Marchionne smentisce trattative e spin-off vociferati ad agosto


Facebook - Instagram - passioneautoitaliane.it - Passione Auto Europee -redazionewm@outlook.com © 

Marchionne: "non ci sono offerte sul tavolo". "Lo abbiamo già detto e lo confermiamo". Niente cessioni e nemmeno spin-off all'orizzonte. "Alfa e Maserati sono due realtà fondamentalmente immature per essere scorporate". "Il momento è sbagliato, non siamo nelle condizioni di farlo. Se c'è un'opzione, si avvererà in futuro, di sicuro dopo che me ne sarò andato io".


"La cosa importante, per noi, è confermare l'impegno per il piano al 2018", ha proseguito Marchionne, aggiungendo che "abbiamo anche annunciato che presenteremo un nuovo piano al 2022. C'è una strada piuttosto chiara da seguire, il resto non conta niente. I risultati stanno arrivando".

La porta è invece aperta con Magneti Marelli. "Ci sono delle attività che non appartengono a un produttore di auto, per esempio la componentistica. Il gruppo deve essere purificato da queste realtà". "Spero che possa succedere prima della fine del 2018. La cosa importante è confermare l'intenzione, poi la tempistica arriverà al momento giusto. In un mondo ideale, sarebbe bello finire il piano del 2018 con tutti i numeri con cui siamo partiti e poi, dal 2019, affrontare la nuova realtà con cui dovremo misurarci con un piano che abbia una base differente da quello del 2014".

Commenti

Post popolari in questo blog

Novità in programma

Aggiornamento software per il 1.4 Fire da 95 CV e AdBlue per i diesel

Nuova Fiat 500L S-Design: emozioni e sportività per le giovani famiglie

Sei milioni di veicoli a Sevel, lo stabilimento di Ducato

Alfa Romeo Giulietta B-Tech

Fiat Professional al Salone Internazionale 2018 di Hannover