Passa ai contenuti principali

AVVISO IMPORTANTE: FCA PRESENTA UNA PROPOSTA PER UNA IMPORTANTE FUSIONE CON GROUPE RENAULT



FCA PRESENTA UNA PROPOSTA PER UNA IMPORTANTE FUSIONE
CON GROUPE RENAULT PER CREARE UNO DEI PRINCIPALI
GRUPPI AUTOMOBILISTICI AL MONDO
 La Società risultante dalla fusione sarà detenuta per il 50% dagli azionisti di
FCA e per il 50% dagli azionisti di Groupe Renault, una struttura di
governance paritetica e una maggioranza di consiglieri indipendenti
 La fusione porterà alla nascita del terzo più grande Original Equipment
Manufacturer (OEM) con 8,7 milioni di veicoli venduti e una forte presenza di
mercato nelle regioni e nei segmenti chiave
 Il portafoglio di marchi ampio e complementare fornirebbe una copertura
completa del mercato, dal segmento luxury fino al mainstream
 La Società risultante diventerebbe un leader mondiale nel settore
automobilistico in rapida evoluzione con un forte posizionamento nelle
nuove tecnologie inclusi i veicoli elettrici e quelli a guida autonoma
 La fusione non comporterà nessuna chiusura di stabilimenti
 Stimati oltre € 5 miliardi di sinergie run-rate annuali in aggiunta alle sinergie
esistenti nell’Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi (“Alleanza”)
 Un solido bilancio combinato che consente una allocazione flessibile del
capitale e una solida politica di dividendi
 Significativi benefici per gli altri partner dell’Alleanza, incluso ~ €1 miliardo
di sinergie run-rate aggiuntive stimate

Fiat Chrysler Automobiles N.V. ha inviato in data odierna una lettera non vincolante al
Consiglio di Amministrazione di Groupe Renault proponendo una aggregazione delle
rispettive attività nella forma della fusione 50/50.
La proposta di FCA fa seguito a iniziali dialoghi operativi tra le due società per identificare
prodotti e ambiti geografici in cui si potrebbe collaborare, in particolar modo nello sviluppo
e nella commercializzazione di nuove tecnologie. Tali dialoghi hanno chiarito che una più
ampia collaborazione tramite una aggregazione migliorerebbe sostanzialmente l’efficienza
del capitale e la velocità nello sviluppo dei prodotti. Il razionale dell’aggregazione è anche
rafforzato dal bisogno di prendere decisioni coraggiose per cogliere su larga scala le
opportunità che si sono create nel settore automobilistico in campi come la connettività,
l'elettrico e i veicoli a guida autonoma.
L’aggregazione proposta creerebbe uno dei principali produttori di auto al mondo in
termini di fatturato, volumi, redditività e tecnologia a beneficio dei rispettivi azionisti e degli
stakeholder delle società. La Società risultante venderebbe annualmente circa 8,7 milioni
di veicoli, sarebbe un leader mondiale nelle tecnologie EV, nei marchi premium, nei SUV,
nei pickup e nei veicoli commerciali e avrebbe una più ampia e più bilanciata presenza
globale rispetto a quella che ciascuna società ha da sola.
I benefici dell’operazione proposta non si otterrebbero con la chiusura di stabilimenti ma
deriverebbero da investimenti più efficienti in termini di utilizzo del capitale in piattaforme
globali dei veicoli, in architetture, in sistemi di propulsione e in tecnologie. FCA ha una
storia di aggregazioni di successo di OEM con culture diverse per creare solidi leadership
team e strutture dedicate a un singolo obiettivo. Quindi, il Consiglio di Amministrazione di
FCA crede fermamente che l’aggregazione, che avrebbe la dimensione, l’esperienza e le
risorse per destreggiarsi con successo nell’industria automobilistica in rapida evoluzione,
creerebbe nuove opportunità per i dipendenti di entrambe le società e per i principali
stakeholder.
Secondo i termini della proposta, gli azionisti di ciascuna società riceverebbero una quota
azionaria equivalente nella Società risultante dalla fusione. L’aggregazione verrebbe
effettuata come operazione di fusione sotto una capogruppo olandese. Il Consiglio di
Amministrazione della Società risultante dalla fusione sarebbe inizialmente composto da
11 membri con una maggioranza di consiglieri indipendenti e con un numero uguale di
consiglieri, 4 ciascuna, in rappresentanza di FCA e Groupe Renault ed uno designato da
Nissan. Inoltre, non sarebbero trasferiti i diritti di doppio voto oggi esistenti. Tuttavia, tutti
gli azionisti avrebbero la possibilità di acquisire loyalty voting rights dal completamento
della transazione nell’ambito di un sistema di loyalty. La Società capogruppo sarà quotata
sulla Borsa Italiana (Milano), Euronext (Parigi) e al New York Stock Exchange.
I benefici derivanti dalla combinazione delle due attività sarebbero condivisi per il 50%
dagli attuali azionisti di FCA e per il 50% dagli attuali azionisti di Groupe Renault. Prima
che l’operazione sia completata, per attenuare la disparità dei valori sul mercato
azionario, gli azionisti di FCA riceverebbero anche un dividendo di €2,5 miliardi (cfr.
Appendice). Inoltre, prima del completamento dell’operazione, sarebbero distribuite agli
azionisti di FCA le azioni Comau oppure un dividendo aggiuntivo di €250 milioni di euro se
lo spin-off di Comau non dovesse avere corso.
L'aggregazione delle attività metterà insieme punti di forza complementari.
L’aggregazione creerebbe un portafoglio marchi che fornirà una copertura completa del
mercato con una presenza in tutti i segmenti chiave dai marchi di lusso / premium come
Maserati e Alfa Romeo ai forti marchi access come Dacia e Lada e includerebbe i ben noti
marchi Fiat, Renault, Jeep e Ram così come i veicoli commerciali. Groupe Renault ha una
forte presenza in Europa, Russia, Africa e Medio Oriente, mentre FCA è posizionata in
modo unico nei segmenti ad alto margine in Nord America ed è un leader di mercato in
America Latina. La capacità di FCA nella guida autonoma, che comprende le partnership
con Waymo, BMW e Aptiv, è completata dalla decennale esperienza nella tecnologia EV
di Groupe Renault, Original Equipment Manufacturer (OEM) EV che più vende in Europa.
Groupe Renault ha anche un'attività finanziaria ben consolidata e redditizia (RCI Banque).
L’aggregazione sarebbe molto vantaggiosa per gli azionisti di FCA e di Groupe Renault
realizzando oltre €5 miliardi stimati di sinergie run-rate annuali, incrementando le sinergie
esistenti dell'Alleanza. Queste sinergie deriverebbero principalmente dalla convergenza
delle piattaforme, dal consolidamento degli investimenti nei sistemi di propulsione e
nell’elettrificazione e da economie di scala. FCA stima, basandosi sulla propria
esperienza, che circa il 90% delle sinergie derivererebbe da risparmi di acquisto (~ 40%),
efficienze R&S (~ 30%), produzione e efficienze delle attrezzature (~ 20%). In queste
stime sui risparmi sarebbe inclusa la possibilità di ridurre il numero complessivo di
piattaforme di veicoli di circa il 20% e delle famiglie di motori di circa il 30%. Si prevede
che il totale delle sinergie run-rate stimate sarà raggiunto entro la fine del sesto anno dalla
chiusura dell’operazione, con circa l'80% raggiunto nel quarto anno. Tenendo conto
dell'impatto dei circa €3-4 miliardi dei costi di implementazione cumulativi, si stima che le
sinergie produrrebbero un flusso di cassa netto neutro nel primo anno e positivo a partire
dal secondo anno in avanti.
Dal punto di vista geografico, in base alle vendite globali di FCA e di Groupe Renault del
2018, la Società risultante dalla fusione sarebbe la quarta nel Nord America, la seconda in
EMEA e la prima in America Latina e avrebbe maggiori risorse necessarie per accrescere
la propria presenza nella regione APAC. Su una semplice base aggregata, sulla base dei
risultati 2018, i ricavi della Società risultante dalla fusione sarebbero quasi €170 miliardi
con un utile operativo di oltre €10 miliardi e un utile netto di oltre €8 miliardi.
Mentre la proposta si concentra su di una aggregazione tra FCA e Groupe Renault, FCA
è impaziente – quale parte di una unica azienda con Groupe Renault -, di lavorare con le 
società partner dell’Alleanza di Groupe Renault alla ricerca dei modi in cui creare ulteriore
valore per tutti i membri dell’Alleanza. FCA riconosce lo standing e i risultati raggiunti dai
partner di Groupe Renault e vede significativi vantaggi previsti da una partnership
allargata, per tutte le parti. La fusione di FCA e Groupe Renault insieme con i partner
Nissan e Mitsubishi sarebbe la più grande alleanza OEM al mondo, vendendo più di 15
milioni di veicoli annui. Le ulteriori sinergie derivanti dalla fusione di FCA e Groupe
Renault che dovrebbero maturare per Nissan e Mitsubishi semplicemente per la loro
appartenenza all’Alleanza sono stimate in un valore intorno ad €1 miliardo incrementale
su base annua.
Questa proposta offre l’opportunità di creare la terza società automobilistica globale, con
un marchio e una presenza geografica ampia, complementare e forte, e con importanti
punti di forza nelle nuove tecnologie. Questa proposta conferma e sottolinea il valore
dell’esistente Alleanza e il suo potenziale di diventare ancora più forte nel futuro.
Nonostante non ci sia certezza che questa proposta andrà a buon fine, il Consiglio di
Amministrazione di FCA ha fortemente supportato e approvato la proposta che ora sarà
esaminata dal Consiglio di Amministrazione di Groupe Renault. Gli accordi definitivi per
l’aggregazione proposta sono soggetti a negoziazione e all’esame finale e
all’approvazione dei Consigli di Amministrazione di FCA e di Groupe Renault. Il
completamento dell’aggregazione proposta sarebbe anche soggetto alle consuete closing
conditions, tra le quali l’approvazione degli azionisti di ciascuna società ed il
soddisfacimento dei requisiti antitrust e delle ulteriori normative. 

Commenti

Post popolari in questo blog

La produzione della Fiat 500 ibrida in Polonia è terminata. La 500 elettrica e ibrida saranno prodotte a Torino

Il progetto di portare la produzione della Fiat 500 ibrida in Italia, nello stabilimento di Mirafiori, non è stato abbandonato: «Posso confermare che ci stiamo lavorando ed è un tema a cui io personalmente tengo molto — dichiara al Corriere della Sera Olivier François, Ceo di Fiat —. La questione non è chiusa: la produzione della Fiat 500 ibrida in Polonia è terminata e ci stiamo impegnando per poter costruire una nuova 500 ibrida a Torino insieme alla variante 100% elettrica». «C’è un investimento significativo da fare perché la piattaforma della 500 elettrica per poter accogliere un motore a benzina necessita di modifiche importanti. Si può fare, ma ci vuole tempo: l’inizio della produzione a Torino potrebbe non avvenire prima del 2026», continua Francois. «La base su cui è costruita la 500 elettrica ci è costata 600 milioni di euro, ma sfruttarla anche per la variante a benzina mild hybrid ci permetterebbe di continuare ad avere alti volumi per questo modello e vedere crescere la pr

Nuova Fiat Panda: il debutto è vicino. Da 15.000€

L'11 luglio verrà presentata una nuova City Car FIAT. M odello globale su piattaforma Smart Car,  che appartiene al segmento B e sarà imparenta con la nuova Citroën C3.  Esteticamente sarà un incrocio tra la nuova C3 e il concept Fiat qui sopra,  e che è stato svelato lo scorso febbraio.  Le dimensioni e la tecnica saranno quelle della C3, con la proposta economica sia in versione elettrica che termica. Quest'ultima avrà un 1.2 100cv con cambio manuale, che nel suo allestimento base avrà un prezzo di circa 15.000€.  Più grande dell’attuale Panda, una sorta di “Mega Panda”, il cui design è stato ispirato anche dal luogo di nascita del brand – l’iconico edificio del Lingotto a Torino con la sua celebre pista di prova sul tetto. I designer FIAT si sono ispirati ad alcune caratteristiche peculiari del Lingotto per creare il nuovo linguaggio stilistico: leggerezza strutturale, ottimizzazione degli spazi e luminosità. Ad esempio, la forma ovale de "La Pista 500" è ripresa n

IN ARGENTINA FIAT PRESENTA FASTBACK E FASTBACK ABARTH: LA MIGLIOR COMBINAZIONE TRA DESIGN, VIVABILITÀ E PRESTAZIONI IN UN SUV COUPÉ

- Il nuovo top di gamma tra le autovetture del marchio. Questo modello riunisce le migliori qualità di un SUV, con le sue grandi dimensioni e altezza da terra, sommate al design elegante di un coupé all'italiana. - Il SUV ha il bagagliaio più grande della sua categoria con ben 600 litri che può ospitare comodamente 5 valigie e diversi zaini. - Entrambe le versioni sono dotate al 100% delle prestazioni e dell'efficienza dei motori turbo. L'ABARTH Fastback va oltre e approfondisce il concetto di prestazione, ottenendo caratteristiche veramente sportive.   Da tanti decenni in America Latina la Fiat non smette di reinventarsi. Dopo aver rivoluzionato segmenti come quello dei camion, creato i SUP (Sport Utility Pick-up) e innovato nel settore delle autovetture, il marchio si prepara a cambiare nuovamente il mercato. Questa volta con la Fiat Fastback, il suo primo SUV Coupé. Si tratta del lancio più importante di Fiat degli ultimi anni poiché il modello riunisce il meglio di ogni

NUOVA LANCIA YPSILON. 1 AUTO, 4 STORIE

NUOVA LANCIA YPSILON. 1 AUTO, 4 STORIE. Evento fissato per il 27 Maggio per scoprire la Nuova Lancia Ypsilon, la prima vettura della nuova era del marchio.

Alfa Romeo JUNIOR Hybrid 48V VGT 136CV

Alfa Romeo Junior Ibrida propone un’architettura 48v Hybrid VGT (Variable Geometry Turbo) da 136 CV. L’unità termica adotta il motopropulsore 3 cilindri da 1,2 litri a ciclo Miller con turbo a geometria variabile e catena di distribuzione per la massima affidabilità. La componente elettrica è composta da una batteria agli ioni di litio da 48 volt e un motore elettrico da 21 kW integrato nell’ innovativo cambio a doppia frizione e 6 rapporti che opera insieme all’ inverter e la centralina della trasmissione per garantire la massima efficienza. Junior Ibrida, quini, offre un’esperienza di guida estremamente fluida e consente di procedere in modalità elettrica per oltre il 50% in città; garantisce guida in elettrico non solo nelle manovre di parcheggio o a basse velocità cittadine ma anche su percorsi extraurbani, in condizioni di basso carico fino a 150 km orari. Nella versione elettrica di Junior, invece, Alfa Romeo sceglie un sistema di propulsione di nuova generazione, che unisce un m

Nuovo SUV FIAT

Il modello al debutto nel 2025 è uno spazioso SUV familiare, una sorta di “Giga-Panda”. In linea con il ruolo FIAT di leader della mobilità accessibile, innovativa e sostenibile, il veicolo è un'ulteriore conferma della particolare attenzione che il brand riserva alle esigenze di trasporto delle famiglie. Il concept qui sopra, soddisfa le richieste dei clienti più esigenti in termini di sicurezza, versatilità e design, offrendo spaziosità e robustezza alle famiglie di tutto il mondo. 

La Nuova Fiat Panda sarà svelata l'11 luglio 2024

Render realizzato da Quattroruote  INSTAGRAM PASSIONE AUTO ITALIANE  La nuova Fiat Panda è più grande dell’attuale modello, una sorta di “Mega Panda”, il cui design è stato ispirato anche dal luogo di nascita del brand – l’iconico edificio del Lingotto a Torino con la sua celebre pista di prova sul tetto. I designer FIAT si sono ispirati ad alcune caratteristiche peculiari del Lingotto per creare il nuovo linguaggio stilistico: leggerezza strutturale, ottimizzazione degli spazi e luminosità. Ad esempio, la forma ovale de "La Pista 500" è ripresa negli interni: dalla plancia allo schermo e ai sedili. Inoltre, FIAT è attenta all'uso di materiali sostenibili come plastiche riciclate e tessuti di bambù e mira a rimuovere alcune barriere ad una mobilità più sostenibile, tra cui ad esempio rendere semplice l’utilizzo del cavo di ricarica grazie a un "sistema autoavvolgente". La posizione di guida rialzata e il design che ispira solidità rendono questa city car perfett

Video del set pubblicitario della nuova Fiat 600 (RED) a Lecce

Video YouTube 

Alfa Romeo presenta il nuovo store online e la nuova esclusiva collezione per la “tribe” di appassionati.

E’ ora disponibile la nuova ed esclusiva collezione di merchandising Alfa Romeo, una proposta destinata a tutti gli appassionati legati ai valori di sportività italiana del marchio milanese. Esordisce il nuovo store online, che assicura un'esperienza di acquisto coinvolgente e premium, proprio come negli showroom esclusivi del marchio. La collezione è composta da tre capsule: "Performance", "Urban Red Line" e "Sport Red Passion", ciascuna contraddistinta da capi ed accessori di altissima qualità e fascino estetico con personalità fortemente sportiva. Realizzati con materiali premium confezionati mediante finiture ricercate e tecnologie innovative, tutti i prodotti consentono di esprimere al meglio lo stile e la passione per Alfa Romeo, divenendo di fatto ambasciatori del Brand nella vita quotidiana.   A partire da oggi è disponibile il nuovo merchandising ufficiale di Alfa Romeo, una collezione contemporanea, innovativa e di design per la comunità di a

Le nuove Alfa Romeo Stelvio e Giulia sono disegnate a Torino e saranno prodotte a Cassino

Il CEO di Alfa Romeo Jean Philippe Imparato ha fornito alcune informazioni sulle nuove Alfa Romeo Stelvio e Giulia. Il manager ha detto che queste due auto saranno interamente italiane. Infatti saranno disegnate a Torino dal Centro Stile di Alfa Romeo e prodotte a Cassino. Jean Philippe Imparato ha dichiarato: “Sono estremamente fiducioso che le nuove Alfa Romeo Stelvio e Giulia porteranno un grande impulso alla nostra gamma di prodotti. Non dovremo attendere a lungo, poiché la nuova Stelvio sarà presentata già nella seconda metà dell’anno prossimo, mentre la nuova Giulia arriverà nella primavera del 2026. Quest’ultima è un capolavoro di bellezza e promette di offrire prestazioni e esperienza di guida di alto livello. Le nostre nuove generazioni di vetture saranno caratterizzate da una qualità eccezionale e tecnologie all’avanguardia, perché in Alfa Romeo lavoriamo con una passione straordinaria”. L’italianità del futuro SUV e della berlina sportiva, entrambi disegnati a Torino e prodo