Passa ai contenuti principali

NEXT-TO entra nel vivo: Stellantis ed Edisu inaugurano a Torino la prima Tower Multifunction



Favorire la mobilità sostenibile e offrire servizi di pubblica utilità

attraverso l’installazione firmata Solerzia e la continua interazione

con gli studenti del network Edisu


Sostenibile, multifunzione, smart e con servizi di pubblica utilità: sono le caratteristiche principali della Tower Multifunction, firmata dalla start-up Solerzia, che Stellantis ed Edisu Piemonte, partner nel progetto NEXT-TO, hanno inaugurato questa mattina nel corso di una cerimonia ufficiale.


 


Prende sempre più corpo e sostanza, quindi, la sinergia siglata lo scorso febbraio tra l’Ente regionale di diritto allo studio universitario piemontese e Stellantis, tra i principali costruttori automobilistici al mondo e fornitore di soluzioni di mobilità innovative. Obiettivi dell’accordo, la promozione della sostenibilità ambientale, con una particolare attenzione alla e-mobility, e l’offerta di sistemi altamente tecnologici volti alla diffusione della cultura della mobilità a impatto zero tra la popolazione studentesca.


 


La Tower, prima installazione delle tre previste dal progetto NEXT-TO (Giulia di Barolo, San Liborio e Olimpia), è in posizione strategica e altamente frequentata dagli studenti e dalle studentesse: è stata installata infatti in via Roero di Cortanze, all’angolo con via Verdi, esattamente di fronte alla Residenza Universitaria “Giulia di Barolo” e quindi alla sala studio “Verdi”, oltre ad essere accanto al Palazzo Nuovo, sede di corsi dell'Università di Torino.


 


Questa mattina, nel corso della conferenza stampa moderata da Daniela Puglisi, sono intervenuti il Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte Stefano Allasia, la Sindaca di Torino Chiara Appendino, il Presidente di Edisu Piemonte Alessandro Ciro Sciretti, insieme a Gabriele Catacchio, e-Mobility Global Communication Manager di Stellantis, con Alessandro Sartarelli e Luigi Stancati, General Manager e Marketing Manager della innovativa start up Solerzia, che collabora a sua volta con i principali player nazionali dell’energia. Ha inoltre partecipato il Prof. Luca Settineri, delegato alla Programmazione, le Infrastrutture e l’Edilizia del Politecnico di Torino.


 


Nel corso dell’incontro sono state illustrate le specifiche tecniche della Tower ed è stato raccontato passo passo il suo processo di installazione in città.


 


“NEXT TO” è un progetto articolato nato dalla collaborazione tra Edisu Piemonte e l’e-Mobility Business Unit di Stellantis, già promotrice di accordi di collaborazione con diversi soggetti pubblici e privati, volti a rendere la mobilità elettrica ed elettrificata sempre più semplice e accessibile per il cliente. L’obiettivo di questa partnership, in particolare, è quello di promuovere in modo concreto tra la popolazione studentesca la transizione verso la mobilità elettrica, attraverso attività formative, di dialogo e confronto costanti tra l’azienda e gli studenti.


 


Oltre alla realizzazione di programmi finalizzati all’avvicinamento degli studenti ad ambienti lavorativi altamente specializzati, Edisu – grazie all’accordo con Stellantis – usufruisce della dotazione di due Jeep Renegade 4xe in comodato d’uso gratuito per un anno. Questo accordo permette quindi all’ente di utilizzare i fondi così risparmiati per altre attività rivolte agli studenti, oltre che garantire al personale spostamenti a basso impatto ambientale tra le residenze Edisu. Inoltre, grazie a specifici questionari rivolti agli utilizzatori delle vetture, il brand Jeep potrà conoscere le specifiche esigenze dei propri clienti per mettere eventualmente a punto nuovi servizi da offrire nell’ambito della mobilità elettrica.


 


I pali intelligenti firmati Solerzia


Si tratta di sistemi multifunzione pensati non solo per l’illuminazione stradale, che coniugano un innovativo impianto fotovoltaico integrato verticalmente nella struttura con numerosi servizi e dispositivi: la ricarica elettrica di auto, bici e monopattini, l’applicazione di sistemi di videosorveglianza, pannelli informativi, defibrillatore, sistemi di connettività e potenziamento wi-fi. Le strutture sono intelligenti e adattive, ideate per essere il punto di riferimento per la progettazione di “smart grids”, destinate ad evolversi ed interagire con l'ambiente circostante in uno scambio costante di energia, servizi e flussi informativi.

Creare di una rete di strutture multifunzione connesse, con gestione digitale dei servizi e sensori integrati, rappresenta una modalità unica ed innovativa per il sistema di gestione urbano oltre che elemento di interconnessione tra abitazioni, edifici, infrastrutture e persone, e realizza di fatto l'evoluzione finale e sostenibile del concept di “smart city”.


 


Sala Studio Verdi


L’evento di questa mattina è stata anche l’occasione per celebrare ufficialmente la restituzione alla popolazione studentesca, dopo mesi di importanti lavori di ristrutturazione e adeguamento degli impianti, della sala studio “Verdi”, collocata proprio all’interno dello stabile che ospita la residenza “Giulia di Barolo”.


 


Per il Presidente di Edisu Piemonte Alessandro Ciro Sciretti “Continuiamo a dare corpo ai pensieri: il nostro lavoro è quello di rispondere ma soprattutto anticipare quelle che sono le esigenze e necessità dei nostri studenti e studentesse, per i quali dobbiamo e vogliamo continuare ad essere un punto di riferimento durante tutto il loro percorso di studi. Realizzare nuovi servizi per la popolazione studentesca significa creare nuove opportunità per una città intera: il territorio con la sua collettività, insieme agli studenti e alle studentesse che lo animano, sono beneficiari diretti di questi progetti innovativi importanti. Collaborare, lavorare incessantemente ed essere concreti: questo è il nostro mantra grazie al quale oggi, insieme a Stellantis, siamo riusciti a portare a casa un grande risultato. L’intervento ora si concentra sulla città di Torino, ma contiamo di portare questo tipo di servizio innovativo anche negli altri poli universitari piemontesi”.


 


“Quella che abbiamo presentato oggi è un’iniziativa concreta rivolta ai giovani, nata dalla collaborazione tra pubblico e privato per influire positivamente sulla vita quotidiana e sostenere il passaggio verso una mobilità più sostenibile – afferma Gabriele Catacchio, e-Mobility Global Communications Manager di Stellantis. “La transizione verso l’elettrico non si fa da soli. Richiede sforzi congiunti e il coinvolgimento dei giovani, coloro che fruiscono già oggi ma che fruiranno soprattutto in futuro delle nuove forme di mobilità. Per noi è cruciale parlare alle nuove generazioni e sensibilizzarle sull’importanza dell’elettrificazione come chiave per una mobilità sostenibile ma anche per cogliere da loro spunti stimolanti e utili alla definizione della nostra strategia. Ecco perché abbiamo coinvolto più di 10.000 studenti in meno di due anni in seminari, dibattiti e “sfide di pensiero”. E per Stellantis questo è il più grande valore che l’accordo con Edisu Piemonte sta generando, avvicinando il mondo del lavoro ai giovani e viceversa, facilitando così dialogo e confronto costanti tra la nostra azienda e gli studenti universitari sulle nuove forme di mobilità”.

Commenti

Post popolari in questo blog

PRIME IMMAGINI UFFICIALI DI DUE NUOVE FIAT IN ARRIVO DAL 2025

Durante la presentazione della nuova Fiat Grande Panda, Olivier Francois ceo di Fiat, ha mostrato un video in cui si intravedono le nuove Fiat Fastback e la familiare in arrivo dal 2025.

Previsioni traffico estate 2024: 2 bollini neri all'inizio di agosto

Si avvicinano i giorni più trafficati dell'anno per gli spostamenti verso le località turistiche. Qui trovate le previsioni per luglio,  agosto e l'inizio di settembre,  oltre ai divieti di transito per i mezzi pesanti.  Bollino Verde: traffico regolare  Bollino Giallo: traffico intenso  Bollino Rosso: traffico molto intenso  Bollino Nero: massima concentrazione di traffico con criticità  Particolare attenzione al traffico intenso sulla rete autostradale ligure, sulla A1 tra Milano e Bologna e sulla A14 Adriatica. Per informazioni in tempo reale potete ascoltare Rtl 102.5 e Isoradio 103.3. Disponibili anche su radio DAB e per Isoradio con app RAI Play Sound.

Fleet & Tender di Stellantis Italia si aggiudica gara per fornitura di Fiat Panda, 600 e Doblò alla Pubblica Amministrazione italiana

In gara c’erano più lotti che riguardavano vari tipi di veicoli (city car, sport utility vehicle e veicoli commerciali) sia ibridi che elettrici I modelli che sono stati scelti sono la Fiat Panda, Fiat 600 e FIAT Professional Doblò.   Stellantis Italia, attraverso il dipartimento Fleet & Tender, si è aggiudicata un’importante gara nazionale indetta da Consip per la fornitura di veicoli alla Pubblica Amministrazione italiana. In gara c’erano più lotti che riguardavano vari tipi di veicoli (city car, sport utility vehicle e veicoli commerciali). In particolare, i modelli che sono stati scelti sono Fiat Panda (350 unità), Fiat 600 (1.260 ibrida) e 150 FIAT Professional Doblò termici. Il dipartimento di Fleet & Tender è la divisione altamente specializzata all’interno di Stellantis per la progettazione e la realizzazione di ogni specifica tecnica richiesta nelle gare promosse da Consip per la Pubblica Amministrazione ed in particolare per le forze dell’ordine. Tra cui una fornitura

OBBLIGO DELL'UTILIZZO DELLA CORSIA PIÙ LIBERA A DESTRA

Fino al 2002 il comma 6 dell’art.143 del Codice della Strada diceva che la corsia di destra era riservata ai veicoli lenti, ma questa frase è stata totalmente eliminata dal 15 gennaio 2002. Oggi, l’articolo 143 comma 5 del Codice della Strada prescrive che, salvo diversa segnalazione, sulle strade a due o più corsie per senso di marcia si deve circolare sulla corsia libera più a destra , e la corsia o le corsie di sinistra sono riservate al sorpasso.  Le sanzioni per l’inosservanza di questa legge prevedono il pagamento di una multa compresa tra 42 e 173 euro, la decurtazione di 4 punti dalla patente di guida (8 per i neopatentati) e l’addebito della responsabilità in caso di sinistro o quantomeno il concorso di colpa anche in caso di tamponamento. Il sorpasso a destra non è consentito, ma il superamento sì. Nel sorpasso è previsto il passaggio da una corsia all’altra e il ritorno su quella di origine, mentre il superamento prevede l’avanzamento del veicolo sulla stessa corsia di marci

Produzione FIAT Panda a Pomigliano d'Arco

Video del Canale YouTube Passione Auto Italiane 

Nuova Fiat Multipla 2025

Nel 2025 arriverà un nuovo Suv Fiat, al momento conosciuto come Multipla,  e che appartiene  alla nuova famiglia Panda. Per capire come sarà basta incrociare le immagini del concept mostrato a febbraio,  con le forme delle nuove Citroën C3 Aircross e Opel Frontera. Il risultato è in grandi linee quello creato da auto-moto.com, che anticipa quello che dovrebbe essere l'aspetto definitivo del nuovo modello.  Questo nuovo B-SUV condivide con la C3 berlina e Aircross e con la Opel Frontera la piattaforma Smart Car, progettata fin dall'inizio per accogliere in modo ottimale l'offerta elettrica. Fiat proporrà l'offerta termica tradizionale, e una gamma ibrida che facilita l'accesso all'elettrificazione. E sarà disponibile anche in versione 100% elettrica, con una gamma accessibile. La Multipla avrà fino a 7 posti e avrà una lunghezza di circa 4,39m e avrà prezzi molto contenuti, grazie all'utilizzo della piattaforma Smart Car, e alla condivisione a livello globale

Nuova Fiat Grande Panda

La Grande Panda rappresenta il ritorno di FIAT nel mercato globale mainstream, fondata su tre pilastri: design italiano, piattaforma globale e rilevanza locale. Valori come sostenibilità, inclusività, semplicità e bellezza sono alla base del progetto, con un design ispirato all'iconica Panda degli anni '80, definita il "blue jeans" dell'automotive per la sua versatilità. La Grande Panda, pertanto, si posiziona come un'auto socialmente rilevante e accessibile a tutti. La nuova Panda è un'evoluzione della prima Panda, trasformandosi in un veicolo del segmento B adatto alle famiglie, con un prezzo di partenza inferiore a €25.000 per la versione elettrica. Progettata in Italia presso il Centro Stile FIAT di Torino, si basa su una piattaforma multi-energia adattabile a livello globale, con un design italiano distintivo e opzioni di motorizzazione per rispondere alle diverse esigenze dei clienti in tutto il mondo. Questo modello segna la transizione di FIAT da u

NUOVA FIAT GRANDE PANDA IN ALLESTIMENTO BASE

Da Instagram (Panero Auto Torino) arrivano le prime immagini della Fiat Grande Panda in allestimento base. La vedremo in dettaglio l'11 luglio 2024. FIAT Grande Panda, primogenita della nuova famiglia ispirata alla Panda degli anni '80, un’auto compatta che risponde alle esigenze dei clienti di tutto il mondo. Fiat Grande Panda è il primo modello di una nuova gamma globale basata su una piattaforma multi-energy. Con questo nuovo modello inizia il passaggio del marchio FIAT da una produzione locale a una offerta globale sviluppata da una piattaforma comune. La Grande Panda arriverà prima in Europa, Medio Oriente e Africa e sarà disponibile nelle versioni elettrica e ibrida. La Grande Panda si presenta come un veicolo del segmento B sotto i 4 metri di lunghezza, con linee semplici e uno spazio a bordo ben organizzato per cinque passeggeri grazie al volume compatto, perfetto per il confort delle famiglie e della mobilità urbana odierna. FIAT è una delle case automobilistiche in at

Fiat Grande Panda arriva a fine anno con prezzi da meno di 19.000€

La Grande Panda segna il ritorno della FIAT sul mercato consumer globale. È stato sviluppato sulla base di 3 pilastri: design italiano, piattaforma globale e rilevanza locale. Sostenibilità, inclusività, semplicità e bellezza sono i valori che hanno dato vita al progetto, mentre il design si ispira all'iconica Panda degli anni '80, il 'blue jean' dell'industria automobilistica, qualcosa di perfetto per ogni occasione e per ogni occasione. occasione. cliente. È quindi un’auto socialmente rilevante, l’auto per tutti. La Grande Panda è letteralmente il clone della prima Panda, rendendola un nuovo veicolo del segmento B, conveniente e adatto alle famiglie. Il prezzo della Grande Panda parte da meno di 25.000 euro per la versione completamente elettrica e da meno di 19.000 euro per quella ibrida. Progettata in Italia presso il Centro Stile FIAT di Torino, la Grande Panda si basa su un'idea semplice: una piattaforma multienergia unica e installabile in qualsiasi parte

Dimensioni Nuova Fiat Grande Panda

Come l’iconica Panda degli anni 80 che da oltre quarant'anni ha cambiato il modo di vivere l'automobile, la Grande Panda vanta una personalità cool ed elementi che sorprendono, oltre ad un uso innovativo e intelligente dello spazio. In particolare, la nuova vettura si distingue dalle altre vetture del segmento B per la sua compattezza unica, data dalle dimensioni contenute (3,99 m. di lunghezza al di sotto della media del segmento, 1,57 metri di altezza e 1,76 metri di larghezza), e da una capienza ben organizzata grazie al suo volume compatto: ad esempio, il bagagliaio misura 361 litri mentre la capienza totale dei vani portaoggetti, posti di fronte al passeggero anteriore, è di 13 litri.