Il NON futuro della Lancia. Chiusura prevedibile nel 2020


Facebook - Instagram - YouTube
Il sito motorbox.com ha fatto qualche domanda a FCA circa il futuro di Lancia ed ecco quello che è emerso. Il marchio Italiano continuerà a essere presente solo sul mercato italiano. L'unico modello in gamma rimarrà la Ypsilon, che verrà rinfrescato con il lancio di nuove edizioni speciali e seguirà un percorso di aggiornamento per adeguarsi alle richieste di legge in termini di dotazioni di sicurezza.
No a un'operazione di rebranding, a cui FCA è già ricorsa in passato, e quindi a un'ipotesi di questo genere la risposta della Casa è un secco no. Per l'attuale Ypsilon non è previsto un successore.
La traduzione di tutto questo è la conferma indiretta della chiusura del marchio Lancia. Chiusura che si può prevedere per il 2020, quando in Polonia (dove viene prodotta la Ypsilon) inizierà la produzione della Nuova Fiat Panda, e la piccola Lancia avrà 9 anni e potrebbe essere sostituita dalla 500 5p, che andrebbe in 103 mercati del Mondo.

Commenti

  1. Il destino era ormai segnato da tempo, e gia' da qualche anno avevano fatto capire che non ci sarebbe stato piu' nulla da fare, troppi errori nel passato ne hanno compromesso la sopravvivenza. Mi fa tristezza pensare che un marchio come Lancia, ricco di storia, sia ormai defunto, quando marchi senza arte ne' parte come Seat e Skoda, ma anche Audi alla fin fine, siano invece fioriti quasi dal nulla...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrei aggiungere che in Italia non siamo per nulla nazionalisti...basta vedere le vendite 80% estere e solo il 20% sono italiane...e ovvio che poi FCA investe su prodotti come Jeep che vende nel resto del mondo...ma l'italiano medio se non compra vw o audi non si sente figo! 😏

      Elimina
    2. L'Italia non e' il centro del mondo, FCA ha comunque un 28-29% di quota di mercato che non e' male, ovvio si potrebbe fare meglio, ma servirebbe anche una gamma piu' completa. Arrivare ad un 40% non e' impossibile se metti a listino qualche altro modello strategico. Detto questo non basta vendere in Italia, altrimenti Lancia avrebbe ancora un futuro siccome la Ypsilon e' pur sempre la 2°auto piu' venduta nel nostro Paese, il grosso va fatto nei mercati esteri ed e' li che Lancia ha fallito miseramente e che ne ha compromesso la sopravvivenza.
      Su Jeep invece e' stato fatto un lavoro impeccabile, ed e' la dimostrazione di come dovrebbero essere gestiti anche gli altri marchi, ovvero replicare la strategia di base adottata per Jeep.
      Il brand VW in Germania ha una quota di mercato piu' bassa rispetto a Fiat in Italia, ad esempio... poi ok il mercato tedesco e' piu' grosso di quello Italiano e quindi i volumi sono piu' ampi, pero' il brand Fiat ha il 20.5% di quota in Italia, VW in Germania circa il 17.5%. Poi se sommiamo tutti i brand tedeschi ( e affini ) si arriva al 70%, pero' va anche detto che ci sono piu' case costruttrici

      Elimina
  2. Amici appassionati, è bello sentire questo entusiasmo intorno ad un marchio che ha fatto la storia dell’automobilismo. Bisogna purtroppo mettersi il cuore in pace. Il gruppo Fiat è ancora un player di discreto livello solo grazie a Marchionne ed al geniale/fortunato rilevamento di Jeep-Chrysler. Fosse stato solo per Panda e 500 saremmo già diventati un marchio cinese che produce city-car elettriche. Purtroppo o per fortuna Marchionne ragiona col portafoglio e non col cuore. Il suo è di pietra e non gliene frega niente di Lancia, Alfa o Fiat…. Lui vuole guadagnare. Se dirigeste un’azienda alimentare credo non esitereste a togliere di produzione dei biscotti famosi se non vendono più o se i gestori passati non sono stati capaci di aggiornarne il sapore e renderli appetibili. Alfa, Lancia e Maserati potevano essere meglio di Audi e Bmw e Porsche. Infatti anche solo trenta anni fa le battevano in pista, nei rally e sui mercati. Poi la disastrosa gestione Romiti ha spazzato via tutto in un decennio. Per recuperare ci vogliono montagne di soldi e tanta fatica. Con Alfa e Maserati il lavoro è solo all’inizio. Purtroppo Marchionne non capendo nulla di auto pensa che con un nuovo modello si risolve tutto ma le vendite di Giulia gli hanno sbattuto in faccia la dura realtà. Lui ha stoppato tutti i modelli futuri per paura che il marchio non vada più. Ma è qui che si sbaglia. Per ricostruire un’immagine ci vogliono anni e tanti modelli ben fatti. Bisogna fare come i tedeschi: duro lavoro, insistenza, abnegazione, e testa durissima. Anche l’ingrasso in formula 1 è un ottimo passo. Peccato che ha scelto la squadra che arriva sempre ultima… se così fosse anche l’anno prossimo sarebbe un boomerang. Ma bisogna insistere. Riassumendo: la strada è quella giusta, i tempi no. Fra 10 anni vedremo se la dirigenza ha lavorato bene. E magari rivedremo Lancia come auto di nicchia super lusso (Astura, Flaminia come esempio da seguire)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pensare al portafoglio non vuol dire fregarsene della Lancia. A me piace il Compass ma se non lo compro non è che me ne frego, ma non posso prenderlo

      Elimina
    2. se uno fa i conti e fa quello che conviene non vuol dire che non capisce niente di auto o se ne frega. tu spendi e spandi anche quando non puoi mermettertelo?

      Elimina
    3. ma sei demente????? dare la notizia che praticamente FCA conferma la chiusura della Lancia non è un esternazione di entusiamo!! Amici sicuramente NO!! Hai parlato con Marchionne e ti ha detto che chiude perchè non gli interessa? secondo te se facceva fare soldi chiudeva?

      Elimina
    4. Lancia ha avuto prodotti non all'altezza del marchio, e anche l'attuale Ypsilon non e' all'altezza di cio' che dovrebbe essere la Lancia... aggiungiamoci poi che fuori dall'Italia non se la fila nessuno, ecco qui che si smantella tutto! Una futura Ypsilon sarebbe riservata al mercato italiano e quindi sensibile alla nostra domanda, troppo rischioso perche' se non ne piazzi un bel numero, il progetto diviene fallimentare! le 60.000 Ypsilon vendute nel 2017 in Italia sono un ottimo risultato, ma oltre a quelle ce ne vorrebbero altre 40.000 piazzate nei mercati esteri per garantire una sopravvivenza del marchio ( cosi' come per altri modelli ), ma siccome l'export vale zero, si accantona in favore di prodotti piu' vendibili.
      Per quanto riguarda Alfa, per sfondare nei mercati devi sfornare modelli uno dietro l'altro cosicche' con le nuove uscite spingi anche i prodotti precedenti, migliorando ulteriormente qualita' e immagine... Giulia e Stelvio per ora sono fini a se stessi se non supportati nel breve periodo da altri modelli, anche perche' MiTo e Giulietta ormai andrebbero entrambe tolte dal listino perche' ancora legate alla precedente immagine Alfa, oltre al fatto che sono oggettivamente vecchie ( 10 anni una, 8 anni l'altra )

      Elimina
    5. Il declino della Lancia è iniziato negli anni 90, e Marchionne si è trovato senza soldi e con un marchio che ha perso fascino e interesse. E' innegabile che Lancia vendeva solo in Italia Francia Belgio e Olanda anche quando aveva la sua gamma. Dire che Marchionne se ne frega vuol dire non sapere queste cose. Chiudere un marchio che frutta vuol dire essere pazzi, ma non è questo il caso. Infatti non mi pare che il mondo litighi peraccaparrarsi la Lancia. Anche molti Italiani conoscono solo la Delta la Thema e la Stratos. Quello non è essere Lancisti!!

      Elimina
    6. tra l'altro la Ypsilon gode di vendite che non fa più la Punto, quindi se veramente arriva una B Fiat avrebbe anche la concorrenza interna. Parlando con FCA mi hanno detto che che hanno fatto un sondaggio a livello mondiale ed è risultato che fuori dall'Italia la Lancia non interessa più a nessuno. Alfa invece ha un immegine ancora molto forte, quindi è normale che non si invese in Lancia ma in Alfa

      Elimina
    7. Perche' fondamentalmente l'immagine Lancia e' stata compromessa in maniera irrevocabile, e anche l'immagine Alfa e' stata compromessa per certi versi, ma per fortuna non al livello di Lancia, senno' avremmo salutato anche lei... Alfa ha ancora interesse, basti pensare che qualche anno fa VAG la voleva rilevare, mentre la Lancia non se la fila nessuno nemmeno di striscio... ci fosse anche solo un minimo interesse da parte di qualcuno, si dovrebbe cedere il marchio, peccato non ci sia e quindi si e' obbligati a smantellarlo, almeno per il momento! Poi magari fra 10-15 anni ci potrebbe essere qualche colpo di scena, trasformandolo quantomeno in un brand di nicchia con vetture iconiche, ma e' comunque rischioso, pero' forse piu' sensato rispetto a riproporre una nuova Ypsilon

      Elimina
  3. amici....chi ti conosce! ti fai insultare da tutti e pensi che siamo tuoi amici? comunque Marchionne ha solo preso atto di una situazione che non lascia scampo. Credo che qualsiasi AD con buon senso lascia andare un marchio che che ha perso fascino e interesse.

    PS dare la notizia che il marchio chiude è un esternazione di entusiamo? ma conosci il significato delle parole che usi?

    RispondiElimina
  4. PAI, sai per caso se circolano voci di un ritorno di Chrysler in Europa? Magari dallo stesso sondaggio è risultata Chrysler la più forte tra le due? Oppure FCA non proporrà niente nel mercato semipremium?
    Enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. penso di no perchè sono arrivate Dodge e Ram ma tramite importatore. non seguo Chrysler, comunque vedremo il piano industriale. chrysler alla fine ha solo la 300 e la Pacifica

      Elimina
  5. Mi riconosco quasi del tutto nella posizione di Alessio, solo che penso che tra dieci anni potrebbe essere tardi anche per costruire auto di nicchia, per esempio cito l'Isotta Fraschini, hanno tentato di rilanciare il prestigioso marchio senza riuscirci...Preferirei vedere Lancia in mano ai cinesi piuttosto che sepolta per dieci anni, non e' detto che le fabbriche non restino in Italia (un caso simile per le due ruote potrebbe essere quello di Benelli che sta sfornando dei bei modelli con un management cinese)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema e' che ora come ora non lo possono proprio fare un ulteriore rilancio, perche' hanno gia' Alfa e Maserati in questa fase, quando saranno completate allora uno spiraglio ci potra' essere, anche se rimango dubbioso. Vendere ai Cinesi, si si potrebbe fare ma non c'e' proprio nessuno minimamente interessato, perche' dubito che in Cina qualcuno conosca la Lancia... inoltre per quanto concerne gli stabilimenti, andrebbero fatti da zero, perche' i vecchi stabilimenti Lancia sono stati smantellati o venduti o riconvertiti in altre produzioni

      Elimina
  6. Chiudere la LANCIA è pura follia, soprattutto per le motivazioni del dott. Marchionne, che reputo non veritiere. Scegliere tra due marchi, quale salvare, non lo reputo giusto, meglio vendere la LANCIA, forse i cinesi o i coreani potrebbero rilanciarla, come hanno fatto con Volvo e Jaguar. Sinceramente non vedo il rilancio di Alfa Romeo, così come impostato, redditizio per FCA ed il "colpo in Formula 1" potrebbe rivelarsi fallimentare! Sono italiano ed amo le auto nazionali, ormai però non abbiamo più auto nostrane, FCA è straniera, quindi spero che vendano la LANCIA, marchio appetibilissimo, anche se in FCA si dice il contrario, e si possano rivedere auto degne del suo nome. Con la scadenza di Marchionne, quale AD di FCA, spero con tutto il cuore, che chi lo sostituirà, possa essere illuminato e decida, se non di rilanciare LANCIA, magari di venderla!!!

    RispondiElimina
  7. Basterebbe soltanto che la vendessero. Hanno le offerte e non lo fanno-

    Domandatevi perche.
    La risposta è soltanto che Lancia è pericolosissima in mano ad altri. E lo sanno benissimo. Altroche non appeal, non se la fila nessuno ecc.. tutte balle x imbonire tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. seeeee secondo te vendono un marchio che farebbe utili. non mi sembra proprio che ci siano offerte per Lancia. Per Jeep si ma per Lancia mai sentite

      Elimina
    2. Lancia non la vuole nessuno nemmeno per sbaglio, brutto da dirsi ma e' cosi'.... l'unica e' trovare un gruppo di imprenditori italiani appassionati Lancia che vorrebbe ridarle una vita, peccato che nessuno abbia anche solo fatto mezza proposta

      Elimina
    3. I gruppi conosciuti non sono sicuramente interessati a Lancia, anche perché sono tutti presenti in Europa, tranne GM, ma una azienda cinese, indiana od altro che fosse interessata ad entrare nel mercato europeo proponendo prodotti non economici sarebbe sicuramente interessata al marchio. Partire con un marchio con una storia e forte in Italia e meglio di un marchio inventato dal nulla. La realtà, credo, é che anche se si verificasse questa situazione Marchionne non venderebbe il marchio, prenderebbe poco e agevolerebbe un concorrente.

      Elimina
  8. Without LANCIA FCA van never compete in the so called more rational premium Segments. The segments of luxuy sedans, cross-overs and stationwagons including hybrid cars.

    RispondiElimina
  9. una cosa e sicura tutti dico proprio tutti gli italiani che comprano vetture estere,per prima cosa non capisco perche parlare sempre delle vetture italiane che non sono buone invece quelle tedesche si,ma fatevi un giro in germania e vedete se il tedesco compra la macchina straniera,nooooooooooooooooo
    dimenticatelo, loro comprano solo marchio tedesco e basta,loro aiutano l`ecomia tedesca,vedi il governo italiano su quale auto vanno in giro,perche alfa romeo non e una bella vettura???io da 45 anni che vivo in olanda o solo comprato auto italiane e mai una macchina straniera...
    sveglia genteeeee...

    RispondiElimina
  10. Ma se anche si volesse comprare una Lancia non si potrebbe fare perche' non ci sono modelli nuovi da 10 anni.si potrebbe fare bei modelli e venderli in Italia e all'estero come fa skoda dacia..ma bisogna prima volerlo fare..

    RispondiElimina
  11. Come mai la Germania si tiene stretta i suoi marchi li sviluppano e vendono auto? Noi Italiani con tre marchi come Fiat Lancia e Alfa Romeo non sappiamo più fare auto?Ma per favore...! Il fatto vero è che non vogliono investire ma solo guadagnare. La gestione Elkan Marchionne catastrofica sono i liquidatori della storia automobilistica Italiana e appena ne avranno l'occasione venderanno FCA.

    RispondiElimina
  12. Mi dispiace ma non sono d'accordo. I tedeschi negli anni 80 hanno resuscitato dal nulla il marchio Audi, dormiente da decenni, e con una serie di modelli indovinati lo hanno riportato ai livelli attuali.
    Perché non Lancia che, oltretutto, ha un'altra storia alle spalle?

    RispondiElimina

Posta un commento

Passione Auto Italiane: Facebook e Instagram
redazionewm@outlook.com
fiat500club.blogspot.com
www.passioneautoitaliane.com
Jeep: leautodimatteo.passioneautoitaliane.com
www.passioneautoitaliane.it
alfaromeoclub.passioneautoitaliane.com
Instagram: Matteo_Volpe_Passione_Auto_Ita

ISCRIVITI CLICCANDO SULLE 3 LINEE IN ALTO A SINISTRA
(HOME PAGE). Li puoi fare una donazione a Passione Auto Italiane

Post più popolari degli ultimi 30 giorni

Arriva il "Piano Italia" di FCA. Il marchio Fiat verrà rilanciato. Piena occupazione in Italia

Nuovi motori ibridi a Pratola Serra