Il punto sul piano industriale




Fiat: ha rispettato l'arrivo della 500x, 124 Spider, Tipo 4p, Tipo 5p e Tipo SW. Cancellate la Punto e il Compact CUV, mentre la Panda arriverà tra il 2019 e il 2020. Sono arrivati i restyling della 500, della 500L, Qubo e Doblò. Ed è in arrivo il restyling della 500X.


Lancia: nessun programma tranne il restyling della Ypsilon nel 2015

Alfa Romeo: marchio su cui si è puntato tutto per poi essere il vero marchio a non aver rispettato il piano. Oltre ai restyling di Mito e Giulietta, si è visto solo la Giulia e lo Stelvio.

Abarth: non segnalata nel piano ha visto la nuova 595 e 124 Spider

Fiat Professional: piano rispettato in piano con i restyling di Fiorino, Doblò, Ducato e l'arrivo del Talento (anche se non segnalato nel piano) e del Fullback. Mentre lo Strada è stato importato ma è già uscito di scena.

Fiat in Sud America ha visto l'arrivo della Argo al posto di New Punto e New Palio e di Cronos al posto di New Siena e Grand Siena. Compact pick-up e B-SUV rinviati.
Nell'area APAC non si è vista la D Sedan, e non si hanno aggiornamenti sull'arrivo di Argo e Cronos in quest'area. Come non si sa nulla sul Compact CUV.
L'area NAFTA ha visto l'arrivo delle 500X, 124 Spider e il restyling della 500L.

Commenti

  1. effettivaente è Alfa che ha pesato negativamente sul fatto che Marchionne sia famoso per non aver rispettato il suo piano. Fabbrica Italia si sa che è stato riscritto per la pesante crisi economica e del marcato dell'auto a livello mondiale. Per cambi come Argo al posto di New Punto e New Palio e la cancellazione di alcuni modelli voglio vedere se anche gli altri rispettano date e modeli previsti al 100%. Per Alfa dico pure io che è stato un flop dal punto di vista del rispetto del piano

    RispondiElimina
  2. Cosa c'è da commentare non ne hanno rispettato neanche la metà di quanto avevano detto ed impegnato a fare, INDECENTI.

    Alfa con 2 modelli
    Lancia 1 modello
    Fiat solo Panda e 500 con 124 che sono stati costretti a fare

    Hanno ucciso l'auto italiana

    Il prossimo piano sarà la stessa cosa prometteranno mar e monti ma di quel piano ne realizzeranno al massimo un quarto, l'unica certezza è la MORTE di Lancia.
    Per il resto è difficile da credere in quello che mostreranno, perchè un conto è mostrare un conto è realizzare.
    FCA voglio FATTI e NON parole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. va bene tutto ma Lancia non era previsto nulla e ok, Fiat hanno fatto 2 modelli in meno, Abarth non era segnalata ma è ok, Fiat Professional ha rispettato il piano. Chi non lo ha rispettato è Alfa!

      Alfa ha Mito, Giulietta, Giulia, Stelvio e 4C. E non sono 2
      Fiat ha anche altri modelli
      Va bene tutto ma diciamo le cose come stanno!!!

      Elimina
    2. si infatti non ingigantiamo le cose!!

      Elimina
    3. Giacomo, la rinascita dell' alfa parte dalla Giulia... dopo Giulia, la Stelvio... 2 vere alfa romeo... oltre alla 4c che è un modello di nicchia....
      Mito non ha nulla di alfa perchè è semplicemente una Punto ricarrozzata... mentre la Giulietta è vecchia e urge un nuovo modello che ha perso la sua esclusività di alfa per aver condiviso il pianale alla fiat-dodge-chrysler (viaggio-dart-charger)....
      Purtroppo molti (ignoranti) vedono la giulietta una bravo ricarrozzata (che non è affatto vero) e non la considerano una vera alfa...
      E ahimè ci sono tanti ipocriti che accettano il ricarrozzamento del gruppo vw (vista come sononimo di qualità tedesca eccellente, eccellente de chè??) disprezzando il ricarrozzamento del gruppo fca....

      Elimina
    4. la considerazione dei singoli modelli non nega la loro esistenza!!!

      Elimina
    5. non mi sembra che Alfa abbia due modelli come non mi sembra che Fiat abbia solo Panda 500 e 124. Per il resto concordo, Alfa è dato un grande peso negativo sul fatto che questo piano non è stato rispettato. Lancia non conta visto che oltre al restyling della Ypsilon il piano era quello di arrivare al punto di avre la Ypsilon solo in Italia. Abarth ha visto la cencellazione della 500x, Fiat 2 modelli cancellati nella regione EMEA e APAC, il resto sono rinvii. Fiat Professional ha rispettato il piano al 100%. Alfa no comment. Hanno puntato tutto su questo marchio per fare 2 modelli in 4 anni e non si sa quando arrivano gli altri

      Elimina
    6. Mito e Giulietta non saranno Alfa inteso come nuovo corso e 4C è di nicchia ma non vuol dire che non vanno calcolate nella gamma Alfa

      Elimina
    7. come i geni che hanno già stabilito che la Punto non c'è più ed è in fase svuota piazzali. Fino a che è in produzione (luglio 2018) e quindi in listino, è un auto della gamma Fiat. La gamma Alfa ha Mito, Giulietta, Giulia, Stelvio e 4C punto e basta! le vostre opinioni non fanno la gamma!!!

      Elimina
    8. Per le la 124 è una Mazda di nicchia, non per questo dico che non fa parte della gamma Fiat

      Elimina
    9. la presenza dei modelli in una gamma di una casa automobilistica non è un opinione!!!

      Elimina
    10. Genio sarai te che credi che la punto è ancora in produzione fino a luglio 2018 visto che é un modello tecnologicamente vetusto che non la compra più nessuno.

      Elimina
    11. Giacomo rispondo a te ed a tutti, tanto per precisare quello che ho detto, e mi spiego meglio.

      ALFA
      Mito non è un'Alfa Romeo perchè non è a TP ed è ma una Punto ricarrozzata c'è dal 2008 e fa parte del piano quinquennale precedente

      Giulietta auto valida ma non è una vera Alfa Romeo in quanto non è TP ed è in gamma dal 2010 anch'essa non fa parte del piano quinquennale precedente

      4C auto di nicchia e vera Alfa Romeo, ma non fa numeri ne testo

      LANCIA
      Stendiamo un velo pietoso su quelle che hanno fatto a Lancia

      FIAT
      Punto, Panda, 500, 500L, sono tutte auto fatte prima del piano quinquennale precedente
      Del piano attuale hanno fatto solo Tipo, 500X e 124 fatta per forza per non pagare la penale a Mazda.

      In totale hanno fatto un niente per i 3 marchi, uno (Lancia) lo hanno ucciso, l'altro stanno provando a rilanciarlo ma con 2 modelli non vai da nessuna parte, e su Fiat in Europa gli stanno facendo fare la fine di Lancia relegandolo alla sola Panda e 500 ovvero segmento A.
      Sono indecenti, punto.

      Elimina
    12. la Punto rimane in produzione fino a luglio 2018 e fino ad allora farà parte della gamma Fiat.

      La gamma Alfa Romeo è composta da Mito, Giulietta, Giulia, Stelvio, 4C e 4C Spider. Il resto è un altro discorso

      Elimina
    13. confermo! sono un operaio di Melfi e lavoro sulla linea della Punto. A singhiozzo sarà prodotta fino a luglio

      Elimina
    14. direi una produzione INUTILE.... andava fermata da tempo per aggiornare la linea di produzione in vista del nuovo modello (credo la MiTo crossover).....
      A che serve continuare a produrre un modello vecchio da 15 anni????? per riempre i piazzali???

      Elimina
    15. anche i tuoi commenti sono inutili! se l'auto è in produzione un motivo c'è. Pensi che sia ancori li perchè sono dementi???

      Elimina
    16. ti da fastidio la Punto, la Mito, la Giulietta....andare su altri siti che seguono altro no???? non dormi di notte perchè gli operai lavorano sulla linea della Punto invece di stare a casa a sperare che un giorno arrivi un nuovo modello a Melfi? ma vaffaculo!!! se la producono vuol dire che va bene cosi e un nuovo modello non è imminente!!!

      Elimina
    17. ammazza dalle proteste per il fatto che non ci sarà la nuova Punto al movetevi ad eliminare l'attuale. Visto che non ci sono novità imminenti ben venga che la Punto abbia un richiesta tale da far andare aventi gli operai di Melfi

      Elimina
    18. Ma quanti sc3mi qui che difendono ancora sulla produzione della vecchia punto mentre la concorrenza sforna modelli nuovi di zecca con tecnologie più attuali...
      Per questo in Italia non cresce....

      Elimina
    19. veramente è stato detto che fino a luglio sarà in produzione e per questo motivo è un auto che fa parte della gamma Fiat ed è un dato di fatto. E poi è stato detto che visto che per ora non sono previsti modelli imminenti è meglio avere la Punto,che se è ancora in produzione c'è un motivo, che tenere a casa gli operai. che sono contenti che Fiat ha un vecchio modello e gli altri no lo stai dicendo tu

      Elimina
    20. da operaio sulla linea Punto preferisco produrre un modello vecchio che stare a casa ad aspettare che da Torino muovono qualcosa. Se la produzione è attiva (anche se a singhiozzo) vuol dire che un minimo di richiesta c'è ancora. Tutti vogliono nuovi modelli, ma se non ci sono preferisco questa situazione!

      Elimina
  3. Con Alfa, hanno deluso le aspettative sui vari modelli.
    Hanno presentato Giulia e Stelvio (più che ottime) e si sono fermati.
    Lancia era chiaro non avrebbe avuto seguito.
    Abarth è di nicchia. Forse avrebbero potuto presentare la 500X, ma va bene così.
    Fiat Professional è in linea con quanto promesso.
    Fiat invece, è vero che non ha rispettato praticamente, solo due modelli, ma che modelli sono? Quelli che avrebbero dato slancio alle vendite.
    Una segmento B ed il C-SUV, sarebbero serviti. Soprattutto per quanto riguarda la C-SUV, dove Marchionne ha sempre detto che è il tipo di auto che fa guadagnare di più e quello con maggiore previsione di aumento vendite.

    RispondiElimina
  4. la tipo arriva dal terzo mondo, non la calcolerei, solo in italia si accontentano di un'auto del genere, la seat,che una volta era considerata peggiore della fiat le auto sono migliori...
    che mancano soldi ok, ma che passati 10 anni e ancora non sanno cosa fare, mi sembra che non è più il loro mestiere, ormai per essere tecnologici, non basta fare solo 2 modelli fatti bene ogni 5 anni state affogando, ogni salone si vedevano almeno i prototipi per sviluppare tecnologie nuove...ci credevo anch'io alla fiat, ma dispiace dirlo, vedo solo chiacchiere scuse e promesse...ormai al posto di fiat ci sono anche i cinesi, se uno non gli piacciono i marchi europei, ad eccezione dei top audi bmw e mercedes...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo in pieno su tutte le tue parole. Dopo quasi 15 anni di regno Marchionne siamo ancora qui a cercare di recuperare il debito e soprattutto abbiamo perso per strada modelli, storia e marchi come Lancia, caso unico nel panorama automotive (a parte la povera Saab), le nostre gamme sono ridotte a pochi modelli che sono vecchi (Panda Giulietta 500 Punto) o decisamente sottotono (Tipo, auto pensata per il terzo mondo e che vende perché c’è solo quella nel segmento C!). I marchi americani sono stati massacrati o ridimensionati. Gli unici modelli di ottima fattura, Giulia e Stelvio, sono lasciati incompiuti senza aver completato la gamma (es Giulia coupè o sw, Stelvio Suv-coupè) e senza inserire a listino quegli accessori indispensabili per auto del genere. Solo Jeep viene seguita (e sopravvalutata) grazie alla moda suv.. Insomma… un lavoro da macellai con il benestare degli Agnelli e con il serio rischio di dover ridurre i dipendenti (senza modelli è una conseguenza ovvia). Se ritenete questa politica tanto lodevole pensate a quante occasioni abbiamo perso nel poter esprimere la nostra bravura in segmenti che una volta dominavamo e quante quote di mercato abbiamo ceduto a concorrenti un tempo ridicoli come Seat o Skoda o Dacia che adesso ci superano in vendite e qualità…. E Marchionne nel frattempo sta lavorando per il suo interesse da molto tempo a questa parte. Ora solo un nuovo AD con i controcoglioni può salvarci. Bisognerebbe disertare la presentazione del nuovo piano il primo giugno perché tanto si sa che non sarà nè veritiero né rispettato. Basta prese per il culo! Voglio rivedere una vera Fiat!! Se continua così meglio che arrivi un acquirente a rilevare tutta la baracca!

      Elimina
  5. Hai fatto bene Matteo a precisare queste cose con le slides del precedente piano industriale. Cosi chi non credeva all'evidenza può capire quanto poco è stato fatto per la parte italiana di FCA. Restano infatti una misera manciata di modelli che fra l'altro non coprono i segmenti più importanti. Se guardiamo poi il fronte americano scopriamo che i marchi storici sono stati distrutti e solo Jeep ha avuto un trattamento "normale". Per normale intendo un rinnovo della gamma come fanno tutti ma proprio tutti i costruttori. Quindi benvenga un nuovo piano industriale ma quanto alla sua effettiva realizzazione finché' c'è Marchionne non accetto più nessuna promessa.

    RispondiElimina
  6. Cmq io non capisco di cosa vi scandalizziate.. i piani industriali sono sempre estremamente ambiziosi.. pensate ai proclami di Musk ma anche di Car2Go per prendere un'azienda tedesca..

    La verità però è che FCA in dieci anni ha fatto un balzo avanti e secondo me continuerà a crescere..

    La collaborazione con Waymo sul self driving è un colpo straordinario.. (FT dice che avrà nel 2030 un market share del 60%)

    RispondiElimina

Posta un commento

Passione Auto Italiane: Facebook e Instagram
redazionewm@outlook.com
fiat500club.blogspot.com
www.passioneautoitaliane.com
Jeep: leautodimatteo.passioneautoitaliane.com
www.passioneautoitaliane.it
alfaromeoclub.passioneautoitaliane.com
Instagram: Matteo_Volpe_Passione_Auto_Ita

ISCRIVITI CLICCANDO SULLE 3 LINEE IN ALTO A SINISTRA
(HOME PAGE). Li puoi fare una donazione a Passione Auto Italiane

Post più popolari degli ultimi 30 giorni

Arriva il "Piano Italia" di FCA. Il marchio Fiat verrà rilanciato. Piena occupazione in Italia

Nuovi motori ibridi a Pratola Serra