Alfa Romeo di ieri e di oggi al REB Concours di Roma



Mercoledì 23 giugno si è conclusa, presso il Circolo di Golf Roma Acquasanta, la 2^ edizione del REB Concours, un prestigioso concorso di eleganza dedicato alle auto storiche.

Al concorso hanno partecipato 70 vetture d’epoca prodotte fra i primi del ‘900 e il 1970, premiate da una giuria composta da personalità di spicco del mondo della cultura, moda, spettacolo, politica, informazione e imprenditoria.

L’Ente Heritage di Stellantis ha partecipato esponendo, fuori concorso, le mitiche Alfa Romeo 8C 2900 B del 1938 e 33 Stradale Prototipo del 1967, che hanno accolto i visitatori in qualità di “damigelle d’onore” della manifestazione e solitamente esposte nel Museo Storico Alfa Romeo di Arese.

Accanto alle due straordinarie vetture storiche, in mostra sul green la nuova supercar Alfa Romeo Giulia GTAm, visibile per la prima volta in un evento in Italia centrale. Disponibili inoltre per prove su strada con l’assistenza di driver professionisti, Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio.

 


Si è appena conclusa, presso il Circolo di Golf Roma Acquasanta sulla Via Appia, la 2^ edizione del “Roma Eternal Beauties – The REB Concours”, un esclusivo concorso d’eleganza riservato a 70 auto storiche prodotte fra i primi del ‘900 e il 1970.

Per accogliere i numerosi visitatori e ospiti illustri, l’Ente Heritage di Stellantis ha esposto, fuori concorso, due esemplari tra i più ricercati della collezione storica Alfa Romeo: la 8C 2900 B Speciale Tipo Le Mans del 1938 e la 33 Stradale Prototipo del 1967, “damigelle d’onore” della manifestazione e solitamente esposte nel Museo Storico Alfa Romeo di Arese. Due rarità per veri estimatori, basti pensare che la 8C è proprio l’esemplare che partecipò alla 24 ore di Le Mans del 1938, distaccando di gran lunga gli avversari e sfiorando la vittoria, per arrendersi solo a un guasto meccanico; ugualmente straordinaria la 33 Stradale Prototipo, prodotta in una ristrettissima serie di sole 18 unità con motore V8 da due litri e 230 CV, ricercatissima da prestigiosi carrozzieri come Bertone, Pininfarina e Italdesign che ne fecero la base per futuribili concept car.


 


Accanto alle testimonianze della sua grande storia, il Brand Alfa Romeo ha voluto esporre anche la sua ultima nata: Giulia GTAm, la supercar più performante mai prodotta dalla Casa del Biscione. Un esordio assoluto in Italia centrale per questo modello prodotto in soli 500 esemplari numerati, equipaggiati con una versione potenziata del motore 2.9 V6 Bi-Turbo da 540 CV, la cui potenza specifica di 187CV/litro è best in class. Giulia GTAm si ispira alla Giulia GTA del 1965, uno dei modelli più vincenti dei 111 anni di storia di Alfa Romeo. Esiste tuttavia un fil rouge che lega le tre vetture esposte, come evidenziato durante un talk dal titolo "Alfa Romeo, passato presente e futuro" che ha intrattenuto il pubblico del concorso: si tratta infatti di tre prototipi (della GTAm era esposto l'esemplare 000/500) che rappresentano altrettante tappe nel "cammino evolutivo" di Alfa Romeo sui temi dell'alleggerimento - dalla carrozzeria Superleggera della 8C 2900 Le Mans alla A di Alleggerita nella GTAM - e della ricerca della performance. 


 


Le Alfa Romeo esposte fuori concorso hanno ricevuto il plauso unanime di molti giurati e ospiti presenti, ma va anche sottolineato che un’Alfa Romeo 6C 1750 Sport del 1929, iscritta da un privato, ha vinto il The Gentlemen Drivers Award consegnato dall'ex campione di rugby Andrea Lo Cicero.

Ottimo infine il riscontro per i test drive richiesti su Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio, messi a disposizione dei visitatori: oltre 30 ospiti e collezionisti hanno voluto provare le emozioni di una prova su strada con driver professionisti, che hanno risposto alle numerose domande degli appassionati.

Commenti