Vendite mese di settembre 2017 in Europa. Tipo +59,1%, Stelvio 11 mila registrazioni nell'anno


Facebook - Instagram - YouTubeFiat Punto -  Skype/Mail redazionewm@outlook.com ©   Iscriviti: Gruppo Scoop e Indiscrezioni Fiat Punto Club Italia - Vogliamo la Nuova Punto



Sono 90 mila le immatricolazioni di Fiat Chrysler Automobiles in Europa a settembre, per una quota del 6,1 per cento. Nel progressivo annuo le registrazioni di FCA sono oltre 831.200, in crescita dell'8,2 per cento in un mercato che chiude al +3,6 per cento. Segno positivo e superiore al mercato in settembre per Alfa Romeo (+15,9 per cento). Ancora una volta 500 e Panda dominano le vendite del segmento A: insieme detengono nell'anno una quota vicina al 30 per cento del mercato. Sempre nel progressivo annuo, prima nel suo segmento anche la 500L con quasi il 24 per cento di quota. 500X è stabilmente tra le 5 vetture più vendute del suo segmento mentre Lancia Ypsilon si conferma leader del segmento B in Italia. L'ottimo risultato di Alfa Romeo raggiunto soprattutto grazie a Stelvio e Giulia: quest'ultimo modello chiude settembre con un aumento delle vendite pari al 16,8 per cento.

Nell'Europa dei 28 più le nazioni aderenti all'EFTA, Fiat Chrysler Automobiles immatricola in settembre 90 mila vetture per una quota stabile al 6,1 per cento.
Nei primi nove mesi dell'anno le registrazioni FCA sono oltre 831.200, l'8,2 per cento in più nel confronto con l'anno scorso, in un mercato cresciuto del 3,6 per cento: 6,9 per cento la quota, in crescita di 0,3 punti percentuali.
Fiat Chrysler Automobiles ottiene risultati positivi nel mese e nel progressivo annuo in quasi tutti i principali Paesi: in Italia chiude con un +5 per cento a settembre e un +9,1 per cento nell'anno; in Germania nei primi nove mesi dell'anno FCA aumenta le vendite dell'11,7 per cento in un mercato che sale del 2,2 per cento; forti crescite anche in Francia e Spagna, dove FCA aumenta le vendite rispettivamente del 9 e del 30,7 per cento a settembre e del 12,1 e del 15,4 per cento nell'anno, con valori sensibilmente superiori alla media dei due mercati.

Il marchio Fiat registra in settembre oltre 65.800 vetture, per una quota stabile al 4,5 per cento.
Nei primi nove mesi del 2017 Fiat immatricola quasi 629.400 vetture, l'8,3 per cento in più rispetto al progressivo del 2016. La quota del brand sale al 5,2 per cento, rispetto al 5 per cento di un anno fa.
Tra i risultati del marchio - oltre al +2,7 per cento nelle vendite in Italia - sono da segnalare le forti crescite ottenute in Francia e in Spagna. In Francia Fiat aumenta le vendite dell'11,9 per cento in settembre (+1,1 per cento il mercato) e dell'11,6 per cento nel progressivo annuo (+3,9 per cento il mercato). In Spagna il brand segna +17,2 per cento nel mese e +14,4 per cento nell'anno, valori sensibilmente maggiori a quelli ottenuti dal mercato: rispettivamente +4,6 e +6,7 per cento.
Il marchio Fiat domina le vendite del segmento A, con 500 e Panda al primo e al secondo posto tra le vetture più vendute in settembre e nell'anno: insieme raggiungono una quota del 29,4 per cento nel progressivo annuo. Le vendite della 500 crescono nel 2017 quasi del 6 per cento rispetto all'anno scorso, mentre la Panda a settembre aumenta le immatricolazioni del 2,3 per cento. La 500L è la vettura più venduta del suo segmento nel 2017, con oltre 52.400 immatricolazioni e una quota vicina al 24 per cento. Si conferma tra le cinque vetture più vendute del suo segmento nell'anno la 500X, con oltre 71 mila registrazioni e una quota del 6,9 per cento. Oltre alla costante crescita della Tipo (le cui vendite a settembre aumentano del 59,1 per cento rispetto allo stesso mese del 2016) va segnalato il risultato di un prodotto di nicchia come la 124 Spider, tra le top five del suo segmento con una quota del 9,25 per cento.

Lancia immatricola in settembre quasi 4.700 vetture, con una quota dello 0,3 per cento.
Nei primi nove mesi del 2017 il marchio registra 49.200 vetture per una quota dello 0,4 per cento.
Da segnalare che Ypsilon in settembre si conferma leader nel segmento B in Italia con una quota del 12,3 per cento.

Ancora un risultato molto positivo per Alfa Romeo. A settembre, le immatricolazioni del marchio in Europa sono oltre 8 mila, il 15,9 per cento in più rispetto all'anno scorso. La quota è stabile allo 0,5 per cento.
Nei primi nove mesi dell'anno le Alfa Romeo registrate in Europa sono 66 mila, il 36 per cento in più rispetto al 2016, per una quota di mercato dello 0,5 per cento, in crescita di 0,1 punti percentuali.
Le vendite del brand crescono in quasi tutti i principali mercati europei con risultati sensibilmente superiori alla media del mercato: in Italia, +13,9 per cento a settembre e +29,6 per cento nel progressivo; in Germania, rispettivamente +4,8 e +56,1 per cento; nel Regno Unito, +11,8 per cento nel mese; e in Spagna, +51,8 per cento a settembre e +34,7 per cento nel progressivo annuo.
A spingere i risultati dell'Alfa Romeo sono la Giulia (le cui immatricolazioni a settembre crescono del 16,8 per cento rispetto allo stesso mese del 2016) e lo Stelvio, che con 11 mila registrazioni nell'anno continua a scalare le classifiche di vendita nel suo segmento.

Commenti

  1. Vedo buoni dati in settembre, migliori della media di mercato anche se i marchi del gruppo ottengono risultati contrastanti. Jeep va forte grazie all’arrivo Compass, l’unico C suv di tutta FCA. Speriamo che si rendano conto di quanto sia indispensabile un modello del genere. Fiat ha la garanzia di Panda e 500, Tipo va bene ma manca il supporto di una vera B, infatti cala del 2%. Lancia è in caduta libera per i motivi che sappiamo e contribuirà sempre meno ai risultati pur valendo sempre il 5% del gruppo. Ma i marchi che più mi balzano all’occhio sono i due in cui Marchionne sta investendo maggiormente. Brusco calo di Maserati (come mai?) ed incremento solo del 15% di Alfa che però parte da numeri ridottissimi, poco superiori a Porsche, inferiori a Jaguar e metà di Land Rover. Con Giulia e Stelvio dovrebbe quantomeno raddoppiare (cioè + 100%). Significa che Alfa è ancora lontanissima dall’essere apprezzata. Bisogna inventarsi qualcosa perché l’utenza straniera si è ormai dimenticata del glorioso marchio e stenta a fidarsi. 11.000 Stelvio a settembre significano meno di 20.000 in un anno. Davvero pochine. I nuovi modelli ipotizzati in arrivo, essendo di gamma superiore, non aiuteranno nei numeri. Non so il break-point che ha messo Marchionne sul marchio ma credo sia lontano. Qualcuno conosce questo numero? Non sto criticando nessuno. Conosco gli sforzi fatti e li apprezzo. Ma non basta ancora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande Lancia :-) prima nel suo unico mercato e con il suo unico modello. che sia un messaggio per FCA

      Elimina
    2. tu pensa, un marchio che non si sa se vivrà che tampona le perdite di un modello che non si sa se vivrà. Na tragedia ...

      Elimina
    3. dai che è un periodo transitorio :-)

      Elimina
    4. x Paolo B. mi puoi dire dove prendi i dati di vendita delle altre case che hai menzionato

      Elimina
    5. Ciao mr vai sul sito di "acea.be" troverai tutte le statistiche ufficiali delle vendite europee. E purtroppo anche i dati che giustamente su questo blog non vengono evidenziati. Tipo che il marchio Fiat ha venduto a settembre le stesse vetture di... Skoda! Ricordi la Skoda 105 e la 120 a motore posteriore? 30 anni fa erano dei cessi. Ora vendono come Fiat! Che rabbia!

      Elimina
  2. per lo meno Lancia è leader nel suo segmento e nel suo mercato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tra l'altro loro lo sanno e lo riconoscono che Lancia vende ancora bene...ma staremo a vedere, l'ultima parola non è stata data

      Elimina
    2. sperem :-) almeno la Ypsilon e magari la Delta

      Elimina
    3. se arrivasse almeno la Argo....

      Elimina
  3. le problème pour alfa , c'est qu'il y a très peu de concessions Alfa hors s italie

    RispondiElimina
  4. LANCIA, un modello sul quale Fiat non spende un euro da sei anni, è prima nel segmento di punta in Italia, con l'unico modello rimasto nella gamma, vecchio del 2011. Ma secondo Marchionne, questa è una marca con uno scarso appeal.... Ci sarebbe da ribaltare le strategie, e porre invece questo brand al primo posto, visto che con poco ha sempre pagato (e continua a pagare) gli stipendi di casa Fiat...

    RispondiElimina
  5. ma volete capire che nessun marchio può campare solo con l'Italia? Su 100 milioni di auto nel mondo da noi se ne vendono meno di 2 all'anno! Lancia può essere leader da noi ma non vale una fava!!!! giusto eliminarla se fa 50mila auto all'anno.

    RispondiElimina

Posta un commento

Passione Auto Italiane: Facebook e Instagram
redazionewm@outlook.com
fiat500club.blogspot.com
passioneautoitaliane.com
Jeep: leautodimatteo.passioneautoitaliane.com
passioneautoitaliane.it
alfaromeoclub.passioneautoitaliane.com
Instagram: Matteo_Volpe_Passione_Auto_Italiane

ISCRIVITI CLICCANDO SULLE 3 LINEE IN ALTO A SINISTRA
(HOME PAGE)

Post popolari in questo blog