Passa ai contenuti principali

Alfa Romeo: nuova gamma Ti e serie speciali Giulia Quadrifoglio e Stelvio Quadrifoglio "Alfa Romeo Racing"





Il brand è protagonista dell'evento con un'area espositiva all'insegna della bellezza, della performance e dell'esclusività.
Connettività e carattere su ogni modello grazie agli accessori Mopar® studiati per esaltare le peculiarità di Giulietta, Giulia e Stelvio.
Spiccano le serie speciali a tiratura limitata Giulia Quadrifoglio e Stelvio Quadrifoglio "Alfa Romeo Racing", che celebrano la leggenda Alfa Romeo nelle competizioni e il ritorno di un pilota italiano in Formula 1, Antonio Giovinazzi nel team "Alfa Romeo Racing" insieme al Campione del Mondo Kimi Räikkönen.
Contenuti unici e prestazioni: è Alfa Romeo Stelvio Ti, l'allestimento che si fregia della storica sigla "Turismo Internazionale", da sempre sinonimo delle versioni più ricche, più tecnologiche, più grintose.
Sotto i riflettori la nuova Alfa Romeo Giulietta MY19, che evolve mantenendo il suo inconfondibile stile e lo spiccato carattere sportivo.

Ulteriori grandi novità saranno svelate nel corso della conferenza stampa di martedì 5 marzo.

Da oltre un secolo le vetture Alfa Romeo affascinano gli automobilisti per la loro bellezza, il loro stile italiano capace di evocare al primo sguardo le prestazioni, la tecnologia e il piacere di guida pronti a sprigionarsi avviando il motore. Quest'anno il pubblico del Salone Internazionale di Ginevra non potrà fare a meno di cogliere un'ulteriore evoluzione del brand, in tante direzioni diverse. Nulla meglio del ritorno in Formula 1 avrebbe potuto esprimere l'appartenenza della performance più estrema al DNA di Alfa Romeo, e nella stagione 2019 la squadra gareggerà nel massimo campionato con il nome "Alfa Romeo Racing" riportando al via un pilota italiano, Antonio Giovinazzi, accanto a Kimi Räikkönen, già campione del mondo nel 2007. Non mancherà, sullo stand, la monoposto della scuderia, e dall'indissolubile legame con le competizioni nascono le serie speciali a tiratura limitata Giulia Quadrifoglio e Stelvio Quadrifoglio "Alfa Romeo Racing" con livrea dedicata. Evoluzione anche nel senso dell'esclusività, con il ritorno della storica sigla "Turismo Internazionale" a fregiare Alfa Romeo Stelvio nel nuovo allestimento Ti, che rappresenta il massimo della sportività, accanto alla Giulia Veloce Ti. La nuova Giulietta MY19 si propone al mercato con un approccio sempre più tailored grazie a cinque allestimenti e sei pacchetti di accessori. In questo modo, chiunque potrà esprimere il proprio carattere attraverso la propria vettura. Sullo stand, un'elegante Giulietta Executive in livrea Verde Visconti e la sportiva Giulietta Veloce.
A proposito di personalizzazioni, non manca un'esposizione di accessori griffati Mopar®, il brand dedicato ad assistenza, ricambi e supporto al cliente per i veicoli FCA.
Infine, un ulteriore importante passo verso il futuro sarà illustrato nel corso della conferenza stampa in programma per martedì 5 marzo.

Le serie speciali Giulia Quadrifoglio e Stelvio Quadrifoglio "Alfa Romeo Racing"
Protagoniste dell'area espositiva saranno certamente le serie speciali Giulia Quadrifoglio e Stelvio Quadrifoglio "Alfa Romeo Racing", in tiratura limitata.
La serie limitata "Alfa Romeo Racing" celebra la partecipazione e il sempre più profondo coinvolgimento di Alfa Romeo nel campionato mondiale di Formula 1 insieme a Sauber. Da quest'anno, la nuova denominazione ufficiale della squadra è "Alfa Romeo Racing", e oltre al nome va sottolineato un significativo inciso: "since 1910". È il modo migliore per esprimere orgogliosamente come le origini di Alfa Romeo, fondata il 24 giugno 1910, s'intreccino con le competizioni. Infatti, appena un anno dopo la sua fondazione, il marchio debuttò ufficialmente nel mondo delle corse vincendo la Prima Gara di regolarità a Modena. Da allora la sua leggenda sportiva si è arricchita di vittorie e podi nei diversi campionati internazionali, inclusa la Formula 1. La sinergia tra Sauber e Alfa Romeo, Title Sponsor dal 2018, ha condotto il team a continui progressi e a concludere il campionato all'ottavo posto. Oggi la collaborazione tecnica e commerciale tra le due realtà si rafforza, mantenendo invariate la gestione e la proprietà. Con Alfa Romeo Racing le due società condividono lo stesso obiettivo: il raggiungimento di risultati ambiziosi guardando con fiducia al vertice nelle competizioni sportive. Il pubblico del Salone di Ginevra potrà ammirare la monoposto del team, affidata ai piloti Kimi Räikkönen, già campione del mondo, e al giovane italiano Antonio Giovinazzi. La sua presenza è motivo di orgoglio nazionale, visto che sono trascorsi ormai otto anni dall'ultima apparizione stabile di un pilota tricolore al volante di una Formula 1. Accanto alla monoposto, sfoggiano la stessa livrea le Alfa Romeo Quadrifoglio "Alfa Romeo Racing".
Su questa serie speciale alla esclusiva livrea, che rende omaggio alla monoposto Alfa Romeo Racing C38, si abbinano dettagli di stile unici, come i sedili sportivi Sparco con cuciture rosse e guscio in carbonio, il pomello del cambio automatico con inserto in carbonio firmato da Mopar®, il volante in pelle e alcantara anche questo con inserti in carbonio. All'interno spicca poi un badge celebrativo dedicato con il logo Alfa Romeo Racing. Le emozioni della competizione nei dettagli tecnici come il tetto in carbonio a vista su Giulia, i cerchi in lega bruniti da 19" su Giulia e da 20" su Stelvio, le pinze freno rosse. Inoltre queste serie speciali sono dotate dell'esclusivo scarico in titanio Akrapovič, che enfatizza il sound profondo e aggressivo del motore 2.9 V6 Bi-Turbo che, grazie a un tuning specifico realizzato ad hoc dagli ingegneri Alfa Romeo, beneficia di un incremento di potenza. L'adozione dello scarico in titanio, dell'impianto frenante con dischi carbo-ceramici e dei sedili Sparco con guscio in carbonio, inoltre, apporta un significativo risparmio di peso rispetto alle rispettive versioni di normale produzione. L'utilizzo del carbonio è diffuso e coinvolge anche le calotte degli specchietti retrovisori, la "V" del trilobo frontale, gli inserti sulle minigonne, i battitacco (su Giulia).
Su entrambe le vetture "Alfa Romeo Racing" non mancano i cristalli privacy, l'Adaptive Cruise Control, il pacchetto audio premium Harman Kardon, il sistema infotainment AlfaTM Connect 3D Nav by Mopar con schermo da 8,8'', Apple CarPlayTM e Android AutoTM e radio DAB.

Sotto la pelle rimane tutto il concentrato di preziosità tecniche e prestazionali di cui sono dotati i modelli Quadrifoglio, simbolo leggendario adottato da Alfa Romeo nel 1923. Ad esempio su Stelvio, per la prima volta, il propulsore 2.9 V6 Bi-Turbo è abbinato all'innovativo sistema di trazione integrale Q4 che garantisce il massimo livello in termini di prestazioni, motricità, piacere di guida e sicurezza in tutte le situazioni. Le vetture sono inoltre dotate dell'unità di controllo AlfaTM Chassis Domain Control che coordina tutta l'elettronica di bordo, per ottenere sempre le migliori prestazioni e il massimo piacere di guida. In particolare, il sistema gestisce e assegna, in contemporanea, compiti specifici ai diversi sistemi attivi quali la trazione integrale Q4 (su Stelvio Quadrifoglio), il sistema AlfaTM Active Torque Vectoring, le sospensioni attive AlfaTM Active Suspension, l'ESC, selettore AlfaTM DNA Pro con funzione Race. La tecnologia Torque Vectoring ottimizza la motricità accentuando il carattere sportivo di Stelvio e Giulia. Le due frizioni, a controllo elettronico contenute nel Torque Vectoring, consentono di controllare separatamente la coppia per ciascuna ruota. In questo modo, la trasmissione della potenza a terra è sempre ottimale anche in situazioni di guida al limite. Ciò permette di condurre l'auto in modo sicuro e sempre molto divertente, senza mai ricorrere a interventi invasivi da parte del controllo di stabilità. Di serie il cambio ZF automatico a 8 rapporti con una calibrazione tale da permettere di effettuare le cambiate in soli 150 millisecondi in modalità Race. La trasmissione è dotata di frizione "lock up" che assicura al guidatore una forte e precisa sensazione di ripresa una volta innestata la marcia. Inoltre, Il nuovo cambio automatico è in grado, a seconda della modalità del DNA, di ottimizzare la fluidità, il comfort e la facilità di guida in tutti gli ambiti di utilizzo, compreso quello urbano, e permette di migliorare ulteriormente i consumi di carburante e le emissioni di CO2.Non solo prestazioni, dunque: sia il SUV sportivo sia la berlina di Alfa Romeo si dimostrano particolarmente efficiente nelle emissioni e nei consumi, anche grazie al sistema di disattivazione dei cilindri a controllo elettronico e alla funzione "sailing", disponibile in modalità di guida Advanced Efficiency. Infine, per massimizzare l'esperienza di guida, entrambe offrono le leve del cambio in alluminio ricavato dal pieno, solidali al piantone di sterzo.

Alfa Romeo Stelvio Ti
Sullo stand ginevrino spazio anche a un esemplare dello Stelvio equipaggiato con il propulsore 2.0 Turbo benzina da 280 CV, abbinato al cambio automatico a 8 marce e alla trazione integrale Q4. Il motore è un 4 cilindri costruito interamente in alluminio e con l'albero di trasmissione in carbonio. Alfa Romeo Stelvio 2.0 Turbo benzina da 280 CV (coppia massima di 400 Nm a 2.250 giri/min) è best in class in termini di accelerazione passando da 0 a 100 km/h in appena 5,7 secondi. La velocità massima è di 230 km/h. Il modello esposto si fregia della storica sigla Ti, "Turismo Internazionale", da sempre sinonimo delle Alfa Romeo più accattivanti e tecnologiche, e i ricchi contenuti non potranno che soddisfare le aspettative più elevate.
La caratterizzazione estetica del SUV esposto è davvero unica: sulla livrea Blu Misano spiccano i nuovi fanali posteriori bruniti e i prestigiosi dettagli che si caratterizzano per l'ampio utilizzo del carbonio. Sono in carbonio infatti la "V" del trilobo frontale e le calotte degli specchietti retrovisori. Virano sui toni del nero anche altri contenuti come i poderosi cerchi in lega da 20" in combinazione con le sportive pinze freno gialle, le cornici dei cristalli esterni in nero lucido così come i terminali di scarico, i badge "Stelvio" e "Q4" scuri e i vetri privacy.

Alfa Romeo Giulia Veloce Ti
L'Alfa Romeo Giulia Veloce Ti, equipaggiata con il propulsore turbo a benzina da 280 CV abbinato al cambio automatico a 8 rapporti e alla trazione integrale Q4, rappresenta l'eccellenza tecnica e motoristica della gamma Giulia. La Giulia Ti, presentata in livrea Blu Misano, rappresenta la versione più esclusiva della gamma, capace di unire il flavour sportivo della Giulia Veloce a uno stile accattivante, una ricca dotazione di serie e la tecnologia più evoluta, strizzando l'occhio alla Quadrifoglio con la quale condivide alcuni elementi di stile. Saltano subito agli occhi il cielo nero, la plancia rivestita in pelle con inserti in carbonio, i sedili in pelle e Alcantara con cuciture nere e numerosi dettagli in carbonio firmati Mopar, come i battitacco retroilluminati con logo Alfa Romeo, la "V" del trilobo, l'inserto del pomello cambio, e le calotte degli specchietti retrovisori. Di derivazione Quadrifoglio, invece, le minigonne con inserto in carbonio e lo spoiler posteriore. All'insegna della sportività anche i cerchi in lega da 19" bruniti, con design a 5 fori, dove spiccano le pinze freno gialle.
Un modello la cui sportività è sottolineata dall'estrema cura per i dettagli e dall'ampio utilizzo della fibra di carbonio. Completano la configurazione il sistema infotainment AlfaTM Connect 3D NAV con schermo da 8,8", Apple CarPlayTM e Android AutoTM e DAB, l'adaptive cruise control i cristalli privacy ed il pacchetto audio premium Harman Kardon.

Alfa Romeo Giulietta Executive
Sullo stand, spicca la nuova Giulietta Executive nell'inedita livrea Verde Visconti con interni in pelle Chocolate che caratterizza selleria, pannelli porta e inserto sulla plancia. Si rivolge a chi ricerca il massimo della distinzione e finiture esclusive: "V" calandra satinata come l'alloggiamento dei fari, le calotte degli specchietti, le maniglie, la finitura del paraurti posteriore mentre la cornice finestrini e il badge Giulietta sono cromati. L'abitacolo mostra una chiara vocazione al comfort, che si esprime con la connettività del sistema UConnect Radio-Nav 6,5", il bracciolo posteriore, i sensori pioggia e crepuscolari, lo specchietto retrovisore interno elettrocromico, gli specchietti retrovisori elettrici, i sensori di parcheggio anteriori e posteriori. Completano l'allestimento il tetto panoramico e i nuovi cerchi in lega leggera da 18" a 5 doppie razze con finitura diamantata e brunita.
Sotto il cofano, il motore Multijet 1.6 da 120 CV Euro 6D-temp, con cambio automatico Alfa TCT. Grazie al selettore di guida Alfa DNA, è possibile scegliere il comportamento dinamico della vettura, intervenendo sulla coppia del motore, sui freni attraverso il dispositivo Pre-Fill, sulle logiche di cambiata del cambio TCT, sulla risposta dell'acceleratore, sul sistema di controllo ESC, sul differenziale autobloccante Alfa Q2 elettronico e sul controllo della trazione ASR. Il guidatore può attivare tre modalità a seconda delle condizioni stradali e del proprio stile di guida.

Alfa Romeo Giulietta Veloce
Nuova Giulietta Veloce, massima espressione di sportività, offre un aspetto ancora più aggressivo nonché contenuti tecnici per un comportamento su strada senza compromessi. Spiccano all'esterno i nuovi paraurti sportivi e l'impianto frenante maggiorato Brembo color giallo, la finitura nera lucida micalizzata per le calotte degli specchietti retrovisori, maniglie, calandra, cornice dei fendinebbia, doppio terminale di scarico maggiorato. Completano le finiture esterne le minigonne, i cristalli privacy e i nuovi cerchi in lega leggera da 18" a 5 doppie razze color nero lucido. All'interno, la vocazione sportiva della nuova Giulietta Veloce è confermata dai nuovi sedili in tessuto e Alcantara con cuciture a contrasto gialle e poggiatesta con logo Alfa Romeo, dalla pedaliera e batticalcagno in alluminio, dalle modanature antracite opaco, dal volante sportivo tagliato con cuciture gialle che caratterizzano anche il pomello del cambio e il freno a mano.
Giulietta Veloce è spinta dal nuovo motore JTDM 2.0 da 170 CV Euro 6D-temp, con cambio automatico Alfa TCT a sei rapporti. Le posizioni "up and down" della leva del cambio, precisa ed ergonomica, sono gestite manualmente dal guidatore, che può anche scegliere di utilizzare gli "shift paddles" al volante.
Infine il Pack Tech prevede il sistema di infotainment Alfa Connect radio 7" by Alpine con integrazione Apple CarPlayTM e Android AutoTM, telecamera e sensori di parcheggio posteriori, ingresso USB-HDMI e Mopar® Connect. Grazie alla disponibilità di Apple CarPlayTM ed Android AutoTM, nuova Giulietta Veloce assicura un accesso totale, semplice e sicuro alle funzioni smartphone direttamente sul display della vettura.
Android Auto, Google Play e Google Maps sono marchi registrati di Google LLC.
Apple CarPlay è un marchio registrato di Apple Inc.

FCA Bank
Anche quest'anno, al Salone dell'automobile di Ginevra, FCA Bank è presente sugli stand dei brand di Fiat Chrysler Automobiles. Grazie a postazioni dedicate e alla presenza di professionisti del finanziamento, i visitatori potranno conoscere le numerose offerte - specifiche per ogni mercato - di FCA Bank e della controllata Leasys in grado di soddisfare ogni requisito di mobilità.
FCA Bank fornisce prodotti finanziari e assicurativi per supportare le vendite di marchi prestigiosi di auto in 17 Paesi europei e in Marocco, in modo diretto o tramite filiali. In Svizzera è presente con FCA Capital Suisse SA. I programmi di credito, leasing, noleggio e finanziamento della mobilità forniti da FCA Bank sono concepiti specificamente per le reti di vendita, i clienti privati e le flotte aziendali. Maggiori informazioni sono disponibili agli stand del gruppo FCA o sui seguenti siti: www.fcabankgroup.com - www.leasys.com - www.fcacapital.ch.

Licensing
In un'area dedicata dello stand Alfa Romeo sarà anche possibile conoscere da vicino alcuni prestigiosi articoli di merchandising realizzati con partner d'eccellenza: un modo per esprimere i valori del brand anche al di fuori dell'automobile. Per vivere ogni secondo all'insegna dell'emozione del "Quadrifoglio", Eberhard & Co. ha realizzato un cronografo in edizione limitata. Contraddistinta come Alfa Romeo da costante ricerca tecnica e cura per i dettagli, la storica maison svizzera ha interpretato lo storico emblema che caratterizza le vetture più prestazionali rendendolo parte integrante del raffinato meccanismo dell'orologio. Il modo migliore per rendere omaggio all'anima sportiva di Giulia e Stelvio e per sintetizzare in un prezioso oggetto di uso quotidiano la tradizione di due marchi storici contraddistinti da tradizione e performance. Chi sceglie Alfa Romeo lo fa per vivere in ogni condizione la migliore esperienza di guida. Grazie alla collaborazione con Compagnia Ducale, potrà farlo anche in sella alla nuova bicicletta e-MTB Alfa Romeo Dolomiti, che offre semplicità d'uso e grande versatilità. Coniuga l'agilità delle più evolute mountain bike e lo spunto ausiliario del motore elettrico, per pedalate lunghe e coinvolgenti, anche in off road. La batteria da 500Wh è completamente celata nel telaio, e garantisce grande autonomia. Il migliore tender per ogni Alfa Romeo: un mezzo leggero, pratico, scattante ed eco-friendly per le emozioni del tempo libero. Debutta infine la nuova collezione Alfa Romeo Racing, dedicata alla Formula 1.

Commenti

Post popolari in questo blog

Alfa Romeo passa alle targhe centrali. Le nuove norme sulla sicurezza dei pedoni pongono fine alla lunga tradizione del marchio del Biscione

I futuri modelli Alfa Romeo, tra cui la prossima generazione di Giulia e Stelvio, metteranno fine a una lunga tradizione del marchio presentando targhe montate centralmente, a causa delle nuove norme sulla sicurezza dei pedoni. Un numero significativo di modelli dell'azienda italiana presenta targhe sfalsate montate sul paraurti anteriori. La tradizione è iniziata con la Giulietta Spider del 1955, e continua oggi con le attuali Giulia, Tonale e Stelvio. Il posizionamento sfalsato consente alla griglia triangolare dello scudetto dell'Alfa di essere vista senza ostacoli. L'Alfa Romeo Junior lanciata di recente presenta una piastra montata centralmente, e il capo del design dell'azienda, Alejandro Mesonero-Romanos, ha confermato che sarà lo stesso con le sostituzioni di Giulia e Stelvio che saranno rivelate nei prossimi anni - e oltre ai modelli futuri. "Non possiamo più mettere la targa lateralmente a causa delle norme di omologazione per la sicurezza dei pedoni"

Tavares rivendica l’italianità dei prodotti dei marchi italiani del gruppo Stellantis. I marchi italiani fanno parte della società italiana Stellantis Europe

Carlos Tavares,  Ad di Stellantis,  durante la presentazione della nuova Lancia Ypsilon, ha dichiarato che: "in Stellantis amiamo le auto, i brand e non ce ne scusiamo. Anche quando succedono cose negative, non bisogna dimenticare che amiamo tutto questo. Nonostante le difficoltà, le critiche e, a volte, gli insulti, andiamo avanti, continuiamo a muoverci e a fare le cose. A gennaio 2021 quando abbiamo creato Stellantis, Lancia stava per sparire, era chiaro che non c'era un piano sui prodotti, non c'era una visione per il futuro, non c'erano investimenti pianificati per rilanciare il marchio. Abbiamo deciso che non fosse rispettoso per la storia e il valore di un brand italiano fantastico. Quindi abbiamo deciso che non potevamo lasciare che succedesse, che il marchio sparisse. Abbiamo deciso di dare a Lancia un nuovo futuro e di rilanciare il marchio. Questi prodotti sono stati creati a Torino, il design e la parte ingegneristica sono stati studiati qui, i test sono st

Lancia svela in anteprima la Ypsilon HF e la Ypsilon Rally 4 HF e torna nei Rally

Lancia svela in anteprima la Ypsilon HF e la Ypsilon Rally 4 HF e torna nei Rally Lancia svela in anteprima la Lancia Ypsilon HF, la versione ad alte prestazioni della prima vettura della nuova era del marchio, 100% elettrica e che verrà introdotta sul mercato a maggio 2025. Lancia introdurrà una versione HF per ogni nuovo modello del marchio. Lancia svela in anteprima la Ypsilon Rally 4 HF, annunciando il proprio ritorno nei Rally. Lancia svela in anteprima il logo “LANCIA CORSE HF” che apparirà sulla Ypsilon Rally 4 HF, reinterpretando lo storico logo in chiave contemporanea con una grafica dai caratteri obliqui per esprimere la velocità e mantenendo i colori originali.   “1 vettura, 4 storie. Oggi Lancia racconta 4 storie. La prima è la partnership con Cassina, eccellenza italiana nell’arredamento di alta gamma che contribuisce al posizionamento del marchio nel mercato premium. La seconda è rappresentata da una gamma completa ed elegante, con un’offerta finanziaria che le permette

Fiat Pandina

Dotata di nuovi Sistemi Avanzati di Assistenza alla Guida (ADAS), di un nuovo quadro digitale e di un nuovo volante, questa serie speciale è la Panda più tecnologica e sicura di sempre. Con il lancio della nuova Pandina, FIAT compie un enorme salto nel futuro, migliorando l'esperienza del cliente attraverso importanti sviluppi in termini di sicurezza e tecnologia, pur mantenendo la versatilità e l'accessibilità tipiche del suo modello iconico. La serie speciale Pandina presenta importanti aggiornamenti in termini di ADAS, come di consueto per FIAT offrendo soluzioni semplici alle esigenze del cliente, non per la ricerca della tecnologia come è sempre stato per la Panda. La dotazione di serie comprende nuovissime funzioni pensate per assistere il guidatore sia in città che fuori: il sistema di Frenata automatica d'emergenza, per ridurre i tamponamenti, come ad esempio nel traffico cittadino; il Sistema di mantenimento della carreggiata; il Rilevatore di stanchezza per avvisa

La Fiat Panda rimane a Pomigliano d'Arco fino al 2029. In arrivo l'aggiornamento Euro 7

Dai tavoli del ministero delle Imprese e del Made in Italy sulla fabbrica di Pomigliano arrivano nuove conferme sul prolungamento del ciclo di vita della Fiat Panda. "Stellantis ha ribadito che investirà sulla motorizzazione Euro 7 della Panda e che ciò consentirà di prolungarne la sua produzione per tutto il futuro prevedibile, probabilmente almeno fino al 2029", hanno dichiarato Gianluca Ficco e Crescenzo Auriemma della Uilm. I due sindacalisti hanno sottolineato le conseguenze dell'allentamento delle normative Euro 7. Il rinvio dello stop produttivo della citycar, inizialmente previto per il 2027, "è stato reso possibile dalla battaglia fatta dal governo italiano, anche su precisa richiesta sindacale, per correggere una normativa che avrebbe di fatto messo a repentaglio la sopravvivenza del motore endotermico non nel 2035, ma già nel 2025". Ricordo che a Mirafiori arriverà la produzione della Fiat 500 Hybrid, a Melfi tra le altre arriverà la nuova Lancia Gamm

Nuova nomina per Luca Napolitano

Luca Napolitano viene nominato Chief Sales & Marketing Officer, mantenendo la sua attuale responsabilità come CEO del brand Lancia. Luca sostituisce Thierry Koskas, che dopo aver gettato con successo le fondamenta della funzione di vendita e marketing globale, dedicherà ora la sua competenza nelle vendite e nel marketing all’espansione del brand Citroën. Luca porta la sua esperienza nel settore automobilistico e la competenza nelle vendite ai clienti flotte e privati, nella gestione dei concessionari e nello sviluppo della rete, qualità maturate durante gli incarichi svolti in diversi paesi in Europa, Medio Oriente e Africa.

LA FIAT 500 HYBRID SI FA E SARÀ PRODOTTA A TORINO

L'Amministratore Delegato di Stellantis, Carlos Tavares, ha condiviso con i Sindacati il principio della flessibilità produttiva nei confronti delle incerte tendenze dell'elettrificazione. Ha annunciato ufficialmente la decisione di sviluppare una versione ibrida della Fiat 500, che sarà prodotta nello stabilimento di Mirafiori. Questo annuncio si aggiunge a quello recente relativo a una nuova generazione di batterie per rendere l'iconica Fiat 500e ancora più attraente per i clienti. 

Incontro proficuo tra l'Amministratore Delegato di Stellantis e i Sindacati sull'allocazione dei prodotti negli stabilimenti italiani fino al 2030

Oggi si è svolto a Torino un secondo incontro per presentare ai partner sindacali prospettive concrete con l'assegnazione di modelli negli stabilimenti italiani di Stellantis fino al 2030 e oltre, che daranno vita a una produzione aggiuntiva in Italia. In questo contesto, l'Amministratore Delegato di Stellantis ha condiviso con i Sindacati il principio della flessibilità produttiva nei confronti delle incerte tendenze dell'elettrificazione. Ha annunciato ufficialmente la decisione di sviluppare una versione ibrida della Fiat 500, che sarà prodotta nello stabilimento di Mirafiori, e l'allocazione di una nuova versione ibrida della Jeep Compass nello stabilimento di Melfi. Questi annunci si aggiungono a quelli recenti relativi a una nuova generazione di batterie per rendere l'iconica Fiat 500e ancora più attraente per i clienti e all'estensione industriale della Fiat Panda ibrida a Pomigliano. La fornitura di questi nuovi modelli ibridi contribuirà positivamente a

Nuova Fiat Panda: il debutto è vicino. Da 15.000€

L'11 luglio verrà presentata una nuova City Car FIAT. M odello globale su piattaforma Smart Car,  che appartiene al segmento B e sarà imparenta con la nuova Citroën C3.  Esteticamente sarà un incrocio tra la nuova C3 e il concept Fiat qui sopra,  e che è stato svelato lo scorso febbraio.  Le dimensioni e la tecnica saranno quelle della C3, con la proposta economica sia in versione elettrica che termica. Quest'ultima avrà un 1.2 100cv con cambio manuale, che nel suo allestimento base avrà un prezzo di circa 15.000€.  Più grande dell’attuale Panda, una sorta di “Mega Panda”, il cui design è stato ispirato anche dal luogo di nascita del brand – l’iconico edificio del Lingotto a Torino con la sua celebre pista di prova sul tetto. I designer FIAT si sono ispirati ad alcune caratteristiche peculiari del Lingotto per creare il nuovo linguaggio stilistico: leggerezza strutturale, ottimizzazione degli spazi e luminosità. Ad esempio, la forma ovale de "La Pista 500" è ripresa n

Nuova Lancia Ypsilon Hybrid

La versione ibrida è pensata per tutti coloro che ricercano versatilità e rispetto per l’ambiente. La vettura è infatti alimentata da un motore ibrido di ultima generazione, con cilindrata di 1.2 L da 100 CV (74 Kw), tecnologia 48V a 3 cilindri, che abbina il massimo dell’efficienza alla massima affidabilità. Il motore garantisce una velocità massima di 190 km/h, un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 9.3” e al contempo emissioni estremamente contenute, comprese tra i 103 e i 104 g/km in ciclo WLTP. L’intelligente sistema di propulsione commuta autonomamente in puro elettrico, ad esempio durante le manovre a bassa velocità, riducendo i consumi della vettura e migliorando l’esperienza di guida. La versione ibrida è dotata di cambio automatico e-DCT a 6 rapporti e, grazie al supporto delle funzionalità elettroniche quali e-Start, e-Parking, e-Queueing ed e-Creeping, permette di adattare lo stile di guida alle esigenze del conducente.