Piano industriale Lancia



Il futuro della gamma Lancia sarà strettamente collegato all'elettrificazione, come dimostra il grande lavoro legato alla nuova Ypsilon e su vetture che prenderanno nomi iconici come Delta e Aurelia. Nel dettaglio il marchio di Torino tornerà a vendere auto fuori dall’Italia nel 2024 con tre nuovi modelli, tra cui la quinta generazione della Ypsilon con una versione completamente elettrica, un crossover compatto di punta e una berlina compatta. È quanto ha dichiarato l’amministratore delegato di Lancia Luca Napolitano. Lancia lancerà quindi un modello di punta, un crossover compatto che arriverà nel 2026 probabilmente chiamato Aurelia, seguito da una berlina compatta nel 2028 che farà rivivere lo storico nome Delta. Naturalmente i punti di contatto con i modelli francesi saranno molti, partendo dalle piattaforme modulari fino ai software di gestione. Il design dei nuovi modelli sarà supervisionato da Jean-Pierre Ploue, da tempo al design sotto il controllo del Ceo di Stellantis, Carlos Tavares. Le vendite a livello europeo inizieranno in Austria, Belgio, Francia, Germania e Spagna nel 2024 ed in un secondo momento nel Regno Unito. 

Lancia punta su elettrificazione, nuova gamma più articolata, tornare ad essere un marchio Premium e tornare in Europa. Il piano è già stato approvato e finanziato.

Lancia Ypsilon elettrica

La nuova Lancia Ypsilon attesa nel 2024 sarà realizzata sulla piattaforma per auto di piccole dimensioni di Stellantis e sarà la prima ad avere un propulsore completamente elettrico, nonché l’ultima ad adottare un motore a combustione interna (un mild hybrid da 48 volt). Nel dettaglio si tratterà della piattaforma STLA Small, al debutto proprio sulla Ypsilon o in alternativa sulla nuova Panda.


Lancia Aurelia elettrica

La piattaforma STLA Small sarà utlizzata anche per la futura Lancia Aurelia elettrica, suv compatto proposto esclusivamente con motorizzazioni a zero emissioni. Se il nome non è ancora definitivo, lo è la data di arrivo prevista nel 2026. Anche in questo caso la condivisione di componentistica con i marchi francesi del gruppo sarà elevata, a conferma della strategia di Tavares di avere un lungo numero di modelli con diversi brand ma realizzati dalla stessa base di partenza.


Nuova Lancia Delta elettrica

Per il debutto della nuova Lancia Delta elettrica si dovrà attendere il 2028, come confermato dallo stesso Napolitano. Si tratterà di una cinque porte compatta priva di motorizzazione termica, in grado di conquistare un pubblico più adulto e attento a contenuti e materiali premium


Lancia, nuovo modello di vendita

Anche il modello di vendita Lancia si evolverà, ha spiegato Napolitano: «Circa la metà dei clienti del marchio opterà per le vendite su Internet nella seconda parte di questo decennio, riducendo il numero e le dimensioni degli showroom necessari. Immagino circa 100 showroom in 60 città europee» ha detto, aggiungendo che non saranno corner negli showroom di un altro marchio, ma spazi dedicati, anche se con ingombri ridotti da 80 a 140 metri quadrati. Come gli altri brand nel cluster premium di Stellantis (DS e Alfa Romeo), a partire dal 1° giugno 2023 anche Lancia passerà a un mandato di agenzia per le vendite. Secondo il quale la Casa mantiene l’inventario fino a quando il veicolo non viene venduto dall’agente a un cliente finale. Gli agenti al dettaglio ricevono una commissione minore, ma i loro costi sono inferiori dato che il finanziamento dell’inventario e l’identità aziendale sono responsabilità della Casa. Napolitano non ha divulgato la struttura delle commissioni per gli agenti spiegando che «Discussioni produttive sono ancora in corso», ma ha affermato che Lancia avrà un’offerta di prodotti semplificata con pacchetti preimpostati di opzioni per ottimizzare produzione ed inventario.

Commenti

I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA