viene consegnato al concessionario del cliente.  Il veicolo è reso disponibile da Astara attraverso la sua nuova offerta di abbonamento: Astara Subscription - Abbonati alla tua pross

Nuova Fiat Grande Panda

Video del Canale YouTube Passione Auto Italiane 

Nuova Fiat Multipla 2025

Nel 2025 arriverà un nuovo Suv Fiat, al momento conosciuto come Multipla,  e che appartiene  alla nuova famiglia Panda. Per capire come sarà basta incrociare le immagini del concept mostrato a febbraio,  con le forme delle nuove Citroën C3 Aircross e Opel Frontera. Il risultato è in grandi linee quello creato da auto-moto.com, che anticipa quello che dovrebbe essere l'aspetto definitivo del nuovo modello.  Questo nuovo B-SUV condivide con la C3 berlina e Aircross e con la Opel Frontera la piattaforma Smart Car, progettata fin dall'inizio per accogliere in modo ottimale l'offerta elettrica. Fiat proporrà l'offerta termica tradizionale, e una gamma ibrida che facilita l'accesso all'elettrificazione. E sarà disponibile anche in versione 100% elettrica, con una gamma accessibile. La Multipla avrà fino a 7 posti e avrà una lunghezza di circa 4,39m e avrà prezzi molto contenuti, grazie all'utilizzo della piattaforma Smart Car, e alla condivisione a livello globale

OBBLIGO DELL'UTILIZZO DELLA CORSIA PIÙ LIBERA A DESTRA

Fino al 2002 il comma 6 dell’art.143 del Codice della Strada diceva che la corsia di destra era riservata ai veicoli lenti, ma questa frase è stata totalmente eliminata dal 15 gennaio 2002. Oggi, l’articolo 143 comma 5 del Codice della Strada prescrive che, salvo diversa segnalazione, sulle strade a due o più corsie per senso di marcia si deve circolare sulla corsia libera più a destra , e la corsia o le corsie di sinistra sono riservate al sorpasso.  Le sanzioni per l’inosservanza di questa legge prevedono il pagamento di una multa compresa tra 42 e 173 euro, la decurtazione di 4 punti dalla patente di guida (8 per i neopatentati) e l’addebito della responsabilità in caso di sinistro o quantomeno il concorso di colpa anche in caso di tamponamento. Il sorpasso a destra non è consentito, ma il superamento sì. Nel sorpasso è previsto il passaggio da una corsia all’altra e il ritorno su quella di origine, mentre il superamento prevede l’avanzamento del veicolo sulla stessa corsia di marci