Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta - ALFA ROMEO -

Imparato “L'elettricità è efficienza. Così aereo. La berlina è più aerodinamica. Per me, l'industria tornerà a questo tipo di auto. Quindi sì, ci sarà una futura Giulia”.

Immagine
Jean-Philippe Imparato (CEO di Alfa Romeo) torna ha rilasciare alcune dichiarazioni sul futuro di Alfa Romeo, e dice: “saremo i primi nel gruppo Stellantis a incorporare la futura architettura elettronica cerebrale STLA . Ciò significa che avremo la migliore tecnologia software, con 5G, intelligenza artificiale... Oltre a ciò, guiderai su questa vettura con le stesse sensazioni e lo stesso comportamento su strada di una Giulia o Stelvio attuale. La potenza passerà da 350 a più di 800 cv ”.  “L'elettricità è efficienza. Così aereo. La berlina è più aerodinamica. Per me, l'industria tornerà a questo tipo di auto. Quindi sì, ci sarà una futura Giulia”.  "Alfa Romeo è stata incentrata sul guidatore per 112 anni. Questo non deve cambiare, ma il marchio deve evolversi con i tempi. I motori e il telaio saranno ancora sviluppati dai ragazzi di Balocco, che hanno sviluppato l'Alfa Romeo Giulia GTAm" "Stiamo lavorando molto su cosa sia l'intelligenza artificiale o

Stellantis rinnova ed estende il programma Autonomy a tutti i brand europei

Immagine
Da oltre vent’anni il programma Autonomy è punto di riferimento per le tematiche legate alla mobilità dei disabili. Oggi Stellantis decide di rinnovarlo e di puntare ad una diffusione sempre più globale. Rinnovati il sito web dedicato, l’approccio social e il logo che coinvolge i brand europei del Gruppo. Per l’occasione è stato realizzato un contenuto video che vede la partecipazione del gruppo musicale Pinguini Tattici Nucleari e degli Ambassador Giulia Ghiretti, Arturo Mariani e Francesco Bonanno.   In occasione della Giornata Internazionale delle persone con disabilità che si celebra oggi, Stellantis annuncia l’espansione a livello europeo di Autonomy, il programma che fornisce vetture modificate con dispositivi di guida e di trasporto in carrozzina adatti ai diversi handicap motori e che offre un'assistenza competente e condizioni commerciali dedicate per l'acquisto di una nuova auto. Nato in Italia con il marchio Fiat, il programma Autonomy verrà esteso infatti a tutti i

Tutte le novità Fiat, Lancia, Alfa Romeo e Abarth in programma

Immagine
Qui di seguito trovate il riassunto di tutte le novità Fiat, Lancia, Alfa Romeo e Abarth per i prossimi anni. Lancia: Lancia Ypsilon MY'23 2022/2023  Lancia Concept car aprile 2023 Nuova Lancia Ypsilon 1° trimestre 2024 Nuova Lancia Aurelia 2026 Nuova Lancia Delta 2028 Alfa Romeo: Alfa Romeo Giulia MCA 2023A Alfa Romeo Stelvio MCA 2023 Alfa Romeo 33 Stradale 2023 Alfa Romeo B-SUV 2024 Alfa Romeo Nuova Giulia Alfa Romeo Nuova Stelvio Alfa Romeo Nuova E-Suv Alfa Romeo Nuova Duetto  Nuova Alfa Romeo Tonale  Fiat: Nuova Fiat Topolino 2023 Oltre a nuovi Ulysse e Doblò Nuova Fiat 600 2023 Nuova World Car Fiat Panda 2024 Nuova Crossover Multipla 2025 Nuova 500 2026/27 Ducato Euro 7 2023 (Al momento non ci sono altre informazioni autorevoli su Fiat Professional) Abarth: Abarth 595 serie speciale 2023 Abarth 500e 2023 Abarth 595e 2024 Abarth 600e 2024

8 C Competizione – Nostalgia Abbagliante (2007)

Immagine
Lo spirito della mitica 33 Stradale in termini di estetica è più che evidente nella 8C Competizione, nonostante gli anni che le separano e le loro diverse architetture. La 8C Competizione è una supercar che segue un layout motore anteriore-trazione posteriore, con potenza trasferita attraverso un transaxle montato anteriormente. La presentazione del prototipo 8C Competizione al Salone di Ginevra 2003 non lasciò nessuno indifferente, costringendo sostanzialmente il marchio a portare avanti una produzione limitata del modello disegnato dall'allora capo del Centro Stile Alfa Romeo, Wolfgang Egger.   Nello stabilimento Maserati di Modena furono costruiti solo 500 esemplari - come accadrà qualche anno dopo con la 4C - e l'auto è un misto di componenti esotici. Il telaio proveniva dalla Dallara, l'impianto frenante ispirato alla Formula 1 era firmato Brembo, mentre Sparco realizzava gli splendidi sedili in fibra di carbonio rivestiti in pelle.   Un altro punto che ha pienamente g

Alfa Romeo SZ/RZ (1989)

Immagine
La SZ è stata progettata per attirare l'attenzione e non l'ha nascosta. Bassa, con una forma a cuneo e una linea estremamente alta nel profilo che separa le superfici vetrate da quelle metalliche (linea di cintura), la SZ è stata il risultato di un ambizioso programma intitolato ES30 ("Experimental Sportcar 3.0 liter"). La produzione del modello, il primo ad essere realizzato con sistemi CAD/CAM (computer aided design/manufacturing), fu affidata alla carrozzeria Zagato, da cui il nome definitivo SZ (Sprint Zagato). La carrozzeria in composito ospitava il mitico V6 “Busso” che equipaggiava anche la 75 3.0i Quadrifoglio Verde del 1987. Per l'occasione la potenza era di 207 cavalli, che arrivavano alle ruote posteriori tramite un cambio a 5 marce montato anteriormente al retrotreno. La produzione totale di quasi 1. 000 unità includevano anche l'altrettanto speciale e più rara RZ (Roadster Zagato). Le SZ/RZ sono davvero considerate delle supercar, non solo per le

Montreal - Futurismo e performance (1970)

Immagine
La Montreal è un esempio unico nella storia delle supercar Alfa Romeo, in quanto non nasce dalla ricerca delle massime prestazioni, ma da un altro ambito in cui il marchio eccelle: lo stile. Nel 1967, all'Esposizione Internazionale di Montreal, gli organizzatori scelsero l'Alfa Romeo tra tutti i produttori per creare un'auto che esprimesse "la più alta aspettativa dell'uomo moderno nei confronti dell'automobilismo". Nello studio di Bertone, ancora genio del Design, l'allora 29enne Marcello Gandini progettò una coupé bassa, elegante e aerodinamica. L'originalità del design era in gran parte dovuta alla griglia anteriore bassa e al cofano che copriva parzialmente i fari sotto una serie di "ciglia", che tra l'altro miglioravano le prestazioni aerodinamiche. Il parabrezza fortemente inclinato, le portiere a forma di “L” e le sei prese d'aria sui montanti posteriori sono stati alcuni degli elementi di design che sono diventati una vera

33 Stradale - Definire la bellezza (1967)

Immagine
La storia della 33 Stradale inizia anche attraverso le corse. La famiglia "33" nasce a metà degli anni '60 con l'obiettivo di dominare le corse. Nel tempo ha acquisito molti membri, la maggior parte dei quali corridori purosangue, mentre una serie di prototipi ha evidenziato l'adattabilità del modello, ma anche la creatività dei progettisti. La 33 Stradale è stata senza dubbio l'esemplare più elegante e di classe della famiglia, con la sua presentazione nell'agosto del 1967 accattivante come nient'altro presentato nel mondo automobilistico fino a quel momento.   Il suo design magistrale è la creazione di Franco Scaglione da Firenze, che ha usato tutta la sua conoscenza tecnica e l'audacia estetica. Il risultato è un vero capolavoro di stile, prestazioni aerodinamiche e funzionalità. La 33 Stradale è anche tecnologicamente innovativa, poiché per la prima volta su una vettura stradale le porte si aprivano verso l'alto, consentendo un più agevole

8 C – Le corse prendono la loro presenza nelle strade (1931)

Immagine
All'inizio degli anni '30 l'Alfa Romeo riscuoteva già un grande successo nelle corse e nelle vendite grazie alla serie 6C. Sulla base di ciò, la direzione del marchio chiese al geniale ingegnere Vittorio Jano di sviluppare un set ancora più potente - e questa volta 8 cilindri in linea - che fornisse una serie di auto di lusso ad alte prestazioni. La realizzazione della nuova serie non si fece attendere, poiché un anno dopo Jano, avendo sostanzialmente aggiunto altri due cilindri al motore 6C, aumentò la cilindrata a 2.336 cc. creando una nuova legenda. La 8C 2300 era un dato di fatto e nonostante la cilindrata fosse solo del 30% superiore a quella della 6C 1750, la potenza era quasi doppia con 155 CV invece di 85. Il successo nelle corse della 8C arrivò subito, con la vittoria di Tazio Nuvolari nel 1931 Targa Florio. Seguiranno decine di vittorie alla Mille Miglia di Monza, ma anche alla leggendaria Le Mans, dove la versione 8C 2300 Le Mans, specifica per l'occasione, p

Dati vendita in Italia a novembre 2022

Immagine

Le supercar dell'Alfa Romeo

Immagine
In un percorso senza tempo che ormai supera i 112 anni, Alfa Romeo ha definito un carattere sportivo unico che si esprime attraverso le vetture da corsa, oltre che di serie. Alcune di queste produzioni, solitamente limitate, passarono nell'élite delle creazioni dell'industria automobilistica, acquisendo di diritto la denominazione di " supercar ".   Prestazioni assolute, design distintivo spesso con opzioni eccentriche e produzione limitata che impone anche il costo di acquisto estremamente elevato. Le supercar sono una classe speciale di auto e sono un'élite a cui pochi produttori si sono avvicinati. Alfa Romeoè uno di loro, avendo il privilegio di essere uno dei marchi che, pur basando la sua esistenza sulla produzione di massa, il suo carattere, la sua innovazione tecnologica e ovviamente i suoi successi nelle corse, gli hanno permesso lungo la strada di creare alcuni dei più interessanti supercar. Dalla rivoluzionaria 8C degli anni '30, l'abbagliante 3

Ho provato l'Alfa Romeo Tonale Hybrid 130cv

Immagine
Prova effettuata grazie alla concessionaria F.lli Simonetta di Cadrezzate (Varese). L'Alfa Romeo Tonale protagonista di questo test drive ha il nuovo motore 1.5 turbo benzina a 4 cilindri, con un’elettrificazione a 48 V di tipo mild hybrid "rinforzato". La potenza di questo nuovo motore a iniezione diretta di benzina è di 130 CV. Il sistema mild Hybrid permette di muoversi solo in elettrico a bassa velocità - con il motore a benzina spento - e di veleggiare molto spesso in velocità. Grazie anche al nuovo cambio automatico doppia-frizione a 7 marce. In modalità puramente elettrica, l'Alfa Romeo Tonale può muoversi dunque senza usare il motore termico nelle partenze da fermo, realizzando nei primi metri l'effetto di trascinamento tipico delle auto con cambio automatico, in prima marcia oppure in retromarcia. Per esempio nelle code, o nelle manovre di parcheggio. In fase di decelerazione (e-coasting) e frenata (regenerative breaking), inoltre, il sistema recupera ene

Alfa Romeo Giulia Spider è "Classica dell'anno"

Immagine
I lettori di AUTO BILD KLASSIK scelgono le leggendarie auto d'epoca degli anni '60 come vincitrici nella categoria "Cabriolet e Roadster" come "Golden Classic of the Year 2022" [1] . Il design Pininfarina rende l'Alfa Romeo Giulia Spider una delle roadster italiane più belle di tutti i tempi. I modelli storici e attuali dell'Alfa Romeo vincono ripetutamente il concorso dei lettori di AUTO BILD KLASSIK. Quasi nessun'altra decappottabile incarna lo stile di vita italiano degli anni '60 così perfettamente come l'Alfa Romeo Giulia Spider. I lettori di AUTO BILD KLASSIK sono della stessa opinione e hanno votato l'elegante due posti come "Golden Classic of the Year 2022" nella categoria del concorso "Cabriolet e Roadster"*. AUTO BILD KLASSIK ha offerto ai lettori la possibilità di scegliere tra un totale di 50 vintage e youngtimer in cinque categorie, che festeggiano un compleanno importante nel 2022. La maggioranza dei

Al via gli ordini delle Nuove Alfa Romeo Giulia e Stelvio

Immagine
Espressione della “bellezza senza tempo” di Alfa Romeo, le Nuove Giulia e Stelvio presentano un forte “family feeling” con Tonale e da oggi sono ordinabili presso gli esclusivi showroom del marchio italiano. Tra le novità il quadro strumenti totalmente digitale e la tecnologia NFT su entrambi i modelli. La dinamica di guida è il punto di riferimento delle categorie SUV e berlina, grazie ad un perfetto bilanciamento dei pesi, agilità e leggerezza best in class e lo sterzo estremamente preciso. Nuova logica di gamma, convergente con quella introdotta su Tonale: Super, Sprint, Ti e Veloce. Quattro allestimenti distintivi, quattro nomi radicati nella tradizione Alfa Romeo. Riflettori puntati sulla serie speciale “Competizione”, la versione top di gamma che porta al debutto il nuovo colore esclusivo grigio opaco Moon Light. Esclusive anche nelle soluzioni di mobilità e acquisto: grazie alla proposta finanziaria di FCA Bank è possibile salire a bordo di Nuove Giulia e Stelvio in allestimento

Stellantis e Politecnico di Torino rinnovano accordo di cooperazione su formazione e attività di Ricerca e Sviluppo

Immagine
Oggi, a Torino, il Presidente di Stellantis, John Elkann, e il Rettore del Politecnico di Torino, Guido Saracco, hanno sottoscritto un protocollo d’intesa che conferma la collaborazione avviata nel 1999 e periodicamente rinnovata. L’obiettivo è rafforzare i progetti di ricerca e sviluppo sui temi della mobilità, sostenibilità e dell’economia circolare, coinvolgendo professori, ricercatori e studenti, congiuntamente alla tradizionale offerta di una solida preparazione tecnico-scientifica. L’accordo supporta il Corso di Laurea in Ingegneria dell’Autoveicolo per il quadriennio 2022-2026 e le relative attività di ricerca per accelerare lo sviluppo di prodotti per la mobilità sostenibile. L’impegno da parte di Stellantis ammonta a un totale di 7,4 milioni di euro, pari ad una media annuale di 1,85 milioni di euro per lo più focalizzati sulle sfide tecnologiche proposte dal settore automotive e della mobilità sostenibile: elettrificazione, guida autonoma e interconnessa, digitalizzazione dei

Canale YouTube Passione Auto Italiane

Immagine
Iscriviti al Canale YouTube Passione Auto Italiane. 

Sviluppo di un nuovo modello di distribuzione in Europa con la nostra rete di rivenditori per migliorare l'esperienza cliente

Immagine
La visione di Stellantis è promuovere un modello di distribuzione sostenibile facendo affidamento su una rete multibrand dei marchi Stellantis, performante, efficiente e ottimizzata Stellantis e i suoi partner commerciali condividono l'ambizione di essere leader in tutti i mercati in termini di soddisfazione dei clienti, per i prodotti e servizi, attraverso una completa transizione energetica Stellantis ha scelto di dedicare il tempo necessario a discutere con i suoi distributori partner, lanciando questo progetto di trasformazione nell’estate del 2021 con 50 gruppi di lavoro, coinvolgendo 200 distributori di 10 Paesi Il nuovo modello di rivenditore sarà implementato a partire dalla metà del 2023 partendo da tre mercati (Austria, Belux, Paesi Bassi) e per poi estendersi progressivamente in tutta Europa al termine della prima fase pilota   Stellantis sta procedendo a pieno ritmo con l’attuazione del suo piano strategico Dare Forward 2030, con l’ambizione di affermarsi come leader in

Alfa Romeo "Giulia e Stelvio ibride plug-in? Non convengono" Si passerà all'elettrico

Immagine
Arriveranno le Alfa Romeo Giulia e Stelvio ibride plug-in? No, semplicemente perché non conviene farle. A confermarlo è la stessa Alfa Romeo per voce del suo responsabile di prodotto, Daniel Guzzafame. Parlando alla testata australiana Car Expert il manager ha escluso ufficialmente la possibilità di vedere in futuro un’ibridazione della berlina o della Suv, spiegando le criticità connesse a questa soluzione nel caso specifico dei due modelli italiani. “Con ogni probabilità” le prossime generazioni di Giulia e Stelvio salteranno direttamente all’elettrico puro. La questione gira intorno alle possibilità di elettrificazione del pianale Giorgio, sulla quale sia la berlina, sia la sport utility sono costruite: “Per avere una Phev, dovremmo completamente riattrezzare la piattaforma” ha detto Guzzafame. Visti i costi industriali che implicherebbe l’operazione, il gioco non varrebbe la candela, come si suole dire. Anche se l’elettrificazione potrebbe rappresentare una soluzione per contrastar

Tante novità programmate per marzo 2023?

Immagine
Mentre stiamo attendendo le anticipazioni del nuovo corso Lancia, nell'evento Lancia Design Day che si svolgerà lunedì mattina alle 11.00, arrivano alcune informazioni secondo cui per il prossimo anno è prevista la presentazione di una concept car Lancia. Dovrebbe anticipare l'Aurelia, il crossover di segmento D o la nuova Ypsilon che arriverà nel primo trimestre 2024. Il nuovo design Lancia prende molti spunti dal passato ma rivisti in chiave molto moderna. Le nuove Lancia si ispirano ai modelli del passato ma anche da concept car Lancia: Dialogos, Trevi, Beta, Fulvia, 037, Stratos, Delta... L'Alfa Romeo dovrebbe organizzare un evento a marzo, in cui dovremmo vedere la 33 Stradale. Ma anche FIAT avrebbe programmato un evento per marzo, in cui potremmo vedere la nuova 600 e forse anche una concept car. Magari la nuova Panda. Sicuramente dal 2023 vedremo molte novità: 2023 Abarth 500 Alfa Romeo Giulia MY'23 Alfa Romeo Stelvio MY'23  Alfa Romeo 33 Stradale Lancia Ypsi

Secondo Video Nuova Alfa Romeo Tonale Hybrid Plug-in Q4

Immagine
Video del Canale YouTube Passione Auto Italiane Iscriviti al Canale YouTube Passione Auto Italiane 

Video Nuova Alfa Romeo Tonale Hybrid Plug-in Q4

Immagine
Video del Canale YouTube Passione Auto Italiane Iscriviti al Canale YouTube Passione Auto Italiane