A Melfi saranno prodotti 4 modelli elettrici. Prime informazioni sulle strategie per gli stabilimenti Italiani



In foto le piattaforme per auto elettriche del gruppo Stellantis con le prime indicazioni ufficiali.

I poli produttivi italiani di Stellantis sono coinvolti nella transizione green: come annunciato lo scorso luglio durante l'EV Day, Stellantis è al lavoro per trasformare lo stabilimento di Termoli nella terza gigafactory europea; a Melfi sono previste le linee di produzione di 4 nuovi modelli BEV e la linea di assemblaggio per le batterie; ad Atessa lo stabilimento Sevel confermerà la sua leadership nella produzione di veicoli commerciali, anche nella variante BEV e Torino diventerà un centro di eccellenza e competenza per la transizione energetica e l’elettrificazione con il progetto “Stellantis Turin Manufacturing District”. Più in dettaglio, Torino ha visto la conversione del plant di Mirafiori per la moderna linea di produzione della Nuova Fiat 500, la creazione dell’impianto Vehicle-to-Grid più grande al mondo e dei “Battery Hub” e “Battery Lab”, centri specializzati nell’assemblaggio batterie attivi nelle fasi di prototipazione e sperimentazione nonché del controllo qualità dei componenti e dei cicli di vita delle batterie. Inoltre è di pochi giorni fa l’annuncio che a Mirafiori è previsto l’arrivo della nuova piattaforma elettrificata di Maserati che permetterà di realizzare le Nuove GranTurismo, GranCabrio e Quattroporte, tra il 2022 e il 2024.

Commenti