Fca: spinta dai successi di Jeep e Fiat. Verso la piena produzione in Brasile


Sulla scia dei successi commerciali ottenuti nel Sudamerica da Jeep Renegade, Jeep Compass e Fiat Toro, Fca si prepara a portare al massimo livello la capacità produttiva del suo impianto brasiliano di Goiana, nello stato del Pernambuco, con l'apertura di un terzo turno di lavoro.

L'ampliamento degli orari, previsto entro fine 2018, permetterà di innalzare da 179.000 a 250.000 il numero di veicoli assemblati all'anno nel moderno stabilimento da cui escono, appunto, i due Suv della Casa delle Sette Feritoie e il pick-up del marchio italiano. L'operazione sarà accompagnata dall'assunzione di 1.500 nuovi operai. La fabbrica oggi si estende su un'area di 270mila metri quadrati, opera in collaborazione con 16 imprese locali fornitrici che realizzano 17 linee strategiche di componenti per i tre modelli di Fca. Delle 179mila unità sfornate nel 2017, 50.723 sono state dei pick-up Toro, le altre dei due modelli Jeep. Di queste, 35mila sono state destinate all'esportazione, principalmente in Messico, Argentina, Paesi caraibici, Perù, Colombia e Costa Rica.

Attualmente il polo di Fca, aperto tre anni fa, occupa con l'indotto circa 13.600 persone, di cui 4.850 assunti direttamente da Jeep, 5.660 impegnati presso i fornitori e 3.100 nel terziario. Il nuovo personale da assumere verrà addestrato all'interno della struttura e, come sottolinea Stefan Ketter, vice presidente FCA e responsabile del Polo Automotivo Jeep di Goiana, ''quest'iniziativa dimostra che stiamo innalzando la cultura industriale della regione. In soli tre anni già contiamo su professionalità locali altamente specializzate che assumeranno la guida dell'impianto e sono in grado di formare una nuova generazione di addetti professionali''.

Commenti

  1. Quindi farà più modelli in brasile che in Europa.... A lungo andare la fiat avrà mercato solo in Brasile dimunendo i modelli in Europa per farci dimenticare della fiat in favore di jeep e alfa.... Opinione personale ovviamente

    RispondiElimina
  2. Il Toro continua ad avere successo ma inspiegabilmente Fca non ne sviluppa una versione Suv per esportarla anche da noi. E poi maglioncino ci viene a dire che il marchio Fiat è meno appetibile in Europa... .

    RispondiElimina
  3. intanto la generalista vw si è fatta il suv Atlas per competere la bmw x6 e Maglioncino da 10 milioni di euro annui riduce la gamma in 2 famigliole.... sempre più peggio.... il suo obiettivo è, con la scusa di azzerrare il debito negando investimenti in nuovi modelli, far perdere considerazione del marchio fiat in europa relegando ad un marchio per il solo mercato sudamericano.... Evidentemente questo è il desiderio della famiglia Agnelli-Elkann e Maglioncino è chiamato a fare questo "sporco" lavoro.... In palio: superbonus e buonuscita milionaria... Opinione personale ovviamente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. conosci il piano industriale? sai già chi sarà il nuovo AD e come lavorerà? aspettare invece di fare film catastrofici, no????

      Elimina
    2. ahahahahahahahahah ma fai il regista? spero di si visto che scrivi sceneggiati di film basati sul nulla. Le conosiderazioni si faranno il 1 giugno e quando ci sarà il nuovo AD!

      Elimina
    3. Nei piani industriali possono dichiarare quello che vogliono.... Ma in realtà contano i fatti concreti. Finora si sono visti cancellazioni e rimandi...
      Potete aspettare 20' anni per un modello... Aspettate e sperate...

      Elimina

Posta un commento

Passione Auto Italiane: Facebook e Instagram
redazionewm@outlook.com
fiat500club.blogspot.com
www.passioneautoitaliane.com
Jeep: leautodimatteo.passioneautoitaliane.com
www.passioneautoitaliane.it
alfaromeoclub.passioneautoitaliane.com
Instagram: Matteo_Volpe_Passione_Auto_Ita

ISCRIVITI CLICCANDO SULLE 3 LINEE IN ALTO A SINISTRA
(HOME PAGE). Li puoi fare una donazione a Passione Auto Italiane

Post più popolari degli ultimi 30 giorni

Arriva il "Piano Italia" di FCA. Il marchio Fiat verrà rilanciato. Piena occupazione in Italia

Nuovi motori ibridi a Pratola Serra