Maserati Ghibli Hybrid






Ghibli Hybrid è la prima Maserati elettrificata della storia, rappresenta l’anello di congiunzione tra il passato e il futuro

L’idea Maserati delle motorizzazioni ibride punta sia alle prestazioni che a una riduzione dei consumi

La Ghibli Hybrid raggiunge i 255 km/orari e scatta da 0 a 100 km/h in 5.7 s.

Il motore a 4 cilindri è abbinato a BSG, eBooster e batteria a 48 volt sviluppa 330 hp

Con l’introduzione della motorizzazione ibrida migliora la distribuzione dei pesi e la vettura guadagna in maneggevolezza

Resta l’inconfondibile sound Maserati

Gestione dei sistemi e funzionalità attraverso Virtual Assistant

La Ghibli sempre connessa grazie al nuovo programma Maserati Connect

Sistema multimedia ultima generazione MIA (Maserati Intelligent Assistant) basato su Android Automotive porta contenuti digitali ed una User Experience innovativa

Colorazione ad hoc con inserti blu per sottolineare l’introduzione di un motore ancora più efficiente

La Ghibli Hydrid è una Maserati destinata a lasciare una traccia indelebile nella storia della Casa: è la prima vettura elettrificata del Tridente. L’anello di congiunzione tra un passato fatto da motori a combustione interna e un futuro destinato a diventare elettrico. È la scintilla che fa partire il viaggio nel futuro di un marchio da sempre votato all’innovazione. La versione Hybrid di Ghibli nasce con l’idea di aggiungere prestazioni e allo stesso tempo di ridurre i consumi. Rappresenta l’idea di Maserati delle motorizzazioni ibride, un’idea che viaggia in parallelo con il DNA della casa. Ghibli Hybrid porta Maserati nel futuro senza tradire il passato, anzi in un certo senso valorizzando e enfatizzando ancora di più le caratteristiche tipiche di una Maserati, come le prestazioni e il lusso. Il primo motore ibrido nella storia del marchio, in cui da sempre l’innovazione e la tecnologia incontrano l’eccellenza dell’ingegneria automobilistica, proiettano Maserati verso un futuro più sostenibile. Faster  than diesel, greener than gasoline. Più veloce del diesel, più ecologica del benzina: ecco spiegata in poche parole la filosofia della Ghibli Hybrid.


Sotto un vestito che trasmette sensazioni di un’eleganza contemporanea e modellato ad hoc con una colorazione esclusiva, un “grigio evoluzione” che stupisce con la sua la brillantezza e i suoi luccichii (per la Cina la versione di lancio è invece Rosso Magma) si nasconde la grande innovazione tecnologica  di questa versione della Ghibli: la motorizzazione ibrida che sviluppa 330 cv e permette di raggiungere i 100 km/orari in 5”7 e di toccare i 255 km/h. Una Maserati che è completamente Made in Italy ed esce dallo stabilimento Avvocato Giovanni Agnelli Plant (AGAP) di Grugliasco (TO).


Studiata da un gruppo di lavoro di un centinaio di persone, la nuova Ghibli Hybrid si basa sull’evoluzione telaistica e di scocca della Ghibli V6 che nella versione Hybrid abbina al motore termico due litri a 4 cilindri un sistema Hybrid da 48 volt che permette anche di recuperare l’energia in decelerazione e in frenata. In perfetta sintonia con il suo DNA, Maserati ha scelto una soluzione ibrida che punti soprattutto a migliorare le prestazioni, riuscendo al tempo stesso a ridurre i consumi. Il risultato raggiunto è quasi perfetto: più prestazioni, meno consumi.  Si mantiene la stessa brillantezza di motore e il livello di performance di ogni modello Maserati, ma si riducono i consumi, rendendo la versione Hybrid della Ghibli ancora più efficiente di quelle equipaggiate con i motori V6, sia benzina che Diesel. Ghibli Hybrid in pratica riassume il meglio delle due precedenti motorizzazioni offrendo al guidatore una vettura divertente da guidare e con il suono di una vera Maserati. Abbina la fluidità di un motore a 6 cilindri alla coppia ai bassi regini di un diesel.  Il sistema ibrido permette infatti di avere la stessa ripresa della versione diesel unita alla potenza e all’accelerazione del V6 benzina da 350 cv con un notevole risparmio del consumo di C02 che si riduce di più del 25% rispetto al benzina e praticamente lo stesso rispetto al diesel secondo i dati WLTP.


Il sistema ibrido 48 volt Maserati è costituito da quattro elementi: BSG, batteria, eBooster e un convertitore DC/DC. Il BSG (Belt Starter Generator) svolge la funzione di un alternatore, permette di recuperare l’energia in frenata e decelerazione e va a caricare la batteria posta nel vano baule che a sua volta serve per alimentare l’eBooster di cui è dotato il motore. Lo scopo della presenza di un compressore elettrico sulla vettura è quello di andare a supportare il turbocompressore classico, lavorando in serie con lo stesso, supportando l’erogazione di potenza del motore ai bassi regimi. La strategia di funzionamento del sistema ibrido permette di avere sempre a disposizione l’eBooster, tramite batteria o BSG, qualora fosse necessario.


Nel segmento delle berline ibride l’accoppiata BSG ed eBooster è qualcosa di unico e permette di dare un extra boost anche quando il motore va a pieno regime in modalità sport, momento in cui si possono godere appieno dei benefici relativi alle prestazioni, mentre in modalità normale serve a dare equilibrio a consumi e prestazioni.


Tutto nella Ghibli Hybrid è studiato alla ricerca di una prestazione migliore. La vettura ibrida pesa meno della corrispondente dotata di motore 6 cilindri, ma soprattutto ha una migliore distribuzione dei pesi, grazie al fatto che il motore è anteriore e la batteria collocata nella zona posteriore. Il tutto per rendere la Ghibli Hybrid ancora più maneggevole e divertente da guidare.


Il motore, 4 cilindri, 2 litri di derivazione FCA è stato rivisto completamente dall’Innovation Lab Maserati di Modena nelle sue componenti meccaniche interne per poter raggiungere una maggiore coppia e una maggiore potenza prodotta dal turbo e dall’eBooster. Anche la gestione elettronica del motore cambia  completamente, passando a una centralina di ultima generazione Bosch. In pratica del motore da cui è nato sono rimaste dimensioni e in parte la testata, diventando un motore Maserati. Il motore è prodotto a Termoli.


La motorizzazione ibrida garantisce un livello di emissione di C02 inferiore al V6 Diesel e un risparmio nei consumi di più del 20% rispetto alla versione V6 da 350 hp pur mantenendo lo stesso livello di prestazioni. Sul mercato europeo rappresenta una grande alternativa alla versione Diesel, sul mercato cinese permetterà una minor tassazione.


Il sound Maserati

La Ghibli Hybrid è una Maserati in tutto e per tutto anche per il suono che, nonostante l’ibridizzazione, resta quello tipico di ogni vettura del Tridente. Un sound raggiunto senza l’uso di amplificatori, ma soltanto lavorando sulla parte fluido dinamica degli scarichi e con dei risuonatori che vengono sintonizzati per dare il tipico sound. Quando si sale a bordo di una Maserati ibrida si deve continuare a sentire il suono inconfondibile di un motore Maserati.


La caratterizzazione esterna

Dal punto di visto estetico la versione ibrida di Ghibli è caratterizzata da alcuni dettagli di colore blu, quello che è universalmente diventato il simbolo della mobilità pulita. Hanno un profilo blu le tre classiche prese d’aria sul parafango anteriore, come blu sono le pinze dei freni Brembo e la saetta nel logo sul montante.


Ghibli Hybrid cambia il suo sorriso introducendo una nuova griglia che la renderà ancora più elegante ed inconfondibile. Nuova griglia che è caratterizzata da un elemento distintivo: il diapason Maserati. L’inedita calandra si basa infatti su questa forma e si presenta con griglia cromata nella versione GranLusso e Nero Black Piano, ancora più aggressiva e sportiva, nella versione GranSport.


Ghibli, come le altre vetture della Casa del Tridente in gamma, cambia anche il suo look posteriore dove è stata sviluppata una nuova linea di fanali con uno stile definito boomerang design, ispirato a molte Maserati della storia, caratteristico del DNA della casa. Sono un elemento distintivo di tutte le MY21 e presenti su ogni modello MY21 di Ghibli. Per enfatizzare la forma a boomerang sono stati realizzati con una innovativa tecnologia di iniezione 3K che consente al fanale di avere una lente tricolore: nera nella parte perimetrale, rossa nella parte centrale e trasparente nella parte inferiore.  Il fanale è realizzato in 2 versioni: black per le accattivanti versioni con "Black pack"  e più chiaro per le più raffinate versioni GranLusso, giocando semplicemente sul colore della maschera interna superiore.


In Europa Ghibli Hybrid si presenta con un nuovissimo colore Grigio Evoluzione, un grigio tecnico, freddo con fiamma blu, un colore doppio strato che si ispira alle serie speciali, ma anche ad alcuni yacht decisamente lussuosi e performanti. È un colore che prende forma sotto la luce del sole, con i metalli che riflettono, dando una sensazione di brillantezza ed esaltando così le curve della vettura. Un colore che non lascia spazio alle cromature solitamente presenti su maniglie e parafanghi. Tutto nella versione Hybrid è Grigio Evoluzione, tranne i particolari in blu anodizzato, un colore che ci trasmette subito lo spirito di quest’auto.


In Cina, Ghibli Hybrid, che Maserati ha voluto chiamare Fenice, viene invece presentata in Rosso Magma, un colore simbolo della velocità e delle prestazioni. In questa versione maniglie e finiture restano cromate, mentre anche qui pinze dei freni, mostrine e saetta sono blu .


La caratterizzazione degli Interni

Nel 2013 la Ghibli ha fatto il suo ingresso nel segmento E delle berline Premium di fascia alta, facendosi subito notare per l’artigianalità di altissimo livello che ne connota l’abitacolo. In particolare per lo specifico design della plancia, che risponde perfettamente all’ambizione di poter vivere un’esperienza maggiormente rivolta al guidatore, senza dover rinunciare al lusso e alla raffinatezza. Nella versione Hybrid gli interni  trasmettono un senso di passione al primo sguardo grazie a una serie di elementi esclusivi, come i sedili anteriori sportivi in pelle con regolazione elettrica a 12 vie e poggiatesta con sistema integrato di prevenzione dei colpi di frusta, il volante sportivo con palette del cambio in alluminio e la pedaliera sportiva in acciaio.


Ghibli Hybrid è disponibile sia in allestimento GranLusso che GranSport  con alcune differenze nei vari mercati.


Nei modelli destinati alla regione Emea, i sedili sportivi sagomati sono rivestiti in finissima pelle naturale “Pieno Fiore”,  rifiniti con  impunture a contrasto e tridente ricamato sugli appoggiatesta di colore blu, la stessa caratterizzazione estetica del sedile la ritroviamo anche sui pannelli porta e sulla plancia, il blu che dà maggiore leggerezza e contemporaneità agli interni è un chiaro richiamo ai dettagli esterni della vettura . Nella versione GranLusso presentata in Cina, le impuntature di sedili, pannelli porte e plancia sono invece rossi


Nella console centrale spiccano la leva del cambio aggiornata e i pulsanti per le modalità di guida, oltre al caratteristico doppio selettore rotante in alluminio forgiato di alta qualità che consente di ottenere una regolazione intuitiva del volume audio e di altre funzioni.


Nella console trovano posto due porta-bicchieri, una presa elettrica da 12 V e un vano porta-telefono climatizzato, all’interno del quale sono alloggiati il lettore di schede di memoria SD e le prese USB e Aux-In, che consentono all’utente di ascoltare musica, guardare film o anche visualizzare immagini. Con i MY21 è stato introdotto anche su Ghibli il wireless charger per il telefonino (di serie o optional a seconda dei mercati) che è all’interno del vano porta telefono.


Nonostante la sua linea possa ricordare quella di un coupé, la Ghibli fornisce ai passeggeri anteriori uno spazio per le gambe  tra i migliori della sua categoria e ai passeggeri dei sedili posteriori uno spazio per la testa e le gambe altrettanto confortevole. La regolazione elettrica dei sedili è a 6 vie su quello di guida e a 12 vie di serie su entrambi i sedili anteriori negli allestimenti GranLusso e GranSport. I sedili posteriori, abbattibili in rapporto 60/40 e dotati di attacchi Isofix per fissare in sicurezza i seggiolini dei bambini, possono ospitare fino a tre passeggeri e offrono un ottimo sostegno laterale e il massimo comfort anche nei viaggi più lunghi.


Il volume di carico del bagagliaio è di 500 litri. Alla spaziosità interna contribuiscono anche ampie tasche nelle porte e un vano porta-oggetti con bloccaggio elettrico davanti al passeggero.


Gli allestimenti

Allestimento GranSport: gli interni trasmettono un senso di passione al primo sguardo grazie a una serie di elementi esclusivi, come i sedili anteriori sportivi in pelle con regolazione elettrica a 12 vie e poggiatesta con sistema integrato di prevenzione dei colpi di frusta, il volante sportivo con palette del cambio in alluminio e la pedaliera sportiva in acciaio. La finitura della plancia è in legno laccato Black Piano.


Allestimento GranLusso: la raffinatezza degli interni è esaltata dagli esclusivi rivestimenti in seta Ermenegildo Zegna, con inserti in seta mulberry, dalla finitura in legno Radica a poro aperto sulla plancia e dal volante in pelle con finitura in legno.


L’allestimento GranLusso prevede inoltre la pedaliera e il volante a regolazione elettrica, la tendina parasole elettrica per il lunotto, il sistema di chiusura assistita delle porte e il vano porta-oggetti con bloccaggio elettrico davanti al passeggero.


Gli interni firmati Ermenegildo Zegna accostano alla pelle a grana fine inserti 100% in fibra naturale di seta mulberry per le fodere dei sedili, dei pannelli porta, del cielo abitacolo, delle pantine parasole e della plafoniera luci. Alla seta, sempre in colore Antracite, possono essere accoppiate tre differenti tonalità di lussuosa e finissima pelle: Nero, Cuoio e Rosso.


In linea con la migliore tradizione Maserati, al cliente viene offerta un’ampia scelta di materiali, tra i quali spicca al top la pelle naturale “Pieno Fiore”, disponibile nei colori Nero, Rosso e Cuoio per i sedili comfort o sportivi, ciascuno con le proprie opzioni di cuciture.


La pelle Premium finissima a grana di tipo B, è invece utilizzata sul sopra plancia, sul sotto plancia e sui braccioli. Il rivestimento in pelle dei pannelli porta è impreziosito da una doppia cucitura. Il “Pieno Fiore” è una pelle che non ha eguali nell’industria automobilistica, grazie alla sua naturale morbidezza al tatto e al particolare processo di concia che le conferisce inimitabili caratteristiche nel corso degli anni.


Sistema Multimedia ultima generazione

La Ghibli ibrida, essendo a tutti gli effetti un MY21, dispone di tutte le novità tecnologiche presentate sui MY21 e quindi anche il sistema multimedia di ultima generazione MIA (Maserati Intelligent Assistant). Il cuore del sistema sfrutta la  potenza del sistema operativo Android Automotive che offre una User Experience completamente nuova ed innovativa e più performante, personalizzabile seconde le preferenze d’utilizzo del conducente. Lo schermo HD del sistema MIA passa da 8”4 con una proporzione di 4:3 a 10”1 con una proporzione di 16:10, e si presenta con un aspetto frameless per renderlo più contemporaneo eliminando al massimo lamostrina attorno. Si tratta di un nuovo display ad alta risoluzione con funzione multi-touch e una nuova interfaccia grafica che mixa il nero al colore dorato per esaltarne l’eleganza. Nella parte alta del display è poi stata introdotta una curvatura del vetro per rendere i tutto meno spigoloso e più elegante. Un effetto magari già incontrato in altri settori, ma che per la prima volta viene introdotto dell’automotive.


Sempre connessa con Maserati Connect*

A partire dal MY21 tutte le Maserati sono connesse grazie al nuovo programma Maserati Connect. Avendo la Maserati sempre connesso permette di tenere sotto occhio lo stato del salute della macchina, e Maserati Connect informerà il conducente quando e il momento per fare la manutenzione ordinaria, migliorando l’esperienza di servizio al cliente.


Maserati Connect garantisce anche maggior sicurezza con l’assistenza alle emergenze ed in caso di furto della macchina.


Con la Smartphone o Smartwatch si può sempre restare in contatto con la propria Maserati grazie alla app di Maserati Connect, oppure da casa chiedendo all’assistente virtuale personale (Amazon Alexa & Google Assist). Attraverso il sistema multimedia MIA (Maserati Intelligent Assistant) i servizi connessi di Maserati Connect portano una nuova esperienza a chi si trova a bordo.


Grazie al sistema di navigazione integrata e connessa il conducente ha sempre le ultime informazioni sul traffico in tempo reale ma anche sempre le mappe aggiornate. MIA permette anche di attivare i servizi di Amazon Alexa oppure Wifi Hotspot nella propria Maserati.


*= disponibilità può variare paese per paese.


Il cambio

Come le altre versioni della Ghibli, la Hybrid è equipaggiate con lo stesso cambio automatico a otto rapporti ZF, presente anche sulla Quattroporte e sul Levante.


La leva del cambio è stata recentemente riprogettata con uno schema di cambiata intuitivo che garantisce una corsa più corta e una funzionalità migliorata. Il cambio può essere azionato sia in modalità automatica (RND) sia in modalità manuale, semplicemente spostando la leva da destra a sinistra; sulla leva è stato inserito il nuovo tasto “P” che imposta la trasmissione in modalità di parcheggio.


Con la leva del cambio introdotta con le ultime versioni è semplice azionare i pulsanti di comando delle modalità di guida nella console centrale. Il tasto “M”, anche in questa versione, è stato sostituito dal pulsante per la disattivazione della funzione Start&Stop.


Questo tipo di trasmissione soddisfa qualsiasi esigenza, dal comfort ai cambi marcia rapidi, fino alla riduzione dei consumi e dei valori NVH (rumore, vibrazioni, ruvidezza). L’auto riconosce inoltre numerose condizioni, come per esempio tragitti in salita o in discesa oppure brusche frenate o curve impegnative, e seleziona di conseguenza il rapporto e la tipologia di cambiata migliori.


In modalità Manual Normal il sistema automaticamente sale di marcia all’avvicinarsi del regime massimo del motore, mentre in modalità Manual Sport i cambi marcia sono più veloci e brillanti ed è possibile spingere il regime del motore fino al limite senza intervento del sistema.


Le sospensioni

La configurazione delle sospensioni a quadrilatero con doppio braccio oscillante è una consolidata tradizione di Maserati derivata dalle corse. La Ghibli raccoglie questa eredità, incorporando però nuove tecnologie, a cominciare dal quadrilatero con doppio braccio oscillante totalmente in alluminio in posizione rialzata all’anteriore per garantire un handling agile e preciso.


L’architettura del sistema ha permesso al team Maserati dedicato all’handling di sviluppare uno sterzo preciso, confortevole e dotato di un feedback diretto.


Per le sospensioni posteriori è stato adottato un sistema multilink a cinque bracci, provvisto di quattro bracci di sospensione in alluminio, che assicura comfort eccezionale da un lato e prestazioni sportive dall’altro. Per controllare il movimento delle molle d’acciaio e delle barre antirollio, le sospensioni della Ghibli si basano su un sistema di ammortizzazione fisso.


La Ghibli è inoltre disponibile con il sistema di sospensioni Skyhook che è di serie nelle versioni GranSport e opzionale nelle altre, e offre un controllo elettronico indipendente di ciascuno dei quattro ammortizzatori.


La modalità predefinita del sistema Skyhook privilegia il comfort, anche se è sufficiente premere il pulsante delle sospensioni per ottenere maggiore sportività e dinamismo. Questa ulteriore rigidità di ammortizzazione, la cui messa a punto è avvenuta in condizioni di prova estreme e sulle piste, spinge l’handling della Ghibli a livelli ancora superiori.


Essenzialmente, il sistema Skyhook riduce in modo drastico i trasferimenti di carico longitudinali e laterali e minimizza il rollio della carrozzeria per privilegiare il lato più sportivo del carattere della vettura. Il computer adibito al controllo degli ammortizzatori Skyhook monitora un gran numero di parametri, che includono velocità, accelerazione laterale e longitudinale, movimenti delle singole ruote, movimenti della carrozzeria e dinamica degli ammortizzatori. Adattandosi alla modalità delle sospensioni scelta dal guidatore, il sistema offre l’ammortizzazione perfetta per ciascuna ruota in modo quasi istantaneo. Le sospensioni Skyhook sono di serie su tutti gli allestimenti GranSport.


Impianto audio

Sulla versione base della Ghibli Hybrid è di serie l’impianto audio Harman Kardon da 280 W con otto altoparlanti.


Come optional sono disponibili  l’impianto audio Premium Harman Kardon e Premium Surround Sound Bowers & Wilkins:


Impianto Premium Harman Kardon con 10 altoparlanti e amplificatore da 900 W. I watt in più rispetto all’impianto standard, la griglia nera sui woofer nelle porte con logo Harman Kardon, il nuovo amplificatore a 12 canali e il subwoofer ad alte prestazioni garantiscono il miglior connubio possibile tra potenza acustica e nitidezza del suono.


Impianto audio Premium Surround Sound Bowers & Wilkins: ai più esigenti in tema di alta fedeltà, Maserati offre il superlativo impianto audio surround Bowers & Wilkins, dotato di 15 altoparlanti, un amplificatore da 1.280 W e una perfetta configurazione del QuantumLogic™ Surround Sound.


L’impianto audio surround Bowers & Wilkins presenta un cono centrale in Kevlar da 100 mm per i suoni midrange e tre tweeter da 25 mm al centro e ai lati della plancia.


Le porte anteriori alloggiano un woofer da 165 mm e un altoparlante midrange con cono in Kevlar da 100 mm, mentre ogni porta posteriore ospita un woofer in Kevlar da 165 mm e un tweeter da 25 mm. Nella cappelliera sono inseriti due altoparlanti midrange in Kevlar da 100 mm e un subwoofer da 315x200 mm.


L’impianto include di serie la funzione Clari-Fi che analizza e ripristina la qualità dei formati di musica digitale supportati, corregge la forma delle onde sonore e restituisce un audio in alta fedeltà eliminando le distorsioni indesiderate.


Climatizzatore con sensore della qualità dell’aria AQS

La Ghibli è dotata di un sensore della qualità dell’aria, che migliora notevolmente il comfort di bordo per il guidatore e i passeggeri.


Questo sistema associa un sensore intelligente a un sistema di analisi del segnale che calcola i livelli di inquinamento esterno e impedisce l’ingresso di aria inquinata e gas tossici nell’abitacolo.


La regolazione del flusso di aria, con erogazione separata per guidatore e passeggero, è stata modificata in modo da renderla più facilmente personalizzabile. È stato inoltre introdotto un pulsante digitale “di sincronizzazione” per le regolazioni sul lato destro e sul lato sinistro e un display numerico per la selezione del livello di potenza della ventola.


Sistema Keyless Entry

La chiave in alluminio riflette lo stile della Ghibli ed è dotata di tecnologia Keyless Go, che consente di aprire la vettura con il telecomando in tasca, azionando la maniglia della porta o premendo il pulsante di apertura del bagagliaio. Una volta entrati in abitacolo, per avviare il motore è sufficiente premere il pulsante di avviamento.


Chiusura assistita delle porte

Grazie a un attuatore elettrico e a un sensore che rileva se la porta è aperta, questo sistema consente una chiusura assistita e silenziosa di ciascuna delle quattro porte se sono rimaste leggermente aperte, aumentando la tranquillità e il comfort degli occupanti, in particolare se ci sono bambini sui sedili posteriori. Il sistema si attiva anche in caso di chiusura manuale delle porte, per garantire che siano chiuse correttamente.


Vano porta-oggetti con bloccaggio elettrico

Nel menu del display touch screen è presente la modalità Valet* che blocca elettricamente il vano porta-oggetti davanti al passeggero. In questa modalità, il vano è accessibile solo inserendo un PIN di quattro cifre.


* Solo per vetture con guida a sinistra


Apertura/chiusura elettrica del baule “senza mani”

Grazie agli attuatori elettrici e a un dispositivo di blocco motorizzato, il sistema permette di aprire o chiudere automaticamente il leggerissimo baule, agendo sul telecomando, premendo un pulsante sul pannello porta o semplicemente muovendo il piede sotto il paraurti posteriore.


La funzione, utile soprattutto per aprire o chiudere il baule quando si hanno le mani impegnate, si attiva solo quando il sistema rileva la presenza del telecomando, a garanzia della massima sicurezza.


La scocca attorno a una cella in acciaio

La scocca della Ghibli è stata accuratamente progettata per soddisfare elevati livelli di prestazioni dinamiche e comfort sulle lunghe percorrenze, richiesti da chi acquista una Maserati.


Realizzata attorno a una cella in acciaio rigida ed estremamente sicura, questa scocca utilizza una serie di diverse leghe di alluminio e di acciaio per massimizzare la resistenza, minimizzare il peso e conservare la perfetta ripartizione dei pesi della berlina sportiva.


La parte anteriore della scocca è ottenuta da una fusione d’alluminio con una traversa rinforzata per assicurare una rigidità straordinaria in tutte le direzioni, mentre la parte posteriore è realizzata in acciaio laminato. Di conseguenza, le quattro porte e il cofano motore sono tutti di alluminio. Il magnesio ultraleggero è impiegato nella traversa della plancia.


Impianto frenante dual-cast Brembo

La tecnologia dual-cast del disco co-fuso, che Maserati è stata la prima a utilizzare sulle sue vetture, combina le proprietà della ghisa con la leggerezza dell’alluminio contribuendo così a ridurre le masse non sospese e ad aumentare la già straordinaria maneggevolezza della vettura. Questi freni, con un’ampia area d’attrito e un’elevata efficienza di raffreddamento, sono progettati per garantire prestazioni costanti in situazioni di guida sportiva.


Ghibli Hybrid ha freni dual-cast ventilati e forati da 360x32 mm, con pinze fisse Brembo in lega a sei pistoncini sull’asse anteriore; sull’asse posteriore sono alloggiate pinze fisse Brembo in lega a quattro pistoncini con dischi da 345x28 mm.


A una velocità di 100 km/h, Ghibli Hybrid può fermarsi in soli 35,5 metri Ma i freni ad alte prestazioni non garantiscono solo una grande potenza di arresto. La collaborazione con Brembo si è concentrata anche sull’ottimizzazione del comfort acustico del sistema frenante della Ghibli. Oltre a essere potenti, le pinze freno Maserati sono sempre state anche un significativo elemento di stile. Le pinze freno della Ghibli Hybrid sono blu.


Sterzo elettro assistito (EPS)

L’introduzione dell’EPS (Electric Power Steering) ha migliorato l’handling e il comfort della vettura, assecondando meglio le modalità di guida selezionabili e abilitando i nuovi sistemi avanzati di assistenza alla guida disponibili come optional.


Dotato di un attuatore a controllo elettronico montato sullo sterzo a cremagliera, l’EPS è semplice e leggero, richiede poca manutenzione si presta meglio a essere regolato con precisione e non incide sulla potenza del motore. Pur mantenendo l’handling eccezionale tipico di ogni Maserati, offre un miglior comfort nelle manovre di parcheggio e a bassa velocità, oltre ad attutire meglio le asperità del fondo stradale.


Esperienza di guida

Controllo integrato del veicolo (IVC) e sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS)


La funzione IVC è integrata nel Maserati Stability Program per migliorare la sicurezza attiva e la dinamica di guida, mentre i sistemi ADAS attivi opzionali consentono di offrire una tecnologia di guida autonoma di secondo livello.


Il sistema IVC (Integrated Vehicle Control) sviluppato in collaborazione con Bosch, previene - anziché limitarsi a correggere - quegli errori che portano alla perdita di controllo della vettura,  migliorando la sicurezza attiva e la dinamica di guida. Di conseguenza garantisce anche performances ed emozioni uniche al volante.


L’IVC utilizza un efficace sistema di controllo del tipo “feed-forward” che prevede le situazioni di guida e adegua preventivamente l’impianto frenante e il motore. Il sistema interviene in modo più regolare e silenzioso rispetto all’Electronic Stability Program (ESP) tradizionale, assicura un miglior bilanciamento della vettura e una miglior trazione in condizioni dinamiche estreme e utilizza il torque vectoring intelligente per ottimizzare in modo del tutto naturale la dinamica laterale anche quando l’MSP è disattivato. Nelle manovre dei test dinamici (es. slalom e cambio di corsia), l’IVC ha evidenziato una velocità di passaggio più elevata e migliori tempi sul giro in circuito.


Maserati Stability Program (MSP)

Sviluppato nel corso dei test più estremi, l’MSP si avvale di numerosi sensori per un rilevamento e un intervento tempestivi. In caso di slittamento, il sistema riduce la coppia del motore e può azionare i freni con interventi estremamente precisi per ripristinare la stabilità entro pochi millisecondi. Oltre all’IVC, nell’MSP sono integrati vari altri sottosistemi, come il sistema antibloccaggio dei freni ABS (Antilock Braking System) con il ripartitore di frenata a controllo elettronico EBD (Electronic Brakeforce Distribution), il controllo di trazione ASR (Anti-Slip Regulation), il controllo della coppia motore MSR (Motor Spin Regulator) che impedisce alle ruote motrici di bloccarsi durante le scalate in condizioni di scarsa aderenza, il sistema per la frenata d’emergenza BAS (Brake Assist System).


Sistemi ADAS

Gli ADAS (Advanced Driver Assistance Systems) di secondo livello, come Highway Assist, Active Blind Spot Assist e Lane Keeping Assist, rappresentano un importante passo avanti in direzione della guida semi-autonoma. Il pacchetto di ADAS disponibili come optional include anche l’efficiente sistema Traffic Sign Recognition.


Se da un lato Maserati considera gli ADAS uno strumento prezioso per una guida più sicura, dall’altro resta però fedele alla sua filosofia di costruttore di vetture gran turismo di razza con una dinamicità eccezionale per un’esperienza di guida senza pari. L’introduzione del nuovo pacchetto di ADAS attivi rende le Ghibli ancora più sicure in diverse condizioni di traffico, ma è sempre il guidatore a dover avere il controllo totale della vettura.


Active Driving Assist: è un’evoluzione dell’Highway Assist introdotto con I MY18. Ha una funzionalità “hands-on” (il guidatore deve mantenere sempre il controllo della vettura), utilizzabile su qualsiasi tipo di strada pur che in buone condizioni.  Se nelle versioni precedenti era utilizzabile sono in autostrada,  oggi è a disposizione su qualsiasi strada in buone condizioni a velocità fino a 145 km/h con sistema Adaptive Cruise Control attivato; riduce la fatica del guidatore e di conseguenza migliora la sicurezza attiva mantenendo la vettura nella corsia di marcia e adeguandone la velocità preselezionata in totale autonomia.


Il sistema utilizza un radar e una telecamera puntata anteriormente e contribuisce a mantenere la traiettoria della vettura, coadiuvato dall’EPS. La telecamera multifunzione rileva la segnaletica stradale orizzontale e calcola la distanza e la velocità del veicolo che precede. Il sistema Highway Assist include una radio che fornisce informazioni stradali e un sistema “hands-on” di rilevamento delle mani sul volante. In qualsiasi momento il guidatore può intervenire per escludere il sistema.


Lane Keeping Assist (LKA): mantiene la vettura al centro della corsia di marcia, intervenendo direttamente sull’EPS e visualizzando la situazione sul display del quadro strumenti. Quando sul display touch screen è selezionata la casella delle segnalazioni visive e aptiche, il sistema LKA interviene con una manovra di sterzo correttiva.


L’LKA utilizza una telecamera puntata anteriormente, che rileva la delimitazione della corsia di marcia e determina la posizione della vettura, e un radar che elabora i dati. Il sistema funziona a velocità tra 60 km/h e 180 km/h ed è disattivato quando sono attivi gli indicatori di direzione.


Active Blind Spot Assist (ABSA): è un sistema finalizzato a impedire le collisioni durante i cambi di corsia grazie a due sensori radar che monitorano i punti ciechi. Oltre a emettere una segnalazione visiva e acustica, l’ABSA è in grado di comunicare con l’EPS per intervenire sulla coppia di sterzo e prevenire possibili collisioni.


Traffic Sign Recognition (TSR)*: impedisce essenzialmente che l’auto viaggi a velocità troppo sostenute, inviando informazioni in tempo reale sul quadro strumenti relative ai limiti di velocità per il tratto di strada che si sta percorrendo. Il sistema TSR identifica i limiti di velocità in condizioni particolari (pioggia, nebbia, ore della giornata) e utilizza i dati della mappa del navigatore per informare il guidatore in caso di mancanza, non visibilità o non riconoscibilità di alcuni segnali da parte della telecamera.


Adaptive Cruise Control (ACC) con funzione Stop&Go: quando è attivo (da 30 a 210 km/h), l’ACC controlla in modo continuo lo spazio tra la Ghibli e il veicolo che la precede, mantenendo una distanza prefissata. In caso di rallentamento del traffico, o se un altro veicolo si frappone davanti, il sistema riduce la velocità agendo sui freni. Grazie alla funzione Stop&Go, la vettura adegua la propria velocità a quella del veicolo che la precede fino all’arresto completo, per poi ripartire automaticamente se lo stop è inferiore ai due secondi.


Forward Collision Warning Plus (FCW Plus): il sistema FCW Plus monitora i veicoli che precedono attraverso una telecamera e, con una segnalazione visiva e acustica, avverte il guidatore quando sussiste il rischio di tamponamento.


Advanced Brake Assist (ABA): se il guidatore frena ma non abbastanza da evitare l’impatto, il sofisticato sistema ABA provvederà ad applicare una pressione maggiore sull’impianto frenante.


Autonomous Emergency Braking (AEB): l’AEB è un sistema attivo progettato per evitare una collisione imminente o attutirne l’impatto. Il pericolo di collisione è rilevato dal radar dell’ACC e da una telecamera montata anteriormente. Un allarme acustico e visivo avverte il guidatore della necessità di iniziare a frenare. Se il guidatore non interviene, il sistema frena automaticamente in modo da rallentare la vettura e ridurre al minimo l’impatto.


Telecamera posteriore con griglie dinamiche

La telecamera, che è posizionata sopra la targa, si accende automaticamente in retromarcia, mostrando la zona posteriore alla vettura sul display ad alta risoluzione di nuovo formato. Questa telecamera utilizza i sensori posteriori di parcheggio per avvertire il guidatore della presenza di oggetti e ostacoli attraverso una segnalazione sia acustica che visiva. Le griglie dinamiche mostrano la larghezza massima della vettura e ne proiettano la traiettoria in base all’angolo di sterzo.


Telecamera Surround View

Il sistema della telecamera Surround View, opzionale o di serie a seconda dei mercati, si compone in totale di quattro telecamere (due laterali montate sotto i retrovisori esterni, una puntata anteriormente e una puntata posteriormente) e proietta sul display ad alta risoluzione una chiara visuale dall’alto a 360° della vettura. Il sistema può essere attivato automaticamente in retromarcia oppure è gestibile in manuale attraverso l’apposito pulsante sul display. È possibile scegliere tra cinque diversi angoli di visualizzazione. Vengono visualizzate anche le porte aperte e le linee guida per il parcheggio.


Rear Cross Path

La funzione Rear Cross Path è pensata per aiutare il guidatore durante l’uscita in retromarcia da un parcheggio, quando non è possibile vedere i veicoli che sopraggiungono. Utilizzando dei sensori montati su ciascun lato del paraurti posteriore, il sistema rileva la presenza di veicoli o oggetti diretti verso la vettura a velocità da un minimo di 1 km/h a un massimo di 16 km/h circa.


Sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici (TPMS)

Il TPMS è disponibile su tutte le versioni di Ghibli. Il sistema monitora la pressione degli pneumatici con un sensore montato come parte della valvola all’interno del cerchio. In caso di foratura o variazioni di pressione, il sistema avverte il guidatore mediante segnalazioni acustiche e visive.


Active Speed Limiter

Questa funzione, disponibile su tutte* le versioni di Ghibli, consente al guidatore di impostare il limite della velocità massima attraverso l’apposito tasto al volante. Il sistema può essere escluso dal guidatore premendo a fondo il pedale dell’acceleratore.


* Sistemi disponibili in mercati specifici


Sicurezza passiva

Per aumentare la sicurezza degli occupanti, Maserati Ghibli Hybrid  utilizza acciaio formato a caldo nelle aree critiche dell’abitacolo e alluminio nelle aree a minore criticità per risparmiare peso.


In particolare, la parte anteriore dell’abitacolo presenta componenti in acciaio stampato a caldo, con una traversa della plancia in magnesio per risparmiare peso, mentre la parte posteriore è resa più rigida mediante l’utilizzo di acciaio alto-resistenziale. Le barre anti-intrusione all’anteriore e al posteriore dell’auto sono realizzate in alluminio estruso, mentre porte e cofano motore sono in alluminio.


Gli ingegneri Maserati hanno aggiunto una terza linea di distribuzione del carico d’impatto alla struttura frontale dell’auto, che contribuisce a dissipare il carico e a distribuire le forze per assicurare la stabilità strutturale della scocca in caso d’impatto frontale.


La Ghibli è dotata di sette airbag e di poggiatesta anteriori anti-colpo di frusta. All’interno del volante e della plancia sono alloggiati airbag a doppio stadio per proteggere la testa di guidatore e passeggero in caso di impatti frontali, mentre un knee bag funge da protezione per le gambe del conducente, riducendo il carico sui femori in caso d’incidente.


Torace e bacino di guidatore e passeggero anteriore sono ulteriormente protetti dagli airbag laterali, alloggiati sotto il rivestimento in pelle del sedile. I lati della testa sono protetti da due airbag a tendina montati nel tetto dell’auto, in prossimità del montante centrale. Gli airbag a tendina proteggono la testa degli occupanti anteriori e posteriori dagli impatti laterali.

I PIU' LETTI - ULTIMI 7 GIORNI