Passa ai contenuti principali

Marchionne a tutto tondo, Ferrari, Alfa e Renzi


La nuova Fiat 500X, il futuro dell’Alfa Romeo che lui spera avviata verso un boom, E poi le critiche al governo europeo di Bruxelles, Un chiaro invito ad appoggiare il governo Renzi, ma su tutto aleggia come un fantasma l’ombra della presidenza Ferrari che riceverà tra dieci giorni. Sergio Marchionne è stato il protagonista del salone dell’Auto di Parigi dove però, come suo tipico, ha parlato più di finanza che di automobili spaziando tra politica ed economia. Una presenza a tutto campo, da uno stand all’altro, guastata solo da un raffreddore che ha reso ancora più roca la sua voce. Ecco gli argomenti toccati. Marchionne con la sua presenza dirompente ha condizionato anche Montezemolo, irrompendo a metà della sua conferenza stampa, sedendosi di fianco a lui e mettendo “i freni inibitori” all’attuale presidente della Ferrari che da quel momento ha parlato con meno coinvolgimento.
FERRARI – Non si poteva ovviamente con Marchionne non toccare l’argomento Ferrari. “Mi chiedete tutti se posso gestire la Ferrari anche non stando a Maranello. Si può fare. In fondo Montezemolo quando era presidente Confindustria passava gran parte del suo tempo a Roma, non a Maranello. Io poi riesco pure a gestire la Chrysler stando in Italia, no? Briatore dice che non ho il tempo Perchè lavoro già 22 ore al giorno? Beh, mi alzerò prima al mattino“.
SUV – Quando gli è stato chiesto se lo ingolosiva il fatto che la Porsche ha annunciato di aver costruito ben 580mila esemplari del Suv Cayenne in 12 anni dall’inizio della produzione, Marchionne non si è scomposto. “Io non ho detto che voglio alzare la produzione della Ferrari. Dico solo che Potremmo fare più macché, fino a 10mila se le condizioni del mercato lo permetteranno perché un cliente può aspettare una Ferrari per sei mesi, non per 18 mesi. Quelli sono clienti persi. Ciò non significa che la Ferrari si metterà a fare i Suv per aumentare la produzione, se mi chiedete questo. La Ferrari resterà unica ed esclusiva, Il rivale della Porsche per noi come marchio è la Maserati che infatti il Suv lo avrà a breve“.
ALFA ROMEO – Quello del Biscione è un argomento che gli sta a cuore perché Marchionne spera di ripetere il successo Maserati anche con l’Alfa Romeo. Ma servono nuove automobili. “Faremo sette modelli nuovi Alfa Romeo da qui al 2018. L’avevo annunciato a maggio, confermo i progetti. Vogliamo arrivare a 400mila auto. E poi l’Alfa Romeo dovrà fare un programma sportivo. Per ora non è nei piani, ma qualcosa si dovrà fare, anche se non presto. Prima servono i prodotti, i modelli, poi le corse“.
SPIDER FIAT – La versione Fiat della Mazda Mx5 non arriverà tanto presto invece. Quella che dovrebbe chiamarsi Fiat 124 Secondo Marchionne “Arriverà A fine 2015 o all’inizio del 2016; l’avremmo voluta anche prima ma i giapponesi non erano in grado di produrla per quella data“.
IBRIDO ED ELETTRICO – “Il nostro primo ibrido vedrà la luce nel 2016 con Il lancio del nuovo minivan americano. L’elettrico puro? Sono tutti bellissimi concetti, Ma bisogna fare i conti con la realtà. Quando abbiamo presentato l”auto elettrica pensavamo di riempire il mondo di auto elettriche e invece...”
INCENTIVI DELL’AUTO – “Non aiutano a rilanciare il mercato automobilistico, deformano la domanda del mercato, ne abbiamo pagato il prezzo, si è visto“.
EMISSIONI – Per una volta Marchionne si è trovato d’accordo col suo “nemico”Winterkhorn, il capo del gruppo Volkswagen. Il quale ha sollecitato la comunità europea a non abbassare ancora di più i limiti europei di emissioni di CO2. “Condivido le preoccupazioni di Winterkorn, Arrivare ai nuovi obiettivi potrebbe essere davvero costoso, e non può che avere ripercussioni negative sul costo finale delle auto perché i costruttori non possono sobbarcarsi i costi“.
MERCATO – Il mercato europeo sta ripartendo leggermente. Almeno i dati di vendita di settembre sono positivi. “È un segnale positivo, non so però se è una base solida per dire che il mercato sta ripartendo o che le condizioni si sono fatte migliori? Ma bisogna vedere i conti finali per vedere le prospettive 2015. Gohsn (presidente Renault e Nissan, ndr) annuncia 3-4% di aumento, io però non lo vedo così. Vediamo chi ha ragione“.
RENZI – Al presidente del consiglio Renzi Marchionne ha dato ampio credito già durante la visita in Usa e ha ripetuto gli elogi, lodando la sua politica e il suo governo. “Bisogna appoggiare questo governo sulla manovra del Tfr, anche se costa soldi a noi aziende. Sulla destinazione alla busta Paga del Tfr sono d’accordo. Posso capire che abbia conseguenze significative sul bilancio delle aziende, ma io capisco l’obiettivo di Renzi: è quello di
cominciare a creare condizioni per Il rinnovo della domanda. Tutte quelle sono cose buone da fare, l’obiettivo è quello giusto. Dobbiamo smettere di dire no sistematicamente a tutte le richieste Per cambiare qualcosa“.
L’EURO FORTE – “In questi ultimi giorni l’euro si è deprezzato davanti al dollaro, Io spero che continui a scendere. Gli americani non ci hanno pensato due volte a far scendere il dollaro per far ripartire le industrie. Magari arrivasse a l rapporto di 1 a 1“.

Fonte auto.it

Commenti

Post popolari in questo blog

La Fiat Pandina verrà presentata il 29 febbraio

La Fiat Panda si trasformerà in Fiat Pandina per lasciare il nome Panda al nuovo modello che sarà svelato l'11 luglio 2024. I dettagli della Pandina verranno svelati il 29 febbraio a Pomigliano d’Arco, quando l’ad di Fiat, Olivier Francois, racconterà in che cosa si differenzia l’edizione speciale dall’utilitaria classica dopo oltre quarant’anni di storia, tre generazioni e più di 8,5 milioni di esemplari venduti, e che rimarrà in produzione a Pomigliano fino al 2026.

Dopodomani verrà svelata la Fiat Pandina

La Fiat Panda si trasformerà in Fiat Pandina per lasciare il nome Panda al nuovo modello che sarà svelato l'11 luglio 2024. I dettagli della Pandina verranno svelati il 29 febbraio a Pomigliano d’Arco, quando l’ad di Fiat, Olivier Francois, racconterà in che cosa si differenzia l’edizione speciale dall’utilitaria classica dopo oltre quarant’anni di storia, tre generazioni e più di 8,5 milioni di esemplari venduti, e che rimarrà in produzione a Pomigliano fino al 2026. Il restyling della Panda attuale non prevede stravolgimenti: Pandina conserverà inalterata la sua meccanica ibrida a 48 Volt ma potrà beneficiare di nuovi sistemi di sicurezza (come il dispositivo di mantenimento corsia, la frenata automatica d'emergenza o il riconoscimento dei cartelli stradali) per allinearsi alle nuove direttive Ue previste per l'omologazione. Inoltre verrà introdotto un nuovo volante e la strumentazione digitale.

Fiat Pandina, fatta in Italia

Olivier Francois, Amministratore Delegato di FIAT e Direttore Marketing di Stellantis presenta la nuova serie speciale Fiat Pandina dallo stabilimento Giambattista Vico di Pomigliano d’Arco. Conferenza il 29 febbraio alle ore 12.00.

Nuovo Fiat E-Doblò MY24: tanto spazio per tutti e per tutto

Il nuovo E-Doblò unisce il meglio del comfort e della tecnologia con un tocco di stile per aiutare i clienti ad aggiungere praticità e benessere nella vita di tutti i giorni: una versione “all-in” che rende meno stressante e molto più sicura la guida in città. Versatile, spazioso, flessibile e adatto alle esigenze di tutti, il nuovo E-Doblò è senza compromessi, moderno e conveniente. Il suo upgrade di stile è visibile nel nuovo paraurti anteriore con skidplate inferiore, cerchi in lega da 17" e fendinebbia per viaggiare ovunque in sicurezza e tranquillità. È dotato di due porte scorrevoli con finestre ad apertura elettrica che garantiscono ai clienti praticità e comfort. Lo spazio interno del nuovo E-Doblò offre tanto spazio per tutti e per tutto grazie a diverse configurazioni di sedili e vani portaoggetti che garantiranno ai clienti la massima flessibilità durante la guida e il trasporto. Sono infatti disponibili 3 sedili posteriori singoli abbattibili, con la possibilità di amp

Novità per la Fiat Pandina

Dal punto di vista del design, presenta una nuova fascia della plancia verniciata di bianco e nuovi sedili con monogramma e logo "Pandina" in rilievo, doppie cuciture gialle, dettagli bianchi e filato Seaqual contenente una materia prima sostenibile e completamente tracciabile ricavata da rifiuti marini. Gli esterni sono arricchiti da dettagli giocosi come il musetto di un panda sul coprimozzo, le calotte degli specchietti retrovisori gialli, la scritta Pandina sulle modanature laterali e la serigrafia "Pandina" sul finestrino posteriore. Oltre ai colori già esistenti - Bianco Gelato, Nero Cinema, Rosso Passione e Blu Italia - Pandina offre il nuovo Giallo Positano e nuovi abbinamenti bicolori (tetto nero a contrasto). La nuova serie speciale Pandina sarà disponibile a partire da quest'estate nei principali Paesi europei.

Fiat Pandina celebra l'amore per la Panda e l'estensione della produzione nello stabilimento di Pomigliano d'Arco almeno fino al 2027

La nuova serie speciale Fiat Pandina è la Panda più tecnologica e sicura di sempre. Fiat Panda continuerà a essere prodotta nello stabilimento italiano di Pomigliano d'Arco almeno fino al 2027. La produzione aumenterà di circa il 20% per soddisfare la domanda dei clienti.   Oggi FIAT ha svelato la nuova serie speciale Fiat Pandina. La data di presentazione del 29 febbraio rende omaggio allo storico lancio della prima Panda nel 1980, che fu presentata al Presidente della Repubblica Italiana Sandro Pertini nella stessa data. La conferenza stampa, trasmessa su YouTube, è stata tenuta da Olivier Francois, CEO FIAT e Global Stellantis CMO, presso lo stabilimento Giambattista Vico di Pomigliano d'Arco, nel Sud Italia, dove la Panda viene prodotta dal 2011. Olivier Francois, Amministratore Delegato di FIAT e Direttore Marketing Globale di Stellantis, ha commentato: "La nuova Fiat Pandina è un omaggio all'amore degli italiani per la Panda. In effetti, "Pandina" è il

Nuova Lancia Gamma

La nuova Lancia Gamma sarà il secondo modello della nuova era Lancia. Durante la presentazione della nuova Lancia Ypsilon è stata mostrata anche la prima immagine ufficiali delle nuove Lancia Gamma. Sarà un ammiraglia della categoria di Citroen C5X e Peugeot 408, e sarà prodotta a Melfi.  Nel 2026 vedremo questa nuova ammiraglia, lunga 4.6 metri e che permetterà al marchio Lancia di entrare nel segmento più grande in Europa. Sarà disponibile solo con motorizzazione completamente elettrica.

Nuove dotazioni per Fiat Pandina

Dotata di nuovi Sistemi Avanzati di Assistenza alla Guida (ADAS), di un nuovo quadro digitale e di un nuovo volante, questa serie speciale è la Panda più tecnologica e sicura di sempre. Con il lancio della nuova Pandina, FIAT compie un enorme salto nel futuro, migliorando l'esperienza del cliente attraverso importanti sviluppi in termini di sicurezza e tecnologia, pur mantenendo la versatilità e l'accessibilità tipiche del suo modello iconico. La serie speciale Pandina presenta importanti aggiornamenti in termini di ADAS, come di consueto per FIAT offrendo soluzioni semplici alle esigenze del cliente, non per la ricerca della tecnologia come è sempre stato per la Panda. La dotazione di serie comprende nuovissime funzioni pensate per assistere il guidatore sia in città che fuori: il sistema di Frenata automatica d'emergenza, per ridurre i tamponamenti, come ad esempio nel traffico cittadino; il Sistema di mantenimento della carreggiata; il Rilevatore di stanchezza per avvisa

Nuova Fiat Pandina - Fiat Panda MY 2024

L'attuale Fiat Panda rimarrà in listino almeno fino al 2026 e sarà sempre prodotta a Pomigliano D'arco (Napoli).  Per questo motivo stanno arrivando alcuni aggiornamenti come la strumentazione digitale, un nuovo volante e nuovi sistemi adas per la sicurezza stradale. Ma l'11 luglio 2024 verrà svelata anche la nuova Fiat Panda, che sarà parente stretta della nuova Citroen C3 e per non creare una sovrapposizione di nomi, la Panda attuale con il model year 2024 acquisirà il nome di Pandina. La Fiat Pandina sta per arrivare e rappresenterà il modello d'accesso al mondo Panda. Sarà disponibile con motore 1.0 Hybrid e non dovrebbe essere prevista la versione 4x4.

FIAT lancia una nuova sfida globale

L’Amministratore Delegato di FIAT, Olivier Francois, ha appena svelato i prossimi passi nella creazione della nuova gamma. Il video è disponibile a questo link. Tutti i nuovi modelli, che condivideranno una piattaforma globale comune, saranno disponibili ai clienti di tutto il mondo. FIAT offrirà propulsori elettrici, ibridi e ICE per soddisfare le esigenze dei clienti dovunque essi vivano nel mondo. La prima vettura di questa nuova famiglia sarà presentata a luglio 2024, seguita dal lancio di un nuovo modello ogni anno per i tre anni successivi. In un mercato globale della mobilità in continua evoluzione, ci sono coloro che sognano un futuro migliore e altri che compiono dei passi concreti verso un domani più sostenibile e responsabile. FIAT ha dimostrato che il futuro è già arrivato svelando la nuova famiglia di concept ispirata a Panda. Il primo nuovo prodotto sarà rivelato il prossimo luglio seguito dal lancio di un nuovo modello all’anno fino al 2027. La nuova serie di modelli è s