Nuova Alfa Romeo Giulietta potrebbe non avere la trazione posteriore. Nuova Mito non è da escludere


Facebook (Seguici in modalità WEB) Marelli&Pozzi-AutoSesto redazionewm@outlook.com
Ci stiamo trasferendo su www.passioneautoitaliane.it

In un intervista Reid Bigland, top manager di Alfa Romeo, ha dichiarato che quella delle compatte a trazione posteriore “è una razza in via di estinzione. Fare la nuova Giulietta a trazione posteriore ci distinguerebbe fra la concorrenza, ma abbiamo bisogno di analizzare approfonditamente cosa realmente chiede il mercato”. I margini di guadagno potrebbero non giustificare una segmento C a trazione posteriore. 


Un modello che potrebbe arrivare, andrebbe a sostituire la MiTo, che Bigland considera ancora rilevante per l'Europa, ma il Biscione deve prima risolvere una serie di interrogativi legati alla parte tecnica.

Commenti

Anonimo ha detto…
Io al posto della Mito farei intanto un piccolo suv sportiveggiante tipo Juke.. poi farei semmai la Mito in un secondo tempo..
Anonimo ha detto…
Concordo in pieno. Toyota l'ho ha fatto ....
Gigi ha detto…
La Toyota C-HR è un suv dall'estetica molto originale, ma è abbastanza lunga, 4.36m cioé è dimensionalmente più una segmento "C".
La Juke è lunga invece 4.13m.
La Mito Suv dovrà avere una lunghezza tra i 4.15 e i 4.20m, da derivare dalla 500X con caratteristiche molto più da sportiva premium (sospensioni anteriori con quadrilateri e posteriori con multilink)...

Post popolari in questo blog

Prodotta la 2 milionesima Fiat 500

Come sarà la Fiat 500X 2019

La piena occupazione in Italia si raggiungerà con i nuovi modelli Alfa e Maserati. Fiat sarà un marchio specializzato in modelli piccoli