Poteri speciali per John Elkann in STELLANTIS



In Stellantis John Elkann avrà dei poteri speciali. A stabilirlo è il regolamento del cda del gruppo STELLANTIS. Il documento stabilisce che qualora il presidente del board sia anche un amministratore esecutivo - e questo è il caso di Elkann - questi debba essere consultato su alcune questioni strategiche rilevanti insieme al ceo, carica che per un quinquennio spetterà a Carlos Tavares.

L'elenco dei temi rilevanti comprende otto punti e sostanzialmente riguarda tutte le decisioni cruciali per il futuro di Stellantis. Il presidente esecutivo dovrà infatti essere necessariamente consultato su: 

• Pianificazione finanziaria e strategica a lungo termine
• Operazioni di fusione e acquisizione, inclusi significativi accordi di joint-venture, investimenti e disinvestimenti
• Evoluzione strategica del portafoglio marchi e investimenti significativi in prodotti
• Nomine, pianificazione di successione e remunerazione per le posizioni chiave nel comitato esecutivo globale
• Relazioni istituzionali, incluse rapporti con i principali stakeholder governativi, soprattutto in questioni di rilevanza strategica
• Questioni significative dal punto di vista delle pubbliche relazioni e principali eventi/argomenti di comunicazione
• Interazione con i principali azionisti e partner di riferimento
• Fornire la guida al cda e, in circostanze di crisi, al management esecutivo su problemi di governance e gestione ad hoc delle situazioni di crisi

Commenti