Passa ai contenuti principali

Stellantis investe nel nuovo grEEn-campus di Mirafiori in Italia



Il comprensorio è stato scelto come prossima sede del grEEn-campus di Stellantis, per creare un luogo di lavoro collaborativo e a zero emissioni di carbonio entro la fine del 2025

I primi tre progetti grEEn-campus annunciati in Europa sono a Poissy, in Francia, a Rüsselsheim, in Germania, e a Mirafiori, a Torino

L’iniziativa supporta il programma New Era of Agility di Stellantis: una modalità di lavoro flessibile e ibrida per le funzioni aziendali che lo consentono

La trasformazione di alcune sedi storiche contribuirà a raggiungere l’ambizioso obiettivo aziendale Dare Forward 2030 delle zero emissioni nette di carbonio entro il 2038

 

AMSTERDAM, 3 luglio 2023 – Stellantis ha annunciato oggi che la sua sede di Mirafiori a Torino entra a far parte del programma grEEn-campus per la trasformazione dei luoghi di lavoro e che mira a rafforzare le radici delle funzioni dedicate alla progettazione, alla R&D e degli enti centrali di Stellantis attraverso progetti innovativi, sostenibili e collaborativi. Mirafiori è la prossima sede Stellantis a essere inserita nella prima fase del programma, dopo quelle di Poissy in Francia e Rüsselsheim in Germania.


Il grEEn-campus è un luogo di scambio e condivisione di idee che promuove la creatività e l’efficienza e che crea un ambiente di lavoro estremamente ambito. Questo programma di trasformazione supporta l’obiettivo di Stellantis di azzerare le emissioni di carbonio entro il 2038, delineato nel piano strategico Dare Forward 2030.


La sigla “EE” in grEEn-campus rappresenta sia l’impegno di Stellantis a essere positiva dal punto di vista energetico e per proteggere l’ambiente, sia il suo impegno a incoraggiare una mentalità di formazione continua a offrire una straordinaria esperienza di lavoro per i dipendenti.


“Con ogni nuovo grEEn-campus, stiamo ridisegnando i nostri edifici iconici per renderli più in linea alle nostre nuove modalità di lavoro ibride, considerato che un numero significativo dei nostri colleghi sta sfruttando la flessibilità del lavoro agile, e al contempo contribuire a ridurre le emissioni di carbonio dell’Azienda”, ha dichiarato Xavier Chéreau, Chief Human Resources & Transformation Officer di Stellantis. “Desideriamo offrire ai nostri dipendenti un’esperienza completamente rinnovata in termini di tempo trascorso in sede incoraggiando scambi interni e con altre aziende che promuovano lo sviluppo congiunto e l’intelligenza collettiva, integrando l’esperienza del lavoro da remoto. Si tratta di un progetto ambizioso, sia per l’Azienda che per i dipendenti, che ci aiuterà a raggiungere il nostro obiettivo di azzerare le emissioni di carbonio e diventare un luogo ideale in cui lavorare.”


La riprogettazione degli edifici storici, combinata alle altre iniziative intraprese da Stellantis, contribuisce all’obiettivo di diventare un’azienda a zero emissioni nette di carbonio in tutti gli ambiti, entro il 2038, con una compensazione percentuale a una cifra delle emissioni rimanenti. Dopo la loro apertura, i nuovi immobili destinati a ospitare gli uffici saranno a energia positiva. Inoltre, gli edifici ristrutturati e già esistenti puntano a raggiungere la neutralità carbonica nei consumi.


Le sedi grEEn-campus forniranno prestazioni energetiche e termiche all’avanguardia tramite:


Integrazione di pannelli fotovoltaici nell’architettura

Impiego di tecnologie di ventilazione a bassissimo consumo

Riutilizzo dei materiali

Scelte architettoniche che assicurano efficienza ambientale, resilienza e adattabilità all’evoluzione del clima

Ampi spazi verdi che contribuiscono alla regolazione termica e al benessere dei dipendenti.

Il programma di trasformazione sostiene inoltre l’impegno di Stellantis a favore della responsabilità sociale e ambientale:


Illustrare come saranno gli spazi di lavoro di domani: eco-responsabili e completamente adattati alle nuove modalità di lavoro ibride

Contribuire alla riduzione dell’impronta di carbonio di Stellantis

Promuovere un impatto positivo sulle comunità in cui opera Stellantis mediante il sostegno all’istruzione.

I grEEn-campus di Stellantis sono situati nei Paesi strategici per Stellantis, che vantano una ricca storia. I lavori sono iniziati presso la sede di Poissy, lo studio di progettazione dettagliato di Rüsselsheim è stato completato ed è in fase di avvio il progetto di Mirafiori. Anche la storica Palazzina uffici di Corso Agnelli sarà direttamente coinvolta nel progetto. Altri grEEn-campus saranno annunciati in seguito.


Questo nuovo investimento per Mirafiori di milioni di euro a tripla cifra è un’ulteriore dimostrazione dell’impegno dell’Azienda in Italia. Questo investimento fa seguito ad altre importanti iniziative attivate nell’area torinese, tra cui:


Il primo Hub per l’Economia Circolare di Stellantis, che sarà lanciato nel 2023 nel comprensorio di Mirafiori. L’operazione consentirà di espandere le attuali attività di Stellantis e di sostenere il modello di business “cradle-to-cradle” in Europa

Il Battery Technology Center dove verranno condotti i test prestazionali e la validazione dei componenti delle batterie (celle/moduli/pacchi) durante le fasi di sviluppo e produzione. L’inaugurazione ufficiale avverrà nella seconda metà di quest’anno

Nell’ambito della joint venture con Punch Powertrain, denominata e-Transmissions Assembly, Torino ospiterà inoltre una struttura avanzata per la produzione e fornitura di eDCT innovative per la nuova generazione di modelli ibridi e PHEV dell’Azienda. Il suo contributo aiuterà Stellantis a elettrificare ulteriormente il proprio portafoglio di marchi con soluzioni pulite, sicure e accessibili. La struttura diverrà operativa all’inizio del 2024

Il Turin Manufacturing District che oggi opera come centro di progettazione per l’elettrificazione, il cuore del design per i brand iconici italiani e come hub produttivo per veicoli all’avanguardia, come Fiat e Abarth 500 full-electric, Maserati Levante, Quattroporte, Ghibli e le nuovissime GranTurismo e GranCabrio, disponibili anche nella versione Folgore 100% elettrica

Rafforzato il forte legame con tutte le realtà innovative del capoluogo piemontese, e in particolare con il Politecnico di Torino.

Commenti

Post popolari in questo blog

Fleet & Tender di Stellantis Italia si aggiudica gara per fornitura di Fiat Panda, 600 e Doblò alla Pubblica Amministrazione italiana

In gara c’erano più lotti che riguardavano vari tipi di veicoli (city car, sport utility vehicle e veicoli commerciali) sia ibridi che elettrici I modelli che sono stati scelti sono la Fiat Panda, Fiat 600 e FIAT Professional Doblò.   Stellantis Italia, attraverso il dipartimento Fleet & Tender, si è aggiudicata un’importante gara nazionale indetta da Consip per la fornitura di veicoli alla Pubblica Amministrazione italiana. In gara c’erano più lotti che riguardavano vari tipi di veicoli (city car, sport utility vehicle e veicoli commerciali). In particolare, i modelli che sono stati scelti sono Fiat Panda (350 unità), Fiat 600 (1.260 ibrida) e 150 FIAT Professional Doblò termici. Il dipartimento di Fleet & Tender è la divisione altamente specializzata all’interno di Stellantis per la progettazione e la realizzazione di ogni specifica tecnica richiesta nelle gare promosse da Consip per la Pubblica Amministrazione ed in particolare per le forze dell’ordine. Tra cui una fornitura

PRIME IMMAGINI UFFICIALI DI DUE NUOVE FIAT IN ARRIVO DAL 2025

Durante la presentazione della nuova Fiat Grande Panda, Olivier Francois ceo di Fiat, ha mostrato un video in cui si intravedono le nuove Fiat Fastback e la familiare in arrivo dal 2025.

A Kragujevac parte la produzione della Nuova Fiat Grande Panda

La produzione della Nuova Fiat Grande Panda elettrica è cominciata nello stabilimento Serbo di Kragujevac, polo industriale a sud di Belgrado. I prossimi due mesi saranno dedicati alle prove della catena di montaggio, mentre in autunno partirà la produzione del modello di serie, che raggiungerà le concessionarie prima della fine dell’anno. L’elettrica avrà un listino con prezzi sotto i 25.000€, mentre la versione ibrida da 100 CV avrà prezzi a partire da meno di 19.000€.

Previsioni traffico estate 2024: 2 bollini neri all'inizio di agosto

Si avvicinano i giorni più trafficati dell'anno per gli spostamenti verso le località turistiche. Qui trovate le previsioni per luglio,  agosto e l'inizio di settembre,  oltre ai divieti di transito per i mezzi pesanti.  Bollino Verde: traffico regolare  Bollino Giallo: traffico intenso  Bollino Rosso: traffico molto intenso  Bollino Nero: massima concentrazione di traffico con criticità  Particolare attenzione al traffico intenso sulla rete autostradale ligure, sulla A1 tra Milano e Bologna e sulla A14 Adriatica. Per informazioni in tempo reale potete ascoltare Rtl 102.5 e Isoradio 103.3. Disponibili anche su radio DAB e per Isoradio con app RAI Play Sound.

Produzione FIAT Panda a Pomigliano d'Arco

Video del Canale YouTube Passione Auto Italiane 

Fiat Grande Panda arriva a fine anno con prezzi da meno di 19.000€

La Grande Panda segna il ritorno della FIAT sul mercato consumer globale. È stato sviluppato sulla base di 3 pilastri: design italiano, piattaforma globale e rilevanza locale. Sostenibilità, inclusività, semplicità e bellezza sono i valori che hanno dato vita al progetto, mentre il design si ispira all'iconica Panda degli anni '80, il 'blue jean' dell'industria automobilistica, qualcosa di perfetto per ogni occasione e per ogni occasione. occasione. cliente. È quindi un’auto socialmente rilevante, l’auto per tutti. La Grande Panda è letteralmente il clone della prima Panda, rendendola un nuovo veicolo del segmento B, conveniente e adatto alle famiglie. Il prezzo della Grande Panda parte da meno di 25.000 euro per la versione completamente elettrica e da meno di 19.000 euro per quella ibrida. Progettata in Italia presso il Centro Stile FIAT di Torino, la Grande Panda si basa su un'idea semplice: una piattaforma multienergia unica e installabile in qualsiasi parte

In Svizzera chi acquista un'auto elettrica di Fiat, Abarth o Alfa Romeo e riceve un veicolo a combustione gratis per 1 mese

Astara innova: L'importatore ufficiale dei marchi Fiat, Abarth e Alfa Romeo lancia una nuova iniziativa per i suoi clienti in Svizzera, per facilitare il passaggio ai veicoli elettrici. I clienti che acquisteranno un veicolo elettrico tra l'1.7.24 e il 30.9.24 potranno usufruire gratuitamente di un veicolo a combustione per un mese. L'offerta è valida da subito presso i concessionari ufficiali Fiat, Abarth e Alfa Romeo in Svizzera.  Astara innova offrendo ai suoi clienti l'uso gratuito di un veicolo a combustione della stessa marca per un periodo di un mese. In questo modo i clienti possono godere del comfort della guida elettrica per tutto l'anno, beneficiando al contempo di un veicolo a combustione della stessa marca, in modo da poter andare in vacanza senza alcun vincolo.  Il veicolo viene consegnato al concessionario del cliente.  Il veicolo è reso disponibile da Astara attraverso la sua nuova offerta di abbonamento: Astara Subscription - Abbonati alla tua pross

Nuova Fiat Grande Panda

Video del Canale YouTube Passione Auto Italiane 

Nuova Fiat Multipla 2025

Nel 2025 arriverà un nuovo Suv Fiat, al momento conosciuto come Multipla,  e che appartiene  alla nuova famiglia Panda. Per capire come sarà basta incrociare le immagini del concept mostrato a febbraio,  con le forme delle nuove Citroën C3 Aircross e Opel Frontera. Il risultato è in grandi linee quello creato da auto-moto.com, che anticipa quello che dovrebbe essere l'aspetto definitivo del nuovo modello.  Questo nuovo B-SUV condivide con la C3 berlina e Aircross e con la Opel Frontera la piattaforma Smart Car, progettata fin dall'inizio per accogliere in modo ottimale l'offerta elettrica. Fiat proporrà l'offerta termica tradizionale, e una gamma ibrida che facilita l'accesso all'elettrificazione. E sarà disponibile anche in versione 100% elettrica, con una gamma accessibile. La Multipla avrà fino a 7 posti e avrà una lunghezza di circa 4,39m e avrà prezzi molto contenuti, grazie all'utilizzo della piattaforma Smart Car, e alla condivisione a livello globale

OBBLIGO DELL'UTILIZZO DELLA CORSIA PIÙ LIBERA A DESTRA

Fino al 2002 il comma 6 dell’art.143 del Codice della Strada diceva che la corsia di destra era riservata ai veicoli lenti, ma questa frase è stata totalmente eliminata dal 15 gennaio 2002. Oggi, l’articolo 143 comma 5 del Codice della Strada prescrive che, salvo diversa segnalazione, sulle strade a due o più corsie per senso di marcia si deve circolare sulla corsia libera più a destra , e la corsia o le corsie di sinistra sono riservate al sorpasso.  Le sanzioni per l’inosservanza di questa legge prevedono il pagamento di una multa compresa tra 42 e 173 euro, la decurtazione di 4 punti dalla patente di guida (8 per i neopatentati) e l’addebito della responsabilità in caso di sinistro o quantomeno il concorso di colpa anche in caso di tamponamento. Il sorpasso a destra non è consentito, ma il superamento sì. Nel sorpasso è previsto il passaggio da una corsia all’altra e il ritorno su quella di origine, mentre il superamento prevede l’avanzamento del veicolo sulla stessa corsia di marci