Gamma Jeep 4xe



La provincia di Huelva offre luoghi e paesaggi adatti a tutti i tipi di turismo: balneare, culturale, attivo, gastronomico... un terreno ideale per la gamma ibrida plug-in Jeep 4xe.

L'attività mineraria è stata fondamentale nella storia della provincia di Huelva, con importanti sfruttamenti nei fiumi Tinto e Odiel che hanno lasciato un segno profondo.

Con le sue caratteristiche di comfort e 4x4, la gamma 4xe è un'alternativa ideale per scoprire un ricco patrimonio storico legato all'estrazione mineraria e un grande patrimonio naturale.

 


Situata nella zona più occidentale dell'Andalusia, con una costa totalmente bagnata dalle acque dell'Oceano Atlantico, Huelva è una grande sconosciuta per il turismo che l'Andalusia sceglie per trascorrere le proprie vacanze. Tuttavia, questa provincia nasconde tesori e un ricco patrimonio storico legato all'estrazione mineraria , un'attività che ha lasciato il segno e ha avuto un grande impatto in tutta la Spagna, sia negli aspetti economici che culturali, o anche sportivi.


Infatti, nella capitale di Huelva si può visitare la Casa Colón, l'ex sede della Compagnia Rio Tinto e il luogo dove è stato fondato nientemeno che l'Huelva Recreation Club, o Club Recreativo de Huelva, la più antica squadra di calcio di Huelva Spagna, creata da minatori e ingegneri inglesi.


I minatori lasciarono anche a Huelva il pittoresco quartiere Reina Victoria, con case a due piani che imitano lo stile in voga in Gran Bretagna in quegli anni. Come perdersi in una zona di Londra senza lasciare l'Andalusia.


L'attività mineraria ha anche lasciato l'imponente molo di Riotinto che, dal 1876, consentiva il trasporto di minerali dalle miniere di Andévalo al porto di Huelva. Oggi è diventato un luogo perfetto per passeggiare e godere di viste spettacolari sulla palude.


A 4 chilometri da Huelva si può visitare il Monastero di La Rábida, un luogo chiave nella Scoperta dell'America e molto vicino, a Palos de la Frontera, si trova il Muelle de las Carabelas, dove si possono vedere tre riproduzioni della Pinta, la Niña e la Santa Maria.


Per approfondire la storia mineraria di Huelva, la Vía Verde del Odiel percorre parte del percorso della vecchia ferrovia che portava il minerale a Huelva, attraversando i comuni di Almonaster, Zalamea la Real e El Campillo.


Partendo dalla vecchia stazione di El Buitrón, percorre 17 chilometri, durante i quali devi superare un dislivello di 168 m con forti pendenze fino a raggiungere gallerie e banchine di carico del minerale e attraversare il fiume Tintillo su una passerella in legno di 30 m. Il percorso prosegue fino al fiume Odiel, attraversato dal "Puente de Chapa", un ponte curvo a sei occhi, con tratti in pietra e muratura e struttura centrale in acciaio. Dopo aver raggiunto le miniere di San Platon, il fiume Odiel cambia colore per diventare verde.


Per gli amanti dell'escursionismo e della gastronomia, c'è il percorso della Ribera del Jabugo tra Galaroza e Castaño del Robledo lungo le rive del fiume Múrtiga. È un percorso fresco, vicino all'acqua e all'ombra di salici, pioppi, frassini, noci... Ideale per combattere i rigori dell'estate.


E per godersi tutte queste enclavi, niente di meglio dei modelli dell'efficiente e capace gamma 4xe di Jeep, della Renegade 4xe, della Compass 4xe o dell'iconica Wrangler 4xe, a cui presto si aggiungerà la Nuova Grand Cherokee 4xe.

Commenti

I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA