Fiat 600 Concept




La Fiat 600 del 1955 è una delle icone più importanti del boom economico italiano. Questa è probabilmente la prima World Car della storia. Oltre ai principali stabilimenti produttivi FIAT di Torino è stata assemblata in Argentina, Cile, Uruguay, Colombia, Germania, con il marchio SEAT in Spagna e dall'ex Jugoslava Zastava.


Il concept realizzato da DAVID OBENDORFER (illustrazioni indipendenti che non sono né approvate e né correlate alla FIAT) della Fiat 600 reinterpreta il modello storico disegnato da Dante Giacosa, ma non è solo una trascrizione stilistica aggiornata: è la risposta alla domanda 'Quale sarebbe la 600 oggi?'. Una berlina compatta a cinque porte, posizionata nel segmento B, lunga poco più di 4 metri e pensata per ospitare cinque passeggeri con bagagli.


Il frontale con le tre strisce cromate orizzontali, le luci diurne posizionate sul cofano motore e la forma evocativa del parafango posteriore sono chiaramente ispirati alla 600 prima serie.


Questa è l'interpretazione di David realizzata qualche anno fa, ma come sarà il modello che FIAT sta realizzando e che vedremo nel 2023? Come già detto stiamo attendendo l'ufficialità del nome commerciale 600 per questo modello. Anche se sembrerebbe che il nome interno sia quello e potrebbe essere quello definitivo. In questo caso non si tratta, però, di una classica cinque porte ma di un crossover alto circa 1.52m e lungo circa 4.08m. Quindi come una Punto leggermente più alta (1,49m) e leggermente più lunga (4,06m).


Il nuovo modello avrà motori 1.2 3cilindri solo benzina, motore elettrico e il mild Hybrid. Si tratta di un nuovo ibrido mild Hybrid 1.2 136cv, che sarà presente anche su Jeep Avenger. Vi ricordato che si parla di pianale EX PSA e i motori termici sono motori Puretech.

Commenti

  1. it is my hope this is just Oberdorfer illustration... i hardly see such products as marketing future project... you should never base your ideas upon no marketing products if this happen it will be big big dangerous move for Fiat chrysler alliance

    RispondiElimina

Posta un commento