Passa ai contenuti principali

La Mille Miglia è Alfa Romeo


Piano Industriale -10 - passioneautoitaliane.com
>>> Raduno Alfa Romeo
>>> Raduno 500

Ancora sulla pelle i brividi di un'edizione che ha consolidato ulteriormente il legame tra il brand e la "Freccia Rossa".
47 Alfa Romeo al via e tre sul podio, a novant'anni dalla prima vittoria.
Star internazionali, piloti e appassionati tra gli equipaggi delle vetture Alfa Romeo iscritte da FCA Heritage.
Un passaggio celebrativo a Milano e ad Arese, presso il Museo Storico, dove si sono svolte alcune prove cronometrate sul circuito interno.
Presenti anche Marcus Ericsson e Charles Leclerc, i piloti della scuderia Alfa Romeo Sauber F1 Team, che hanno guidato una Gran Premio Tipo B del 1932 e una 750 Competizione del 1955.

Al passaggio della Mille Miglia le strade inevitabilmente si trasformano e dopo i circa 1800 chilometri percorsi, sulla via del ritorno verso casa, la prima sensazione è di smarrimento. Non c'è navigatore che tenga: senza le centinaia di cartelli rossi che segnano il cammino ci si perde. E ci si sorprende perché le rotonde non sono più punti di appostamento privilegiati per i fotografi, e senza il sostegno del pubblico passa la voglia di accelerare. Un calore generoso, da Brescia a Roma e ritorno, in ogni piazza e fuori da ogni uscio, aggregazioni spontanee che si ripetono di anno in anno. Occhi puntati sul "museo viaggiante", e tanti flash e apprezzamenti per le Alfa Romeo della flotta ufficiale a supporto della competizione.

Quadrifoglio: un simbolo storico proiettato sul futuro
Non capita certo tutti i giorni di poter ammirare dal vivo e da vicino uno Stelvio Quadrifoglio, showcase dell'eccellenza Alfa Romeo, il SUV capace di percorrere il circuito del Nürburgring in 7 minuti, 51 secondi e 7 decimi, il tempo più basso di sempre nella sua categoria. Quadrifoglio: è sufficiente questa denominazione per identificare una vettura fuori da ogni categoria, avulsa dalla normale segmentazione. E il primo SUV che è anche un'Alfa Romeo si è trovato a proprio agio tra due ali di folla incantate dal rombo ipnotico del 2.9 V6 Bi-Turbo, una promessa della potenza che è in grado di sprigionare. Lasciata Parma di buon mattino, la Mille Miglia ha animato i ritmi lenti di un sabato mattina in Val Padana e le strade dolcemente ondulate, dopo Fidenza e verso Salsomaggiore. Passerella poi a Piacenza, in Piazza Cavalli: quelli di Stelvio e Giulia Quadrifoglio sono 510, e la piazza a malapena li conteneva tutti.

Ad Arese l'incontro tra la Mille Miglia e la scuderia Alfa Romeo Sauber F1 Team
A San Rocco al Porto si saluta l'Emilia Romagna: Lodi, la Mille Miglia rientra in Lombardia, la regione dove è stata concepita e realizzata. Un legame quest'anno ancora più forte e profondo, sancito dallo spettacolare passaggio a Milano in una Piazza del Duomo gremita e sorpresa. Succede tanto, a Milano, succede tutto: ma la Mille Miglia ancora no, e la città scopre un'emozione nuova. Quanti ingredienti, tutti insieme, e quante prime volte. Lasciato il traffico indulgente di Viale Certosa, la carovana ha effettuato un passaggio celebrativo ad Arese presso il Museo Storico Alfa Romeo dove si sono svolte alcune prove cronometrate sul circuito interno. Presenti anche Marcus Ericsson e Charles Leclerc, i piloti della scuderia Alfa Romeo Sauber F1 Team, che hanno guidato una Gran Premio Tipo B del 1932 e una 750 Competizione del 1955.

Piloti sul podio
I due piloti Marcus Ericsson e Charles Leclerc hanno anche salutato il pubblico sul palco di Brescia. Un tripudio Alfa Romeo con la tripletta a novant'anni dal primo successo del marchio alla Mille Miglia celebrato anche dal progetto "Alfa Romeo: la Mille Miglia in 90 luoghi".
La Mille Miglia 2018 è stata vinta dall'Alfa Romeo 6C 1500 GS Testa Fissa con equipaggio Tonconogy-Ruffini. Al secondo posto, a sole otto penalità di distanza dal vincitore, la stupenda 6C 1500 Super Sport del 1928, carrozzata dagli Stabilimenti Farina. È un vettura ufficiale della collezione FCA Heritage, normalmente in mostra presso il Museo Storico Alfa Romeo, e guidata da Giovanni Moceri con il co-driver Daniele Bonetti. Al terzo posto, l'Alfa Romeo 6C 1750 SS Zagato, condotta dall'equipaggio Vesco-Guerini.

Gli equipaggi FCA Heritage e i grandi ospiti Alfa Romeo
Piazzamenti onorevoli per le vetture Alfa Romeo iscritte da FCA Heritage, che hanno tutte concluso la 36esima rievocazione storica della Mille Miglia completando il tradizionale percorso Brescia-Roma-Brescia. La squadra ufficiale Alfa Romeo ha annoverato tra le sua fila professionisti delle corse e artisti di fama internazionale, tutti accomunati dall'amore per le auto d'epoca della Casa del Biscione. Ttra questi il bassista dei Coldplay Guy Berryman con il pilota Derek Hill a bordo della 1900 Sport Spider del 1954; Roberto Giolito con David Giudici su un'Alfa Romeo 1750 GS del 1930; mentre Paolo Spalluto e Ottaviano Checchi hanno condotto una 1900 C SS Touring del 1956. Non solo: si sono distinti a bordo di un'Alfa Romeo anche Axel Marx, che vanta una prestigiosissima collezione di centinaia di Alfa Romeo d'epoca, insieme a Fabrizio Buonamassa e Piero Pelù con la compagna Gianna Fratta, una delle direttrici d'orchestra più conosciute ed apprezzate nel panorama internazionale. La presenza del cantante e musicista fiorentino ha comprensibilmente scatenato l'entusiasmo della folla, che a ogni passaggio circondava la sua Giulietta Sprint del 1955. La sua vettura, che ha beneficiato recentemente di un accurato restauro, ha ricevuto il "Certificato d'Origine" di Alfa Romeo Classiche, il documento che riporta le specifiche di produzione del singolo numero di telaio contenute nei registri di produzione della Casa madre.

Va così dunque in archivio un'edizione eccezionale della Mille Miglia che ha ulteriormente consolidato, se possibile, il legame tra la "Freccia Rossa" e Alfa Romeo. Come colto tra le voci delle tribune accanto al podio, mai come quest'anno si può affermare che "Alfa Romeo è la Mille Miglia, e la Mille Miglia è Alfa Romeo".

Commenti

Post popolari in questo blog

OBBLIGO DELL'UTILIZZO DELLA CORSIA PIÙ LIBERA A DESTRA

Fino al 2002 il comma 6 dell’art.143 del Codice della Strada diceva che la corsia di destra era riservata ai veicoli lenti, ma questa frase è stata totalmente eliminata dal 15 gennaio 2002. Oggi, l’articolo 143 comma 5 del Codice della Strada prescrive che, salvo diversa segnalazione, sulle strade a due o più corsie per senso di marcia si deve circolare sulla corsia libera più a destra , e la corsia o le corsie di sinistra sono riservate al sorpasso.  Le sanzioni per l’inosservanza di questa legge prevedono il pagamento di una multa compresa tra 42 e 173 euro, la decurtazione di 4 punti dalla patente di guida (8 per i neopatentati) e l’addebito della responsabilità in caso di sinistro o quantomeno il concorso di colpa anche in caso di tamponamento. Il sorpasso a destra non è consentito, ma il superamento sì. Nel sorpasso è previsto il passaggio da una corsia all’altra e il ritorno su quella di origine, mentre il superamento prevede l’avanzamento del veicolo sulla stessa corsia di marci

Prime immagini di due nuove Fiat in arrivo dall'anno prossimo

Durante la presentazione della nuova Fiat Grande Panda,  Olivier Francois ceo di Fiat,  ha mostrato un video in cui si intravedono le nuove Fiat Fastback e la familiare in arrivo dal 2025.

PRIME IMMAGINI UFFICIALI DI DUE NUOVE FIAT IN ARRIVO DAL 2025

Durante la presentazione della nuova Fiat Grande Panda, Olivier Francois ceo di Fiat, ha mostrato un video in cui si intravedono le nuove Fiat Fastback e la familiare in arrivo dal 2025.

Fiat Grande Panda arriva a fine anno con prezzi da meno di 19.000€

La Grande Panda segna il ritorno della FIAT sul mercato consumer globale. È stato sviluppato sulla base di 3 pilastri: design italiano, piattaforma globale e rilevanza locale. Sostenibilità, inclusività, semplicità e bellezza sono i valori che hanno dato vita al progetto, mentre il design si ispira all'iconica Panda degli anni '80, il 'blue jean' dell'industria automobilistica, qualcosa di perfetto per ogni occasione e per ogni occasione. occasione. cliente. È quindi un’auto socialmente rilevante, l’auto per tutti. La Grande Panda è letteralmente il clone della prima Panda, rendendola un nuovo veicolo del segmento B, conveniente e adatto alle famiglie. Il prezzo della Grande Panda parte da meno di 25.000 euro per la versione completamente elettrica e da meno di 19.000 euro per quella ibrida. Progettata in Italia presso il Centro Stile FIAT di Torino, la Grande Panda si basa su un'idea semplice: una piattaforma multienergia unica e installabile in qualsiasi parte

Previsioni traffico estate 2024: 2 bollini neri all'inizio di agosto

Si avvicinano i giorni più trafficati dell'anno per gli spostamenti verso le località turistiche. Qui trovate le previsioni per luglio,  agosto e l'inizio di settembre,  oltre ai divieti di transito per i mezzi pesanti.  Bollino Verde: traffico regolare  Bollino Giallo: traffico intenso  Bollino Rosso: traffico molto intenso  Bollino Nero: massima concentrazione di traffico con criticità  Particolare attenzione al traffico intenso sulla rete autostradale ligure, sulla A1 tra Milano e Bologna e sulla A14 Adriatica. Per informazioni in tempo reale potete ascoltare Rtl 102.5 e Isoradio 103.3. Disponibili anche su radio DAB e per Isoradio con app RAI Play Sound.

Fleet & Tender di Stellantis Italia si aggiudica gara per fornitura di Fiat Panda, 600 e Doblò alla Pubblica Amministrazione italiana

In gara c’erano più lotti che riguardavano vari tipi di veicoli (city car, sport utility vehicle e veicoli commerciali) sia ibridi che elettrici I modelli che sono stati scelti sono la Fiat Panda, Fiat 600 e FIAT Professional Doblò.   Stellantis Italia, attraverso il dipartimento Fleet & Tender, si è aggiudicata un’importante gara nazionale indetta da Consip per la fornitura di veicoli alla Pubblica Amministrazione italiana. In gara c’erano più lotti che riguardavano vari tipi di veicoli (city car, sport utility vehicle e veicoli commerciali). In particolare, i modelli che sono stati scelti sono Fiat Panda (350 unità), Fiat 600 (1.260 ibrida) e 150 FIAT Professional Doblò termici. Il dipartimento di Fleet & Tender è la divisione altamente specializzata all’interno di Stellantis per la progettazione e la realizzazione di ogni specifica tecnica richiesta nelle gare promosse da Consip per la Pubblica Amministrazione ed in particolare per le forze dell’ordine. Tra cui una fornitura

Video Nuova Fiat Grande Panda

Video del Canale YouTube FIAT 

Oggi viene consegnata la prima Nuova Lancia Ypsilon

Oggi è stato consegnato il primo esemplare di Nuova Lancia Ypsilon, nell’esclusiva edizione di lancio NUOVA LANCIA YPSILON EDIZIONE LIMITATA CASSINA. La NUOVA LANCIA YPSILON EDIZIONE LIMITATA CASSINA, di color blu, è stata consegnata da Raffaele Russo, Premium Cluster Director del Mercato Italia di Stellantis presso il concessionario Nuova Auto Alpina di Ivrea. Il processo di consegna di Nuova Lancia Ypsilon è espressione del nuovo posizionamento premium del marchio che si traduce in un’esperienza in concessionaria con massima cura per i dettagli e attenzione ai bisogni dei clienti. Nelle 160 Concessionarie Casa Lancia, grazie ad una Corporate Identity completamente rinnovata, a nuovi processi e ad una forza vendita dedicata e certificata, il marchio accoglie i propri clienti come fossero a casa con una qualità del servizio premium e coerente dall'inizio alla fine dell’esperienza in showroom. La gamma di Nuova Lancia Ypsilon è disponibile in motorizzazione 100% elettrica ed ibrida,

Nuova Fiat Grande Panda

La Grande Panda rappresenta il ritorno di FIAT nel mercato globale mainstream, fondata su tre pilastri: design italiano, piattaforma globale e rilevanza locale. Valori come sostenibilità, inclusività, semplicità e bellezza sono alla base del progetto, con un design ispirato all'iconica Panda degli anni '80, definita il "blue jeans" dell'automotive per la sua versatilità. La Grande Panda, pertanto, si posiziona come un'auto socialmente rilevante e accessibile a tutti. La nuova Panda è un'evoluzione della prima Panda, trasformandosi in un veicolo del segmento B adatto alle famiglie, con un prezzo di partenza inferiore a €25.000 per la versione elettrica. Progettata in Italia presso il Centro Stile FIAT di Torino, si basa su una piattaforma multi-energia adattabile a livello globale, con un design italiano distintivo e opzioni di motorizzazione per rispondere alle diverse esigenze dei clienti in tutto il mondo. Questo modello segna la transizione di FIAT da u

La Nuova Abarth 600e arriverà a novembre

  Nuova Abarth 600e Scorpionissima, l’Abarth più potente di sempre, dotata di 240 CV, un differenziale meccanico a slittamento limitato e componenti racing. Accattivante è l’aggettivo perfetto per descrivere l’abitacolo della Nuova Abarth 600e Scorpionissima. Grazie alla plancia arricchita con le grafiche Abarth, all’esclusivo pattern e al distintivo ambiente nero, l’abitacolo mantiene la sua caratteristica aura impreziosita da dettagli come il simbolo dello Scorpione sul volante o le cuciture colorate. Lo spirito racing dell’Abarth 600e Scorpionissima trova espressione nei sedili dedicati e inspirati al mondo delle competizioni e nel volante sportivo con inserti in pelle e Alcantara®, valorizzando così l’essenza cool e la sportività dell’auto. Il design interno è arricchito anche da un tunnel centrale provvisto di una copertura che garantisce maggiore spazio per i propri oggetti, dalla luce ambiente per valorizzare gli interni e dalla radio NAV da 10 pollici per gestire le funzioni di