Passa ai contenuti principali

Abarth Classiche



Abarth Classiche 1000 SP (2022)


L’Abarth Classiche 1000 SP rappresenta la reinterpretazione contemporanea della Sport Prototipo del 1966, una delle pietre miliari nella storia agonistica dell’Abarth. Lo stile, le prestazioni e le vittorie conquistate in tutta Europa fecero di questa icona della sportività uno dei modelli più amati della Casa dello Scorpione. Una vettura leggendaria che ha continuato a ispirare i designer del Centro Stile Fiat e Abarth tanto che nel 2009 viene concepita la sua erede. Nel 2021, a 55 anni esatti dal debutto dello storico modello, il progetto viene rielaborato e perfezionato da Abarth Classiche, dando vita a un’auto che conserva e attualizza tutto il carattere della sua gloriosa antesignana.


 


Nell’Abarth Classiche 1000 SP riecheggiano linee ed elementi estetici caratteristici dell’omonima sportiva degli Anni Sessanta. Il corpo vettura sinuoso – con le superfici morbide dei parafanghi che evidenziano la posizione delle ruote – riprende lo schema della spider a motore centrale. Le geometrie del posteriore della Abarth Classiche 1000 SP sottolineano un’armonia perfetta tra i gruppi ottici e gli scarichi. La livrea è rigorosamente rossa e su tutto il corpo vettura compaiono le caratteristiche prese d’aria, dal cofano anteriore fino agli slot di raffreddamento su quello posteriore. Anche la fanaleria rispetta lo schema minimalista della 1000 SP storica, con proiettori puntiformi sul muso e una sola coppia di fanali posteriori rotondi a sottolineare la notevole larghezza dell’auto dalla vista posteriore. La vettura è equipaggiata con un grintoso motore da 1742 cc, in grado di erogare 240 cv a 6000 giri al minuto.


 


Abarth 1000 SP (1966)


La Fiat Abarth 1000 SP, nome in cui 1000 indica la cilindrata in centimetri cubi e SP le iniziali di Sport Prototipo - leggera e potente vettura da competizione a ruote coperte con carrozzeria spider due posti – nasce nel 1966 dalla matita del progettista Mario Colucci. Equipaggiata con telaio in traliccio di tubi d’acciaio e motore centrale, la 1000 SP viene portata in gara dalla Scuderia ufficiale Abarth e gli ottimi risultati ottenuti in prestigiose competizioni sono il miglior veicolo pubblicitario per promuovere la vettura presso i clienti privati.


 


La Sport Prototipo monta l’ennesima evoluzione del bialbero Abarth costruito intorno al basamento delle Fiat 600 ed è progettata per eccellere sia nelle brevi corse in salita sia nelle lunghe e impegnative gare di durata. Il leggero telaio e la carrozzeria in poliuretano e vetroresina mantengono il peso complessivo della vettura in 480 kg a secco, consentendo una velocità massima che supera i 220 km/h. Le linee semplici, basse e filanti, soprattutto nella parte anteriore, si devono alla collocazione ai lati del motore dei radiatori.


 


Il primo importante successo sportivo è nella massacrante 500 km sul circuito del Nürburgring, il 4 settembre 1966: l’Abarth 1000 SP condotta da Müller e Steinmetz vince la classe 1000, salendo sul terzo gradino del podio nella classifica assoluta.


 


L’eco di quella vittoria rimbomba a distanza di pochi giorni in Valle d’Aosta, alla corsa in salita Aosta-Pila. La voce dei due repentini successi comincia a dare i suoi frutti e in Abarth arrivano i primi ordini. Raggiunti i 50 esemplari prodotti, nel marzo del 1968 l’Abarth può ottenere l’omologazione Gruppo 4 Sport / Classe 1000.


 


La 1000 SP continua a inanellare successi. Beneficiando di numerose evoluzioni e trasformazioni, la vettura continua a correre per oltre un decennio, dando molte soddisfazioni ai piloti privati, disposti ad attendere anche parecchio tempo prima di ricevere la propria vettura ordinata in Abarth.


Abarth 750 record (1956)


Presentata al pubblico durante il Salone di Torino del 1956 e riconoscibile per la caratteristica carrozzeria realizzata da Bertone su disegno di Franco Scaglione, la 750 Record ha un profilo studiato in funzione della massima rispondenza aerodinamica, per avvolgere e inglobare il posto guida e terminare nella sezione posteriore con una grande pinna.


 


Il propulsore, derivato da quello della Fiat 600, viene portato da Abarth a 750 cc ed è montato posteriormente a sbalzo. Dalla vettura di serie vengono mutuate anche le sospensioni e altri organi meccanici mentre il cambio, modificato, è dotato di soli tre rapporti con l’ultimo particolarmente lungo in base alle performance richieste. Anche se la potenza è di soli 47 CV, grazie alla scocca montata su un pianale in lamiera scatolare con un peso inferiore ai 390 kg e alle dimensioni contenute, la velocità massima è di oltre 190 km/h. Con questa vettura, nel giugno del 1956, Abarth stabilisce sul circuito di Monza ben sei record nella Classe H: 24 ore, 5000 km, 5000 miglia, 10000 km, 48 ore e 72 ore, con una velocità media mai inferiore ai 140 km/h.

Commenti

Post popolari in questo blog

La Fiat Pandina verrà presentata il 29 febbraio

La Fiat Panda si trasformerà in Fiat Pandina per lasciare il nome Panda al nuovo modello che sarà svelato l'11 luglio 2024. I dettagli della Pandina verranno svelati il 29 febbraio a Pomigliano d’Arco, quando l’ad di Fiat, Olivier Francois, racconterà in che cosa si differenzia l’edizione speciale dall’utilitaria classica dopo oltre quarant’anni di storia, tre generazioni e più di 8,5 milioni di esemplari venduti, e che rimarrà in produzione a Pomigliano fino al 2026.

Nuova Fiat Pandina - Fiat Panda MY 2024

L'attuale Fiat Panda rimarrà in listino almeno fino al 2026 e sarà sempre prodotta a Pomigliano D'arco (Napoli).  Per questo motivo stanno arrivando alcuni aggiornamenti come la strumentazione digitale, un nuovo volante e nuovi sistemi adas per la sicurezza stradale. Ma l'11 luglio 2024 verrà svelata anche la nuova Fiat Panda, che sarà parente stretta della nuova Citroen C3 e per non creare una sovrapposizione di nomi, la Panda attuale con il model year 2024 acquisirà il nome di Pandina. La Fiat Pandina sta per arrivare e rappresenterà il modello d'accesso al mondo Panda. Sarà disponibile con motore 1.0 Hybrid e non dovrebbe essere prevista la versione 4x4.

Nuova Lancia Gamma

La nuova Lancia Gamma sarà il secondo modello della nuova era Lancia. Durante la presentazione della nuova Lancia Ypsilon è stata mostrata anche la prima immagine ufficiali delle nuove Lancia Gamma. Sarà un ammiraglia della categoria di Citroen C5X e Peugeot 408, e sarà prodotta a Melfi.  Nel 2026 vedremo questa nuova ammiraglia, lunga 4.6 metri e che permetterà al marchio Lancia di entrare nel segmento più grande in Europa. Sarà disponibile solo con motorizzazione completamente elettrica.

Mirafiori produrrà anche la prossima generazione della Fiat 500e

Stellantis è inoltre convinta, ed ha i piani per farlo, che con l’avvio del nuovo piano incentivi italiano ci sia la possibilità di aumentare la produzione a Mirafiori della 500 elettrica, riportandola a numeri che gli spettano per il gioiello che è. Così come il futuro di questa iconica vettura elettrica, e le sue naturali evoluzioni che arriveranno nell’ambito del Piano strategico Dare Forward 2030, sarà sempre legato alla città di Torino che va considerata come la Casa della 500.

Nuova Lancia Ypsilon da 24.000€

CLICCA QUI PER SCOPRIRE LE PRIME IMMAGINI UFFICIALI DELLE NUOVE LANCIA GAMMA E DELTA La nuova Lancia Ypsilon è ordinabile ed è disponibile nella serie speciale top di gamma Cassina in versione completamente elettrica. L'unico prezzo ufficiale, è riferito a questa versione, ed è di poco meno di 40.000€.  Ma a maggio verrà presentata l'intera gamma della nuova Lancia Ypsilon, e sarà disponibile anche la versione termica con motore ibrido, l'unica nuova Lancia disponibile con questa motorizzazione.  Per le altre versioni non è stato ufficializzato il listino, ma si parla di un prezzo di partenza di cerca 24.000€, riferito all'allestimento base con motore termico a 3 cilindri da 1.2 litri in grado di erogare fino a 100 CV, con batteria agli ioni di litio da 48 Volt e il nuovo cambio elettrico a doppia frizione a 6 rapporti. L'intera gamma sarà ordinabile da maggio, mentre a giugno Lancia sarà presente alla Mille Miglia e in questa occasione avremo maggiori informazioni

Fiat vuole riproporre la Multipla. La nuova Fiat Strada arriverà anche in Europa

Olivier Francois, intervistato da Fedez sul suo canale YouTube Wolf, ha dichiarato che il piccolo pickup Strada, venduto in Sud America, avrà presto una nuova generazione, che sarà globale. Per quanto riguarda la Multipla, il manager dichiara che ha intenzione di riproporla, soprattutto la 600 Multipla, dichiarando che sta lavorando per far tornare modelli iconici del marchio Fiat. L'11 luglio 2024 vedremo la nuova Fiat Panda, che sarà più grande ed elettrica. L'attuale rimarrà in produzione fino al 2026 con il nome Pandina. Maggiori informazioni saranno disponibili il 29 febbraio.

Da oggi cambia la gamma FIAT

Oggi è l'ultimo giorno in cui sarà possibile ordinare le Fiat 500, 500X e Tipo. Questa decisione è legata all'introduzione della nuova norma europea omologativa di sicurezza, che introduce una serie di sistemi avanzati di assistenza alla guida, ora obbligatori. La nuova normativa è obbligatoria e si applica alle nuove immatricolazioni a partire dal 1 Luglio 2024. Di conseguenza i modelli di nuova produzione possono essere immatricolati entro Giugno 2024. Entro questa data, quindi, andrà esaurita la produzione e lo smaltimento degli stock dei modelli sopra indicati.  Per 500, 500X e Tipo non ci sono informazioni su un possibile arrivo di un aggiornamento, anzi, per 500 e 500X si parlava già di uscita di produzione nel corso del 2024. Per la 500 si sapeva già che ci sarebbe stato lo spostamento della produzione dalla Polonia all'Algeria, senza la possibilità di avere aggiornamenti alle nuove normative, e di conseguenza la possibilità di mantenere le vendite nei Paesi della Co

Gli interni della nuova Alfa Romeo Milano

Procedono presso il centro sperimentale di Balocco i test di sviluppo dell’Alfa Romeo Milano, la piccola sportiva della gamma concepita e disegnata dalla maestria del Centro Stile Alfa Romeo. Milano verrà presentata al mondo il 10 aprile attraverso un evento che avrà luogo proprio a Milano, e sarà trasmesso via streaming per tutti coloro che vorranno prendervi parte. Sotto la guida esperta della squadra di ingegneri italiani protagonista di progetti straordinari 100% Alfa Romeo (come la 4C, la 8C, Giulia e Stelvio Quadrifoglio e la Giulia GTA), si affina lo sviluppo di Milano, la vettura che vedrà Alfa Romeo esordire nel mondo dei veicoli 100% elettrici. Le strategie di sviluppo vengono coordinate dalla squadra italiana di ingegneri Alfa Romeo presso il Proving Ground di Balocco dove i collaudatori ritrovano le condizioni ideali per testare in pista i requisiti e target espressi dagli ingegneri dinamici Alfa Romeo, responsabili della validazione del progetto.

In Olanda arriva la nuova Fiat 600 Hybrid

FIAT presenta la Fiat 600 Ibrida; Iconico fuori e Dolce Vita dentro. La Fiat 600 Hybrid è dotata di motore Mild Hybrid da 100 CV e cambio automatico eDCT-6. Offerta di lancio temporanea: versione top La Prima riccamente equipaggiata per 31.990 € (sconto 2.500 €), con tanto lusso, sistemi di sicurezza e assistenza all'avanguardia e guida autonoma (livello 2).   FIAT prosegue sulla strada della mobilità urbana sostenibile e presenta la nuova versione ibrida leggera della Fiat 600. Proprio come la 600e completamente elettrica, anche questa variante del B-SUV eccelle in termini di spazio interno e di un elevato grado di sensazione di Dolce Vita. La Fiat 600 Hybrid garantisce quindi un'esperienza di guida in cui divertimento e divertimento vengono al primo posto, basandosi sul carattere e sulle caratteristiche dell'auto familiare compatta di successo del passato: l'iconica Fiat 600 degli anni '50. La nuova Fiat 600 Hybrid offre uno spazio notevole per cinque passeggeri i

Nuovo Fiat E-Doblò MY24: tanto spazio per tutti e per tutto

Il nuovo E-Doblò unisce il meglio del comfort e della tecnologia con un tocco di stile per aiutare i clienti ad aggiungere praticità e benessere nella vita di tutti i giorni: una versione “all-in” che rende meno stressante e molto più sicura la guida in città. Versatile, spazioso, flessibile e adatto alle esigenze di tutti, il nuovo E-Doblò è senza compromessi, moderno e conveniente. Il suo upgrade di stile è visibile nel nuovo paraurti anteriore con skidplate inferiore, cerchi in lega da 17" e fendinebbia per viaggiare ovunque in sicurezza e tranquillità. È dotato di due porte scorrevoli con finestre ad apertura elettrica che garantiscono ai clienti praticità e comfort. Lo spazio interno del nuovo E-Doblò offre tanto spazio per tutti e per tutto grazie a diverse configurazioni di sedili e vani portaoggetti che garantiranno ai clienti la massima flessibilità durante la guida e il trasporto. Sono infatti disponibili 3 sedili posteriori singoli abbattibili, con la possibilità di amp