I Firefly debutteranno sui modelli FCA Europei


Facebook Usa Modalità WEB

Da Fire a Firefly, un piccolo cambiamento di nome che in realtà nasconde un grande salto generazionale in termini di tecnologia. FCA ha in Brasile (su Fiat Uno sono già disponibili)  due nuovi motori che sono in arrivo anche Europea. Sono due unità a 3 e 4 cilindri da 1,0 e 1,3 litri che sono stati progettati secondo i criteri della modularità: in entrambi i casi, infatti, la cilindrata unitaria è di 333 centimetri cubici. Una soluzione che permette di abbassare notevolmente i costi industriali di produzione grazie all'ottimizzazione delle componenti condivise tra le due architetture.


Il progetto prevede il blocco in alluminio, due valvole per cilindro con sistema di fasatura variabile, camere di combustione ad altissima efficienza e alternatori che possono ricaricare le batterie in fase di frenata. Un mix che è funzionale ad avere una buona coppia motrice già ai bassi regimi: il 999 cc eroga 77 CV e 107 Nm a 3.250 giri, il 1.332 cc ha 109 CV e 139 Nm a 3.500 giri. Entrambi sono progettati per soddisfare i requisiti di durata minima di 240.000 km.

Non sono state annunciate ufficielmente le tempistiche e quali modelli li introdurranno in gamma per primi, anche se è facile ipotizzare che il 1.0 sostituirà il 1.2 su modelli come Panda e 500.

Commenti