Passa ai contenuti principali

Expo Milano 2015 insieme a FCA


Apre Expo Milano 2015, l'Esposizione Universale che durerà fino al 31 ottobre 2015. All'evento partecipano, in qualità di Official Global Partners, Fiat Chrysler Automobiles e CNH Industrial. Con il loro impegno a favore di una gestione responsabile del business e dei loro prodotti, in tre aree importanti come quelle delle automobili, dell'agricoltura e dei trasporti, i due Gruppi condividono gli ideali del più grande evento mai realizzato sull'alimentazione e la nutrizione.

Al centro della manifestazione il tema "Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita" che significa anche operare scelte consapevoli, promuovere stili di vita sostenibili, utilizzare tecnologie all'avanguardia e trovare un equilibrio tra disponibilità e consumo delle risorse. Proprio la sostenibilità, che rappresenta un valore trasversale all'intera manifestazione, è da sempre una delle priorità di FCA come dimostrano i prodotti, le attività di ricerca e sviluppo, le iniziative legate alla mobilità sostenibile e gli investimenti per lo sviluppo di nuovi veicoli capaci di coniugare accessibilità e innovazione.

Lo dimostra anche il video manifesto realizzato in occasione di Expo Milano 2015 visibile a questo link. Ideato dall'agenzia Armando Testa, il filmato è un emozionante alternarsi di paesaggi naturali e contesti urbani dove protagonisti sono gli esseri umani di tutte le nazionalità ed età.  Con loro sfilano anche i prodotti Fiat, Alfa Romeo, Lancia, Jeep e Fiat
Professional che assicurano la massima libertà di movimento nel pieno rispetto dell'ambiente. Mentre le suggestive immagini si succedono, una voce fuori campo "dialoga" direttamente con la Terra ricordando come la vita sia un viaggio intrapreso molto tempo fa dall'uomo. Oggi più che mai è necessario proseguire questo cammino con la consapevolezza che la salvaguardia dell'ambiente è una responsabilità di tutti. Da parte sua FCA si impegna su più fronti e i risultati finora raggiunti sono mostrati nel video manifesto che si chiude con il claim: "Life is a journey, let's make it sustainable".

L'organizzazione di Expo Milano 2015 può contare su una flotta di vetture di FCA caratterizzate da basse emissioni e alimentazioni alternative, nel pieno rispetto della mobilità sostenibile, che accompagneranno le numerose delegazioni degli ospiti provenienti da ogni parte del mondo. Complessivamente sono 105 le vetture della flotta. Alle 35 in uso da parte dello staff di Expo 2015 S.p.A. (dieci Fiat 500L Living, quattro Fiat 500L Trekking e ventuno Fiat 500L Natural Power alimentate a metano) se ne aggiungono altre 70 destinate alle delegazioni dei Paesi espositori: sono cinquanta Fiat 500L Natural Power, alimentabili anche a  biometano, e dieci Fiat 500e ad alimentazione elettrica, per usi interni al sito espositivo. Inoltre, sono a disposizione per servizi di rappresentanza sei Jeep Gran Cherokee, due Lancia Voyager e due Maserati Quattroporte.

Oltre alla realizzazione di prodotti sempre più sostenibili, l'impegno di FCA si esprime anche attraverso una serie di iniziative e progetti volti a migliorare l'esperienza dei milioni di clienti in tutto il mondo, di circa 300 mila dipendenti e di oltre 3.000 fornitori. Queste iniziative sono illustrate nel Bilancio di Sostenibilità di FCA che da oltre 10 anni presenta i risultati e gli obiettivi  futuri.  L'ultima edizione descrive i progressi fatti dal Gruppo nel corso del 2014, anno che ha visto il completamento dell'integrazione tra Fiat e Chrysler, iniziata nel 2009. "L'unione dei due gruppi ha permesso di creare il settimo costruttore mondiale di automobili, che considera la sostenibilità come migliore strada per garantire valore e dignità ai risultati conseguiti" ha affermato Sergio Marchionne, Amministratore Delegato di FCA. Lo stesso impegno si riflette nelle parole di John Elkann, Presidente di FCA: "La creazione di FCA ha cambiato per sempre il destino delle due società, ma non ha modificato in alcun modo il nostro impegno a perseguire uno sviluppo responsabile e sostenibile".

Ecologia ed economia sono due concetti che viaggiano in parallelo, non solo perché in un'automobile emissioni e consumi sono direttamente proporzionali. Infatti, secondo il Gruppo FCA, le soluzioni tecnologiche in grado di ridurre l'impatto ambientale dell'auto devono essere alla portata del maggior numero di persone per avere un effetto concreto. Uno dei valori fondamentali di FCA è proprio rendere accessibili a tutti le soluzioni più avanzate in modo che l'innovazione possa tradursi in vantaggi concreti per l'ambiente e per i clienti.

FCA è da sempre in prima fila nello sviluppo delle alimentazioni alternative ed economicamente accessibile attraverso una strategia molto chiara: investire in quelle soluzioni tecnologiche che sono facili da capire, semplici da usare e che danno benefici concreti da subito. Per questo motivo il Gruppo ha deciso di puntare sul metano, il combustibile più economico e pulito attualmente disponibile, che è anche una potenziale fonte rinnovabile grazie allo sviluppo del biometano: infatti, in un'ottica "well-to-wheel", un veicolo alimentato a biometano può arrivare a emissioni di CO2 paragonabili a quelle di un veicolo elettrico.
Negli ultimi 15 anni, Fiat ha di fatto creato un nuovo mercato, in cui solo recentemente sono arrivati altri costruttori, ed è oggi leader europeo nel settore dei veicoli di primo impianto con oltre 650.000 unità vendute dal 1997. Oggi la sua gamma di veicoli a metano si compone di 12 modelli, tra vetture e veicoli commerciali, che gli ha consentito di conquistare il titolo di Premio Auto Europa 2014 nella categoria metano.

La strategia di FCA nel campo della mobilità sostenibile prevede anche altre innovative soluzioni quali le tecnologie proprietarie Multijet e MultiAir, entrambe di seconda generazione, che migliorano i propulsori tradizionali (benzina e diesel) in termini di efficienza e riducono le emissioni; il sistema infomobilità UConnect con l'applicazione My:Car per la corretta manutenzione dell'auto; l'innovativo  cambio automatico a doppia frizione; la piattaforma eco:Drive che analizza lo stile di guida grazie ai dati raccolti in vettura e fornisce suggerimenti personalizzati per ridurre consumi ed emissioni; il sistema Start & Stop per una riduzione di emissioni e consumi in ambito urbano; e infine la nuova frontiera della mobilità sostenibile rappresentato da Enjoy, il car sharing di Eni realizzato in partnership con Fiat e Trenitalia.

Nel 2014 FCA ha investito 3,7 miliardi di euro dei quali 2,3 nei due stabilimenti FCA più moderni e all'avanguardia (Pernambuco in Brasile e Melfi in Italia) destinati alla produzione dei nuovi modelli Jeep Renegade e Fiat 500X.
Una delle priorità del Gruppo è la continua estensione del programma World Class Manufacturing negli stabilimenti FCA nel mondo con un conseguente miglioramento dei risultati in ambito ambientale e di salute e sicurezza. Il WCM è una metodologia di produzione rigorosa che coinvolge l'organizzazione nel suo complesso, abbracciando tutte le fasi di produzione e distribuzione del prodotto, e rappresenta l'applicazione concreta del modello di sostenibilità ambientale sviluppato dal Gruppo. Dei 122 siti industriali che hanno già adottato il WCM, 54 sono stati premiati con i diversi livelli di performance: 38 con la medaglia di Bronzo, 12 con l'Argento e ben 4 con l'Oro. Inoltre, tra il 2009 e il 2014, 389 stabilimenti di società fornitrici di FCA hanno visto l'introduzione della metodologia WCM: 259 sono presenti nell'area EMEA, 95 in LATAM e 42 in NAFTA.

Nel corso del 2014 sono stati implementati circa 48.000 progetti legati al WCM, fra cui molti mirati a ridurre l'impatto ambientale. In particolare, circa 3.700 di questi hanno permesso la riduzione del consumo di risorse naturali.  Ad esempio, nel 2014 il Gruppo ha risparmiato 3,3 miliardi di m3 d'acqua e ridotto i rifiuti di 65 milioni di chilogrammi. Senza contare che il 20,4% dell'energia elettrica utilizzata dalle attività produttive del Gruppo a livello mondiale deriva da fonti rinnovabili.

Sostenibilità è anche attenzione alla conservazione della biodiversità nelle aree circostanti gli stabilimenti. Lo dimostra un progetto molto importante in corso di realizzazione presso lo stabilimento di Pernambuco (Brasile): infatti, per salvaguardare l'ecosistema e in particolare la flora locale, FCA si è impegnata a piantare nei prossimi anni oltre 130.000 alberi, di cui 250 delle oltre 600 specie native. A oggi sono stati piantumati 38.000 alberi e il numero è destinato a salire progressivamente grazie al vivaio costruito vicino allo stabilimento. Qui, ogni tre mesi, saranno disponibili circa 22.000 nuovi alberi pronti per essere piantati dagli studenti durante le visite organizzate all'impianto: è un modo concreto per insegnare alle nuove generazioni l'importanza della biodiversità e della tutale del patrimonio naturale. Iniziative simili sono state avviate nei pressi dello stabilimento di Verrone (Italia), della sede di FCA USA (Auburn Hills, Michigan) e del sito indiano FIAPL di Ranjangaon.

FCA considera la salute e il benessere dei propri lavoratori una priorità per tutte le sue aziende in tutti i Paesi in cui opera. In questo contesto si inseriscono anche le iniziative di carattere  sociale realizzate sul territorio. Solo nel 2014 il Gruppo ha donato oltre 24 milioni di euro a favore delle comunità locali.
Nel 2012 è stato lanciato l'"Health Promotion Program" che si compone di diversi progetti, sviluppati e promossi sia a livello locale che centrale, con l'obiettivo di promuovere il benessere psico-fisico dei  dipendenti e delle loro famiglie, sensibilizzandoli anche verso temi quali l'importanza del mangiare sano. Il programma si ispira ai principi di salute e sicurezza redatti dalle principale organizzazioni internazionali, in primo luogo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), l'Amministrazione statunitense per la sicurezza e la salute occupazionale (OSHA), l'Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA), e l'Organizzazione internazionale del Lavoro (ILO).

L'impegno del Gruppo a favore di un modello di gestione responsabile del business è stato riconosciuto negli anni da numerose organizzazioni e agenzie di rating di sostenibilità. Tra i numerosi indici in cui è inserito, per il sesto anno consecutivo FCA è stata confermata nel prestigioso Dow Jones Sustainability Index (DJSI) World, oltre ad essere nuovamente tra i leader nel Carbon Disclosure Leadership Index (CDLI) Italy 100 e nel Carbon Performance Leadership Index (CPLI) Italy 100.  Inoltre, tra i numerosi riconoscimenti assegnati a FCA si segnalano il "Lean & Green Management Award 2014" vinto dallo stabilimento di Pomigliano d'Arco (Italia); il premio "AEA Environment Award" andato al programma "Árvore da Vida" di FCA Brasile; e il "Best Employers for Healthy Lifestyles Gold Award" assegnato a FCA US.

Commenti

Post popolari in questo blog

La Fiat Pandina verrà presentata il 29 febbraio

La Fiat Panda si trasformerà in Fiat Pandina per lasciare il nome Panda al nuovo modello che sarà svelato l'11 luglio 2024. I dettagli della Pandina verranno svelati il 29 febbraio a Pomigliano d’Arco, quando l’ad di Fiat, Olivier Francois, racconterà in che cosa si differenzia l’edizione speciale dall’utilitaria classica dopo oltre quarant’anni di storia, tre generazioni e più di 8,5 milioni di esemplari venduti, e che rimarrà in produzione a Pomigliano fino al 2026.

Nuova Fiat Panda 2024

Rendering di Motor1 La nuova Fiat Panda sarà svelata l'11 luglio 2024 a Torino, sarà parente stretta della nuova Citroen C3, ma avrà un design vicino a quello della prima generazione della Panda.  Come la francese avrà la piattaforma Smart Car con dimensioni di circa 4 metri di lunghezza. A livello di motorizzazioni non ci sono conferme, se non quella riguardo all'alimentazione a batterie. Almeno all'inizio. Come detto infatti la Fiat Panda elettrica sarà basata sulla Smart Car, piattaforma multi energia, e quindi con la possibilità di avere anche motori a benzina o ibridi. La nuova Panda potrebbe iniziare la commercializzazione con un singolo motore elettrico da 83 kW (113 CV) alimentato da una batteria da 44 kWh, per un'autonomia stimata di 320 km e ricarica fino a 100 kW. In futuro poi potrebbe arrivare anche una versione con batteria meno potente, autonomia da 200 km e prezzo ridotto.

Dopodomani verrà svelata la Fiat Pandina

La Fiat Panda si trasformerà in Fiat Pandina per lasciare il nome Panda al nuovo modello che sarà svelato l'11 luglio 2024. I dettagli della Pandina verranno svelati il 29 febbraio a Pomigliano d’Arco, quando l’ad di Fiat, Olivier Francois, racconterà in che cosa si differenzia l’edizione speciale dall’utilitaria classica dopo oltre quarant’anni di storia, tre generazioni e più di 8,5 milioni di esemplari venduti, e che rimarrà in produzione a Pomigliano fino al 2026. Il restyling della Panda attuale non prevede stravolgimenti: Pandina conserverà inalterata la sua meccanica ibrida a 48 Volt ma potrà beneficiare di nuovi sistemi di sicurezza (come il dispositivo di mantenimento corsia, la frenata automatica d'emergenza o il riconoscimento dei cartelli stradali) per allinearsi alle nuove direttive Ue previste per l'omologazione. Inoltre verrà introdotto un nuovo volante e la strumentazione digitale.

Novità per la Fiat Pandina

Dal punto di vista del design, presenta una nuova fascia della plancia verniciata di bianco e nuovi sedili con monogramma e logo "Pandina" in rilievo, doppie cuciture gialle, dettagli bianchi e filato Seaqual contenente una materia prima sostenibile e completamente tracciabile ricavata da rifiuti marini. Gli esterni sono arricchiti da dettagli giocosi come il musetto di un panda sul coprimozzo, le calotte degli specchietti retrovisori gialli, la scritta Pandina sulle modanature laterali e la serigrafia "Pandina" sul finestrino posteriore. Oltre ai colori già esistenti - Bianco Gelato, Nero Cinema, Rosso Passione e Blu Italia - Pandina offre il nuovo Giallo Positano e nuovi abbinamenti bicolori (tetto nero a contrasto). La nuova serie speciale Pandina sarà disponibile a partire da quest'estate nei principali Paesi europei.

Fiat Pandina, fatta in Italia

Olivier Francois, Amministratore Delegato di FIAT e Direttore Marketing di Stellantis presenta la nuova serie speciale Fiat Pandina dallo stabilimento Giambattista Vico di Pomigliano d’Arco. Conferenza il 29 febbraio alle ore 12.00.

Nuovo Fiat E-Doblò MY24: tanto spazio per tutti e per tutto

Il nuovo E-Doblò unisce il meglio del comfort e della tecnologia con un tocco di stile per aiutare i clienti ad aggiungere praticità e benessere nella vita di tutti i giorni: una versione “all-in” che rende meno stressante e molto più sicura la guida in città. Versatile, spazioso, flessibile e adatto alle esigenze di tutti, il nuovo E-Doblò è senza compromessi, moderno e conveniente. Il suo upgrade di stile è visibile nel nuovo paraurti anteriore con skidplate inferiore, cerchi in lega da 17" e fendinebbia per viaggiare ovunque in sicurezza e tranquillità. È dotato di due porte scorrevoli con finestre ad apertura elettrica che garantiscono ai clienti praticità e comfort. Lo spazio interno del nuovo E-Doblò offre tanto spazio per tutti e per tutto grazie a diverse configurazioni di sedili e vani portaoggetti che garantiranno ai clienti la massima flessibilità durante la guida e il trasporto. Sono infatti disponibili 3 sedili posteriori singoli abbattibili, con la possibilità di amp

Nuove dotazioni per Fiat Pandina

Dotata di nuovi Sistemi Avanzati di Assistenza alla Guida (ADAS), di un nuovo quadro digitale e di un nuovo volante, questa serie speciale è la Panda più tecnologica e sicura di sempre. Con il lancio della nuova Pandina, FIAT compie un enorme salto nel futuro, migliorando l'esperienza del cliente attraverso importanti sviluppi in termini di sicurezza e tecnologia, pur mantenendo la versatilità e l'accessibilità tipiche del suo modello iconico. La serie speciale Pandina presenta importanti aggiornamenti in termini di ADAS, come di consueto per FIAT offrendo soluzioni semplici alle esigenze del cliente, non per la ricerca della tecnologia come è sempre stato per la Panda. La dotazione di serie comprende nuovissime funzioni pensate per assistere il guidatore sia in città che fuori: il sistema di Frenata automatica d'emergenza, per ridurre i tamponamenti, come ad esempio nel traffico cittadino; il Sistema di mantenimento della carreggiata; il Rilevatore di stanchezza per avvisa

Fiat Pandina celebra l'amore per la Panda e l'estensione della produzione nello stabilimento di Pomigliano d'Arco almeno fino al 2027

La nuova serie speciale Fiat Pandina è la Panda più tecnologica e sicura di sempre. Fiat Panda continuerà a essere prodotta nello stabilimento italiano di Pomigliano d'Arco almeno fino al 2027. La produzione aumenterà di circa il 20% per soddisfare la domanda dei clienti.   Oggi FIAT ha svelato la nuova serie speciale Fiat Pandina. La data di presentazione del 29 febbraio rende omaggio allo storico lancio della prima Panda nel 1980, che fu presentata al Presidente della Repubblica Italiana Sandro Pertini nella stessa data. La conferenza stampa, trasmessa su YouTube, è stata tenuta da Olivier Francois, CEO FIAT e Global Stellantis CMO, presso lo stabilimento Giambattista Vico di Pomigliano d'Arco, nel Sud Italia, dove la Panda viene prodotta dal 2011. Olivier Francois, Amministratore Delegato di FIAT e Direttore Marketing Globale di Stellantis, ha commentato: "La nuova Fiat Pandina è un omaggio all'amore degli italiani per la Panda. In effetti, "Pandina" è il

Fiat studiò le versioni Abarth di 500x e Panda

Qualche mese fa Oliver Francois, CEO di Fiat e Abarth, dichiarò che "l'etichetta Abarth fa appello soprattutto alla fantasia sulla 500. La Punto Abarth non ebbe molto successo. Qualche anno fa volevo costruire una 500X Abarth, ma non è successo, anche perché all'epoca non avevamo le risorse per svilupparla. Sarebbe stato meglio. La versione sportiva, puramente estetica, riscuote molto successo. Quella versione è stata come una seconda infanzia per il modello. Si ispirava infatti all'Abarth che non è mai arrivata. Penso che tutte le derivate della 500 siano adatte ad una versione Abarth. Qualche anno fa andavo in giro con il progetto per una Panda Abarth. Sarebbe stata davvero una bella macchina”.

FIAT lancia una nuova sfida globale

L’Amministratore Delegato di FIAT, Olivier Francois, ha appena svelato i prossimi passi nella creazione della nuova gamma. Il video è disponibile a questo link. Tutti i nuovi modelli, che condivideranno una piattaforma globale comune, saranno disponibili ai clienti di tutto il mondo. FIAT offrirà propulsori elettrici, ibridi e ICE per soddisfare le esigenze dei clienti dovunque essi vivano nel mondo. La prima vettura di questa nuova famiglia sarà presentata a luglio 2024, seguita dal lancio di un nuovo modello ogni anno per i tre anni successivi. In un mercato globale della mobilità in continua evoluzione, ci sono coloro che sognano un futuro migliore e altri che compiono dei passi concreti verso un domani più sostenibile e responsabile. FIAT ha dimostrato che il futuro è già arrivato svelando la nuova famiglia di concept ispirata a Panda. Il primo nuovo prodotto sarà rivelato il prossimo luglio seguito dal lancio di un nuovo modello all’anno fino al 2027. La nuova serie di modelli è s