Alfa Romeo ringrazia Antonio Giovinazzi


Il pilota di Alfa Romeo Racing ORLEN, Antonio Giovinazzi, lascerà il team alla fine del campionato di Formula 1 2021, dopo aver trascorso tre stagioni con la squadra.


 


Antonio è stato il primo italiano a competere in una stagione completa di F1 dal 2011, quando debuttò sulla griglia di partenza di Melbourne nel 2019. Finora ha preso parte a 59 gare con la squadra, tra cui due per la Sauber nel 2017, debuttando al posto dell'infortunato Pascal Wehrlein.


 


Antonio è un pilota molto amato sia dalla squadra che dai fan. È stato un professionista incredibile durante tutta la sua esperienza con il team, contribuendo alla sua crescita e dando sempre il 100% in pista e fuori. Tra i suoi migliori risultati, si è classificato quinto nel 2019 al Grand Prix del Brasile offrendo alla squadra forti emozioni, come quando è stato in testa alla gara sotto le luci di Singapore nella sua stagione di debutto e portando l’auto in Q3 più volte in questa stagione.


 


Alfa Romeo augura ad Antonio, grande compagno di squadra e persona fantastica, il meglio per le sue sfide future e per i prossimi capitoli della sua carriera.


 


Jean Philippe Imparato, CEO Alfa Romeo: "Alfa Romeo è estremamente grata ad Antonio Giovinazzi per il grande contributo apportato alla squadra nel corso degli anni, non solo dal punto di vista sportivo. Ha incarnato lo spirito italiano di questo brand, ricoprendo ogni giorno il ruolo di vero e proprio ambasciatore. Non è un caso che sia stata proprio Alfa Romeo a riportare un pilota tricolore in F1 dopo 8 anni e che Antonio Giovinazzi sia stato l'unico pilota italiano negli ultimi 3 campionati.


Siamo orgogliosi di aver scritto insieme a lui un capitolo così importante della gloriosa storia sportiva di Alfa Romeo. Auguriamo ad Antonio tutto il meglio per il suo futuro.”


 


Frédéric Vasseur, Team Principal Alfa Romeo Racing ORLEN: "Dire addio ad un pilota non è mai facile, soprattutto nel caso di Antonio, che è stato parte della squadra per così tanto tempo. Separandoci, conserveremo i ricordi dei momenti belli traendo insegnamento da quelli meno piacevoli, consapevoli di quanto ci hanno fatto crescere insieme come squadra. Auguriamo ad Antonio il meglio per il suo futuro dopo la stagione 2021: prima di allora, abbiamo ancora tre gare per raggiungere altri buoni risultati insieme, e finire al meglio la stagione.”

Commenti

I più letti della settimana