Chiarimenti sul prestito a FCA



Il prestito triennale ad FCA, concesso da una banca privata, serve a garantire il pagamento puntuale delle migliaia di fornitori italiani della filiera dell’automotive (tutte piccole e medie imprese) in un momento delicato quale è la riapertura degli stabilimenti. FCA Italia infatti impiega direttamente 55.000 dipendenti in Italia (in 16 fabbriche e 26 poli di ricerca e sviluppo), che con l’indotto della fornitura arrivano a circa 370.000.
Il Decreto Liquidità (DL 23/2020) non fornisce alle imprese finanziamenti pubblici, bensì garanzie pubbliche su prestiti che le banche private concedono alle imprese. FCA Italia ha fatto domanda per questa garanzia su una linea di credito triennale fino a 6,3 mld che sta trattando con Intesa San Paolo. FCA Italia ha sede in Italia, e paga le tasse in Italia. Altrimenti non avrebbe potuto chiedere questa garanzia, visto che il DL Liquidità lo specifica.



Commenti