Mille Miglia 2018: la leggenda Alfa Romeo continua a far sognare




La 36esima edizione della mitica gara coincide con il 90esimo anniversario della prima delle 11 vittorie firmate Alfa Romeo tra il 1927 e il 1957: è un record che non potrà mai essere battuto.
La ricorrenza sarà festeggiata il 19 maggio con un passaggio celebrativo a Milano e ad Arese presso il Museo Storico Alfa Romeo dove si svolgeranno alcune prove cronometrate sul circuito interno.
Il 19 maggio saranno presenti anche i piloti Marcus Ericsson e Charles Leclerc della scuderia Alfa Romeo Sauber F1 Team che stanno disputando il campionato di Formula 1 2018.
Rinnovato nel 2015, oggi il polo di Arese è il cuore di un "brand center" che lega passato, presente e futuro del marchio italiano.
Dal 19 maggio a dicembre 2018, il Museo ospiterà la mostra "11 volte campione" che celebra queste imprese sportive, scolpite nella memoria degli appassionati di tutto il mondo.
Alla gara quest'anno parteciperanno alcune preziose vetture Alfa Romeo d'epoca appartenenti alla collezione di FCA Heritage: dalla 6C 1500 SS alla 6C 1750 GS, dalla 1900 SS alla 1900 Sport Spider.
Vetture ufficiali della Mille Miglia 2018 saranno 30 esemplari Alfa Romeo, tra Giulia e Stelvio.

Tutto è pronto per vivere le forti emozioni che ogni anno regala la rievocazione storica della Mille Miglia, la leggendaria competizione definita la "corsa più bella del mondo". Giunta alla 36esima edizione, la gara si svolgerà sul tradizionale percorso Brescia-Roma-Brescia e vedrà in prima fila il marchio sia in qualità di Automotive Sponsor sia di "festeggiata", in quanto quest'anno ricorre il 90esimo anniversario della sua prima vittoria nella gara che si svolse dal 1927 al 1957.

Era infatti  il 1° aprile del 1928 quando Giuseppe Campari e Giulio Ramponi conquistarono il gradino più alto del podio con la 6C 1500 Super Sport, uno dei capolavori assoluti di Vittorio Jano, che s'impose per la sua architettura meccanica rivoluzionaria, con testa fissa e sovralimentata. La straordinaria vettura percorse i 1.618 km del tracciato alla ragguardevole media di 84 km/h, centrando così il primo degli 11 successi dell'Alfa Romeo, di cui 7 consecutivi, dal 1932 al 1938: un record che non potrà mai essere battuto.

Per riassaporare le suggestioni di queste imprese epiche, segnate da uomini temerari e strade polverose, il Museo Storico Alfa Romeo di Arese (Milano) ospiterà dal 19 maggio la mostra "11 volte campione". La rassegna, che rimarrà aperta fino a dicembre 2018, sarà visitabile tutti i giorni dalle ore 10 alle 18 (martedì giorno di chiusura). E il 19 maggio il polo di Arese accoglierà, per la prima volta nella sua storia, una delle tappe della Mille Miglia, dando la possibilità alle vetture in gara di cimentarsi in prove cronometrate sulla pista interna del museo. Alfisti e appassionati potranno assistere all'evento:  il biglietto di ingresso al museo comprenderà infatti - in esclusiva per quel giorno - anche l'accesso all'area esterna e al circuito, oltre alla mostra e a un'esposizione di vetture storiche legate alla Mille Miglia a cura del Registro Italiano Alfa Romeo. Per lasciare libero l'accesso alle auto partecipanti alla gara, nella giornata di sabato 19 maggio sarà riservato ai visitatori del Museo un parcheggio esterno in viale Luraghi, collegato per tutta la giornata da un servizio di shuttle. Per informazioni www.museoalfaromeo.com. Inoltre, dalle 8 alle 18, sarà attivo un servizio gratuito di shuttle che collegherà il museo alla stazione ferroviaria di Rho-Fiera, capolinea della linea metropolitana MM1.

Inaugurato il 24 giugno 2015, l'affascinante Museo Storico Alfa Romeo - denominato "La macchina del tempo" -  è il cuore di un vero e proprio "brand center", nato da un importante progetto di riqualificazione firmato dall'architetto Benedetto Camerana, che unisce passato, presente e futuro del marchio. Infatti, oltre all'esposizione dei modelli più significativi della collezione storica Alfa Romeo, l'area è viva e palpitante con il Centro Documentazione, la pista interna, gli spazi per eventi, l'Alfa Romeo Caffè e lo show-room con delivery area.

Il 19 maggio saranno presenti anche i piloti Marcus Ericsson e Charles Leclerc della scuderia Alfa Romeo Sauber F1 Team che stanno disputando il campionato di Formula 1 2018. La loro partecipazione è un segno tangibile di quanto il mondo delle competizioni sia inscritto nel DNA Alfa Romeo.
Marcus Ericsson: "Sono molto contento di partecipare alla Mille Miglia. Si tratta di un evento iconico e per me sarà un'esperienza speciale parteciparvi per la prima volta. Rappresentare l'Alfa Romeo in questo tipo di eventi è qualcosa di cui sono molto orgoglioso, e non vedo l'ora di vedere tutte le auto d'epoca e magari guidare una vettura Alfa Romeo storica".
Charles Leclerc: "Per me è un grande onore partecipare a un evento storico come la Mille Miglia. Ho una grande passione per le auto, e soprattutto per quelle storiche, e sarà entusiasmante vederne alcune in questo evento. E in questa occasione speciale sarà divertente guidare lo Stelvio Quadrifoglio attraverso la città di Milano e anche un'Alfa Romeo storica".

Dunque, il passaggio celebrativo al Museo Storico Alfa Romeo di Arese è il giusto tributo al marchio italiano che più di tutti ha contribuito a far entrare nell'immaginario collettivo la classica bresciana. Quest'anno alla competizione saranno presenti alcune preziose vetture Alfa Romeo d'epoca - modelli  6C 1500 SS, 6C 1750 GS, 1900 SS e 1900 Sport Spider - normalmente esposti presso il Museo ed appartenenti alla collezione di FCA Heritage, il dipartimento del Gruppo dedicato alla tutela e alla promozione del patrimonio storico dei brand italiani di FCA.

Infine, al seguito di queste rarità d'epoca, una flotta di 30 esemplari, tra Giulia e Stelvio, che il marchio metterà a disposizione dell'organizzazione come vetture ufficiali della Mille Miglia 2018. È la migliore dimostrazione di quanto sia ancora forte quel fil rouge che lega le auto del passato e quelle di attuale produzione. Viaggiare a bordo di questi modelli è un modo originale per vivere questa gara e al tempo stesso scoprire la leggenda sportiva Alfa Romeo, esperienza ancora più esaltante se a bordo di Stelvio Quadrifoglio o Giulia Quadrifoglio, la massima espressione della nuova generazione Alfa Romeo contraddistinta dal mitico portafortuna che dal 1923 orna le vetture più prestazionali del marchio italiano.

Commenti

Post popolari in questo blog